VERI CATHOLICI PUBBLICA SUL GIORNALE UN APPELLO – PUBBLICITÀ – A CARDINALI, VESCOVI, E POPOLO DI ROMA PER CORREGGERE IL PAPA.

Marco Tosatti

“Veri Catholici!, un’associazione internazionale nata qualche anno fa con l’obiettivo di preservare la Fede eterna insegnata dal Nostro Signore Gesù Cristo, che è stata tramandata all’interno della Chiesa Cattolica durante i secoli, e che è molto attiva nella rete con una piattaforma che pubblica in ben dieci lingue, è protagonista oggi di un’iniziativa clamorosa. Veri Catholici ha comprato spazio pubblicitario su un giornale nella sua edizione centro-sud per lanciare una petizione molto particolare, rivolta a cardinali e vescovi della Chiesa, oltre che diretta al popolo di Roma.

Dopo una lunga premessa, l’appello giunge così al punto centrale:

“Su questa base facciamo appello ai fedeli della Chiesa di Roma di chiedere formalmente a cardinali e vescovi della Chiesa cattolica di RIMPROVERARE CANONICAMENTE Jorge Mario Bergoglio, di giudicare se la sua elezione era valida, e cioè se era cattolico prima di essere eletto, o se sia in uno scisma dalla Chiesa cattolica, in ragione dell’odio verso di Lei, di Cristo, dell’insegnamento di Cristo, dell’eucarestia ecc., e se non si trovi più in comunione con essa perché complotta per rovesciarla e/o pertinacemente, pubblicamente, manifestamente e abitualmente nega o attacca qualsiasi verità rivelata da Dio, specialmente ciò che riguarda l’indissolubilità del matrimonio e l’impossibilità di comunicarsi per i peccatori pubblici”.

Ancora una volta dunque il nodo della questione è Amoris Laetitia, con tutto il dibattito che si è sviluppato a partire dalla sua pubblicazione, l’anno scorso, e che non accenna affatto a spegnersi; anzi trova di continuo nuovi spunti di polemica, a dispetto dei tentativi delle persone più vicine al governo attuale della Chiesa di cercare di “Sopire, troncare (…) troncare, sopire”.

Il manifesto si rivolge, come nei tempi antichi, al popolo romano: “Nei nostri giorni malvagi, quando il clero ha rimpiazzato il Vangelo di Nostro Signore Gesù Cristo con i documenti del Vaticano II, e ora cerca di prostituire l’insegnamento su matrimonio, famiglia e disciplina sacramentale verso i peccatori pubblici, con la perversa moralità senza dio degli adulteri, dei fornicatori e dei sodomiti, è necessario per la salvezza della Chiesa e la liberazione dell’autorità ecclesiale che i fedeli della Chiesa di Roma agiscano e non restino più a lungo in silenzio”.

Il ricordo storico dei secoli bui della Chiesa è evidente in questa altra frase “Come anticamente i romani molte volte in diverse occasioni hanno fatto, quando hanno espulso antipapi e falsi pretendenti al trono apostolico, così i fedeli della città di Roma, oggi, hanno il dovere solenne e il diritto di agire”. Firmando la petizione online, e mostrando alla loro finestra una bandiera papale rovesciata.



Questo blog è il seguito naturale di San Pietro e Dintorni, presente su “La Stampa”.  Per chi fosse interessato al lavoro già svolto, ecco il link a San Pietro e Dintorni.

Se volete ricevere i nuovi articoli del blog, scrivete la vostra mail nella finestra a fianco.

L’articolo vi ha interessato? Condividetelo, se volete, sui social network, usando gli strumenti qui sotto.

Se invece volete aiutare sacerdoti “scomodi” in difficoltà, qui trovate il sito della Società di San Martino di Tours e di San Pio di Pietrelcina.

92 commenti su “VERI CATHOLICI PUBBLICA SUL GIORNALE UN APPELLO – PUBBLICITÀ – A CARDINALI, VESCOVI, E POPOLO DI ROMA PER CORREGGERE IL PAPA.”

  1. Brutte notizie.
    A Don Minutella è stata richiesta una professione di fedeltà, lui ha ottemperato scrivendo una lettera al Vescovo in cui professa ossequio al Romano Pontefice.
    Il Vescovo l’ha chiamato, e gli ha ordinato di fare una professione pubblica in cui specifica “Il Romano Pontefice Papa Francesco”. Già questo è sconvolgente: significa che per il Vaticano occorre precisare il nome… perché di Romani Pontefici VALIDI ce ne sono DUE!

    Ma non basta: se Don Minutella non ottempera, si becca una DOPPIA SCOMUNICA. Una roba che neanche Lefevbre.

    Minutella ha pubblicato un video un’ora fa su Facebook in cui racconta tutta questa storia, e non fa la professione di ossequio a Bergoglio. Sa già che sarà scomunicato.
    Questa cosa segnerà uno spartiacque, succederà qualcosa di serio.

    1. Sono sincera Giov. magari succedesse qualcosa da stanare i loro intenti, io rimango fedele alla Chiesa di sempre, alla Chiesa di Gesù Cristo e non a quella degli eretici.
      Mi sa che questo è il primo passo per scomunicare tutti quelli che non credono in questo Papa : scommettete? Sara’ cosi….poi tocchera’ a noi – mi dice un amica -, e io le rispondo: Ho una gran paura che sarà così, però davanti a Dio che conosce il nostro cuore sa che noi, il Papa, lo amiamo, ma amiamo Pietro fedele alla sua parola!

      Credo che don Minutella sia l’inizio per arrivare poi a noi così da toglierci l’Eucarestia. I fedeli santi, non li vogliono più, questa falsa Chiesa vuole portare tutti all’inferno, diversamente non si capisce perchè tanto accanimento verso i cattolici, e una così larga intesa verso gli eretici. Pax et Bonum

  2. Dottor Tosatti, su internet c è di tutto. Han postato un attacco a Wojtila di un sacerdote, prolisso e……Guardi ricordo solo che asseriva cha la madre aveva origine ebree! Io penso, su un sito importante come il suo, dovrebbe postare posizioni più”moderate” e razionali. Se qualche gruppo dice di buttare Bergoglio nel Tevere (da dove a stento scampo’ la salma di Pio IX), lei lo riporta? Cordiali saluti

    1. Se qualcuno compra spazio su un giornale per un appello come quello di Veri Catholici a me sembra che sia una notizia degna di essere riferita. Anche se magari non sono d’accordo.

  3. E’ inutile scandalizzarsi tanto per questa iniziativa, diciamo cosi’, poco urbana. Che Bergoglio non sia cattolico e’ evidente. Lui probabilmente ha apostatato in segreto gia’ parecchi anni fa, ma per convenienza e sete di potere e’ rimasto dentro la Chiesa Cattolica, fino ad arrivare a fare il papa. Da questa posizione oggi propaganda eresie e criptoprotestantesimo, cercando di porare a terine il suo programma, che e’ quello di de-cattolicizzare la Chiesa. Se cosi’ stanno le cose, la sua elezione e’ invalida e lui non e’ papa. Per cui evitiamo di scandalizzarci tanto per i “modi” di questi signori, che non so chi siano, ma che molto probabilmente hanno ragione al 100 percento.

  4. Sono personalmete favorevole all’iniziativa dei Veri Catholici e molto meno verso coloro che affermano che dobbiamo pregare ma mai agire esponendoci. Gesù Cristo , Nostro Signore, ha molto pregato il Padre ma non gli ha detto : ” agli Scribi e Farisei pensaci tu” e sappiamo come è andata a finire.
    Personalità laiche hanno espresso il loro pensiero e sono state defnestrate, umili sacerdoti per lo stesso motivo finiti in strada. Vogliamo veramente lasciarli soli ? Invocare lo scisma è sbagliato. Prima si deve levare una forte protesta contro l’Usurpatore Apostata nella speranza che si dimetta.

    1. Caro Vitmarr, l’apostata Bergoglio non si dimetterà mai, perchè fa parte di una setta interna al Vaticano che lo protegge fortemente, diversamente non avrebbe eletto tutta sté gente che non ama la Chiesa di Cristo; ha eletto vescovi che lo adorano in ogni passo che fa, proprio come facevano gli ipocriti verso i sacerdoti del Tempio che Gesù ha conosciuto bene e che li ha accusati di essere marci dentro. E’ inutile prendere e offendere il nome di san Francesco, vero poverello amante di Gesù Eucarestia tanto da avere le stigmate, ossia i chiodi inficcati nelle ossa. Quanta ipocrisia, quanta falsa povertà, quante bugie, e ora quante eresie escono da quel luogo dove ormai la fede, già annunciata da Maria ai pastorelli Massimino e Melania, non c’è più: ROMA PERDERA’ LA FEDE! E si cari fratelli in Cristo, siamo noi testimoni di questa apostasia, di questo sporcizio. Saluto!

  5. Sta petizione è talmente sgangherata e da effetto boomerang che non mi stupirei se il promotore occulto fosse proprio il papa!!
    Noto che nel loro sito tirano in mezzo mons. Schneider….sarà contento??? Non credo…

    1. Carissimo e pazientissimo dott Tosatti, visto che ormai tra spettri melliflui e preti senza più sale il blog è okkupato, non me ne vorrà se mi permetto qualche lenzuolino….! Mentre si fa le pulci a chi, come può e come il regime bergoglione permette, cerca di mettere un argine al macello della SANTA CHIESA CATTOLICA operato dal”così tanto umile e miSSericordioso” zar francesco I, lui procede a ritmi accelerati nella sua opera demoniaca…..e qui si filosofeggia su metodi opportuni e inopportuni, rozzi o raffinati….io so che se la nostra casa va a fuoco, cerchiamo di salvare noi stessi e spegnere il fuoco con ogni mezzo……e la Santa Chiesa Cattolica È la mia CASA, e voi che rischia di finire fra fumo e zolfo sono le nostre ANIME. La richiesta fatta a don Minutella è agghiacciante, certo che lo scomunicherà il “misericordioso”….ma astutamente e sotto silenzio per non rovinarsi l’ipocrita immaginetta di piacione che ci sta svendendo:

      “Nel marasma confusionale in cui versa la Chiesa, ecco una certezza granitica: fumare fa male” Di Finan Di Lindisfarne

      Mentre Antonio Spadaro pubblica un simbolo con il vietato fumare (https://mobile.twitter.com/antoniospadaro), adeguandosi anch’egli all’ondata di moralismo all’americana lanciata dal Papa, vi propongo questo degno articolo di Vittorio Messori.

      Lo prendo da ChiesaePostConcilio.

      https://chiesaepostconcilio.blogspot.com/2017/11/i-dubia-di-vittorio-messori.html

      Personalmente non fumo. Ma arrivare al punto di interdire i fumatori e vietare loro la sigaretta, quando dall’altro lato si sono aperte crepe come montagne sulle derive della Dottrina, è cosa che desta veramente il sorriso. Un sorriso amaro tuttavia.

      E’ possibile che tra qualche tempo il Papa vieterà di usare il sale o di friggere in cucina perché non è salutare?

      Come al solito, la salute dell’anima non è presa in considerazione.

      “Chi sono io per giudicare?”, disse ad alta quota.

      Fumare, però, guai!

      Ad esempio, incorrere nell’eresia luterana per troppo “pappa e ciccia” con il luterani, quella è una bazzecola. Oppure lasciare che il mondo Cattolico consideri ormai sdoganato il nullaosta per i Divorziati Risposati (che vivono more uxorio) di ricevere il Corpo di Cristo: no comment. Non è cosa di cui parlare o chiarire da parte di chi dovrebbe dire solo una parola e a quella parola TUTTI dovremmo stare obbedienti e uniti (quella giusta, naturalmente, di parola).

      Sono proprio tempi stravaganti e…liquidi.

      Cardinali, Vescovi, preti, laici, interviste, siti…

      Regna la confusione più completa.

      E non pensate che non sia entrata la confusione anche tra noi, amici lettori.

      Io ne sento l’odore ovunque.

      L’abisso chiama l’abisso.

      Chi può dire che anche noi, che cerchiamo di preservare la Dottrina, non siamo affetti un po’ da questa confusione?

      Abbiamo forse tutti la stessa posizione e visione delle cose? Può ognuno di noi affermare con certezza: io ho la vera e piena visione totale delle cose? Non assistiamo anche a diatribe (non certo dottrinali) tra siti illustri che si criticano a vicenda per questioni che non c’entrano nulla con il problema più urgente, ovvero che il popolo di Dio si sta perdendo?

      In questo marasma confusionale, in cui ognuno di noi ha la sua visione, dal sedevacantista, al Ratzingeriano, al moderato, abbiamo però una certezza: non dobbiamo fumare! Chiaro, no? In questo modo saremo finalmente salvi e preservati da ogni male.

      Messori nel suo articolo riscontra che anche la Chiesa è diventata ‘liquida’. E il Papa ne è responsabile, abbracciando la logica del “caso per caso” : niente va considerato come fisso e assoluto.

      Messori riconosce pubblicamente la verità delle cose.
      Quanto gli costerà questo articolo?
      Diranno che è ‘contro il Papa’, la frase clichè usata per liquidare qualsiasi ragionamento sano?

      In questa trasformazione da uomini a liquido, quanto tempo rimane a questa Chiesa impazzita?

      Stasera ho molte domande. Come mi sono seriamente chiesto se giova adottare questo tipo di toni, nonostante io condivida i contenuti di fondo: (https://vericatholici.files.wordpress.com/2017/11/pubbliciltc3a0_roma1.jpg)

      Finan, stai facendo marcia indietro?

      No, non sto facendo marcia indietro.

      Vado a constatare in che stato siamo stati messi da quando è stato deciso di dare il colpo di grazia a quella visione Medievale (che a me suona non in modo dispregiativo) sulla realtà.

      L’eterna lotta tra chi vuole accettare una realtà OGGETTIVA e invece considerare tutto SOGGETTIVO e relativizzabile.

      Questo è il grande problema. Il vero dissidio che io vedo dietro a tutta questa follia.

      Chiaramente ispirata dal Principe di questo Mondo. Che ben sa che attrae molto l’idea superba di plasmare una realtà sui bisogni e i desideri dell’uomo.

      La lusinghiera Dottrina Cattolica Liquida e realativista.

      Di cui gesuiti sembrano essere i migliori promotori.

      E’ più facile ricorrere alla psicanalisi per giustificare il peccato che parlare di colpevolezza morale. Gli uomini del passato erano forse un po’ più “crucchi”, perché non avevano le scienze umane. Oggi non si combatte più con la spada e quindi siamo migliori. Ma abbiamo perso il senso religioso.

      E l’oggettività sana è diventata un crimine. Guai a permettersi di dare definizioni univoche e chiare: è segno di insanità mentale.

      Perdonate il “noi”.

      La Chiesa è diventata miope, nonostante Bergoglio vada pubblicamente dall’ottico.

      Non salvezza finale, ma paradiso in terra: sociale, sociale, sociale. Riminiscenze di un vissuto tipicamente sudamericano. Priorità alla questione sociale. La Dottrina vediamo.

      Finan Di Lindisfarne”

      1. Che confusione mentale! Qui si confonde l’esercizio del potere legislativo-esecutivo-amministrativo statale con il ministero religioso.
        Se domani il papa firma una legge sugli impianti anti incendio o su come dev’essere fatto lo sciacquone del bagno o sui tiket sanitari, lei ci parlerà di teologia&pastorale?
        Crassa ignoranza, se mi consente.
        Le rispondo x’ ha postato sotto il mio messaggio.

        1. Pompieri Vaticani in azione……e crassa ignoranza lo dica a sua sorella, visto che Messori è uno scrittore onesto e serio. CRASSA IGNORANZA si addice più al vostro kapo argentino.

  6. Ma mi pare di ricordare che Veri Cattolici è il sito di mons. Schneider aperto l’anno scorso all’epoca dell’uscita di A.L.
    Anzi me lo ricordo ora perché l’ho ancora tra i preferiti.

