CHIESA E MASSONERIA. MONS. STAGLIANÒ: I MASSONI NON SONO NÈ VICINI NÈ LONTANI, SONO FUORI DELLA CHIESA. ANCHE SE PRETI E VESCOVI.

Marco Tosatti

Ieri come sapete si è svolto l’incontro organizzato dal Grande Oriente d’Italia su “Chiesa e Massoneria, così vicini così lontani”, di cui ha parlato la Nuova Bussola Quotidiana  e anche su Stilum Curiae. Oltre che Pezzo Grosso di ieri.

Dopo l’incontro Giovanna Arminio per La Croce ha intervistato il vescovo di Noto, mons. Antonio Staglianò, che ha partecipato all’incontro. Ecco alcune delle sue dichiarazioni al termine dell’evento.

“Credo che molti cattolici abbiano espresso la loro preoccupazione e anche la loro indignazione perché hanno della massoneria una concezione che evidentemente è negativa. I massoni sarebbero degli incappucciati, dei satanisti, dei mafiosi. Se questo è vero, li posso anche capire. Però io sono stato invitato in un dibattito pubblico, con una massoneria che non mi pare sia una società segreta, i loro capi sono visibili. Ho avuto modo di poter predicare il Vangelo anche a loro, poiché mi hanno chiesto di parlare del rapporto fra Chiesa e Massoneria. Poiché io della massoneria conosco poco, ho pensato di parlare della Chiesa cattolica. Lasciando alla loro intelligenza di capire se sono lontani o sono vicini.

Ho spiegato loro che per la Chiesa del Concilio Vaticano II, la Chiesa del dialogo, loro non sono né vicini né lontani, sono totalmente fuori. Sono fuori della comunione cattolica, sono scomunicati. Ho spiegato loro che cosa è la scomunica. Per cui vorrei rincuorare tutti quelli che pensano che la mia presenza dialogica sia una sorta di sdoganamento. Assolutamente no. Non potrebbe entrare nella mia competenza fare questo. Ma come teologo, come vescovo e soprattutto come teologo ho voluto spiegare che sono fuori della comunione della Chiesa”.

L’intervistatrice ha ricordato al presule che i massoni dicono che ci sono diversi cattolici affiliati alla Massoneria. “Lei si è rivolto anche a loro parlando della scomunica?”.

“Certo, direi che uno dei motivi fondamentali che mi ha portato a venire a questo dialogo, primo per obbedire al comandamento di Gesù, se ci sono lupi, ti mando come pecore in mezzo ai lupi, e se ci sono nemici della Chiesa dovete amare i vostri nemici. Ma la mia operazione , almeno nell’intenzione del mio cuore è quella di fare un’operazione di carità intellettuale, è carità anche dare qualche illuminazione particolare di orientamento in persone che potrebbero essere disorientate. Perché se molti di quelli che mi hanno ascoltato sono massoni e sono cattolici evidentemente sono persone, nostri fratelli, un po’ disorientati. Come fanno a conciliare con la scomunica la loro appartenenza alla massoneria con l’andare in Chiesa e magari cibarsi anche dell’eucarestia? Non è possibile. Se poi come dicono alcuni appartengono alla massoneria alcuni preti e alcuni vescovi mi pare che qui c’è proprio bisogno di una presenza autorevole di un vescovo che dicesse loro: guardate, queste cose non sono possibili. Perché se uno che è prete o addirittura vescovo aderisce alla Massoneria vuol dire che della scomunica se ne fa un baffo. Ma un cattolico che si fa un baffo della scomunica credo che abbia problemi di identità cattolica, mi pare. Sono venuto qui a ddire che la lontananza e la vicinanza vanno interpretate in modo da dire che loro sono talmente lontani da essere fuori dalla comunione con la Chiesa. Poi, essendo persone dotate di logos con loro si può parlare e dialogare, e ho sviluppato il tema per vedere quale possibile vicinanza c’è nell’abissale distanza”.



Questo blog è il seguito naturale di San Pietro e Dintorni, presente su “La Stampa”.  Per chi fosse interessato al lavoro già svolto, ecco il link a San Pietro e Dintorni.

Se volete ricevere i nuovi articoli del blog, scrivete la vostra mail nella finestra a fianco.

L’articolo vi ha interessato? Condividetelo, se volete, sui social network, usando gli strumenti qui sotto.

Se invece volete aiutare sacerdoti “scomodi” in difficoltà, qui trovate il sito della Società di San Martino di Tours e di San Pio di Pietrelcina.

114 commenti su “CHIESA E MASSONERIA. MONS. STAGLIANÒ: I MASSONI NON SONO NÈ VICINI NÈ LONTANI, SONO FUORI DELLA CHIESA. ANCHE SE PRETI E VESCOVI.”

        1. ….io Cavalcoli non l’ho mai nominato…
          Magari la prossima volta QC sarà così gentile da segnalarci gli articoli di padre Ariel il giorno prima che vengano pubblicati.

          1. Meglio così. Cavalcoli è un dotto teologo ma è bruttarello. Preferisco essere lo spettro di quell’altro. In ogni caso, le manderò le bozze per raccogliere le sue osservazioni prima che siano pubblicate. 🙂

  1. Il buon Vescovo, con la solita grinta conformista verso la cosiddetta “Santa Romana Chiesa”, nasconde ipocriticamente ogni accenno ai crimini dei preti cattolici, che hanno insanguinato la storia, fin dai primi tempi della presenza cristiana a Roma, quando ad esempio una manina criminale, nottetempo, apri’ le porte di Roma, al saccheggio dei barbari, o quando una freccia “amica” lanciata da un soldato romano, uccise l’imperatore Giuliano, reo di aver ripristinato i culti agli dei pagani, o quando i primi cristiani lodavano come innocente l’imperatore Costantino, che era invece un serial killer dei suoi stessi parenti. OGGI POI NON È CAMBIATO NULLA: IL VATICANO, PER FAVORIRE I PROPRI traffici, ed in particolare per LAVARE I CAPITALI di Mafia, ha messo al potere tale SILVIO BERLUSCONI. IO MI SONO SBATTEZZATO, IN QUANTO NON MI SENTO DI STARE NELLA CHIESA CATTOLICA. Dr. Ing. Romano De Simone, di 71 anni. Roma

    1. Brutto perdere la fede quando la vita è quasi finita. Ci rifletta sig. Dr.Ing. Romano, la Chiesa è di Cristo che ha parlato chiaro nel Vangelo : quando si presenterà al suo cospetto cosa varranno tutti i suoi titoli ?

      1. @LUIGI CAZZOLA
        amici, mi sembra che abbiate esagerato in misericordia perdendo tempo con un intervento fuori tema di un poveruomo che sembra avere seri problemi psicologici.

        1. @Acchiappaladri
          E’ vero che l’intervento era fuori tema, ma il problema dell”sbattezzo” è di grande attualità, e viene presentato come una bandiera da ostentare per dimostrare la propria civiltà progressista nei confronti del secolare oscurantismo della Chiesa sfruttatrice e prevaricatrice, mentre non è altro che una patente di ignoranza data da chi approfitta della carenza di informazione corretta sulla religione cattolica dovuta allo sfascio post conciliare. Quindi non necessariamente il signore in questione è affetto da problemi psicologici: per quanto ingegnere, se non ha ricevuto da bambino una buona e solida formazione, e non è autodidatta in fatto di catechismo, facilmente e comprensibilmente è caduto nell’equivoco.

    2. Nessuno le ha ordinato di venire in questo blog ingegnere……o vuole chiudere la bocca ad ogni Cattolico? Con la democrazia che vi caratterizza ovviamente e di cui vi riempite la bocca. Vada per la sua strada e lasci che noi percorriamo la nostra. Certo che leggendo il livore che trasuda dalle sue parole sono sempre più convinta del Valore della Santa Chiesa e del Percorso Cattolico,e orgogliosa di Essere e Restare Battezzata. Sia Lodato Sempre Gesù Cristo.

