SCANDALOSO ROSARIO POLACCO AI CONFINI. GIÀ, LORO HANNO ANCORA DEI CONFINI. PREGASSIMO ANCHE IN ITALIA….

Marco Tosatti

Che scandalo se un milione di persone si trovano a pregare il rosario ai confini di una nazione, che ha pagato molte volte col sangue la sua fedeltà a una religione e una cultura! Succede sabato in Polonia, dove un’associazione di laici – i laici sono sempre più protagonisti – ha indetto un “Rosario di riparazione” in occasione della festa della Madonna del Rosario. L’iniziativa è della fondazione di fedeli laici “Solo Dio basta”, ma ha, fortunatamente, l’appoggio pieno della Conferenza Episcopale della Polonia che, in un suo comunicato, chiede di partecipare all’evento. L’iniziativa, in “Rozaniec do granic”, che significa “Rosario al confine” è promossa dal sito www.rozaniecdogranic.pl. In tutta la Polonia saranno coinvolte oltre trecento chiese; ai confini, ma anche in aeroporti e stazioni. L’appuntamento è per le 10 del mattino, il rosario comincerà alle 14, dopo la messa e l’adorazione. Nel comunicato degli organizzatori, fatto proprio dalla Kep (la Conferenza episcopale della Polonia ), si legge : “Crediamo che se il Rosario venisse recitato da un milione di polacchi lungo il confine del Paese potrebbe cambiare non solo il corso degli eventi, ma anche aprire il cuore dei cittadini alla grazia di Dio. Cent’anni fa Maria ha affidato ai tre bambini portoghesi un messaggio di salvezza: pentitevi ed offrite riparazioni per i peccati contro il mio cuore e recitate il Rosario”.

Quindi due punti di riferimento precisi: Fatima (il 13 ottobre cadono i cento anni dall’ultima apparizione) e il 7 ottobre, giorno della Madonna del Rosario, creata per ringraziare dopo la vittoria di Lepanto, la battaglia che ha fermato l’avanzata in mare verso occidente dell’impero ottomano (come è successo a Vienna, per terra, più tardi). Due eventi che hanno salvato la cultura, e la fede religiosa, di molti Paesi, fra cui in primis il nostro.

Sarebbe bello, così crede chi scrive – che anche in Italia gruppi, organizzazioni ecclesiali e singole persone si unissero a questa iniziativa, sabato prossimo. Come ricorda un articolo de La Bussola Quotidiana, “Il giornale Gazeta Wyborcza, la testa polacca di sinistra di proprietà di Soros, ha gettato fango sull’evento, inventandosi fra l’altro che il Rosario è stato pensato in funzione anti-russa. Ma Maciej Bodasiński, uno dei leader dell’iniziativa e fondatore dell’associazione ‘Solo Dio Basta’, ha spiegato a Lifesitenews che ‘desideriamo pregare per la conversione della Polonia, dell’Europa e di tutto il mondo a Cristo, affinché più anime siano salvate dalla dannazione eterna e trovino il loro cammino verso Dio’. Ricordando anche la ‘tensione crescente, la minaccia di una guerra, il terrorismo’, è stato spiegato che il Rosario è anche in riparazione del passato comunista della Polonia e delle bestemmie e delle ferite al Cuore Immacolato di Maria”.

La Polonia ha conosciuto la spartizione, e l’occupazione nazista e comunista. Ha certamente buoni motivi per chiedere aiuto alla Madonna. L’Italia non ne ha, sommersa da un attacco costante e continuo ai valori di base dell’antropologia, della sua cultura e della sua fede, con una Chiesa che pensa ad altro? Che i partiti politici, per interessi di lobby e di economia semplicemente tradiscano quella che una volta si osava chiamare Patria è nell’ordine delle cose: quando mai non è accaduto nel nostro Paese? Che la Chiesa si adegui, beh, appare triste e diverso.

Il tasso di arrivi dei migranti non accenna a diminuire (la TV francese qualche giorno fa mostrava immagini di 5000 sbarchi in due giorni), e il fenomeno naturalmente non è sottolineato dai mass media di regime, per non disturbare i manovratori e chi guadagna da questo fenomeno.

Che ha, e avrà conseguenze imprevedibili. Abbiamo ricevuto da un lettore austriaco una lettera, che riproduciamo:

Viva Cristo Re e Viva Maria. Egregio Sig. Tosatti, leggo tanto volentieri i suoi articoli almeno fin dove le mie poche conoscenze dell’italiano lo permettono.

In riguardo al Suo ultimissimo articolo sull’islamizazzione mi permetto di inviare qualche dato empirico (non proiezioni) sulla situazione in Austria ove si tende a nascondere da parte ufficiale i dati dell’aumento dei musulmani il più possibile. Per Vienna non esistono cifre ufficiali perché il governo socialista-verde di rifiuta a censire i musulmani. Tutti, ma non i musulmani. Perciò esiste come dato più concreto quello del Yearbook of International Religious Demography 2014 (http://www.iiasa.ac.at/web/home/about/news/20140820-Pop-religion.html)

1971: 0,4 % musulmani

2011: 11,6 % musulmani

2017: ? (non si sa, ma si sa che il 28 % dei scolari delle elementari sono di fede musulmana).

Chi scrive non ha nulla di personale contro i musulmani. Ma una crescita del fenomeno di queste proporzioni voi come la chiamate, se non invasione? Checché ne possa dire mons. Galantino.



Questo blog è il seguito naturale di San Pietro e Dintorni, presente su “La Stampa”.  Per chi fosse interessato al lavoro già svolto, ecco il link a San Pietro e Dintorni.

Se volete ricevere i nuovi articoli del blog, scrivete la vostra mail nella finestra a fianco.

L’articolo vi ha interessato? Condividetelo, se volete, sui social network, usando gli strumenti qui sotto.

Se invece volete aiutare sacerdoti “scomodi” in difficoltà, qui trovate il sito della Società di San Martino di Tours e di San Pio di Pietrelcina.

98 pensieri su “SCANDALOSO ROSARIO POLACCO AI CONFINI. GIÀ, LORO HANNO ANCORA DEI CONFINI. PREGASSIMO ANCHE IN ITALIA….”

          1. Per favore Aiutiamo il Nostro Santo Padre Benedetto🙏🙏🙏🙏🙏🙏

            “Oggi preghiamo tutti per il Papa Benedetto XVI” di Fra Cristoforo

            Le notizie sulla salute di Papa Benedetto non sono confortanti (http://www.ilgiornale.it/news/cronache/vescovo-egiziano-benedetto-xvi-non-riesce-pi-celebrare-messa-1450628.html). Oggi voglio invitarvi tutti a dedicare una preghiera, una Messa, un sacrificio secondo le sue intenzioni. Certo, è vero. Non dobbiamo dimenticarci che ha 90 anni. Ma io credo che ancora la sua presenza faccia un po’ da parafulmine.

            Facciamogli sentire tutto il nostro affetto con la preghiera.

            Vi lascio un video con i momenti più belli del suo pontificato (https://www.youtube.com/watch?v=INDoz498bAE). Buona giornata a tutti in Cristo Gesù.

            Fra Cristoforo”

  1. Prendiamo esempio da questa nazione di martiri e di santi che hanno pagato con il sangue e l’ offerta della loro sofferenza per la salvezza delle anime .

  2. Ho fatto volentieri la mia piccola, infinitesima ed umile parte nell’unità di intenti col rosario..

    Ma non nascondo che ho sperato, fino all’ultimo, di sentire accenno a Messa di questa bella e straordinaria iniziativa polacca.

    Certo, se fosse stato fatto invito ad unirsi alla bella iniziativa, sarebbe emersa una curiosa dissonanza con l’invito a pregare per le intenzioni del Papa, ma non si sarebbe potuto incolpar la fede dei polacchi di questo.

  3. Uniamoci anche noi ai fratelli polacchi con la recita del rosario e il 13 ottobre centenario delle apparizioni chiediamo alla Madonna di Fatima di liberarci dal male che affligge il mondo e la nostra Italia.

  4. Alle ore 14 avrà inizio la dolce supplica alla Beata Vergine del Rosario,
    insieme al popolo polacco.
    Qui sarà possibile ascoltare le Litanie Lauretane recitate da Papa San Giovanni Paolo II.

  5. La Polonia è un grande Paese forse l’unico che tiene strette e custodisce gelosamente, le nostre radici cristiane, quando ho letto la sua iniziativa ho sussultato di gioia perchè sono convinta che otterremo una grande vittoria e il cristianesimo risorgerà. Oggi mi trovo con una amica alle ore 14 e pregheremo insieme il Rosario per le intenzioni della Polonia, per l’Italia e l’Europa. Mi spiace solo di non aver trovato un gruppo che aderiva all’iniziativa. Sono felicissima di questa iniziativa inoltre con Loreto ho un legame spirituale molto forte e a Dio piacendo andrò in vacanza proprio là vicino al Santuario. Ma ho una domanda: si sa cosa i piani alti del Vaticano, pensano di questa iniziativa???

  6. Ayuda por favor!!!! No paro italiani ni polaco como me apunto para el Rosario de mañana!!!????? Help me please

  7. Or ora sotto il colle di Loreto un vento gagliardo gonfiava la bandiera bianca e rossa del cimitero di guerra polacco. Vivi e morti pregheremo insieme.

    1. Vi invitiamo tutti al rosario con i polacchi
      domani (sabato) alle ore 14 la chiesa di san Stanislao a Roma via Botteghe Oscure 15, vicino a piazza Venezia.

      1. Anche in Italia “Un muro di persone reciterà il Rosario (e digiunerà) su tutto il territorio della nostra Nazione”

        AIASM (Associazione Italiana Accompagnatori Santuari Mariani) seguendo gli insegnamenti di Maria e seguendo il bellissimo esempio
        dei fratelli polacchi, il 13 ottobre alle ore 17.30 indice la più potente iniziativa per la pace: “il digiuno e la preghiera del Santo Rosario”

        Su tutto il territorio Nazionale ogni uomo/donna di buona volontà si rechi quindi nella propria Parrocchia e/o crei gruppi di preghiera con la stessa intenzione dei fratelli Polacchi: “Chiedere alla Madonna di salvare l’Italia e l’Europa dal nichilismo islamista e dal rinnegamento della fede cristiana”.

        La Recita del Rosario comincerà alle ore 17.30, il digiuno a pane ed acqua (come chiede Maria) tutto il giorno… Chi non può digiunare ricordi che può fare rinunce.

        Anche in Italia si richiede di essere in stato di grazia (previa confessione sacramentale)

        MA PERCHE’ PROPRIO IL ROSARIO ED IL DIGIUNO?

        La Madonna ci insegna che il Rosario è la più potente arma contro il male e con il digiuno si possono fermare anche le guerre e gli eventi naturali.

        Quindi nel suo centenario dalle Apparizioni di Fatima imploriamo proprio questo e venerdì 13 ottobre 2017 alle ore 17.30, uniti, eleviamo al cielo le nostre preghiere

        http://www.aiasm.it

        (Far girare per tutta l’Italia).

        1. Certamente vi aderiremo anche noi.. Non so se riusciremo proprio a quell’ora ma pregheremo anche noi… Ci troviamo a Barni (Provincia di Como, Arcidiocesi di Milano)… In comunione di fede… 😇🙏

  8. Iniziativa bellissima, da condividere, da sostenere e da far conoscere. Vi aderiro’ dopo l’adorazione eucaristica fatta contemplando Gesù Concepito nel grembo della SS Annunciata pregandolo per i concepiti. La Regina della Vittoria a Lepanto ha sconfitto i nemici della Cristianità e li sconfiggera’ ancora una volta. Dobbiamo pregare e aver fede in Lei. Maria, sicurezza della nostra speranza, prega per noi!

  9. Anche tutti noi, alle ore 14 di sabato 7 Ottobre, ci potremo unire al “Rosario alle frontiere” recitato dai polacchi, con le stesse intenzioni…
    Importante è il passaparola.

    I monaci di Solesmes cantano il Salve Regina in tono solenne:

    1. Ottima idea: per chi ha la possibilità sarebbe opportuno recitare il Rosario all’ora indicata.

      Ma, per chi fosse impossibilitato a farlo, ritengo sia importante perlomeno un pensiero di vicinanza o un’Ave Maria.

      È importante che il maggior numero di persone possibile fornisca il proprio contributo in base alle proprie possibilità.

      Vista la situazione in cui ci siamo cacciati la preghiera collettva è fondamentale e, in particolar modo il Rosario che, a differenza di quanto credono molti cattolici modernisti, è esso stesso opera di fede e non mera contemplazione.

      Come diceva il Curato d’Ars: “Una sola Ave Maria ben detta fa tremare l’Inferno”.

      1. Uniamoci in preghiera con cuore ,vicini alla nostra Madre Celeste per la pace nel mondo pace nelle famiglie ,il Signore sia con noi e mondo intero. AMEN!

  10. Uniamoci in preghiera affidandoci al Cuore Immacolato di Maria e confidiamo in Gesù. Per la nostra … povera Italia, per le nostre famiglie, per i nostri figli, per i nostri nipoti. Gran Dio del cielo ascolta il grido di chi ti invoca.

  11. Preghiamo anche la Vergine Santa del santo Rosario per Papa Benedetto, Padre Stefano e i suoi fedeli, che possano rifiorire come fiori dal Cuore Immacolato di Maria, grazie.

  12. “Una volta che pregavo per la Polonia, udii queste parole: « Amo la Polonia in modo particolare e, se ubbidirà al Mio volere, l’innalzerò in potenza e santità. Da essa uscirà la scintilla che preparerà il mondo alla Mia ultima venuta »”.( Diario Santa Faustina Kowalska – maggio 1938 – Q. VI, n.1732)

  13. Non si tratta di un muro, secondo me, ma di una straordinaria corona del S Rosario fatta di persone che pregano, che circonderà la Polonia e illuminerà della luce di Maria, Signora di tutti i popoli, le nazioni circostanti fino a quelle più lontane.

    1. Infatti, non si tratta di un muro, piuttosto vogliamo uscire dalle nostre case con tutto ciò che abbiamo, cioè con la nostra fede e con il rosario e in qualche modo offrirlo ad altre nazioni. Pregheremo sia per la Polonia sia per il mondo intero. In polacco l’iniziativa si chiama in realtà Rosario FINO ai confini, vuol dire che ognuno è invitato a fare il massimo, ad affrontare le proprie debolezze, a muoversi e andare fino ai propri “confini”.

  14. Mio marito ed io sabato 7 saremo a Livorno al Santuario della Madonna di Montenero perché alle 11.30 verrà celebrato da Mons. Athanasius Schneider un solenne Pontificale in rito antico e poi alle 15.30 lo stesso Mons Schneider terrà una conferenza sui Misteri di Fatima. Siccome M. Schneider è molto sensibile alla crisi della Chiesa Cattolica penso sia probabile che parli della bellissima iniziativa polacca e non escludo che proponga di recitare anche noi il rosario o quanto meno delle preghiere a supporto dei polacchi e di tutte le altre catene di preghiera che si sono già associate in Italia e in altri paesi. Sarà un forte grido di aiuto che salirà al cielo verso la Madonna del Rosario che ci è sempre stata vicino. Noi però ci dobbiamo convertire col cuore.
    P. S. Cambio la mia firma in “Adri” perché ho visto che ultimamente ci sono altri post firmati “Adriana” ma non sono miei. Così almeno non facciamo confusione.

  15. Solo 4 in Italia… neanche una a Roma… avrei voluto dire il Rosario insieme agli altri invece che da sola… 🙁

    1. Non sarei mai sola nella preghiera. Noi preghiamo ognuno nel segreto secondo Mt 6:6 ed in quel segreto ed in quel silenzio noi tutti, anche se inconsapevolmente, ci ritroviamo.

    2. Intanto, nelle ultime ventiquattro ore il numero di parrocchie dove si reciterà il rosario è più che raddoppiato, passando da 4 a 10. Ancora poche, ma è nostro dovere di laici segnalare a chi di dovere questa iniziativa e le intenzioni di preghiera ad essa associate.

    3. Aggiungo: inoltre, adesso ce n’è una relativamente vicino a Roma, cioè presso la parrocchia di San Nicola di Bari a Lido di Ostia (nomen omen). Non mi sorprenderebbe se, nonostante il brutto clima che si respira in Italia anche a livello di autorità ecclesiastiche, nelle prossime venti ore il numero aumentasse ancora.

    4. Giov, entra sul sito rozaniecdogranic.pl -> WIĘCEJ -> MAPA, REJESTRACJE. Apparira la mappa della PL, però se ti sposti giù con il mouse o diminuisci la mappa vedrai che ci sono anche molte parocchie/comunità polacche all’estero, pure in IT, pure a Roma (san Pio X) e a Lido di Ostia-Roma (Nicola di Bari). Vacci e prega con loro 🙂

  16. ok…allora dalle ore 14 ,il 7 di ottobre, tutti contemporaneamente preghiamo la corona del Rosario,chi può,il Rosario intero …per la nostra desolata patria.”SIGNORE io credo,ti amo e spero e ti chiedo perdono per chi non crede,non ti ama e non spera”.

  17. La Chiesa italiana purtroppo è condannata dal fatto di avere il papa come primate d’Italia. Il che può rappresentare un sommo onore e una grande grazia, oppure si rivela un grave ostacolo alla vera libertà religiosa di una CEI che può diventare una succursale del papato e in questo tempo disastroso si sta rivelando un problema grave per la verità, per la dottrina e per il vero bene dei cattolici italiani. Sappiamo da dove partono le nomine, gli indirizzi di vita politica e sociale oltre che parrocchiale. I posti di potere tutti okkupati da nominations ad hoc. In quattro e quattr’otto ecco che la chiesa italiana non è più riconoscibile. Allontanamenti, esautoramenti, nuove nomine e il gioco è fatto. Questo è quanto. E allora che si muovano i laici! Che preghino, che parlino, che agiscano lì dove ognuno può e deve. Gridiamolo dai tetti. Non taciamo. Difendiamo il Signore e la Sua Dolcissima Madre. Non restiamo conniventi. Preghiera e azione. Fede ed opere. Noi cattolici italiani siamo figli della Chiesa prima di altri che ci stanno passando avanti per il Regno dei Cieli. A noi probabilmente il Maestro ci sta chiedendo qualcosa di più. Avanti! Tutto per la gloria di Dio!

    1. Non per parlare male.. Padre Pio obbediva anche se non condivideva.. Però come cristiana cattolica non posso nascondere un disagio che vivo anche solo dovendo venire a conoscenza di tali iniziative dal web e da gruppi di preghiera anziché da chi dovrebbe rappresentarmi e guidarmi nella fede. Non una parola in merito su questo miracolo polacco e su questa medicina necessaria del Santo Rosario da parte della Santa Sede-..
      Scusate lo sfogo.

      1. Ecco……
        ANCHE IN ITALIA COME IN POLONIA

        Recitiamo il Santo Rosario venerdì 13 ottobre ore 17:30

        Anche in Italia “Un muro di persone reciterà il Rosario (e digiunerà) su tutto il territorio della nostra Nazione”.
        AIASM (Associazione Italiana Accompagnatori Santuari Mariani) seguendo gli insegnamenti di Maria e seguendo il bellissimo esempio dei fratelli polacchi, il 13 ottobre alle ore 17.30 indice la più potente iniziativa per la pace: “il digiuno e la preghiera del Santo Rosario”.
        Su tutto il territorio Nazionale ogni uomo/donna di buona volontà si rechi quindi nella propria Parrocchia e/o crei gruppi di preghiera con la stessa intenzione dei fratelli Polacchi: “Chiedere alla Madonna di salvare l’Italia e l’Europa dal nichilismo islamista e dal rinnegamento della fede cristiana”.
        La Recita del Rosario comincerà alle ore 17.30, il digiuno a pane ed acqua (come chiede Maria) tutto il giorno… Chi non può digiunare ricordi che può fare rinunce.

  18. Queste sono le vere sorprese dello Spirito, non le storielle melensi espongono a più riprese Bergoglio e i vari Kasper di turno. In un momento in cui l’Europa è sempre più scristianizzata e attanagliata dal relativismo e dal nichilismo e la Chiesa è minacciata dall’apostasia, ecco che nel giorno della Madonna del Rosario un fiume di fedeli si riunisce in preghiera.

    La speranza è che questa iniziativa, alla quale spero possa unirsi spiritualmente il maggior numero di fratelli possibile, possa davvero toccare il Cuore di Nostro Signore Gesù Cristo, attraverso l’intercessione di Sua Madre, accelerando, nei modi che solo in Cielo conoscono, il definitivo trionfo del Cuore Immacolato di Maria.

    Lo scorso anno, nella festa della Madonna del Rosario, un fulmine colpì la cupola della basilica di San Pietro, facendo tremare il Vaticano. Analogamente, spero che sabato questa preghiera possa rappresentare una scintilla luminosa che illumini i cuori di molti e inizi a far tremare le forze anticristiche, cominciando a preparare il terreno per il trionfo della vera Chiesa di Gesù Cristo.

    PS: per fortuna in Polonia i pastori non si tirano indietro, o peggio ancora non percuotono il gregge stigmatizzando simili iniziative. Inoltre, se Soros si indigna per tutto ciò allora abbiamo la certezza che questo Rosario sia cosa buona e giusta.

  19. Io e la mia famiglia siamo pronti. Alle 14 di sabato reciteremo in comunione con i nostri fratelli polacchi e a quanti si uniranno da ogni parte, il Santo Rosario, in riparazione alle immani offese al Santissimo Cuore Immacolato di Maria. Nel mio piccolo e con la massima umilta’ mi permetto di suggerire a chi porta in una tasca la Via Crucis che considera “il fallimento di Dio” (el fracasso de Dios), di estrarre dall’altra tasca la corona del Rosario e unirsi ai cattolici polacchi e tutti noi in preghiera, chiedendo l’intercessione della Beata Vergine affinché lo aiuti a eliminare per sempre tutti i dubbi che lo hanno sempre assillato “da ragazzo, da seminarista, da religioso, da vescovo ed anche da papa”, a non perdere del tutto la Fede così che quando si sarà riavuto confermi i suoi fratelli nella Fede.

    1. Sì, si fa così. Lo spazio e il tempo sono inesistenti. Siate collegati a quel momento divino-

  20. Grazie, Sempliciotto, mi fa davvero pensare alle parole di Santa Faustina, la segretaria di Dio, grande Testimone della Divina Misericordia. Quella vera, naturalmente. Santa Faustina scrisse che Gesù diceva:”Amo tanto la Polonia e se lo meriterà da essa uscirà la scintilla che preparerà il mondo alla Mia seconda venuta”. Le parole erano più o meno queste. Sì è pensato molto a Giovanni Paolo II come la famosa scintilla. Oppure, come lei dice, forse è questa la vera, prorompente scintilla che comincerà a sconvolgere le strade degli empi. Davvero questa potrebbe diventare una nuova Lepanto, una nuova Vienna. E al centenario di quel fatidico 13 ottobre si possa compiere un nuovo miracolo del sole. Ma del vero Sole, quel Sole di giustizia che tutti noi invochiamo. Dio benedica la Polonia e benedica l’Italia. Un’Italia molto martoriata e depredata. Coloro che ne dovrebbero custodire le radici le fondamenta le sante mura opera brecce su brecce. I figli sono lasciati orfani, i neonati abbandonati nelle culle. Più che mai oggi Rachele piange i suoi figli. Nuovi erodi si armano di autorità per nuove, continue stragi di innocenti. Ma i lamenti dei piccoli non resteranno inascoltati dalla Madre, la Santa Regina del Rosario. E oggi, festa del beato Bartolo Longo, splende come manto di stelle quella “catena dolce che ci rannoda a Dio”. Preghiamo fiduciosi, che la Madre non lascerà rendere la nostra bella Italia, scelta da Dio come sede del Suo Vicario, solo una devastata valle di lacrime. Regina del Santo Rosario prega per noi!

    1. Cara Flora, anche a me, leggendo questa notizia, sono venute in mente le parole di Gesù a Santa Faustina sulla “scintilla che uscirà dalla Polonia”. Sabato alle 14 con le mie bambine pregherò il Rosario insieme ai polacchi e a tutti quanti lo faranno. È la guerra tra le forze del Bene e quelle del Male. A noi la battaglia, a Dio la vittoria!

  21. Beato il popolo Polacco, che ha la grazia di essere guidato da una libera Conferenza Episcopale, nella piena fedeltà alla Parola di Dio e al bimillenario Magistero Ecclesiale.
    In Italia, la C.E.I., non pare che possa godere di altrettanta prerogativa, vivendo tra i lacci e laccioli del pensiero unico bergogliano. Le organizzazioni e movimenti ecclesiali, in questi ultimi tempi, diciamo da qualche anno in qua, sono in chiaro atteggiamento di stand by. Ecco allora, che le singole persone, possono fare tanto; nelle chiese,nei sagrati, nelle proprie case. Con il solo rosario che basterebbe pregarlo con fede, anche solo per mezz’ora. La potenza di Dio Padre, l’amore di Gesù Figlio Unigenito e la purificazione dello Spirito Paraclito, porterà a compimento la santificazione del Suo Popolo nel mondo intero. Crediamo con fede : “Solo Dio basta”.
    SIA LODATO GESÙ CRISTO!!!

  22. I tradizionalisti cattolici di Verona, col Comitato per la celebrazione delle Pasque Veronesi, organizzano un rosario alla basilica di S. Anastasia (cappella Giusti) sabato 7 ottobre ore 9.30 del mattino.
    Seguirà alzabandiera marciano con spari a salve

    1. Pasque Veronesi? Gli Insorgenti. Siamo Insorgenti del XXI secolo. Preghiera e lotta, senza quartiere…

  23. Dovremmo circondare il Vaticano e recitare il rosario per liberarlo dagli eretici, massoni e blasfemi che lo occupano.

    1. Vero Pasquino. La reazione scomposta di molti nel web, e di un commentatore anche qui sotto, lascia intravvedere tutto il nervosismo del Nemico quando si parla di (e si recita il) rosario. Dovessimo circondare il Vaticano, non sarebbero pochi in tonaca – o meglio, in clergyman o in polo Lacoste – a mettersi a sbavare contorcendosi per terra e a parlare lingue strane…

      1. Carissimo Alessandro 2, temo tu abbia proprio completamente ragione 😥😥😥😥! Si potrebbe davvero organizzarci e farlo. Fosse un fine settimana penso che in tantissimi offriremmo la fatica di raggiungere il Vaticano….per Amore autentico al Nostro Signore e alla Sua Santa Chiesa.

      2. “Le bugie di regime di radio vaticana” di Fra Cristoforo

        “Radio vaticana ha detto che oggi all’angelus c’erano 30.000 persone (http://it.radiovaticana.va/news/2017/10/08/papa_allangelus_dio_ci_vuole_una_vigna_ricca_di_speranza/1341611).

        A me è stato riferito da una persona che era presente (e che svolge un servizio in Piazza San Pietro) che non saranno stati più di 6 o 7 mila fedeli.

        Non sarò mica che la stampa Bergogliana aumenta i numeri come fanno nel regime di Cuba e della Corea del Nord?

        Tra l’altro oggi anche il microfono di Omissis si rifiutava di funzionare (http://www.lastampa.it/2017/10/08/multimedia/italia/cronache/inizio-muto-dellangelus-a-san-pietro-al-papa-non-funziona-il-microfono-ZGDDIBzySGUBU8sgde7VcN/pagina.html). Deve essere stanco pure lui delle eresie di Bergoglio!

        Finiti i tempi d’oro dei veri Angelus di Papa Benedetto XVI. Allora si che San Pietro era gremita!”

        E bravo Fra’ Cristoforo, ha proprio ragione, nonostante i tentativi di gonfiare i nr da parte dei bergogliOni, San Pietro si sta miseramente svuotando…..in caduta libera dal diabolico conclave del 2013😫😫😠😠😬😬

    2. @Pasquino: “Dovremmo circondare il Vaticano e recitare il rosario…”
      Già fatto! http://lascuredielia.blogspot.it/2017/08/
      Mi consta che, un piccolo gruppo di fedeli, prima della consacrazione ha recitato il Santo Rosario intorno a tutto il perimetro delle mura vaticane.
      Sarebbe tanto bello che ora lo recitassero attorno a quelle mura tutti insieme almeno (e non solo) i firmatari e i sostenitori della “Correctio filialis”.

  24. L’Italia deve imitare subito l’esempio polacco per riscoprire le proprie autentiche radici cristiane senza cui e’ un paese vuoto, ateo, soggetto ad eresie islamiche e comuniste sempre più invadenti e senza scopo.La sua forza,come paese cattolico,non può che venire da Cristo nostro vero Re e ispiratore.Senza Lui e’ un vuoto aggirarsi tra teorie pervertite gender,IUS soli pidiota e vita utilitaristico dedita al denardenaro e all’eall’egoismo senza scopo.Una forte tradizione religiosa evita il disorientamento giovanile,opponoppone forti resistenze ad invasioni eretiche islamiche e rafforza i veri valori di Patria,famiglia,Dio e Nazione unita per cui i nostri padri e nonni hanno dato la vita.Senza Dio e’ un triste e inutile destino di perdizione.Uniamoci volentieri ai fratelli polacchi che hanno capito cosa fare per resistere alle avanzate mediche di islam e Soros:pregare la Vergine Nostra Madre unica che ci sarà la vittoria contro chi ci assale e minaccia la nostra fede pretendendo di imporre le sue eresie a noi invece di essere la Chiesa Cattolica Cristiana che evangelizza gli invasori non profughi perché non fuggono da nessuna guerra.L’atteggiamento del Vaticano e’ di eccessiva e passiva accettazione dell’ islamismo che va fermato nel suo dilagare e contenuto con una fede forte cattolica convinta vera e condivisa no che noi diventiamo ISLAMICI NON ESISTE PROPRIO.LA VERA FEDE E’ CATTOLICA CRISTIANA.PUNTO.UNIAMOCI AI FRATELLI POLACCHI NELLA PREGHIERA A MARIA OGGI PIÙ CHE MAI URGENTE CONTRO IL NEMICO ISLAMICO NEMICO PERCHÉ IMPONE LA SUA DOTTRINA FALSA ED ERETICA.L’ ISLAM SI CONTIENE NON SI ACCETTA.AVE Ò MARIA PREGA PER IL NOSTRO PAESE INVASO.GRAZIE POLONIA

  25. per carità….ma voi siete tutti normali? secondo me no….una massa di fondamentalisti peggio dei musulmani, cambia solo il padrone … lasciate perdere, rilassatevi

    1. Fondamentalista tu del grande pensiero corrente laico! Ma hai la più pallida idea di cosa sia e cosa rappresenti il Rosario? Documentati e soprattutto leggi per uns volta Bibbia e Vangeli

    2. Roberto, chi è teso e si deve rilassare mi sa che è proprio lei! Il rosario le dà su i nervi? Abbandoni questo sito, qui recitiamo tutti il rosario. Punto!

    3. Mi sembra che io sono normale e anche un fondamentalista perché ancora credo alle parole del Vangelo e anche nella forza del Rosario. Pregherò anche per Te, perché Tu possa rilassarti.

    4. Egregio signor roberto… si rilassi … qui siamo normali … siamo quelli che ancora recitano il Santo Rosario, hanno in abominio Lutero e Maometto … siamo pochi … ma “cattolici”

      1. Sarebbe bello potersi ritrovare sabato a quell’ora su un sito, a recitare insieme il Rosario in streaming, se qualcuno ha notizia di una simile possibilità ce lo faccia sapere.

    5. Roberto mi sa che ad avere bisogno di rilassamento è lei, insieme a tutti i bergogliosi che, come lei, ora si stanno agitando perché si accorgono che la gente non si fa intortare facilmente come pensavano e che non basta il sosia di Stanlio in Vaticano per demolire la Santa Chiesa Cattolica.

    6. Caro Roberto, intanto i musulmani fondamentalisti, come dici tu, in Europa aumentano anche grazie ai cristiani anonimi e insignificanti del “lasciate perdere, rilassatevi”

  26. «Dall’umida, vasta Polonia» all’Italia è venuto sempre e solo del bene. Così sia anche questa volta.

  27. Mi unisco alla felicità e alle preghiere di tutti per questo vero e proprio miracolo della fede, che ancora una volta arriva dall’intrepida Polonia. Siamo tanti anche qui in Italia e nel resto d’Europa ad opporci all’invasione islamica e all’eresia dilagante nella Chiesa di Cristo. Meno organizzati dei polacchi, ciascuno nel buio della sua camera (cf. Mt 6,6) o davanti al Santissimo, imploriamo la pietà divina perché rovesci la situazione.
    Invito tutti a pregare per intercessione di San Giovanni Paolo II il Grande. Polacco, fu strumento di Dio nella distruzione quasi incruenta del cancro comunista, allora diffuso in mezzo mondo. Anche allora, come a Lepanto, come a Vienna, la situazione sembrava disperata. Anche allora Cristo vinse.

  28. l’ultima volta che ho sentito parlare un alto prelato vaticano di un rosario pubblico, leggevo che appellava gli oranti come portatori di “visi inespressivi”…ogni riferimento a quel mons è volutamente voluto!

  29. Sia Lodato il Signore Altissimo per aver suscitato in battezzati polacchi (e grazie Tosatti per la precisazione: da precedenti notizie sommarie avevo capito che fosse un’iniziativa partita dal locale episcopato) l’idea di questa pubblica preghiera e nei vescovi successori di Sant’Adalberto, San Stanislao Szczepanowski e San Giovanni Paolo II il coraggio (perché nell’Europa di questi ultimi anni un vescovo deve essere coraggioso per proclamare pubblicamente la Fede tramandata dagli Apostoli).

    Conoscenti polacchi mi dicono che Satanasso cercherà di ostacolare la preghiera anche con freddo maltempo, ma confidiamo nell’intercessione della B.V. Maria proclamata Regina della Polonia perché tanti fedeli trovino ugualmente la determinazione di unirsi a quella preghiera a presidio della loro terra contro nuovi attacchi satanici.

    1. E’ ovvio che nelle situazioni del genere l’inferno abbai e faccia di tutto per scorraggiare i fedeli ma la Madonna è molto più poderosa. Lì, dove sono stata io, appena abbiamo cominciato le funzioni prima del rosario ha smesso di piovere, poi è piovuto ancora per circa 3 minuti e dopo abbiamo goduto del sole. In molti luoghi è uscito il sole e alla fine del rosario in molti luoghi quasi in contemporanea sono apparsi gli arcobaleni che come sappiamo sono simboli di alleanza! Fate il rosario anche voi! Recitatelo ogni giorno come chiese la Vergine!

    1. Siccome nessuno puo ‘ ne aggiungere ne togliere dalle sacre scritture e visto che lei in merito ai muri è bergogliana,le faccio un copia incolla del passo dell’Apocalisse 21tutto. Lo legga bene e poi decida se Bergoglio ha ragione o meno su i ponti e su i muri…. buona lettura,fara’ presto..
      [1] Vidi poi un nuovo cielo e una nuova terra, perché il cielo e la terra di prima erano scomparsi e il mare non c’era più.
      [2] Vidi anche la città santa, la nuova Gerusalemme, scendere dal cielo, da Dio, pronta come una sposa adorna per il suo sposo.
      [3] Udii allora una voce potente che usciva dal trono:
      “Ecco la dimora di Dio con gli uomini!
      Egli dimorerà tra di loro
      ed essi saranno suo popolo
      ed egli sarà il “Dio-con-loro”.
      [4] E tergerà ogni lacrima dai loro occhi;
      non ci sarà più la morte,
      né lutto, né lamento, né affanno,
      perché le cose di prima sono passate”.
      [5] E Colui che sedeva sul trono disse: “Ecco, io faccio nuove tutte le cose”; e soggiunse: “Scrivi, perché queste parole sono certe e veraci.
      [6] Ecco sono compiute! Io sono l’Alfa e l’Omega,
      il Principio e la Fine.
      A colui che ha sete darò gratuitamente
      acqua della fonte della vita.
      [7] Chi sarà vittorioso erediterà questi beni;
      io sarò il suo Dio ed egli sarà mio figlio.
      [8] Ma per i vili e gl’increduli, gli abietti e gli omicidi, gl’immorali, i fattucchieri, gli idolàtri e per tutti i mentitori è riservato lo stagno ardente di fuoco e di zolfo. È questa la seconda morte”.
      [9] Poi venne uno dei sette angeli che hanno le sette coppe piene degli ultimi sette flagelli e mi parlò: “Vieni, ti mostrerò la fidanzata, la sposa dell’Agnello”.
      [10] L’angelo mi trasportò in spirito su di un monte grande e alto, e mi mostrò la città santa, Gerusalemme, che scendeva dal cielo, da Dio, risplendente della gloria di Dio.
      [11] Il suo splendore è simile a quello di una gemma preziosissima, come pietra di diaspro cristallino.
      [12] La città è cinta da un grande e alto muro con dodici porte: sopra queste porte stanno dodici angeli e nomi scritti, i nomi delle dodici tribù dei figli d’Israele.
      [13] A oriente tre porte, a settentrione tre porte, a mezzogiorno tre porte e ad occidente tre porte.
      [14] Le mura della città poggiano su dodici basamenti, sopra i quali sono i dodici nomi dei dodici apostoli dell’Agnello.
      [15] Colui che mi parlava aveva come misura una canna d’oro, per misurare la città, le sue porte e le sue mura.
      [16] La città è a forma di quadrato, la sua lunghezza è uguale alla larghezza. L’angelo misurò la città con la canna: misura dodici mila stadi; la lunghezza, la larghezza e l’altezza sono eguali.
      [17] Ne misurò anche le mura: sono alte centoquarantaquattro braccia, secondo la misura in uso tra gli uomini adoperata dall’angelo.
      [18] Le mura sono costruite con diaspro e la città è di oro puro, simile a terso cristallo.
      [19] Le fondamenta delle mura della città sono adorne di ogni specie di pietre preziose. Il primo fondamento è di diaspro, il secondo di zaffìro, il terzo di calcedònio, il quarto di smeraldo,
      [20] il quinto di sardònice, il sesto di cornalina, il settimo di crisòlito, l’ottavo di berillo, il nono di topazio, il decimo di crisopazio, l’undecimo di giacinto, il dodicesimo di ametista.
      [21] E le dodici porte sono dodici perle; ciascuna porta è formata da una sola perla. E la piazza della città è di oro puro, come cristallo trasparente.
      [22] Non vidi alcun tempio in essa perché il Signore Dio, l’Onnipotente, e l’Agnello sono il suo tempio.
      [23] La città non ha bisogno della luce del sole, né della luce della luna perché la gloria di Dio la illumina e la sua lampada è l’Agnello.
      [24] Le nazioni cammineranno alla sua luce
      e i re della terra a lei porteranno la loro magnificenza.
      [25] Le sue porte non si chiuderanno mai durante il giorno,
      poiché non vi sarà più notte.
      [26] E porteranno a lei la gloria e l’onore delle nazioni.
      [27] Non entrerà in essa nulla d’impuro,
      né chi commette abominio o falsità,
      ma solo quelli che sono scritti
      nel libro della vita dell’Agnello.

      1. che strana questa Città Santa! E’ fatta solo di mura e porte, porte e mura e ancora mura e mura. Alla fine si accenna anche a una piazza ma … neanche un ponte!

        1. Anonimo, certo che è strano!

          Si vede che c’è un errore nel progetto o degli esecutori perché di certo, nel progetto del Grande Architetto e comunque seeseguito da qualsiasi loggia muratoria che si voglua degnamente tale, ci sarebbero ponti a volontà e non muri.

      2. Egregio Sig. Francesco S, non sono riuscito a capire dove son stati voluti i ponti al posto dei muri nella città santa, Gerusalemme, nella descrizione da lei riportata citando documento di dubbia provenienza e significanza, oltretutto sembra un profeta di sventura: l’autore di questa presunta e cosiddetta Apocalisse, ha almeno delle registrazioni attendibili?

        Sospetto, però, che di ponti, al posto di mura per la città santa, non se ne parli neppure ed in tal caso, devo avvertirla, in modo tale che lei avverta, a sua volta, l’autore dell’Apocalisse che cita; e così che possa render noto ad il Creatore che avrebbe pensato fosse giusto tirar su mura invece di ponti, per la città santa, che Bergoglio papa, ha stabilito e già deckamato, urbi et orbi, che chi alza muri e non fa invece solo ponti, non è cristiano.

        Informi l’autore dell’Apocalisse, affinché da lui sia messo a conoscenza il Creatore che fa discendere città santa con mura, che il papa può ricorrere anche all’infallibilità del magistero e che, dove il Creatore insistesse a criticare o disobbedire al papa, ci sono eminenti teologi ed esperti di dottrina pronti a spiegargli perché Egli, il Creatore, si porrebbe automaticamente fuori della Chiesa come eretico.

  30. L’Italia NON puo’ recitare il Rosario…per rispetto dei musulmani e delle altre confessioni… (vedi presepe canti di natale ecc)…..
    Oramai siamo allo sfascio totale….

    1. Noi andremo a recitare il Rosario a Civitanova Marche Alta. Ma il Rosario si può recitare nel silenzio della propria camera, o in mezzo ad un prato. Basta recitarlo…

    2. Forse non sapete che il ROSARIO è uno strumento utilizzato da secoli dai pagani. I musulmani lo utilizzano da moltissimo. Il ROSARIO non è cristiano e Gesù Cristo non ha MAI insegnato simili pratiche. Il ROSARIO, tecnicamente, è utilizzato PER L’INVOCAZIONE SPIRITICA. Forse questo farà sorridere molte persone ma è la semplice realtà.

      1. Poveretto, marco, non riuscirà a demolire anche il Rosario, non riuscirà a rovinarci anche questo. Fa proprio pena marco, se resta nel suo cinismo, poveretto!

        1. E comunque queste reazioni misere alla massiccia adesione al Grande Rosario Polacco dimostrano che dalle parti bergogliOse la rabbia è proprio tanta, marco alias.

          1. Il mio suggerimento, che estendo al resto dell’utenza, è di non cadere nelle provocazioni, cercando di replicare con moderazione e cercando di imitare Gesù, ossia pregare fraternamente per Marco affinché possa conoscere gli effetti benefici del Santo Rosario.

            Sulla seconda parte del discorso sono d’accordo con lei: questa iniziativa è andata di traverso a molti e, a livello generale penso proprio che, come già scritto da qualcuno, il Nemico stia schiumando rabbia per quanto accaduto. Quanto avvenuto sabato, alla luce dei tempi in cui viviamo, può davvero definirsi miracoloso: termine di cui si abusa troppo spesso ma stavolta davvero calzante.

            Che la Vergine Santa possa renderci il cammino meno difficoltoso.

          2. Gentilissimo e garbatissimo Brocken di cui invidio benevolmente la capacità di essere pacato e saggio, lei ha ragione, però a me spesso prende l’angoscia e anche il panico…..lo vede anche lei che ci stanno togliendo tutto, DUEMILA ANNI di Santa Chiesa Cattolica umiliata derisa infangata e smantellata pezzo a pezzo…..è vero, devo fidarmi, NSGC La Proteggerà e confondere’ i superbi che ora credono di essere riusciti nel loro intanto distruttivo……ma umanamente non è facile e io mi tormento nel vedere come può una persona, probabilmente religiosa e probabilmente al seguito dell’abusivo “vescovo di roma”, voler SPORCARE come fa il tale marco, anche una Devozione Santa e Pulita come il Santo Rosario, Suggerito dalla Madonnina Stessa in Ogni SUA APPARIZIONE….come si può arrivare a tanto? Scusate ma io non riesco a restare indifferente.

          3. La ringrazio per le sue belle parole. La mia pacatezza, o perlomeno il tentativo di metterla in atto, deriva dal desiderio di seguire il Vangelo, andando contro la mia stessa natura, assai battagliera e polemica.

            Questo non significa che l’attuale situazione della Chiesa e la lettura di certe osservazioni mi lasciano indifferente, tutt’altro: resto sgomento, molto preoccupato e per certi versi anche perseguitato. Le risparmio i dettagli di cosa significa essere incompreso e trovarsi in minoranza in famiglia, tra gli amici e nella stessa parrocchia (grazie a Dio ci sono alcune eccezioni che la pensano come me).

            Cerco tuttavia di combattere la battaglia seguendo quanto ha detto Gesù nel Vangelo e la Vergine a Fatima: preghiera per i nemici, Rosario per la conversione dei peccatori, Sacra Scrittura ed Eucaristia. Inoltre cerco di ricordare le parole scolpite in eterno: le forze degli inferi non prevarranno contro la Chiesa e il Cuore Immacolato di Maria trionferà.

            Certo, bisognerà vedere quale sarà il prezzo che dovremo pagare: sta a noi accelerare questo trionfo e cercare di contenere l’avanzare dell’apostasia nella Chiesa e la scristianizzazione della società. Sono molte, troppe, le anime che rischiano di dannarsi e di tutto ciò all’umanità sarà chiesto conto.

            Tuttavia l’iniziativa di sabato mi ha fatto capire ancora una volta l’importanza della preghiera nelle vicende umane: chi l’avrebbe immaginato che in questi tempi bui un gregge di fedeli si ponesse a difesa della fede in modo così fragoroso? Perciò andiamo avanti nonostante tutto e proviamo ad accorciare il tempo delle sofferenze con le “armi” che Gesù e Maria ci hanno dato.

          4. Zietta forse non dovresti prendere troppo seriamente certe provocazioni da 4 soldi. O comunque non dovresti considerare questo ”marco” come rappresentativo di qualcuno che non sia lui stesso…

  31. L’impavida operazione polacca “Rozaniec do granic” congiuntamente alla poderosa operazione”Storm Heaven” hanno rappresentato un’abile manovra a tenaglia atta a spezzare il malefico asse luterano Roma-Berlino che ,nella sua tracotanza , era arrivato a festeggiare ,con un empio banchetto in Basilica, una vittoria che credeva gia’ sua.
    Ma i resti di quello che fu uno dei piu’potenti eserciti di lucifero risalgono in disordine e senza speranza le valli che avevano discese con orgogliosa sicurezza.

  32. Caro Marco, questo è un articolo di alto valore ideologico e politico. Ti invidio (pure se l’invidia non esiste nel mio animo).
    Vorrei essere un potente chiaroveggente per spostarmi dalle parti della Polonia e “vedere” quella enorme piramide di intenzione che si eleva verso l’alto, per ricevere poi, come una pioggia estesa, la Benedizione Celeste.
    Caro Marco, ascolta l’opinione di uno che era nemico di questa Forza divina. Questa è la dimostrazione che lo Spirito non ci ha abbandonato… Certe iniziative non sono frutto della “MENTE”, ma sgorgano dallo SPIRITO stesso…
    Già in Italia si fanno Messe di Riparazione. Uno può dire: ma sono poche… Sì, sono poche, ma l’espansione della FORZA è tremenda, senza ostacoli penetra sia nella fisicità dell’ambiente intorno, sia nei piani più sottili e invisibili, per chilometri e chilometri a raggera…
    Nel nostro piccolo territorio maceratese, sabato alle ore 18, in una chiesa di Civitanova Marche Alta, inizierà il Santo Rosario, un “mantra” potentissimo, seguito da una Messa in Gregoriano. Non so che sia, ma già ci stiamo mobilitando per andare…
    Tutto l’attacco esterno e interno alla Chiesa, al Cristo e allo Spirito Santo, ha iniziato a produrre una reazione. Credo che anche tu la percepisca. Gli animi più recettivi percepiscono la vibrazione spirituale che si espande nei piani più sottili. Ma pure anche attraverso i fogli della “riscossa”, primo tra tutti “Stilum Curiae”. Se così non fosse, io non sarei stato condotto a “Stilum Curiae”. Non mi permettono di perdere il mio tempo dietro cose secondarie o inutili. Non più TV, dei quotidiani leggo solo il titolo e so il contenuto…
    Ti voglio bene. E questo sentimento è unito a quello di Enzina, di Flora e di tanti altri Fratelli e Sorelle, fedeli combattenti, che traggono forza e conoscenza tramite “Stilum Curiae”.

    1. ehm Giorgio,
      mi permetto di rilevare che si ti sei dimenticato di mandare in malora Dart Fener ed il lato oscuro della forza.

  33. importante: se qualcuno vuol sovvenzionare l’iniziativa, come personalmente ho già provveduto a fare, segnalo che nel relativo sito web, qui
    http://rozaniecdogranic.pl/kontakt
    c’è un piccolo errore nell’IBAN, manca la sigla nazionale all’inizio… per cui l’IBAN esatto è:
    PL09114020040000330275708392
    conto intestato “Fondazione solo Dio basta”.
    Madre Celeste, illumina e sveglia l’Europa e l’Italia!…

  34. Osservo per la prima volta in vita mia che la Polonia è a forma di Cuore! (Cuore della Fede Cattolica, Cuore Dell’Europa, Cuore del Mondo, Cuore di Maria)
    Non sarà forse questo Rosario la famosa “Scintilla della (Vera) Divina Misericordia” che partirà dalla Polonia e salverà il mondo?!

  35. Sì, grande idea, alla quale possiamo aderire anche noi, stretti tra l’incudine del PD e soci, che stanno facendo tabula rasa dei fondamenti della nostra civiltà, e che vogliono radere al suolo i muri ideali di difesa delle nostre città, e costruire velocemente ponti improvvisati, per farci invadere dalla marea dei barbari, che poi, una volta cittadini, voteranno per loro, e, alla fine, sostituiranno il popolo italiano… il tutto, si capisce, tramite la demolizione delle basi antropologiche della nostra civiltà, con il gaysmo e il gender di Stato, libertà di educazione col buono-scuola negata, eccetera. Ovviamente, il martello sul quale batte l’incudine, è Amoris laetitia….

I commenti sono chiusi.