  7. Gli autoproclamatisi Veri Catholici scrivono

    “Nei nostri giorni malvagi, quando il clero ha rimpiazzato il Vangelo di Nostro Signore Gesù Cristo con i documenti del Vaticano II, e ora cerca di prostituire l’insegnamento su matrimonio, famiglia e disciplina sacramentale verso i peccatori pubblici, con la perversa moralità senza dio degli adulteri, dei fornicatori e dei sodomiti”

    Papa Benedetto XVI scriveva

    “E poi, quanto a queste persone, dobbiamo dire – come lei ha detto – che la Chiesa le ama, ma esse devono vedere e sentire questo amore. Mi sembra un grande compito di una parrocchia, di una comunità cattolica, di fare realmente il possibile perché esse sentano di essere amate, accettate, che non sono «fuori» anche se non possono ricevere l’assoluzione e l’Eucaristia: devono vedere che anche così vivono pienamente nella Chiesa. Forse, se non è possibile l’assoluzione nella Confessione, tuttavia un contatto permanente con un sacerdote, con una guida dell’anima, è molto importante perché possano vedere che sono accompagnati, guidati. “

    http://www.lanuovabq.it/it/quando-benedetto-xvi-parlava-di-divorziati-risposati

    Trovate la differenza.

    I casi sono due:

    1. O Benedetto XVI era molto meno cattolico di questi sedicenti “veri catholici”.

    2. Oppure questi sono solo delle persone orribili che amano condannare chi soffre e ha sofferto spesso anche non per colpa sua, chiamandoli “adulteri dalla perversa modalità senza Dio”.

    Tertium non datur

    1. Abbia pazienza. Bergoglio non risponde. Non ha ancora detto che i divorziato possono far la comunione . Certo potrebbe forse chiarire, ma non e’ il primo papà che lo fa. Io sono un pubblico concubina cattolico perché sposato con una divorziata. Mi sento un protestante cattolico. Sa perché? Perché non faccio la comunione sacramentale, né mi posso confessare, ma faccio la spirituale, che il concilio di Trento, non ritiene infruttuosa!

    2. Appunto ci dicano se noi divorziato siamo cattolici protestanti…facciamo la comunione spirituale, che per il concilio di Trento da’ frutti, senza poterci confessare. Qual è la ns sorte eterna?

      1. Caro Osvaldo, ha provato ad andarsi a confessare? I miei consigli sono:

        1. Vada a confessarsi e, qualora il Sacerdote prenda la decisione di non concederle l’Assoluzione, la rispetti;

        2. Preghi, non cessi mai di pregare, indipendentemente da cosa deciderà il Sacerdote. Le consiglio in particolare questo http://www.preghiereperlafamiglia.it/coroncina-a-Gesu-misericordioso.htm e questo http://www.parrocchiasanfilippoapostolo.it/index.php/orazioni/138-orazioni-di-santa-brigida-1-anno

        Faccia tesoro di questi doni di Cristo e riceverà grandi Grazie, tra cui quella del pentimento (qualora lei fosse in colpa mortale, cosa che non posso sapere non essendo il suo Confessore) e di una buona morte.

  8. Ma io mi domando..nell’eventualità che Ratzinger muoia prima di Bergoglio o,anche ,viceversa,come verrebbero celebrati questi funerali?Da un punto di vista liturgico e.naturalmente ,simbolico?Poichè il simbolo incide non solo sulla psicologia ma anche sullo spirito degli uomini,dei credenti:il Papa non è forse Vicario di Cristo ?E Cristo non è lo sposo-unico-della Chiesa? Quanti Sposi-Mariti ha oggi la Chiesa.?Vi prego,per favore,aggiornatemi!

    1. Ah beh, anche Ratzinger, papa emerito e’ una scelta di coscienza, e nessuno ha espresso “dubia” sul suo silenzio. Si si no no, che prerogative ha un papa emerito (che si sente papà “in coscienza” “in altro modo”) ma che non e’ contemplato nel codice canonico?

  9. Anche io mi dissocio da questa iniziativa.
    Papa Bergoglio è il legittimo sucessore di Pietro.
    Sono anche io molto critico nei suoi confronti, dei suoi suoi silenzi ingiustificati sui Dubia, del relativismo imperante nella Chiesa che tramite la sua azione”pastorale” sta confondendo le anime dei semplici.
    Ma una cosa chiedo al Signore Gesù, di ricordarmi sempre che la S. Chiesa è Sua ed anche in questi momenti difficili è nelle Sue mani.
    Non nelle mani del Papa regnante.
    A Dio nulla è impossibile, questa la certa speranza.
    Io posso solo esprimere sempre liberamente il mio pensiero, il mio dissenso, le mie critiche verso questo Papa.
    Inoltre credo che, il silenzio di molti vescovi e Cardinali, non sia prudenza, ma timore, che diventa omissione e connivenza.
    Ma detto ciò siccome la S. Chiesa è di Cristo preferisco pregare per la conversione mia e quella del Papa.
    Grazie.

  10. Veri catholici sono di fuori come delle terrazze. Non è facendo uno scisma-bis, o chiamando il popolo all’ammutinamento, che risolveremo i nostri problemi.
    Dissento severamente da AL e dal pacchetto bergogliano, ma questa iniziativa di VC è totalmente censurabile.
    Quanto a stile, che poi è anche sostanza, impariamo piuttosto dai Quattro dei Dubia, e, piuttosto che cercare di defenestrare per le vie brevi il legittimo, per quanto dissentibile, Pontefice Regnante, evidentemente inviatoci dalla Provvidenza a nostra punizione, convertiamoci e facciamo penitenza… a meno che non pensiamo di saperne di più della Provvidenza medesima…

    1. Carissimo questo è il vero, grande mistero!

      [8] Perché i miei pensieri non sono i vostri pensieri,
      le vostre vie non sono le mie vie – oracolo del Signore.
      [9]Quanto il cielo sovrasta la terra,
      tanto le mie vie sovrastano le vostre vie,
      i miei pensieri sovrastano i vostri pensieri.

      (Isaia 55, 8-9)

      Questo ci dice il Signore. E a questo punto con certe pagine di giornale possiamo soltanto accendere il camino…….

      E buona serata!

    1. @Syrus eps.
      Per un attimo mi sono preoccupato che il “Fatto Quotidiano” parlasse male del Papa.
      No, ne parla benissimo e questo mi tranquillizza…
      La presentazione avverrà in Vaticano anche se il Papa non avrebbe voluto. Lui è così schivo…

    2. Ho letto l’articolo del “vaticanista” Francesco Antonio Grana: se questa è la qualità dei giornalisti del Fatto Quotidiano sono contento di aver finora risparmiato tempo e denaro. Raramente mi è capitato di leggere così tante sciocchezze raggruppate in poche righe. Su tutto spicca che vive in un bilocale… e tanto basti.

  11. Onestamente l’aggettivo nel nome della associazione già mi basta. Anche avessero buone intenzioni e condivisibili, a parer mio hanno sbagliato in partenza. Altro dunque non leggo.
    M

    1. Aggiungo: non solo quando parla a braccio!
      Leggo questa notizia:
      Il Papa vieta la vendita di sigarette in Vaticano dal 2018
      Greg Burke: nessun profitto può essere legittimo se mette a rischio la vita delle persone

      E, aggiungo io, siccome si può morire di indigestione, dal 2019 sarà vietata anche la vendita di generi alimentari?

    2. Mala tempora currunt! Non c’è più serietà, neanche nell’ironia.
      Sto godendo di un buon caffè, corretto, guarda caso, con dell’ottimo “Cardenal Mendoza”. Il fumo, azzurrino del toscano mi avvolge, magna beatitudo. Sto con Don Camillo.
      Ma er gelataro de S. Marta, perché non si preoccupa di quello che fa male all’anima ? Mala tempora currunt, prosit .

      G. Vigni

      P.S. Il ruttino, soddisfatto, va proprio a pennello .

    3. Ti rispondo con la nota citazione dell’allora card. Ratzinger:
      “Il ruolo dello Spirito dovrebbe essere inteso in un senso molto più elastico, non che egli detti il candidato per il quale uno debba votare. Probabilmente l’unica sicurezza che egli offre è che la cosa non possa essere totalmente rovinata. Ci sono troppi esempi di Papi che evidentemente lo Spirito Santo non avrebbe scelto».

      1. Caro Confratello, credo sa la duecentesima volta che leggo questa citazione su questo sito.
        E’ l’unica citazione di Ratzinger che conoscete o è l’unica citazione sullo Spirito Santo di cui disponete?
        Perché non provi a documentarti sulla potenza dello Spirito Santo leggendo i Padri Cappadoci o le lettere del Sant’Atanasio che tutti nominate, invece che interviste a un Cardinale che stava rispondendo in modo ironico a una domanda scema?
        Ciao.

  12. Oggi si parla di massoneria, ma è la mancanza di fede dei cristiani se ci troviamo una chiesa così.
    Mi viene in mente Mosè, che dopo essere stato 40 giorni sul monte a dialogare con Dio, il popolo – complice Aronne (sacerdote), si costruì il vitello d’oro dandogli il nome di “dio” che li aveva salvati.
    Scusatemi eh…. la Chiesa ha sempre avuto i suoi traditori, ma la Fede nei dogmi ci hanno sempre salvato. Guardiamo invece oggi, non solo in alcuni consacrati, ma a tutto il popolo cristiano. Quanti sono quelli che credono nell’eucarestia? Guardate che sé questa gerarchia vive, è perché è vivo il pensiero di Lutero, se poi ci uniamo anche i tiepidini che credono si a Gesù e fanno la comunione alla domenica, ma non devono essere disturbati troppo nei sacrifici, nella preghiera, e nella conoscenza della Parola di Dio, in quanto sono pieni delle parole dette in tv, e sappiamo che l’idolo allontana da Dio, e uccide.
    Concludo dicendo che, la grazia di Dio sta facendo emergere sacerdoti santi, e sono sacerdoti giovani, pensate, e guardate caso tutto legati a Maria, l’unica data da Gesù per portarci in Paradiso: ascoltiamola, e non facciamo come quel tipo di chiesa che non ha creduto alle sue parole. Consacriamoci a Lei e la Chiesa si rinnoverà
    Saluti cari.

    Padre Pio su Lutero e la setta protestante

    San Giovanni Rotondo – S. Pio da Pietrelcina, Epistolario, Vol IV –

    «Lutero, Calvino e compagnia bella, [furono] pieni di superbia, zeppi di vizi fino agli occhi, i quali si divisero dalla Chiesa per assecondare le loro malvagie passioni dalle quali erano dominati. Secondariamente mancano della santità di dottrina.
    La dottrina che queste sette (protestanti) insegnano è empia e immorale.

    Ecco ciò che essi insegnano circa la fede e la morale: Dio è l’autore del peccato, e vi spinge l’uomo per quindi condannarlo. Che Iddio comanda agli uomini delle cose impossibili, e che poi neghi loro la grazia per adempierle. Che è tempo perduto, anzi è cosa sacrilega il ricorrere all’intercessione dei santi, e specialmente di Maria santissima, e che le loro immagini si debbano calpestare e gettare nel fuoco; e che la sola fede basta per salvarsi, quindi la bestemmia, l’impudicizia, il sacrilegio non impediscono all’uomo di potersi salvare, purché creda».
    San Pio da Pietrelcina (1887-1968) Epistolario, vol. IV

    1. E qui mi scappa….certo non ex CATEDRA ma Alessandro VI minacciava di scomunica la Farnese se visitava il canonico marito….Alessandro VI e’ nella successione apostolica? Mi pare di sì…E a parte la sua minaccia di scomunica ad personam, la chiesa rinascimentale, i papi, avranno rispettato tutti i dogmi. Le indulgenze comprate saranno anche state valide, oggi ritengo NON PIU’

      1. @Osvaldo

        😉 le indulgenze comprate con l’intenzione di fregare il Padreterno sono sicuramente valide … come biglietto di sola andata per il Piano di Sotto 😉

    1. Esagerato, ma ben adatto alla volgarità di un Papa che, per dimostrare di essere un uomo, nel corso di una visita ufficiale, fa fermare la papamobile e, di fronte alle telecamere di tutto il mondo, si reca, non certo a pregare, in un wc chimico.

      Ad meliora!

      1. questa non te la posso passare, anche se io sono un suo deciso critico… lui ha ottant’anni… tu non hai provato mai quando ti scappa, e non ne puoi proprio più, senno’ te la fai addosso?… prova a bere un paio di bicchieri d’acqua e digiuno, e poi mi saprai dire…

        1. Se è per questo JPII aveva qualche problema fisico appena più inabilitante, eppure non si è mai fermato per cambiare il pannolone a favore di telecamera. Ha prudentemente adattato la sua esposizione mediatica alle condizioni fisiche in modo da preservare la dignità della carica. Bergoglio può andare a mingere ove più gli aggrada, il Papa no.

        2. Se avesse voluto avrebbe potuto adottare mille precauzioni. Io sono convinto ( certo non ne ho le prove) che sia stato tutto premeditato. Aihme’… Il mondo è scena (come diceva il grande Peppino de Filippo).

          1. Giovanni Paolo II aveva motivi per dimettersi e forse, sbagliando, non lo fece. Benedetto (sempre se si e’ dimesso…) non si e’ capito perche’. E la cosa mi pare piu’ rivoluzionaria di fare pipì in un bagno chimico.

        3. Di quella Visita papale è rimasta solo” l’edificante ” immagine del bagno chimico. Perché questo è l’intento e la missione quotidiana dell’ IMPOSTORE ARGENTINO, DESACRALIZZARE LA SANTA CHIESA CATTOLICA.

  13. Faccio mie le perplessità di alcuni lettori, segnatamente degli ottimi Acchiappaladri e Cesare Baronio.
    Siamo nell’estremismo più cieco. Non possiamo accusare Papa Francesco e il Concilio VII di tutte le nefandezze. Questo ci allontana dal vero nocciolo del problema.
    Tuttavia, come ho già scritto, è vero che Papa Francesco vuole passare alla storia come colui che ha unito tutti i cristiani e, se possibile, tutto il mondo. Il problema è che vuole questa unità a tutti i costi, ma ci sono invece dei costi inaccettabili!
    Francesco proclama ogni giorno che la dottrina è ancella della pastorale, proclama che Lutero è tutto O.K., che l’adultera tutto sommato non ha fatto niente di male, fingendo di non sapere che Gesù l’ha sì perdonata, ma dicendo anche “va e non peccare più”.
    Questa visione porta non solo fuori dal cattolicesimo, ma dal cristianesimo in generale e, come si è detto mille volte, è esattamente la dittatura del relativismo (copyright Benedetto).
    Ed è deprimente che una nullità come me sia costretto a criticare il Papa. Significa che Santa Madre Chiesa è caduta molto in basso.

    1. Ma secondo lei, premesso che la chiesa cattolica deve mantenere i suoi dogmi, un luterano in buona coscienza, o un indio dell’ Amazzonia..l ultimo giudizio non spetta a Dio? Siamo ancora a extra ecclesiam nulla Salus? Non vorrei scendere a mia volta in piccoli brano Delle scritture…io penso che nel nome di Gesu’ si verifichino molti segni tra gli evangelici. Gesu’ disse: scacciano i demoni con il tuo nome…!- Chi non e’ contro di noi e’ con noi, lasciateli fare…cordiali saluti

  14. Pur con la massima attenzione alle “provocazioni” che anche su questo Foglio avvengono, ben venga ogni azione tattica verso una strategia comune che si opponga all’eresia che sta prendendo completamente in mano le sorti della Chiesa, e che è già estesa nei seminari, produttori di sacerdoti a loro volta eretici, per mancanza di conoscenza – non dico esoterica – ma proprio su ciò che è scritto nelle Sacre Scritture e nei catechismi (da quello Tridentino all’attuale). Ho già firmato la petizione. Poi, ognuno di noi lotti, apertamente, se può esporsi, o in forma anonima, se non lo può, o con altre forme di lotta più spirituale, con i Sacramenti e il Rosario e pure la penitenza. Le forze sono impari, in quanto la via per l’inferno che gli eretici stanno prospettando ai fedeli ignari e ignoranti è ampia e lastricata, mentre quella del Dogma e della Tradizione è stretta ed aspra. Noi agiamo, soprattutto col Cuore, poiché la Mente può portarci fuori strada, in quanto a quel livello può inserirsi il Nemico. Più agiremo e combatteremo e pregheremo e meno ci sarà la reazione divina per distruggere questo stato di cose. Qualora dovesse accadere, io non mi meraviglierei più di tanto. Anzi, lo accetterei, in quanto io stesso ho contribuito in passato alla distruzione della Chiesa, mediante la distruzione della famiglia con il divorzio e dell’innocente con l’aborto. Dalla Genesi in poi, fino ad oggi, i popoli si sono divisi in nazioni, politiche, ideologie e quant’altro. Ma lo scontro è stato sempre lo stesso: il Cristo contro l’Anticristo, lo Spirito contro la Materia. Ciò che è avvenuto, avviene e avverrà è solo tattica.

    1. grazie della tua sofferta testimonianza. soffriamo tutti, tutto il mondo soffre e si torce negli spasmi. preghiamo e facciamo penitenza, per quanto poco e male ci riesce.

    2. “quanto la via per l’inferno che gli eretici stanno prospettando ai fedeli ignari e ignoranti”

      Può Cristo punire con l’inferno dei fedeli “ignari e ignoranti”?

      Soprattutto può permettere che la Sua Chiesa diventi strumento di perdizione, tale che uno potrebbe dire “mi sono dannato per avere seguito la tua Chiesa”?

      Io non credo proprio.

      Se qualcuno sta sbagliando ne pagherà le conseguenze, ma i fedeli tratti in inganno che colpa hanno?

      1. Così come l attuale pastorale sui divorziato, eliminando i presunti dubbi su AL, non e’ chiara. Ripeto la comunione spirituale, per il concilio di Trento non e’ senza frutto. Indi tutto a posto? Quale e’ la sorte ultima di chi si attiene al “vecchio ordine”? Come il sottoscritto

    1. Perfetto, Margherita. “Vegliate e pregate, per non entrare in tentazione ” disse Gesù ai discepoli nell’ora tristissima dell’Agonia del Getsemani. E, per associazione di idee, la comunione in mano agli adulteri mi ricorda queste altre parole: “ecco l’ora è vicina e il Figlio dell’uomo viene consegnato in mano ai peccatori” (Mt 26,45).

      Sed de dei Misericordia numquam desperare.

      1. Se le interessa io sono sposato con una divorziata ma…ormai in bianco. Quindi prima di dire adultero…se io facessi, ma non faccio la comunione sostanziale, ci penserei due volte. Se uno in altra parrocchia prova scandalo, nella mia son conosciuto..perche mi riconosce…sa veramente la SOGGETTIVA verita’?

  15. quanto accade oggi è purtroppo la conseguenza inevitabile della scelta disgraziata di Roncalli. Roncalli fu eletto inquanto con lui si poteva essere certi che il suo successore sarebbe stato Montini. Esiste uno scritto in merito di Padre Bertrand de la Margérie il cui padre era l’Ambasciatore di Francia alla morte di Pio XII. Lo si puo trovare nell’archivio historia pontificae del 2002

    1. Quando studiavo i materiali Rosacroce, che si studiano al 18° Grado, forniti dalla Massoneria, pur non essendo un fratello massone, un 33° Grado mi disse che stato studiando ciò che il Papa Buono Angelo Roncalli aveva studiato quando fu “Iniziato Rosacroce” mentre era Nunzio Apostolico in Bulgaria. Non mi sono mai premurato di verificare la fondatezza della cosa, soddisfatto che anche un Papa di quel calibro avesse avuto le mie conoscenze esoteriche. Oggi, mi rendo conto di cosa è stato cambiato nella Chiesa… Ciò lo avevo già scritto, ma ho voluto portare di nuovo una mia esperienza con quella di “Nato ieri”.

    1. Condivido pienamente. A Firenze c’è un Vescovo ancora cattolico che sicuramente legge Pietro de Marco. È il momento del coraggio e della resistenza.

  16. Da notare, l’appello pone i documenti del Concilione in contrapposizione agl’insegnamenti del Vangelo.
    Bene, vuol dire che si parte da Bergoglio e piano piano su su fino a passarli tutti, i modernisti del post concilio!

  17. ormai la Chiesa è una barzelletta… tanto vale sparare grosso e riderci sopra… io una bandiera a rovescio la esporrei volentieri, non fosse altro che per farlo incazzare

  18. Wonderful!!! Siano infinitamente rese grazie a Dio nostro Padre di eterna misericordia, a Gesù suo Unigenito Figlio nostro Dio Salvatore, allo Spirito Santo Dio Paraclito
    SIA LODATO GESÙ CRISTO!

      1. Meglio non leggere il sito. Sembrano le email di fishing scritte in italiano di bosnia. Stavo per mandargli le password dell’home banking!

        1. @Alfio

          Ma no, dai! Meglio LEGGERE il sito, appunto per farsene di persona un’idea.
          E’ l’idea che ne ottengo io è simile alla sua 😉 nella versione in italiano ci sono anche testi scritti in italianese di broccolino 😉

          Per l’annuncio della lettera aperta di oggi c’è l’incoerenza di annunciare di attendere fino alle ore 15 (per permettere a Il Giornale di vendere copie!! 😀 ) per rendere noto il testo completo, quando poi il testo completo è già online su un’apposita pagina per la la raccolta di firme, e lì si mostra che (nel momento in cui scrivo) 1147 firme sono già state raccolte.

          Ammesso che non si tratti di un’iniziativa per fregare soldi ai gonzi o qualche manovra di disinformazione o peggio, l’apparenza del sito è quella di un’iniziativa amatoriale di poche persone, attiva da circa due anni e mezzo con iniziative saltuarie.

          Mi sembra con tratti in comune a molti piccoli siti sedevacantisti più o meno fondamentalisti, arrabbiati (anche con altri sedevacantisti non abbastanza o troppo sedevacantisti), catastrofisti e temerari che troviamo da tanti anni su internet.
          Nel caos particolare in esame mi sembra che non si possa parlare propriamente di sedevacantismo , in quanto vengono ammesse in via subordinata anche IPOTESI via via più blande di attuale sedevacante che vengono sottoposte PER VALUTAZIONE al Sacro Collegio.
          La sceneggiata della bandiera papale rovesciata abbassa il “rating” della lettera aperta di oggi : i sedevantisti più acculturati usano il canonico vessillo per la Sede Vacante.

          Non mi è chiaro che cosa i promotori dell’iniziativa si propongono di fare se il Sacro Collegio li ignorerà o rigetterà le loro ipotesi.

          Insomma, trattandosi di argomento molto serio (serissimo per un credente cattolico, essendoci di mezzo da dannazione di chi sbagliasse) chi voglia proporsi pubblicamente alla Chiesa come promotore di una correzione di presunte gravissime irregolarità canoniche e/o errori dottrinali papali è opportuno che cominci a metterci la faccia.

          1. Se le interessa io sono sposato con una divorziata ma…ormai in bianco. Quindi prima di dire adultero…se io facessi, ma non faccio la comunione sostanziale, ci penserei due volte. Se uno in altra parrocchia prova scandalo, nella mia son conosciuto..perche mi riconosce…sa veramente la SOGGETTIVA verita’?

  19. Caro Direttore:
    Credo che si tenti del non volere leggere e comprendere.
    Quante volte dovrà scrivere che il problema di quelli battezzati nella Chiesa cattolica è che non sanno interpretare i “segni dei tempi” e sono confusi!
    La rinuncia o fuga di Benedetto XVI era tutto un avvertimento: quello che quello voleva significare e che chi verrebbe dopo non era di garantire, si veda di Papa o di Babbo Natale.
    E la confusione ed il non capire quello che sta passando viene, perché non si sa distinguere un cattivo Papa di un Antipapa, e non si sa distinguere un Antipapa dell’unico e profetizzato “Pastore ignorante e falso profeta”, come è il caso di Giorgio Mario Bergoglio Sívori conosciuto come Francesco.
    E se nella storia e nel tempo è apparso il profetizzato “Pastore ignorante e falso profeta”, bisogna sapere interpretare e comprendere quella storia e quello tempo per sapere quello che sta passando e quello che deve passare.
    Dice il Signore:
    “Chi legga, capisca” Mt 24: 15 / / Mc 13: 14.
    “Oslo ho detto tutto!” Mt 24: 25 // 13: 23.
    Saluti.

    1. Caro Direttore:
      Alcuni giorni fa conversando con un amico della gioventù, gli diceva che era apparso già il profetizzato “Pastore ignorante e falso profeta” col nome di Francesco che dopo verrebbe profetizzata l’Apostasia l’Anticristo e Fine del Mondo.
      Il mio amico mi disse che 2.000 anni gli sembrava poco. Porto scrivendo tempo fa che, la Misericordia di Dio è infinita… ma non la sua gola.
      Dalla legalizzazione in gennaio di 1973 negli Stati Uniti come un bene ed un diritto l’assassinio dei no nati, quello crimine si è esteso per tutto il Mondo, ed attualmente e come cifre ufficiali: PIÙ DI 50 MILIONI DI ASSASSINATI DI NON NATI ALL’ANNO IN TUTTO IL MONDO.
      “Fino a quando?”: nella Parola di Dio sta la risposta Ap 6: 10-11.
      Saluti.

  20. I toni dell’appello mi sembrano un po’ sopra le righe: nemmeno io, nei miei momenti di sdegno verso il Sedicente, giungo a tanto. Anche se, ad essere onesti, sul contenuto si può concordare. Diciamo che questo proclama si colloca da sé sull’ala più estrema del dibattito, il che permetterà a chi è più moderato di prenderne le distanze e mediare, cosa non necessariamente positiva, vista la gravità delle parole e delle opere di Omissis.

    Resta da capire chi siano i membri di questo sodalizio, che non pare avere né una sede né uno statuto.

    1. @Cesare Baronio
      stavo per scrivere lo stesso quando scorrendo i commenti ho scoperto che lei l’aveva già scritto:

      “Resta da capire chi siano i membri di questo sodalizio, che non pare avere né una sede né uno statuto.”

      Un conto sono le pasquinate (anonime per definizione), un conto sono le serie iniziative politiche di raccolta di firme di cittadini che le sostengono.

      A una prima lettura della notizia direi che siamo in un’area grigia fra le due iniziative.

      Se qualcuno ha comprato spazio pubblicitario su un quotidiano italiano, le competenti autorità di polizia necessariamente sanno già o possono sapere chi è stato (e anche la PSICOPOLIZIA vaticana potrà saperlo se non lo sa già).

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *