GOTTI TEDESCHI: UN’IMPLORAZIONE AL PAPA PER L’IMMACOLATA, E – ANCHE – PER I FRANCESCANI DELL’IMMACOLATA…

Marco Tosatti

Abbiamo ricevuto dal prof. Ettore Gotti Tedeschi un appello al Pontefice, che ci sembra molto interessante condividere e portare a conoscenza dei lettori. Nella speranza che anche il destinatario ne possa giungere a conoscenza.

Sulla guglia più alta del Duomo di Milano fu eretta nel 1774 la statua dell’Immacolata , la “Madonnina” . In Piazza di Spagna a Roma nel 1857 fu eretto un obelisco con l’Immacolata. A Napoli in piazza Gesù Nuovo dal 1705 c’è la stessa statua dell’Immacolata. Il dogma dell’Immacolata Concezione fu stabilito da Pio IX nel 1854.

Nel 2002 il Vescovo di Haarlem-Amsterdam, mons. Joseph Punt, riconobbe ed approvò una apparizione dell’Immacolata che chiedeva di esser proclamata “Maria Corredentrice” , all’opera di redenzione di Cristo. Tantissimi santi   parlarono di questo ruolo della Vergine con assoluta convinzione: san Giovanni Paolo II, Il beato Newman, San Pio di Pietrelcina, San Escrivà, madre Teresa di Calcutta, Edith Stein, San Leopoldo Mandic, San Massimiliano Kolbe …Ma i tempi devono esser ben cambiati se un sant’uomo (che io apprezzo moltissimo) come padre Cantalamessa nella sua terza predica di Avvento, alla Curia Vaticana, in presenza del Papa, il 18-12-2015, riferendosi ai disagi dei fratelli protestanti nei confronti di Maria, dichiara “Non è questo il luogo per fare una revisione storica, voglio solo dire quale mi sembra essere la via per uscire da questa triste situazione circa Maria. Tale via passa per un sincero riconoscimento da parte di noi cattolici del fatto che spesso, specialmente negli ultimi secoli , abbiamo contribuito a rendere Maria inaccettabile ai fratelli protestanti, onorandola in modo talvolta esagerato e sconsiderato e soprattutto non collocando tale devozione dentro un quadro biblico ben chiaro che ne facesse vedere il ruolo subordinato rispetto alla Parola di Dio, allo Spirito Santo e a Gesù stesso .La marianologia negli ultimi secoli era diventata una fabbrica continua di nuovi titoli, nuove devozioni, spesso in polemica con i protestanti, usando talvolta Maria – la comune madre – come un arma contro di essi”.

Pur capendo che dette “esagerazioni” potrebbero compromettere il dialogo ecumenico con i luterani, a restare un po’, diciamo, “ perplessi “ da queste osservazioni, sarebbero stati due santi “mariani” molto devoti e dedicati al culto di Maria: San Luigi Maria Grignon de Montfort e Sant’Alfonso Maria de Liguori . Ma chi son restati invece un po’ intimiditi, puniti e commissariati, anche per eccesso di “marianità” , sono stati i famosi Francescani dell’Immacolata . L’intento di questo scritto è duplice. Il primo riguarda noi tutti cattolici che siamo (“esageratamente”?) devoti all’Immacolata, e desidereremmo capire se Maria sarà considerata o no dogmaticamente Corredentrice, dogma che darebbe vera pace nel mondo (si legga l’Apocalisse di sanGiovanni) e che permetterebbe una nuova effusione dello Spirito Santo sulla Chiesa. Il secondo riguarda il futuro di questi Francescani e consiste nell’implorazione al Santo Padre Francesco, affinché faccia luce su questa vicenda, magari nominando un nuovo Commissario senza pregiudizi. Non so molto più di quello che ho letto e mi è stato riferito sulla vicenda. Quello che mi preoccupa sono le ragioni e le conseguenze di questo commissariamento. Spiego perché. Quello che ho inteso è che i Francescani dell’Immacolata fondano il loro carisma proprio sulla visione di San Massimiliano Kolbe; grazie a questo carisma hanno generato , in controtendenza con altri, un numero elevatissimo di vocazioni ed hanno aperto ovunque nei 5 continenti Case Mariane che si occupano di spiritualità e carità (Brasile, Nigeria, Benin…). Ma sono anche stati fra i primi a sostenere la proposta di Maria Corredentrice nonché ad accogliere il Motu Proprio di Benedetto XVI “Summorum Pontificum” per la celebrazione della messe nella forma straordinaria. Per ragioni a molti incomprensibili, ma misteriose, al loro interno un gruppetto di frati denunciò il governo dei FFI di “deriva lefebvriana” che originò una visita apostolica (nel 2012), che a sua volta generò nel 2013 il commissariamento, che senza motivazioni fondate, provocò la sospensione dell’uso del Vetus Ordo Missae e l’allontanamento dei Superiori, riconoscendo di fatto l’accusa al fondatore (Padre Manelli) di insanità mentale, abuso di autorità , sottrazione di beni, abusi sessuali … ecc. Mentre la magistratura laica, per la parte di sua competenza, sembra aver scagionato il Fondatore e i Superiori, sembrerebbe che il commissariamento continui a preoccuparsi (oltre al trasferimento del patrimonio materiale) della trasformazione del carisma “mariano” . Il risultato che quindi preoccupa riguarda la dispersione del patrimonio vocazionale di frati e suore che devono rinunciare, dopo 20-25 anni di vita consacrata al Signore ed all’Immacolata, alla propria identità vocazionale, facendo perdere alla Chiesa tutta la ricchezza spirituale di questo carisma mariano. Ecco la ragione della necessità di intervento diretto del Papa. Altrimenti, ci domandiamo, forse anche la statua della nostra “Madonnina” sul Duomo di Milano può rischiare un “commissariamento”….



Questo blog è il seguito naturale di San Pietro e Dintorni, presente su “La Stampa”.  Per chi fosse interessato al lavoro già svolto, ecco il link a San Pietro e Dintorni.

Se volete ricevere i nuovi articoli del blog, scrivete la vostra mail nella finestra a fianco.

L’articolo vi ha interessato? Condividetelo, se volete, sui social network, usando gli strumenti qui sotto.

Se invece volete aiutare sacerdoti “scomodi” in difficoltà, qui trovate il sito della Società di San Martino di Tours e di San Pio di Pietrelcina.

41 commenti su “GOTTI TEDESCHI: UN’IMPLORAZIONE AL PAPA PER L’IMMACOLATA, E – ANCHE – PER I FRANCESCANI DELL’IMMACOLATA…”

  1. Egregio Dott. Tosatti
    mi sono imbattuto in rete nel sito di cui al link che segue.
    Contiene una mole incredibile di accuse nei confronti di Padre Manelli e dei Francescani dell’Immacolata .
    Io sono sconcertato : ma, lei che ne pensa ?

    https://veritacommissariamentoffi.wordpress.com/2017/04/07/le-francescane-dellimmacolata-violate-e-fatte-prostituire-i-punti-di-contatto-tra-la-vicenda-di-padre-viroche-e-quella-di-padre-volpi-di-mario-castellano/

    1. È il sito organizzato dal gruppetto di frati contrari a Manelli, e che hanno favorito il Commissariamento. Quindi non mi pare una fonte priva di concreti e tangibili interessi nella questione…:-)))

  2. Anch’io, come già lo spettro di QC, trovo bizzarro questo passaggio di Gotti:

    “un sant’uomo (che io apprezzo moltissimo) come padre Cantalamessa nella sua terza predica di Avvento, alla Curia Vaticana, in presenza del Papa, il 18-12-2015, riferendosi ai disagi dei fratelli protestanti nei confronti di Maria..”.

    Dal 2015 ed ancora lo apprezza moltissimo (non bastava molto: moltissimo!)?
    Addirittura sant’uomo?

    Si preoccupa dei disagi dei luterani per il valore che sarebbe esagerato in quello riconosciuto dai cattolici per Maria, poi però, resterebbe comunque la questione eucaristica.

    Io mi ricordo, invece (non bastassero le sue simpatie luterane) Cantalamessa che elogia i mussulmani per il valore riconosciuto da loro a Mariam, prefeendolo a quello di molti cattolici.
    Cantalamessa, insomma, è l’ennesimo a diffondere la gran truffa della presunta bontà e giustezza dell’islam (e si guarda bene dall’avvertire i cristiani che il gesù dei mussulmani (solo batura umana) NON è il Gesù dei cattolici che, invece, riconoscono la Sua natura divina, la Sua morte in Croce e la Sua Resurrezione. E se non è lo stesso Gesù non è della stessa Maria di cui stiamo parlando tra cattolici ed islamici. E ciò perché , la divinità islamica, totalmente trascendente (nessuna comunione possibile cogli uomini ed anzi, blasfema solo l’idea per i mussulmani) non è affatto quella a cui si riferisce Gesù Cristo o Pietro; figurarsi, poi, la questione trinitaria che, per l’islam è esecrabile .

    Ma Gotti, fino a quando crede di poter ancora apprezzare “moltissimo” e ritenere addirittura “sant’uomo” un Cantalamessa?

    Gotti: poche idee ma confuse?

    1. Temo che il sant’uomo Cantalamessa, oltre che i luterani, ami così tanto anche gli ortodossi da aver ipotizzato la rimozione del filioque dal credo…
      Vado a memoria ma credo di non sbagliare…

      1. “rimozione del filioque dal credo”..
        😨
        Se così fosse, sarebbe anche peggio di come già temessi peggio.

  3. Preghiamo tanto l’Immacolata, per i francescani dell’ Immacolata e tutti quelli che sono uniti a loro…l’Immacolata possa trionfare presto.

  4. “Il chiacchiericcio è come un atto terroristico”. Considero tale esternazione comprensibile e accettabile se fatta da chiunque , non certamente quale sfogo di un Papa.

  5. Se sono ritornato nella Chiesa Cattolica dopo quaranta anni di studi, esperienze e sperimentazioni è perché la Sua Scienza dei Sacramenti mi ha convinto. Di Maria ne sapevo poco. Ma ho sempre difeso apertamente tutti coloro che amano Maria… Ho cercato di guardare al ruolo di Maria nella Trinità. E’ un mistero, da aggiungere ai misteri ai quali non arriviamo a questo livello di evoluzione. Come ho già scritto, dopo che il cardinale Angelo Comastri mi ha imposto le mani sul capo, mi sono accorto che non mi interessava più scoprire il mistero di Maria. Adesso, Maria è la mia Mamma Celeste e basta. I protestanti e i loro lacchè cattolici se ne facciano una ragione. Gli Insorgenti andavano contro i soldati del grande ladrone Napoleone Bonaparte, armati di forconi e qualche archibugio al grido di “Viva Maria”.
    Al grido di battaglia di noi “insorgenti” del XXI secolo a “Viva Maria” aggiungiamo “Viva Cristo Re”. Da ciò che seguo, credo che ci batteremo bene, con determinazione, fede, certi della guida dello Spirito Santo. Insieme pure ai Frati Francescani dell’Immacolata e ho conosciuto recentemente e che ho quindi apprezzato. Papa Francesco se ne faccia una ragione. Ancora non ho capito dove il Papa voglia andare a parare. Ma, qualora volesse diventare un nemico della Chiesa istituita da Cristo e non da Martin Lutero (che è all’inferno), noi lo “ameremmo”, con tutte le conseguenze dell’atto.

    1. Buonasera Giorgio,
      ti capisco molto bene, pure io sono tornato alla Santa Chiesa Cattolica Apostolica Romana dopo alcuni anni di allontanamento e non immaginavo neppure di trovarmi in questo tipo di conoscenze e non immaginavo neppure che ci fossero.
      Potresti cortesemente contattarmi poiche’ non ho i tuoi recapiti, ma ti lascio i miei e quelli dell’amico Fausto col quale sto studiando da alcuni anni proprio sul fatto Mariologico di cui hai fatto cenno.
      Siamo ansiosi di avere un tuo cortese riscontro per approfondire Grazie
      Gianfilippo Tornatore
      via Capobianco, 60
      01027 MONTEFIASCONE (VT)
      Tel.:0761/970697
      Cell.: 393/9742375

  6. La nostra Madre Celeste, la S.S Vergine Maria è intoccabile, Cantalamessa, meglio sarebbe dire sfascialamessa, è meglio che si trasferisca con i protestanti, le omelie protestanti non c’interessano.
    La lettera è senza dubbio condivisibile, Bergoglio risponderà con il..silenzio, ormai è la prassi.
    Quinto dogma “Maria Corredentrice” sono favorevole, ma con Bergoglio non se ne fa niente.
    I Francescani dell’Immacolata!!!! troppo cattolici e mariani.
    Mah.

    1. Senza la nostra Mamma che ci tiene la mano non si cammina spediti verso Gesù! È lei , la Corredentrice, la nostra Avvocata che ci difende e ci istruisce. Dal Suo silenzio e dalla Sua umiltà impariamo la vera spiritualita: non quella parolaia ,”battuttaria e spiritosa” di cui proliferano le Messe (quanto ancora “sante”?) di oggi, ma la preghiera del cuore…quella, per intenderci, fatta x piacere a Dio e non per ottenere l approvazione degli uomini!!! Ah! Sempre e per sempre:W MARIA!!! I protestanti si convertano al Cattolicesimo, non noi al protestantesimo! Basta!

    2. Buonasera Francesco,
      potresti cortesemente contattarmi poichè non ho i tuoi recapiti, ma ti lascio i miei e quelli dell’amico Fausto col quale sto studiando da alcuni anni proprio sul fatto Mariologico e credo che ti farà un’immenso piacere ciò che ti dobbiamo comunicare.
      Siamo ansiosi di avere un tuo cortese riscontro per approfondire il discorso.
      Grazie
      Gianfilippo Tornatore
      via Capobianco, 60
      01027 MONTEFIASCONE (VT)
      e-mail.: gianfilippotornatore@gmail.com
      Tel.:0761/970697
      Cell.: 393/9742375

      Fausto Tortora
      Traversa Fondo D’orto, 16
      80050 PONTE DELLA PERSICA
      Fraz. di Castellamare di Stabia (NA)
      e-mail.: trimariana@tiscali.it
      tel.: 081/8712004
      cell.: 328/8623757

  7. Dopo il 13.3.2013 Cantalamessa sta diventando sempre più sale che non sala, il suo discorso sulla Madre di Dio è completamente assurdo, anticristico.
    È la Donna che schiaccia la testa al Serpente, caro padre Raniero, non Lutero, chiaro il concetto?

      1. Buonasera a tutti,
        potreste cortesemente contattarmi poichè non ho vostri recapiti, ma vi lascio i miei e quelli dell’amico Fausto col quale sto studiando da alcuni anni proprio sul fatto Mariologico e credo che vi farà un’immenso piacere ciò che vi dobbiamo comunicare.
        Siamo ansiosi di avere un vostro cortese riscontro per approfondire il discorso.
        Grazie
        Gianfilippo Tornatore
        via Capobianco, 60
        01027 MONTEFIASCONE (VT)
        e-mail.: gianfilippotornatore@gmail.com
        Tel.:0761/970697
        Cell.: 393/9742375

        Fausto Tortora
        Traversa Fondo D’orto, 16
        80050 PONTE DELLA PERSICA
        Fraz. di Castellamare di Stabia (NA)
        e-mail.: trimariana@tiscali.it
        tel.: 081/8712004
        cell.: 328/8623757

  8. Ciò che fin da subito mi ha colpito della vicenda, di cui confesso di sapere poco, è stata la cattiveria, con cui hanno fatto togliere alle suore la medaglia della Madonna, che non era per loro un amuleto, ma il segno distintivo della loro appartenenza attraverso la specificità del loro carisma, nel totale affidamento alla Madonna alla S. Chiesa di Cristo
    Per questo il gesto oltre che cattivo è stata una inutile violenza per di più molto inquietante.
    Mi auguro che questa dolorosa vicenda finisca al più presto per il bene di quelle sante vocazioni , e visti frutti per la S. Chiesa tutta.
    Non sono teologo e non ho alcun titolo per parlare, ma ciò che fa rendere i cristiani stolti agli occhi del mondo e pericolosi per i nemici di Cristo non è il fatto che si occupino dei poveri, anzi se fanno solo questo sono accettati,ma il fatto che credono a Cristo Risorto, che nella Santa Messa, l’Ostia Consacrata è il S.S. Corpo di Cristo, e che la Santa Vergine Maria è la Madre di Dio.
    Mi scuso per farla così semplice,ma non essendo quella della Madonna una maternità surrogata, come sempre più spesso si sente dire dai nemici della fede in Cristo per deriderla, come può la Madre di Dio e Madre nostra non essere Corredentrice .
    Con buona pace di Lutero e di Galantino che ha definito la riforma un evento dello spirito santo.
    Chiudo questo commento con queste due invocazioni che ripeto ogni giorno per non smarrire la strada .
    Veni Sancte Spiritus Spiritus Veni per Mariam.
    Vieni Signore Gesù .

  9. Se tocchi Maria, tocchi mia madre. E se tocchi mia madre, come disse una volta Bergoglio, ti devi aspettare un pugno in faccia,

    1. Beh Bergoglio una bottarella vicino all’occhio l’ha presa…magari e’stato un avvertimento divino!
      😂

      1. Buonasera a tutti,
        potreste cortesemente contattarmi poichè non ho vostri recapiti, ma vi lascio i miei e quelli dell’amico Fausto col quale sto studiando da alcuni anni proprio sul fatto Mariologico e credo che vi farà un’immenso piacere ciò che vi dobbiamo comunicare.
        Siamo ansiosi di avere un vostro cortese riscontro per approfondire il discorso.
        Grazie
        Gianfilippo Tornatore
        via Capobianco, 60
        01027 MONTEFIASCONE (VT)
        e-mail.: gianfilippotornatore@gmail.com
        Tel.:0761/970697
        Cell.: 393/9742375

        Fausto Tortora
        Traversa Fondo D’orto, 16
        80050 PONTE DELLA PERSICA
        Fraz. di Castellamare di Stabia (NA)
        e-mail.: trimariana@tiscali.it
        tel.: 081/8712004
        cell.: 328/8623757

  10. da “IL VEGGENTE” IL segreto delle tre fontane, Roma,di Saverio Gaeta.
    …”Sono colei che sono nella Trinità Divina.Sono la Vergine della Rivelazione”…pag.57, dopo queste apparizioni riconosciute da papa Pio XII , noi cattolici non possiamo preoccuparci che i titoli, con i quali veneriamo la TUTTA PURA,la TUTTA SANTA, la TUTTA BELLA VERGINE SS, disturbino i protestanti.

  11. ”se un sant’uomo (che io apprezzo moltissimo) come padre Cantalamessa”
    Strano…uno che apprezza Cantalamessa firma i documenti dei lefebriani???? Miracoli dell’eclettismo antibergogliano.
    Comunque:
    – ottimo l’oggetto dell’istanza a cui è bene associarsi
    – ottimo l’atteggiamento rispettoso (si vede che le telefonatine di don fernando lo hanno riportato alla ragione).
    Dottor Tosatti, rassicuri il suo illustre amico: la Madonnina non la commisaria nessuno. Milano è protetta da Ambrogio e Carlo e schiava di Roma non lo è mai stata e non lo sarà MAI.
    Saluti.

    1. Milano protetta…..mah!Carlo chi sarebbe, il grande San Carlo Borromeo o Carlo Maria Martini?Se l’ultimo allora altro che protezione: direbbe che la Madonnina e’indietro di almeno 200anni sul mondo moderno…e che deve rimodernarsi, affiliandosi ai cari fratelli del G.A.D.O. o al cortile dei gentili.
      E l’attuale vescovo nominato da Bergoglio ha detto Meno Messe e piu’Parola, slogan luterano puro.
      Non mi pare che Milano sia messa molto bene, e la Ma donnina ne deve ben piangere di lacrime vedendo lo scempio sotto di se’

      1. Ovviamente Carlo è Carlo e non Carlo Maria. Aggiungo a Maria Nascente e ai Santi Compatroni, Barnaba, Tecla, Eustorgio, Simpliciano, Protaso, Gervaso, Eusebio e Ildefonso. Anche Agostino che di qua è passato.
        Direi che siamo ben corazzati. E poi ci sono io con la mia cerbottana!

    2. Previsti temporali, uragani e piogge di meteoriti dopo questa sentenza del menarogne su Milano.
      Sant’Ambreus varda gio te…

      1. Ecco dott. Tosatti, immagino che in base al Suo taglio pedagogico ed alle riflessioni notturne, a questa piccola persona che mi chiama menagramo io non debba rispondere per le rime, ma anzi ringraziarla per ricordarmi la mia ancor più marcata piccolezza di ultimo degli ultimi. Metto subito in pratica: ”Cara Isabella, grazie e infiniti auguri per una vita lunga, felice ed in perfetta salute. Pregherò per te ogni giorno”.
        Così va bene? 🙂

          1. Dico solo che, dopo giorni di sole e clima quasi estivo, questa mattina a Milano pioveva e faceva un freddo assurdo.
            Come direbbe un fine intellettuale dei nostri tempi “Giudicate voi”.

  12. Non sia mai Che Maria abbia ad intralciare il cammino coi luterani!
    Meglio pensionare Maria che turbare certi equilibri e tanti propositi cosi’ promettenti verso magnifiche sorti et progressive.
    E che nessuno poi si permetta di pensare che, fosse solo anche per le questioni mariologiche, ci sia “qualcosa di grosso” che non funziona nel mondo luterano & protestante.
    Vero Galantino ?

    1. @amareggiato
      Ho provato ad ascoltare dal minuto 1.13,00, purtroppo non riesco a comprendere cosa dice, per cortesia potresti (anche qualcun altro) scrivere ciò che Bergoglio ha detto?, mi si farebbe un grande favore.
      Grazie

  13. Ottimo. Finalmente prendiamo coscienza di quello che sta accadendo e facciamoci sentire. La ricostruzione esposta nell’ articolo in ordine alla terribile vicenda che ha colpito i Frati Francescani dell’ Immacolata il cui carisma fondativo é stato riconosciuto ufficialmente dall’ allora Pontefice, oggi San Giovanni Paolo II, corrispondono a verità. E’ il momento di superare paure e timori : Dio ha vinto il mondo. Occorre moralmente, storicamente e giuridicamente fare luce sulla vicenda, superando l’ umano e riportare la verità.

  14. Mi pare,sbaglierò,che Gotti -Tedeschi scinda la teologia dall’economia.Non ricordi che dopo la guerra dei trent’anni la moltiplicazione dell’immagine dell’Immacolataaa servì a distinguere i paesi cattolici da quelli protestanti.Lotte saguinarie e “fratricide”.Nell’attualità che cosa vale,pesa di più? Il capitale dei frati dell’Immacolata o la dedizione spirituale a Maria?Sono,siamo alla confusione ,ignorando ciò che sta dietro alle quinte.Situazione,per me, molto,molto sconfortante.

  15. Ormai si è ben capito, i nemici di Cristo sono all’interno della Chiesa.Perciò non illudiamoci nel sapere chi combattere!

    1. E’ arrivato il momento di ripristinare con coraggio ed onestà intellettuale la verità sulla dolorosa vicenda che ha colpito i Frati Francescani dell’ Immacolata il cui carisma fondativo é stato riconosciuto dal Pontefice, ora santo, San Giovanni Paolo II. La ricostruzione fatta nell’ articolo corrisponde a verità : Dio ha vinto il mondo; é necessario mettere da parte l’ umano e in spirito di Verità riconoscere con umiltà il bene che questo Ordine ha già fatto alla Chiesa e alle anime e che continua a fare offrendo per la Chiesa, in silenzio e con amore filiale, tutto il martirio e le ingiustizie subite. Ne sono testimone.

I commenti sono chiusi.