    3. Spett.ing.De Simone, mi sorprende che lei, non certo privo di cultura, e indubbiamente non diguno di storia e filosofia, confonda il giudizio su singole persone, eventi storici, politica nel governo temporale della Chiesa e suoi eventuali e discutibili errori (sempre beninteso riferiti all’aspetto “temporale”), con la fede in NSGC e la santa e sana dottrina che la Santa Chiesa Cattolica e Apostolica ha professato e insegnato per oltre 2000 anni.
      Questa confusione ha generato in lei un equivoco tale che l’ha condotta addirittura al punto di “sbattezzarsi”, il che è in ogni caso una contraddizione in termini. Infatti, se per lei il sacramento del santo Battesimo ha il significato e la valenza che ad esso dà chi professa la religione cattolica, dovrebbe essere ben conscio che non può in alcun modo divenire nuovamente non battezzato, o “sbattezzato”, perchè questo è impossibile, allo stesso modo in cui non è possibile ad un bimbo rientrare nell’utero materno dopo la nascita e ridiventare ovulo non fecondato. Se invece per lei il Battesimo non ha alcuna valenza, ossia è stato un atto privo di qualsiasi efficacia reale, che senso ha “sbattezzarsi”? Come può togliere la sua efficacia ad un atto che non ne avrebbe mai avuta alcuna?
      Nemmeno come atto “dimostrativo” o politico ha senso, perchè il S. Battesimo non è una tessera di partito o di una qualsiasi organizzazione, e non ha alcun effetto sulle decisioni politiche, diplomatiche, insomma sugli atti di governo”temporale” della Chiesa odierni, futuri, e men che mai passati.
      Dunque la invito seriamente a riflettere sulle conseguenze di questo suo atto che coinvolgono unicamente la sua anima immortale, non perchè la rimettono in stato di peccato originale (che come si è detto, è cosa impossibile), ma in quanto la sua anima potrebbe invece trovarsi, al momento del giudizio particolare e di quello universale, in peccato mortale, e da ciò discendere la sua condanna eterna. Non sono certo io a giudicarla in foro interno, e quindi lo dico per ipotesi, rebus sic stantibus.
      Da credente mi considero sua sorella in Cristo, ed è per l’amore sincero che le porto che le ho scritto.

        1. Serena, lo sa che “chi sai tu” mi aveva appena rimproverato pensando che gli errori di ortografia li avessi fatti io nella trascrizione del tuo messaggio?!?!?!

    4. Mi piace ricordare che il battezzato è un “iniziato” e che una “iniziazione” termina con la morte fisica dell'”iniziato”. Quindi l’ingegnere Romano De Simone rimane un “iniziato” battezzato, ancora oggi, e lo “sbattezzo” verbale e scritto non elimina l'”iniziazione”. L’unica maniera per potersi “sbattezzare” definitivamente è SUICIDARSI, non importa la forma.

  2. Caro Direttore:
    Lo pubblicai questo pomeriggio:
    Il 13 novembre di 2017 NEL SUO EGO TEATRILLO DE LA CAPPELLA DI SANTA MARTA FRANCESCO SI SCAGLIAVA CONTRO QUELLI CHE SCANDALIZZAVANO, E ALLA FINE DELLA SUA BRUTTA RAPPRESTAZIONE TEATRALE SI DOMANDAVA: “SCANDALIZZO O NO?”: http://w2.vatican.va/content/francesco/it/cotidie/2017/documents/papa-francesco-cotidie_20171113_quelli-che-scandalizzano.html
    Perché ai suoi seguaci ammiratore no. A me neanche, ma ad altri molti sì; ma quello è non il suo problema il mio.
    E non è il mio problema perché smisi di stare in comunione col gesuita Jorge Mario Bergoglio Sívori dallo stesso momento a cui pensò in essere vescovo ausiliare. E come si credè più intelligente e migliore del suo sacro fondatore Ignacio, è arrivato a essere niente meno che quello profetizzato “Pastore ignorante e falso profeta” Zaccaria e Apocalisse.
    E come pastore ignorante ignorante, e falso falso profeta poeta e quello che gli sia messo davanti, falso come egli solo, si crede più che Dio, molto più misericordioso di Dio, per quel motivo lo corregge col suo Amoris in Giovanni 8: 11.
    E non suolo corregge a Dio ma lo disturba che glielo ricordino che ha corretto a Dio: a Giovanni 8: 11 hai replicato varie volte, l’ultima nel suo ego 69 intervista “Ma no, non e no!”.
    E quello è il problema, non il mio bensì quello di molti:
    CHE NON CAPISCONO O VOGLIONO CAPIRE QUELLO “NO!”, CHE NON CAPISCONO O NON VOGLIONO CAPIRE CHE FRANCESCO È IL PROFETIZZATO “PASTORE IGNORANTE E FALSO PROFETA.”
    E FRANCESCO È UN GALOPPINO: PREPARI LEI QUANDO VENGA L’ANTICRISTO CON TUTTO IL POTERE DI SATANA…!
    Saluti.

    1. Rispondo, spero per l ultima volta. Si deve attendere, lei come io, al CCC. Conservi queste cose nel suo cuore. Forse l anticristo verra’ battuto dai conservatori? Forse il regno e’ un evoluzione morale fino al punto Omega, come diceva Tehillard de Chardin? La storia e’ nelle mani di Dio. Il primo 666 fu Cesare Nerone…Pensi a salvare la sua anima. Al resto STA SCRITTO nel CCC, pensera’ Dio.

    2. Non ho paura dell’ anticristo sa perche’? Ci sara’ Gonzales che gli piantera’ un paletto di frassino nel cuore (come a Dracula) ed evitera’ a Dio “il regno non verra’ per evoluzione, ma per INTEEVENTO DI DIO sullo scatenarsi ultimo del male”. L anticristo non vincera’, certo non per Gonzales….cio’ non leva che puo’ guardare i segni dei tempi…in quanto che l anticristo sia una persona o un papa non lo deduco dal catechismo. Ma anche se fosse😵 tutto era scritto e lei ed io possiamo solo cercare di fare il BENE del vangelo. Senza contare che se non viene l anticristo (non che lo auspichi!) paradossalmente non viene la Parusia, la resurrezione dei morti. TUTTE COSE CHE PROBABILMENTE I PRIMI CRISTIANI ATTENDEVANO CON ANSIA. PERCHE’ IL REGNO E’ ANCHE “non ancora”. Fino all’ ultimo giorno (Parusia)

    1. Tenderei a pensare che nemmeno sappia della vostra esistenza. Però visto che a molti di voi piace sentirsi protagonista dei suoi pensieri, se vuoi ti dico di sì! 🙂

      1. Beh, che il teologo del menefreghismo se ne freghi di noi non dubito. Però che in Vtc non sappiano chi è Marco Tosatti mi è un po’ difficile crederlo.

      2. Ma Spettro, come LUI non sa della nostra esistenza!!?? Tu cosa ci stai a fare qui se non svolgi neanche diligentemente il tuo lavoro? Sarai anche l’ultimo galoppino del penultimo galoppino di santa Marta, ma se il tuo dovere lo fai dovresti risentirti parecchio se neanche una parola del tuo rapportino arriva in alto. E invece dalle tue parole non si percepisce neanche l’ombra di dispiacere. Quindi sei un vero scansafatiche: stai qui, ti diverti a stuzzicare a destra e a manca, ma poi una relazioncina a fine giornata ti pesa farla. Se fossi il tuo capo ti avrei già licenziato. Ha proprio ragione chi dice che il Vaticano è l’ultimo luogo dove esiste ancora il posto di lavoro fisso (quasi) per tutti. E’ vero però che Vaticano non è (ahimè) Italia…

        1. Serena, te lo dico in via confidenziale…quando dicevo di “voi”, non includevo te! Sai che non ci dorme la notte quando gli riferisco i tuo messaggi?? Devo fargli dare la melatonina per dormire sereno…..

          1. Caro Spettro, tavolta mi hai davvero lasciato senza fiato: pensavo di aver a che fare con un qualsiasi lacchè del Sedicente (prendo in prestito il termine dal grande Baronio), e invece scopro che sei uno dei suoi intimissimi, forse addirittura il suo Cameriere personale, carica importantissima! (chi avesse dubbi controlli su wikipedia) . A questo punto comincio a temere davvero, non tanto per me stessa, ma (come ha detto qualcuno su questo blog) “tengo famiglia”. E dal momento che mi hai “puntato”, credo che farò bene a scomparire. Addio

          2. Serena non temere per la tua incolumità: mi guadagno la pagnotta scrivendo report al Papa sulla tua attività e non vorrei rimanere disoccupato 😉

  3. Ma… c’e’ per caso in giro un virus dell’imbecillita’ che colpisce i prelati della chiesa cattolica del nostro tempo-bergoglionide?
    Deve esistere e sta facendo un’epidemia. Per forza. No, perche’ se no non si spiega.

  4. Caro Direttore:
    Davanti all’ingenuità di questo individuo una precisione: i veri massoni che ha Potere e dirigono non sono conosciuti, perfino né dopo la sua morte!
    I massoni conosciuti o che si fanno conoscere in paragone con gli sconosciuti e che hanno Potere, è come un chierichetto e un cardinale, o come un sagrestano e il Papa.
    Per certo, anche io sto scomunicato, perché smisi di stare in comunione col gesuita Jorge Mario dallo stesso momento che pensò di essere vescovo ausiliare e ora è arrampicato fino al papato; peggiore ancora: è arrivato a essere il profetizzato “Pastore stolfo, pastore sciocco, pastore stupido e falso profeta.”
    Saluti.

  5. Ieri ho scritto: “Staglianò, chi era costui?”.
    Oggi chiedo venia e ammetto che le parole di questo Vescovo sono pienamente condivisibili.
    Certo la perfezione non è di questo mondo: ad esempio il solo fatto di aver dialogato con i massoni si presta a strumentalizzazioni evidenti, ma Staglianò, se continua così, lo arruoliamo nei “nostri”.

  6. “Poi, essendo persone dotate di logos con loro si può parlare e dialogare, e ho sviluppato il tema per vedere quale possibile vicinanza c’è nell’abissale lontananza”.

    Mi ricorda molto le CONVERGENZE PARALLELE richiamate dal povero Aldo Moro, ma lui era un politico, non un vescovo.

    1. Rileggendo trovo di dover completare:

      … ma lui era un politico, non un vescovo della Chiesa cattolica.
      (ci sono infatti anche vescovi anglicani, luterani, ecc.)

  7. Non sono un’estimatrice di papa Roncalli, ma detesto i “si dice”. Che uno, due o più persone abbiano detto di sapere o di aver sentito dire che Roncalli fosse massone non può, più o meno automaticamente, farlo diventare un massone. Che sia stato in contatto con ambienti massonici non si stenta a crederlo visto che ricopriva il ruolo nunzio apostolico; era inevitabile, meraviglierebbe pittosto il contrario. Per quel che ne so potrebbe pure essere stato un iniziato alla massoneria, ma prima di dirlo bisogna provarlo, se no è meglio tacere.
    Questi personaggi che vanno dicendo, gridando a gran voce sulla stampa, o sussurrando all’orecchio di amici e occasionali conoscenti, che il tal papa o cardinale o vescovo o prete o tizio xy qualsiasi sono massoni, se anche sono iniziati “del 33° grado” ed oltre, non hanno per questo la patente di sincerità conclamata. La calunnia (Rossini docet) è un venticello che, se vogliamo davvero salvarci l’anima, faremmo meglio a non continuare a soffiare qua e là con tanta superficialità. Con questo non intendo affermare che la massoneria non abbia infiltrazioni anche pesanti all’interno della Chiesa. L’albero si riconosce dai frutti, ma anche in questo caso non tutti i frutti velenosi provengono da “alberi” massonici.
    Mi associo a chi ha ringraziato il nostro ospite per l’imparzialità e l’equilibrio di questo blog.
    Un grazie anche al vescovo di Noto per la chiarezza (finalmente almeno un vescovo che parla chiaro! Uno dei pochissimi, purtroppo), e la fermezza delle sue parole: fare il processo alle sue intenzioni mi sembra francamente un esercizio tristemente sterile. I fatti, e le sue azioni future, deporranno per lui. Pro o contro.

    1. Per quanto riguarda Angelo Roncalli ho letto un libello, non so quanto vero e attendibile di uno del suo staff abbastanza divertente. Vi passo i link da cui scaricarlo. I primi due sono gratuiti e il terzo è a pagamento perché nelle librerie praticamente è esaurito. Io che sono taccagna per queste cose un po’ strane ho scaricato quello gratuito.
      https://letturine.blogspot.it/2013/07/letturine-estive-nichitaroncalli.html

      https://www.scribd.com/document/155139193/NICHITARONCALLI-Controvita-Di-Un-Papa-Di-Franco-Bellegrandi

      https://www.libreriauniversitaria.it/nichitaroncalli-controvita-papa-bellegrandi-franco/libro/9788871300092

      Buon divertimento. Credo comunque che una parte di verità sia contemplata.

  8. … altro che dialogo … a Staglianò, il vescovo con la chitarra, a Lorefice, quello con la bici, e a tutti i “DIALOGANTI” della neo-chiesa bergoliosa suggerisco di rileggere e meditare la II lettera che San Giovanni, l’apostolo della Carità, il prediletto di Gesù Cristo, inviò loro 2000 anni fa … ecco il finale “…[7]Poiché molti sono i seduttori che sono apparsi nel mondo, i quali non riconoscono Gesù venuto nella carne. Ecco il seduttore e l’anticristo! [8]FATE ATTENZIONE a voi stessi, perché non abbiate a perdere quello che avete conseguito, ma possiate ricevere una ricompensa piena. [9]Chi va oltre e non si attiene alla dottrina del Cristo, NON POSSIEDE DIO. Chi si attiene alla dottrina, possiede il Padre e il Figlio. [10]Se qualcuno viene a voi e non porta questo insegnamento, NON RICEVETELO IN CASA e NON SALUTATELO; [11]poiché CHI LO SALUTA PARTECIPA ALLE SUE OPERE PERVERSE.” … altro che dialogo, adunate interreligiose, ecumenismo, ponti e non muri … e simil-balle massoniche …

  9. Sono stato iniziato in Massoneria nel GOI e ne sono uscito dopo tre anni. Dopo averla approfondita e studiata dall’interno, sia la struttura che le persone. Non mi sono perso né una Tornata, né un incontro. Non ho mai nascosto la mia fede cattolica e ho polemizzato fin da apprendista per questo motivo, finanche col Gran Maestro dell’epoca. E questo, ho saputo, mi ha portato a ritardi nel passare ai gradi superiori. Posso dire che molti dei miei “fratelli” si dichiaravano cattolici e quasi tutti i funerali si fanno in Chiesa. D’altronde le tornate si facevano tenendo aperto il Libro Sacro sul Prologo del Vangelo di San Giovanni. Che, in alcune Logge, viene ancora letto all’inizio della Tornata. Ho saputo anche che c’era almeno un sacerdote nel mio Oriente che, mi è stato detto da un mio “fratello”, ha celebrato per lui un matrimonio ” particolare. Penso in chiesa. Io non ero stato invitato. Voglio chiarire una cosa che vedo ignorata da tutti. Quando si parla di Massoneria si fa di tutt’erba un fascio. La Massoneria non è una società compatta ma è frazionata in centinaia Obbedienze anche in lotta tra loro. L’aspetto negativo non è la Massoneria in sé ma sono le Obbedienze. Che poi sono una contradizione in termini. Se il Massone è un libero muratore, un uomo del dubbio, perché poi deve essere ingabbiato in una Obbedienza ?. E’ contraddittorio. Va bè che la maggioranza dei massoni solo tali solo a parole e si trovano lì per darsi importanza (il film di Sordi è esemplare). Nelle Obbedienze il “fratello” non viene mai criticato o contestato (aiutato sempre). Si lascia che si sviluppi secondo le sue inclinazioni. Quindi si pratica anche l’astrologia e si tollerano usanze superstiziose e credenze ridicole. Molti sono persone razionali, serene, rispettabili ed oneste. Mi dispiace non frequentarle più. I vertici sono spesso discutibili, hanno i difetti tipici di tutte le società umane (ecclesiastiche, giudiziarie, politiche ecc.) e poi devono tenere conto di tutti gli aspetti degli iscritti. Però io posso dire che a me lo spirito massonico di ricerca (non l’Obbedienza) è servito molto. La Massoneria è scuola di vita. A me ha dato un metodo per conoscere me stesso e cosa sentivo dentro di me. In particolare il VITRIOL (verifica interiore tua, rectificando invenies occultum lapidem). Avevo una fede profonda e spontanea ma ero un cattolico come tanti altri: ignorante, superficiale e pigro. Verificando ho approfondito la mia fede e, proprio grazie alla Massoneria (non al GOI) sono approdato alla Chiesa della Tradizione. Sono uscito dal GOI quando mi hanno comunicato che ero stato proposto per il passaggio a Maestro (c’è chi fa “carte false” per diventare Maestro) perché non mi ero reso conto che ero già rinato a nuova vita (cristiana e cattolica) e non avevo bisogno di altre rinascite (nel rito del Maestro si rinasce) e che la permanenza nel GOI era incompatibile con la mia fede cattolica.
    Ora seguo la Messa tridentina e sono un simpatizzante della FSSPX.
    Le vie della Provvidenza sono infinite.

    1. Caro SERGIO, finalmente qualcuno che viene da lontano, che grazie anche a quelle Conoscenze massoniche è ritornato nella Chiesa Cattolica di Cristo…
      Nella ricerca della Luce, noi abbiamo fatto tante strade. Alla fine siamo entrati nella porta stretta del Regno di Dio. Dinnanzi alla quale lasci tutto il peso delle colpe causate dalla mente e pure il veicolo, o i veicoli, che hai usato per giungere fino a quella porta…
      Giustamente non puoi seguire due padroni. Devi scegliere. Noi abbiamo scelto…
      Conosco scientologi che sono rimasti cattolici e fanno la Comunione ogni domenica ed anche le pratiche segrete, definite “confidenziali”. Eppure Scientology si dichiara l’unica che con i Livelli “confidenziali” permette al suo fedele di superare l’abisso in cui cadrebbe. Cristo ormai non basta più. Anzi, tutti – pure i Santi, gli Apostoli, eccetera – senza le scoperte di L. Ron Hubbard ci sono caduti dentro…
      Eppure, io devo molto a Scientology. Senza le sue conoscenze e sperimentazioni e addestramento io non sarei uscito dal Materialismo Storico e dall’essere abortista. Infatti, dando un procedimento di Dianetics ad una ragazza, costei ripercorse il suo tentato aborto ed io in 5 secondi divenni da abortista un antiabortista.
      Eppure, qui tra i commentatori, trovo chi ci sente come una puzza sotto il naso: tu, massone, e chissà quante altre cose; io, parapsicologo, scientologo, studente di materiali Rosacroce. studente di Teosofia, studente di pratiche magiche, di Crowley, di Ordo Templi Orientis, eccetera. Ma tutto ciò che abbiamo studiato e sperimentato ci ha portato qui, perché è ciò che cercavamo: l’ASSOLUTO.
      La mia email è: giorgiorapanelli@virgilio.it.
      Ci sono cattolici che hanno conoscenze che mi hanno aiutato ad avere maggiori conoscenze, che mi informano e che informo…
      Guarda cosa mi è capitato pochi minuti fa… Avevo scoperto sacerdoti che senza volerlo sono eretici… Vorrei aiutarli, ma la loro mente rigetta ogni aiuto. Quindi io non me la sento di continuare a cercare di convincerli, salvo amarli e pregare per loro lo Spirito che li illumini…
      Poi, PASQUINO, qui sopra, mi dà la “dritta” di San Giovanni su come comportarmi…
      Su STILUM CURIAE si danno notizie della lotta in corso, si dibatte, pure con nostri avversari, che scrivono polemicamente e che ci servono da allenamento. E si hanno “notizie” di Fede, che io non conosco: UTILISSIME, poiché la mia Conoscenza è quella al di fuori della Chiesa Cattolica.
      Caro SERGIO, la Forza dello Spirito sia con te…

    2. Ma siamo sicuri che essere cattolici equivale a credere in Dio ma ancor prima nel Cristo?
      Ama il prossimo tuo come te stesso…..
      Perdonare
      Ama il tuo nemico
      Non giudicare.
      Mi sembra che il papa o pontefice Romano abbia lo stesso status dell Imperatore piu che lo status di Artigiano che aveca Gesu.
      C e una bella differenza tra essere monarca assoluto nello stato piu ricco del mondo ed essere un bambino che nasce in una mangiatoia. Non voglio essere una voce fuori dal coro,ma come disse un bambino….il Re e nudo.

      1. E questa che roba sarebbe, l’ennesimo tentativo di proselitismo protestante (addirittura il Papa sarebbe il “monarca assoluto nello Stato più ricco del mondo”) sfruttante la propaganda anticattolica? D’altra parte ci sono tutti i presupposti: la decontestualizzazione di frasi bibliche (come se i cattolici non perdonassero i loro nemici e coloro che li hanno offesi, boh…), le offese al Papa, la grammatica e la sintassi zoppicanti ed incerte. Già un convegno su Chiesa e Massoneria, nei termini che sono stati proposti, è stato ampiamente discutibile; vediamo di non aggiungere altro.

  10. Innanzitutto ancora grazie e grande apprezzamento per l’onestà del nostro dott Tosatti, che dà voce a tutti e pubblica con saggezza e obiettività tutto, brutto o bello che sia. Quanto al vescovo stagliano’, il suo chiarimento va bene, anche se mi pare frutto di equilibrismi diplomatici…..chissà se si sarebbe espresso così moderatamente , se non fosse stata data tanta evidenza sui blog alla sua discutibile partecipazione! Inoltre mi lascia ancora desolatamente sgomenta, la sua affermazione di non conoscere nulla di massoneria e di aver preso informazioni da hans kung. Che non conosca nulla dei massoni ci credo poco, visto che il nuovo corso bergogliano della chiesa è fortemente sponsorizzato dalla massoneria stessa, che come informatore prenda kung…..canne’…..no comment.

    1. Gent.ma Giusy,
      siccome è da un pò di tempo che la “masoneria” aleggia sovente in questo blog anche nei post ad esssa non dedicati, siccome questo é un post ad essa dedicato e premesso che:
      “I MASSONI NON SONO NÈ VICINI NÈ LONTANI, SONO FUORI DELLA CHIESA. ANCHE SE PRETI E VESCOVI” come dice Mons. Staglianó, mi chiedo e le chiedo:
      1. come fa un organizzazione che di fatto é al di fuori della Chiesa a “sponsorizzare” la Chiesa stessa che l’ha scomunicata?
      2. ha (lei o altri confratelli del Blog) le prove ed i nomi di questi “massoni” che sponsorizzerebbero la Chiesa?
      Cordiali saluti, rientro in clausura.

      1. Mi scusi Giusy se rispondo io al suo posto.
        È dal 313 d.C. ( Editto di Milano) che i poteri civili usano “sponsorizzare” la Chiesa per rafforzare il loro predominio. Niente di strano , pertanto, che i poteri segreti di oggi, ancorché scomunicati , sponsorizzino la Chiesa.
        Oggi mettere le mani sulla Chiesa significa mettere le mani su un miliardo e qualche centinaio di milioni di uomini e donne di tutti i paesi del mondo. Chiaro?

      2. Ah di massoni luciferianie, sono tutti coloro facente parte di codesta associazione contra Crhisti, nessuno escluso…esuli elaici…..studiano filosofia e teologia assurda….ma volendo o non fingendo o non il vescovo T……ha detto il vero! Sono fuori sono scomunicati dall ‘uomo e da Dio….basta non guardate ciò che stanno creando in codesto mondo ORMAI istruiti a modo loro da anni? Basta andatevene tutti dal vostro Grande architetto dell’umiverso cioè Lucifero creatura del male assoluto

        1. Bravo Massimo, molto chiaro e completamente condivisibile, e non certo per chi dalla massoneria ne è uscito, ma per chi ci resta e da lì continua, grazie a soldi e potere, a imporre subdolamente al mondo idee diaboliche e vergognose. Ora hanno preso la Santa Chiesa. Del resto i massoni nei loro programmi avevano da sempre quello di distruggere la Santa Chiesa con calma e pazienza infiltrandosi al suo interno. Ora sono addirittura arrivati al suo vertice. Dott Tosatti, è sempre più difficile commentare sul blog, i vari multinik e spettri che con il loro saccente sarcasmo lo hanno invaso e okkupato rendono impossibile seguire con serenità i temi che lei offre. Il loro scopo è disturbare e sfiancare noi semplici Fedeli in Cammino che hanno anche una vita quotidiana piena di impegni e fatiche. Questi saccentoni evidentemente sono ben dentro alla chiesettina di regime di el berghy ed altrettanto evidentemente non hanno altro da fare. Io sto tentando di non farmi schiacciare dal loro gioco bolscevico ma è sempre più dura, se legge gli orari dei miei interventi ormai sono sempre a tarda notte…..ma poi alle 6 del mattino io mi devo anche alzare…..e non ce la faccio più. Se ce la fa a proteggere almeno questo mio sfogo e la mia sofferenza dal cinico e supponente sarcasmo di questi emissari di regime lo pubblichi dott Tosatti, altrimenti lasci perdere e cancelli tutto.

          1. Signora Giusy,
            Mi permette di darle un consiglio? Se lei ritiene che determinati frequentatori di questo o di altri blog siano dei troll, semplicemente li ignori. Mi pare che qui ci siano molti post di persone molto corrette nella forma, capaci di argomentare su temi anche non facili. Si limiti a dialogare con quelli, evitando di battibeccare con quelli che lei ritiene dei disturbatori.
            Anch’io sono nuovo qui, ma non per questo accetterei di essere guardato con diffidenza o sospetto.
            Cordialmente. Amadeus OPI.

          2. Sig Deuterio, io sono stata la prima a darle il benvenuto, ma siccome lei appunto è nuovo qui e i sarcasmi, i cinismi , e attacchi personali che non sto a dirle ma se vuole li cerca, da parte di spettri, e alias vari, li ho e li abbiamo provati molti di noi e non lei, se non le dispiace mi eviti consigli. Io so solo che ” i tiepidi il SIGNORE li vomitera’ dalla sua bocca” e in questo momento drammatico per la Santa Chiesa ce ne sono troppi che dietro la tastiera al calduccio criticano chi si espone e fa qualcosa. Se per lei va bene essere preso in giro e ridicolizzato da chi sul blog, cambiando nick name come calzini, mira solo a portare zizzania e confusione, non può obbligare altri a fare uguale. Grazie.

          3. Carissimo Deuterio, le chiedo scusa, sono stata un po’ brusca rispetto ai suoi consigli e sto rispondendo di fretta tra un cliente e l’altro. Apprezzo i suoi suggerimenti, come quelli di tutti quelli che usano umiltà e garbo. Gli spettri e i multinik che sì nascondono e trattano noi Fedeli in faticoso Cammino dall’ alto in basso e poi parlano di miSSSSericordia, imparerà presto a conoscerli anche lei. Grazie per la pazienza e Sia Lodato Sempre Gesù Cristo.

  11. Staglianò sembra almeno aver capito che la doppia appartenenza di Mozart non funzionava.
    Ma dovrebbe anche capire che la segretezza massonica non si riferisce ai convegni, che sono pubblici, ma agli intrallazzi che essi fanno per farsi i loro affari lobbistici. Comunque, spezzo una lancia in favore dei massoni: in questa democrazia senza sussidiarietà, che è pura finzione, i comitati d’affari per rubbare i soldi pubblici – e ove possibile anche quelli privati – li fanno tutti, ma proprio tutti. E’ fisiologico.

  12. Dott. Tosatti,
    è possibile, tramite la signora Arminio, conoscere anche il contenuto dell’intervento dell’altro prelato: il teologo mons. Aliotta.
    Grazie

  13. La Madonna, a Don Stefano Gobbi, dice chiaramente che c’è una massoneria ecclesiastica, formata all’interno della vita ecclesiale e si è diffusa soprattutto fra i Membri della Gerarchia. Il loro scopo è la distruzione di Cristo e la sua Chiesa. Vedere i messaggi del 13 giugno 1989 dal titolo ” La bestia simile a un agnello ” e quello del 17 giugno 1989 dal titolo ” Il numero della Bestia: 666 . Descrivono esattamente quello che noi stiamo vedendo.

    1. Rip don Gobbi. Ci ho mangiato insieme e ho partecipato a una riunione. Ero con altri due concittadini, entrambi morti RIP. Ero apocalittico, avventista, disperato: piu’ di oggi. Forse non avevo fede nemmeno. Cercavo le prove. Nonostante tutto mi ha aiutato . Ho aspettato il 2000, la parusia da lui profetizzata (il 666×3 dava 1998). Oggi so che sbagliai e sbaglio’, probabilmente lui, rip.

      1. Abbia pazienza Osvaldo e cerchi di conservare la Fede. Gesù ha parlato ad un’ anima : “…i miei strumenti hanno riferito ciò che IO avevo ordinato loro da dire. Se IO che sono il proprietario dell’ ovile , per misericordia verso coloro che stanno tardando a rispondere alla mia chiamata, ho pazientato ancora, non posso farlo ? Questa è l’ultima attesa e poi si attuerà tutto…”

  14. Quando mio suocero, ingegnere torinese stimato professionista, cattolico integerrimo e membro dellOpus Dei mori’ , gli eredi ritrovarono in un cassetto un grembiulino , degli strani arnesi, è un tesserino da cui si evinceva che il caro estinto era stato “iniziato” al Gran Oriente D’ Italia dal lontano 1959 ed era poi diventato ” maestro”.
    Un poco di sconcerto, perche’ nessuno lo aveva mai saputo neppure la moglie. E poi si è’ steso un velo pietoso: membro dell’ Opus Dei e massone. Le vie dell’ animo umano sono infinite.

    1. A parer mio, molto probabilmente tuo suocero agì in buona fede. Forse aderì alla massoneria per motivi che con la fede non c’entravano per niente ( motivi politici, motivi economici?) . Chi lo sa.
      Però , pace all’anima sua, forse avrà in qualche modo dovuto rendere conto di quel suo errore.
      A molte persone forse non è chiaro che una zebra, essendo a righe bianche e nere, non appartiene né agli animali bianchi né agli animali neri . Per dirla col Signore : ” Nessuno può servire a due padroni: o odierà l’uno e amerà l’altro, o preferirà l’uno disprezzerà l’altro….. ” (Mt 6,24).

      1. @deutero.amedeo
        A parer mio invece è ESTREMAMENTE improbabile che un brillante ingegnere nonché (apparentemente) attivista cattolico potesse non solo aderire ma anche far carriera nella massoneria “in buona fede”.

        L’ipotesi più benigna che mi viene in mente è che quella adesione risalga agli anni della gioventù e che poi se ne sia pentito, tenendo segreta la cosa.

        Nostro Signore ha già sentenziato al defunto quale è l’ipotesi corretta.
        Se permesso dalla Divina Giustizia, R.I.P. vecchio ingegnere.

        1. Io invece mi sono fatta una mia idea: conoscendo la rettitudine di mio scuocerò penso che credesse davvare sia nella massoneria sia nel cristianesimo. La Massoneria nella sua teoria e’ teismo, un tempo erano esclusi dalle Logge gli atei, si credeva in quel che oggi si chiama ” disegno intelligente” , cioe’ una intelligenza benigna che ha progettato L’ Universo, si credeva che vi fosse un rapporto fra il Macrocosmo è il Microcosmo, cioe’ L’ uomo. L’architetto del Tempio di Salomone aveva secondo i massoni scoperto la corrispondenza segreta tra le proporzioni, e tali segreti dopo le Crociate erano arrivati in Occidente grazie forse ai Templari. Certo tutto questo aspetto esoterico la maggior parte dei ” grembiulini” dedita ad attivita’del tutto terreno, L’ ha completamente dimenticata . Non credo che Berlusconi , Costanzo ed altri iscritti alla P2 si interessassero delle proporzioni del Tempio di Salomone o dei segreti dei Templari. Ma ci sono persone , anche cattoliche a cui questo cote’ diciamo esoterico, piace se non in contrasto con la dottrina essoterica cattolica.
          La Chiesa ha sempre condannato la Massoneria, ma il vedere che molti uomini di Chiesa appartenevamo alla Massoneria avra’ fatto pensare il fedele come mio suocero che questa condanna non era che di facciata.
          Avra’ fatto pensare che essotericamente, cioe’ per la massa, la Chiesa preferiva negare tali segreti, ma esotericamente cioe’ per una elite , questi segreti erano tramandati.
          C’ e’ sempre stato nella Massoneria una parte di teoria esoterica per lo più’ ignorata dagli affiliati stessi, è una parte di potere sociale legato al mutuo soccorso degli affiliati

  15. Quello che non viene menzionato dal presule sono le conseguenze della scomunica per la salute dell’anima delle persone colpite e il loro concreto rischio di perdizione eterna. Ovviamente. Non sarebbe così dialogico parlarne, non si “misericordierebbe” a puntino…invece si blatera vanamente di poveri catto-massoni “disorientati”. Il massone fragile e disorientato che bussa con mano fievole alla porta dell’ospedale da campo… La cruda realtà è che nessuno crede più a questa cosetta dappoco che si chiama Giudizio di Dio. I primi a non credervi sono i Vescovi.

  16. Spezzo una lancia a favore dell’abbe’ TOSATTI. E’ il primo “conservatore”? che mi ha pubblicato; di piu’ ha avuto misericordia di me: non pubblicando “cattiverie” che avevo scritto,poi pregandolo di non pubblicarle. Ha avuto moltissima EMPATIA? (sebbene virtuale) con il sottoscritto. Dio la benedica e ci benedica tutti. Pregate per me. Ve ne sarei grato. PS: in passato sbagliai, ero un moralista , e c è l avevo a torto o ragione (forse evangelica mente a torto : non giudicare…) Con papa Ratzinger . Con Wojtila mi riusciva piu’ difficile, data la personalita’, per me eccezionale, che aveva. Sono un tendenzialmente Bergoglio so, oltreche’ sposato con una divorziata ecc….. Vabbe’ la finisco qui 😂 dato che avevo chiesto all’abbe’ di non pubblicato più”, spero faccia questa eccezione. Riposino in pace il cardinal Caparra e tutti i defunti. Io, nella mia situazione, non faccio la comunione sostanziale.

    1. Io, scusate la malizia, non credo a nemmeno una parola riguardo le vicende personali che ci racconta questa new entry Osvaldo. Nei momenti più fastidiosi per el berghy, come funghetti trallala’ arrivano sul blog sempre 2-3 nuovi commentatori a sua difesa, e guarda caso tutti con lo stesso stile da ” prendiamo per i fondelli tutti che tanto loro sono poveri scemi e noi dei furboni” dei noti trolloni che aleggiano da mesi sul blog.

      1. E qui mi contraddico. Mentre mia moglie porta il bambino a messa (moglie legale): io non vado quasi mai. Dissi che potevo far la comunione, in altra parrocchia, ma non posso “perder tempo”; sulla spinta del “contendere” (da cui mi sottraggo volentieri perche’ escono cose piu’ interessanti del mio caso). E’ penoso. Ma le mie nozze oggi sono “in bianco”. Qualunque sia il motivo. Foss anche una malattia.

        Certo puo’ non credermi e la “perdono”. Ma non mi pare un peccato grave. Ho fatto gran caos.

        Debbo dire che le poche volte che vado vedo gente, che partecipa (astenendosi dalla comunione) e spero per la loro laica salute non vivano come “fratello e sorella”. Gente volta è più equilibrata di me.

        La pastorale in parrocchia e’ a zero. Ricordo, quando partecipavo di piu’, vennero in conferenza coniugi che avevano PARTECIPATO al sinodo. Alla mia domanda sui divorziati: mi sembra “caddero dal pero”. Non le dico, i miei parrocchiani 😂 non mi potevano sbranare, ma mi “levarono” volentieri la parola. Oggi almeno so, che il cardinal Cafarra, un principe della chiesa avrebbe in seguito podto domande similari 😂 che dire?

        Puo’ credere alla mia storia o no.

        In quanto a Bergoglio spero chiarisca i dubia. Nel senso che la dottrina non e’ cambiata.

        Mi rimane la domanda (ma non c era bisogna di AL) del destino ultimo dei divorziati risposati e Delle “3?” comunioni citate dal concilio di Trento. Dal canto mio, non dispero , della misericordia di Dio. Se loaccetta. Prego per lei. Poi a me piace una preghiera, quella l ho a cuore, dei primi cristiani maranatha’! (metto un link sotto del “Cafarra” dell’ epoca Ratzinger) Ripeto tutti e due.

        1. L omelia di Martini, il link che volevo allegare, andrebbe forse letta intera. Mi rendo conto, che oltre sembrare contro papa Ratzinger, e’ un arma per prendersela con i modernisti. Ma avevo promesso il link! All’ epoca mi aveva colpito, quel suo intrinseco, NON GIUDICARE. Oggi son perplesso. Ma su tre cose, no. 1) La parusia va attesa e non allontanata 2) la scienza non conosce tutto3) il peccato va condannato, ma non il peccatore. Per quanta fantasia noi possiamo avere Satana ne ha piu’ di noi. PS: don Orione morì di sifilide senza mai essere andato a prostitute, ma da molti fu giudicato quello!

          http://cmmddc.blogspot.it/2011/10/il-signore-verra-e-io-lo-vedo-ogni.html?m=1

      2. Devo dire Giusy che anch’io ho fatto gli stessi pensieri. Tra l’altro qualcuno ha provato a contare gli interventi del buon Osvaldo dal momento della sua comparsa, in pochissimi giorni?

        Anche lui adesso adotta con poco rispetto l’appellativo “abbé” quando si riferisce al padrone di casa, come fa quell’altro dal quale ha imparato…

        Il secondo spettro poi, il paolino, ha imparato dal primo a riferirsi a noi commentatori abituali come a confratelli…

        Potrebbero essere un’unica persona, e comunque non ha importanza, basta solo stare un po’ accorti e pesare la farina per quel che vale.

        Arguta la Giusy, non maliziosa.

        1. Sono uno spettro ma non occupo corpi altrui. L’abbė può confermarlo. Il titolo Abbė ė tutt’altro che spregiativo ma di rispetto. Cosa che molti confratelli cattolici, non solo in questo convento, non hanno verso il sommo Pontefice Papa Francesco.

          1. Caro Collega, hai notato il Confratello Gian e la sua interlocutrice che finezza di ragionamenti? Dovrebbero assumerli al SISDE senza concorso…

          2. Per i “raffinatissimi e davvero esemplari di Cristianesimo”, gli spettri, mi unisco alla vostra pietà per el kapò vostro berghy……Poverino, ha SOLO TUTTI I MEDIA e I POTERI FORTI che lo ADORANO PROSTRATI ai suoi piedi, ha l’AMICONE SOROS che FINANZIA i suoi FILMINI sulla CUPOLA di SAN PIETRO e tutte le sue iniziative anticlericali, ha un braccio armato efficientissimo sguinzagliato anche sui blog Cattolici in sua difesa e a sponsorizzarlo…..E che diamine, poverino, come non impietosirsi per lui. Ma dai, castighiamo questi cattivoni pericolosissimi Cattolici, che osano restare fedeli alla Santa Chiesa di NSGC e non accettano proprio di farsi fare il lavaggio al cervello dall’ apparato mediatico di Santa Marta. A quando l’olio?

        2. Caro Gian, penso tu sappia cosa penso di te, ma credo anche che, al tempo stesso, tu abbia ben compreso che non sento la necessità di dirtelo. Anzi, come avrai capito, difficilmente ti prendo in considerazione anche solo per uno scambio di vedute.
          Noto che, invece, tu non perdi occasione per tirarmi in ballo nei tuoi inutili interventi: c’è dunque qualcosa che vorresti dirmi?
          L’altro giorno mi hai chiamato “figlio di mignotta”, oggi “quell’altro”: desideri aggiungere altro?
          Se hai bisogno di un colloquio, cinque minuti te li dedico volentieri. Vuoi un contatto email? Facebook? Linkedin? Telefono? Di persona?
          Fammi sapere, io sono a tua completa disposizione e se posso darti una mano, lo faccio volentieri.
          Saluti.

          1. Ti rode eh? Buon segno. Prendila come una correzione fraterna.
            A volte, sai, presi dalla foga non ci si rende nemmeno conto che si sta esagerando e allora, questione di sensibilità, si può mettere nel conto che qualcuno te lo faccia notare.
            Quanto a “quell’altro” io non ho mai cambiato il mio nick name, sono quello da sempre. Permetti che il presentarsi sotto diversi nick non sia il massimo della lealtà, porta a pensare che chi lo fa ha come unico scopo quello di disturbare.
            Scusa, ho perso il conto, sei tu quello che fa lo studentello? Fuori corso, magari.
            No guarda, non sono iscritto a nessuna rete sociale, sto bene come sono e preferibilmente “dimentico” il cellulare in casa. Lo porto appresso solo se prevedo di averne bisogno. Non ho mai avuto uno smartphone, né intendo averne in futuro, se devo aspettare preferisco leggere.

          2. Sinceramente se tutti sti fastidiosi e noiosissimi spettri venissero un po’ bannati ne guadagnerebbe certamente la serenità di questo blog che è Cattolico. Dalle reazioni rabbiose dei due che in realtà sono uno, direi che con il carissimo Gian, sincero e leale, abbiamo proprio azzeccato…..multinick e giochini innocenti per bambinetti def…..ti!

        3. In effetti gli spiriti possono invadere un corpo, come quello menzionato nel Vangelo, chiamato “legione”. Si! Deve essere uno con vari spettri o forse con diverse personalità. Per il primo caso bisognerebbe rivolgersi a un esorcista, per il secondo caso rievocare lo spirito di Freud!😂😂😂

  17. Quel richiamarsi di mons.Staglianò all’esigenza di “stare a passo coi tempi”,(perciò si deve ispirarsi a -non più indietro del CVII )dato che Lui è nato nel 1959 mi preoccupa.Tutti questi chierici mi sembra abbiano dimenticato il “sub specie aeternitatis” per una visione “sub specie temporis”.Non solo nei dettagli ma negli aspetti sostanziali.Insomma,anche qua molta supponenza e molto individualistica:poichè Lui è nato nel 1959 può buttare al macero 2000 anni di dottrina e tradizione oggi “improponibili”.Cosa ne pensa il dotto Cesare Baronio?

  18. Se, come dice il monsignore, chiesa e massoneria si escludono a vicenda, logica vuole che non possano esistere cattolici massoni. Costoro infatti costituirebbero un terzo assieme che non appartiene né a quello dei cattolici, né a quello dei massoni, dato che nessun oggetto può essere contemporaneamente “A” e “Non A”.

    1. Ergo: vescovi, preti, teologi e quant’altro aderenti alla massoneria andrebbero immediatamente cacciati dalla Chiesa.

      Amadeus – Ordo Parrochianorum (Ignorantorum).

      1. Ma certo non lo dicono mica apertamente che sono massoni, lo tengono ben segreto, caro Amadeus, e’ praticamente impossibile provare che una persona e’ massone.

        1. Quindi oltre alla esecranda genia di quelli che dicono e non fanno ci sarebbe quella ben peggiore di coloro che fanno ma non dicono. Ahinoi!

    2. @deutero.amadeo

      La gente attualmente al potere ANCHE nella Chiesa Cattolica ha qualche problemino col principio di non contraddizione 😉
      Va di moda considerarlo un’idea dei farisei duri di cuore: la politica mondana ne ha fatto a meno per millenni e i governanti neo-cattolici vogliono aggiornarsi e mettersi al passo con i colleghi.

  19. Beh, non fa una piega, se è stato esposto onestamente. Lo vedremo in futuro quanto questo Vescovo sta con Cristo o con l’Anticristo.
    Io stesso, tra le tante esperienze fatte, se non avessi conosciuto Maestri Venerabili che mi hanno fornito documenti massonici e rosacrociani (da un 33° grado seppie di Roncalli iniziato Rosacroce quando era Nunzio Apostolico in Bulgaria), non avrei fatto i passi necessari verso la Teosofia e, tanto per gradire, verso gli scritti del mago inglese nemico del Cristianesimo Aleister Crowley, per poi approdare finalmente nella Chiesa Cattolica Apostolica Romana, dogmatico del Sacro e dell’Autorità papale (non eretica). Presto sapremo se l’eresia giunta ai vertici vaticani e nei seminari produrrà l’effetto da questi eretici sperato: un nuova religione cattolica priva del Sacro e dell’Autorità papale e dei vescovi, come ha spiegato bene un articolo brasiliano del 1969, riproposto da Paolo Togni (che invierò al maggior numero di addetti ai lavori, in quanto tale articolo mette in luce l’attuale situazione, già prevista – ripeto – nel 1969, pure da tanti altri esperti di Teologia).
    Si tratta di tenere gli occhi bene aperti e le orecchie tese su ciò che stanno cucinando nelle segrete stanze vaticane questi eretici per distruggere la Chiesa di Cristo. Già sono andati molto avanti e senza alcun ritegno dicono e fanno tante idiozie, facendole passare per opera dello Spirito Santo. E il popolo cattolico ignorante, insieme a tanti sacerdoti ignoranti, crede loro.

  20. Se davvero questo Vescovo è andato a cantarle ai Massoni, beh, chapeau! Incontri e dibattiti in cui la Chiesa esponga la dottrina ed argomenti quella dell’avversario sarebbero solo che da incoraggiare. E lo stesso dovrebbe valere per gli incontri ecumenici, che dovrebbero essere delle occasioni d’oro – anche mediaticamente parlando – per degli epocali duelli tra teologi; se solo i teologi cattolici fossero tali. E invece chi incontra i Massoni o gli eretici o gli idolatri, lo fa col complesso di inferiorità, e cerca di compiacere gli interlocutori mostrandosi più convinto di loro nel sostenere le loro tesi anziché contraddirle argomentando. Immaginate una conferenza con un rabbino ortodosso ed un domenicano “vecchio stile”?

    1. Prima di stracciarsi le vesti, infatti, sarebbe stato saggio leggere quanto sulla presenza di relatori cattolici, fra cui mons. Staglianò, alla famigerata conferenza scriveva don Ariel Levi di Gualdo: http://isoladipatmos.com/la-grande-chiesa-di-siracusa-e-la-piccola-massoneria-locale-storia-di-una-fake-news/
      Capisco che a furia di doversela vedere con le bizzarrie del clero odierno i buoni cattolici siano tesi come corde di violino, però prima di gridare allo scandalo sarebbe saggio condurre le opportune verifiche.

  21. Buongiorno Abbé Tosatti,
    non potendo credere che Sua Beatitudine pubblichi notizie che non siano radicalmente negative, ma anzi presentino un che di confortante anche se non troppo, intravvedo nell’articolo odierno una finalità profetica: sarà presto scomunicato anche il nostro povero Staglianò?

      1. “Due” scomuniche a Don Minutella, “una” sola a Lutero, magari esiste anche la “mezza” scomunica e quella “ad honorem”. Staglianò stai sereno…
        Saluti e benedizioni a catinelle.

        1. @Lo spettro di Paolo @Diego B. @wp_7512482

          😉 😉

          e oltre alla “mezza scomunica” anche un “mongolino d’oro” intero per essere andato nella tana dei lupi senza conoscere alcunché dei lupi (confessione pubblica dello stesso vescovo … che mi ricorda un tantino quanto già sentito pochi anni fa dal sen. rett. emer. prof. dr. Mario Monti, con l’attenuante per quest’ultimo di non essere tenuto professionalmente come il vescovo a conoscere quello che sull’importante argomento “massoneria” nella sua organizzazione è stato scritto e divulgato urbi et orbi per quasi tre secoli dall’alta dirigenza) e infine anche un “tapiro” per essersi preparato, stando sempre alle sue dichiarazioni, sul “bigino” di quel pilastro della ortodossia cattolica che è il “prete diversamente cattolico” Hans Kung, saggista animato da un un alto spirito come dimostra il meritato conferimento nel 2012 del Premio Nonino 2012 (Rizzoli) (38ª edizione), presso le Distillerie Nonino 😉 😀

          1. Ciao Acchiappa,
            a parte che non credo affatto che non conoscesse granché della massoneria, il famoso bigino di Kung, in definitiva, di che parla? Tu o qualcuno lo ha letto e sa dirmi che utilità potrebbe avere per prepararsi ad un confronto coi massoni?

          2. @Lo spettro di QC

            Appunto, utilità NULLA.
            Mica per niente questo vescovo, che confessa di non essere professionalmente preparato su un argomento così importante nella storia ecclesiastica degli ultimi tre secoli, ha vinto anche il “tapiro”. 😉

            In disaccordo con alcuni amici che qui commentano, confermo il mio disappunto per quanto quel vescovo ha fatto in relazione al convegno massonico.

          1. A dire il vero è molto più raffinato il pio Abbé Tosatti, che non si traveste da Redentore e non cita a sproposito le Sue Parole per fare lo spiritoso con me.
            L’Abbé, infatti, è cristiano e modello di virtù; voi due un po’ meno, evidentemente.
            Saluti.

          2. Modello di virtù….grazie per l’intenzione, ma andiamoci piano. Non c’è travestimento che riesca a nascondere la coda…

  22. Quel che mi sta stretto è quel “la Chiesa del Concilio Vaticano II, la Chiesa del dialogo”. Dialogo è un termine che non compare mai nei Vangeli, e la Chiesa è del Cristo, non del dialogo; anzi, il dialogo, sovente un vano monologo, ha proprio avuto come risultato lo sdoganamento di certi atteggiamenti e di certi personaggi, in primis Martin Lutero.
    Per il resto, mi sembra tutto abbastanza vago: il solito essere “per” e non “contro”, in cui si spiega cosa sia la scomunica ma non perché sono stati scomunicati, insomma.

    1. @EquesFidus

      Ho avuto la stessa (deprimente) opinione: le intenzioni intime di questi pastori le conosce, e le può giudicare, solo l’Onnipotente, ma comunque siano le loro intenzioni, le azioni che ne scaturiscono continuano a creare confusione e a guidare il gregge verso il baratro.

      Vero che dai vangeli risulta che N.S. Gesù non si sottraeva alle discussioni con i pubblici nemici della Sua predicazione: ma non risulta nemmeno che Egli si prestasse alla strumentalizzazione della propaganda nemica.
      Di solito erano i suoi nemici ad andare incontro a Gesù per fargli domande trabocchetto, oppure le discussioni, e le conseguenti durissime ammonizioni di Nostro Signore, scaturivano da incontri in occasioni DIVERSE da convegni per la promozione di fedi e prassi opposte alla dottrina che Egli insegnava!

      Giustamente è stato qui ricordato che Gesù MAI ha “dialogato”: Gesù predicava, insegnava, testimoniava con i fatti la Sua Rivelazione.

      “… e ho sviluppato il tema per vedere quale possibile vicinanza c’è nell’abissale distanza”

      la finale è solo la certificazione della irrazionalità, della miseria intellettuale, della confusione mentale, dell’abitudine a fare effimera politica che sembrano dominare l’episcopato contemporaneo :
      siamo in linea con la “convergenze parallele” di Aldo Moro!!!!!

      E intanto le gerarchie massoniche, che sono lungimiranti e in generale molto abili nella propaganda mediatica, hanno ottenuto il successo dell’intervento ufficiale di vescovi e prelati cattolici il un evento culturale/propagandistico esplicitamente massonico al 100%.

      1. Infatti, chi ci ha fatto un figurone è la Massoneria, che ha potuto orgogliosamente presentarsi come associazione filantropica e pubblica, e non come l’anti-Chiesa segreta che è in realtà, i cui capi sono solo la punta (pubblica e necessaria, anche in seguito al Ventennio in cui vennero messi al bando) dell’iceberg. E qui mi fermo, dato che gli occhi e le orecchie dei “fratelli” sono ovunque e non voglio entrare in questi discorsi pubblicamente.

  23. Nella Biblioteca Vaticana anni fa c’era un monsignore belga che era un massone. Così mi fu riferito da un docente universitario della LUISS il quale era massone dichiarato.
    Lo stesso personaggio opinava che Roncalli da nunzio in Turchia avesse frequentato ambienti massonici dato che i governanti turchi (da Kemal in giù) erano massoni.

    1. La nota Rivista 30 Giorni pubblicò anni fa un’intervista all’allora Gran Maestro del Grande Oriente d’Italia Di Bernardo, che dichiarò testaualmente di “San” Giovanni XXIII: “Ricordo che fu iniziato a Parigi. Fece un discorso sull’uomo al centro dell’universo (!) che mi fece venire le lacrime agli occhi”.
      I postulatori della causa di beatificazione a quanto pare non tennero conto di questa autorevole (nel senso di credibile) quanto scioccante dichiarazione.

      1. Non conosco la massoneria, ne ci tengo. Credo nel peccato originale, nell’ impossibilita’ dell’ uomo di salvarsi da se. Ho fatto esperienza dell’ essoterismo. La salvezza promessa a tutti. Non penso che il dio dei massoni, sia quello cristiano. Senza il sacrificio espositore di Cristo non si sarebbe salvato nessuno, ne per le proprie opere, ne per i propri studi . Gesu’ e’ partito dagli ultimissimi, che pero’ AMAVANO, ed e’ stato respinto da molti colti è sacerdoti del tempo. La massoneria per me e’ Gnosi. E’ salvarsi da se’. (illusione)

      2. Interessante. I Massoni sarebbero il male in persona, falsi come Giuda e il Demonio messi assieme, però se un Massone afferma che un prete-vescovo-cardinale-Papa é dei loro, gli si deve credere ciecamente?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *