EUROPA MUSULMANA IN 40 ANNI? SECONDO UN ECONOMISTA FRANCESE SÌ. MA C’È CHI NON È D’ACCORDO…

Marco Tosatti

Nell’arco di quaranta anni, in base alle tendenze demografiche attuali, la popolazione banca in Francia e in altri Paesi d’Europa diminuirà in maniera così consistente che si avrà una maggioranza musulmana. È la conclusione – naturalmente passibile di dibattito e di dissenso, come sempre in questi casi di proiezioni a lungo termine – di uno studioso ed economista francese, Charles Gave, che l’ha pubblicata sul sito del suo think tank, Libertes. Gave parla di una graduale “sparizione delle popolazioni europee”, a fronte di un robusto tasso di nascite dei musulmani.

Gave è presidente del Gavekal Reasearch. Il suo articolo, intitolato “The white Plague”, “La peste bianca”, è pericoloso, afferma, “per la mia rispettabilità personale e le mie possibilità di essere ascoltato nella nostra bella democrazia”.

Gave ha tratto le sue conclusioni comparando il tasso di nascita per donna delle francesi – 1.4 – con il tasso di 3.4 delle donne musulmane. Secondo Gave dei 67 milioni di francesi, circa il 10 per cento – cioè 6.7 milioni – sono musulmani. Il tasso di natalità europeo si colloca intorno all’1.6 per donna.

Queste le conclusioni di Charles Gave: “Nell’arco di 40 anni al più tardi, è quasi sicuro che la maggioranza della popolazione sarà musulmana in Austria, Germania, Spagna, Italia Belgio e Olanda. Queste non sono predizioni, ma calcoli, e non tengono neanche conto dei nuovi immigrati”. Il processo potrebbe essere infatti accelerato vista la continua immigrazione in Francia e in altri stati europei di musulmani. “La nostra estate sarà davvero finita quando la demografia cambierà, semplicemente perché noi dovremo diventare una minoranza nei nostri stessi Paesi e la maggioranza non farà più attenzione alle geremiadi vecchie di 68 anni, i cui autori saranno tutti morti o in pensione”.

E continua: “La grande, immensa notizia dei prossimi trenta o quaranta anni sarà così la sparizione delle popolazioni europee, i cui antenati hanno creato il mondo moderno. E con queste popolazioni spariranno le diverse e complementari nazioni europee che hanno permesso l’immenso successo del vecchio continente per almeno cinque secoli”.

Gave non dà una lettura religiosa, ma piuttosto agnostica su ciò che un Europa islamica vorrà dire per quanto riguarda la democrazia liberale e la libertà di parola. “Non dico che sarà sbagliato, o sarà un bene. Sto semplicemente dicendo che questo necessariamente avrà un’influenza sul nostro sistema politico”.

Le conclusioni di Charles Gave non sono condivise dal Gatestone Institute, secondo cui i tempi di questo processo potrebbero essere molto più lunghi. E non si sa che cosa sarà l’islama in Europa fra qualche decina di anni. Dreu Godefridi, analista del Gatestone, ricorda che solo due o tre generazioni fa l’Europa era ancora cristiana, e di quel fervore religioso rimane molto poco. Godefridi ricorda che nel 2015 in Francia, grazie all’aborto legale, 204.000 bambini sono stati soppressi, a fronte di 760.421 nascite. “Messa brutalmente, gli europei non fanno più abbastanza bambini. E questo non ha niente a che vedere con l’islam: questa ‘malattia’ è interamente autoprovocata”. Solo qualche giorno fa c’era la notizia secondo cui per il terzo anno di seguito il nome più comune fra i nuovi nati britannici era Muhammad, Maometto.



Questo blog è il seguito naturale di San Pietro e Dintorni, presente su “La Stampa”.  Per chi fosse interessato al lavoro già svolto, ecco il link a San Pietro e Dintorni.

Se volete ricevere i nuovi articoli del blog, scrivete la vostra mail nella finestra a fianco.

L’articolo vi ha interessato? Condividetelo, se volete, sui social network, usando gli strumenti qui sotto.

Se invece volete aiutare sacerdoti “scomodi” in difficoltà, qui trovate il sito della Società di San Martino di Tours e di San Pio di Pietrelcina.

46 pensieri su “EUROPA MUSULMANA IN 40 ANNI? SECONDO UN ECONOMISTA FRANCESE SÌ. MA C’È CHI NON È D’ACCORDO…”

  1. Parrebbe che le scuole in Inghilterra stiano anticipando l’eliminazione di termini in uso per la datazione storica quali “B.C.” e “A.D.” (Before Christ, avanti Cristo e Anno Domini, anno del Signore).

    Il motivo per tale genialata è la solita disposizione alla political correctess che, in questo caso, non vuole offendere gli studenti di altre religioni.

    Ed i mussulmani in Inghilterra son tanti davvero e, difatti, per il terzo anno consecutivo, si conferma maometto (nella forma più diffusa di mouhammad ma ci sono varianti come ahmed) il nome più in voga tra i neonati (e, sospetto, aisha o fatima per le femminucce).

    Come capita, ormai, anche in Italia, simili iniziative di politicamente corretto non sono di iniziativa dei maomettani (vedi i canti di natale epurati di riferimenti cristiani o proprio sostituiti con altri canti, i presepi ripudiati, iniziative di zelanti maestrine o presidi), almeno non ufficialmente.

    Ed anche per il caso inglese, abbiamo la dichiarazione di comunità maomettane ed ebraiche che, non solo non è richiesta loro, ma non erano disturbati da quei termini (anche in Italia accadeva lo stesso con dichiarazioni di islamici a chiarimento: canti cristiani e presepi non recavano alcun fastidio).

    I termini ritenuti offensivi per i mussulmani dagli inglesi non mussulmani saranno rimouazzati da “BCE” (Before Common Era: Prima dell’Era Comune) e CE (Common Era).

    Termini oltretutto (per me) odiosi perché ricordano due mostri quali:
    – la Banca Centrale Europea (al cui comando c’è un uomo del Goldman Sachs Group, una delle banche d’affari più grandi al mondo, quartier generale negli USA, of course; come uomo del gruppo Goldman Sachs è stato Mario Monti, già presidente di due commissioni europee e pure l’ex presidente della Commissione europea José Manuel Durão Barroso è presidente non esecutivo e advisor del gruppo dal 2016 e la connection non finirebbe certo qui.
    – la Comunità Europea nata con un’etica di stampo speculativo commerciale/protestante e non sulla base di affinità e matrici culturali comuni per definirne identità (cristiana per cominciare, ma per affari ed altro, cone il progetto Eurislam, matrice identitaria non riconosciuta).

    La previsione a quarant’anni appare sempre più ottimista.
    Perché la civiltà occidentale, a partire dal continente europeo, con poche eccezioni (per esempio Ungheria e Polonia), non vuole integrati altri, ma preferisce disintegrarsi.

    Da noi, in Italia, in una scuola con forte presenza di immigrati, è stato proposto l’insegnamento dell’arabo: ideona di un consigliere locale del PD, di origine marocchina ed in Italia e con cittadinanza italiana da venti anni.
    L’arabo perché è la lingua ufficiale e “universale” dell’islam (come lo fu a lungo il latino per la cristianità, con suo gran beneficio).

    http://www.christianpost.com/news/uk-schools-removing-bc-ad-dating-to-avoid-offending-non-christians-201301/

  2. #Libero arbitrio davanti al quale Dio si ritira = bestemmia, se riferito a chi ha la grazia di stato#

    Se fosse davvero così, avremmo tutti papi impeccabili, lungo la Storia della Chiesa.

    La realtà è testarda: il fatto che Dio impedisca il “peggio”, non significa che il male non esista. Anche fra alti e altissimi prelati.

    Un papa non sarà mai marionetta nelle mani di Dio: e di danni ne potrà fare a iosa, pur senza arrivare all’eresia formale.

    1. “Se fosse davvero così, avremmo tutti papi impeccabili, lungo la Storia della Chiesa”

      La grazia di stato non riguarda il peccato.
      Il resto non l’ho detto. Non ho negato il male; Dio non vuole marionette.

      1. #La grazia di stato non riguarda il peccato#

        Un papa può peccare in molti modi, e in particolare pecca – portando le anime fuori strada – quando esprime pensieri e concetti contrari alla retta Dottrina.

        Dio non permette che un papa esprima concetti eterodossi, in veste di supremo Pastore della Chiesa.

        Ma, fuori di quei paletti, ce ne sono di modi, per proporre insegnamenti errati.

        Se poi vogliamo andare avanti a forza di sillogismi, è un altro discorso.

  3. Meno, molto meno, a me un sacerdote ha detto che l’Italia e l’Europa saranno islamizzate entro 10 anni. Ma vorrei fare una proposta, e se qualcuno conosce sacerdoti o Vescovi che veramente amano la nostra Chiesa e l’identità cristiana, vi prego di chiedergli di celebrare una Messa dove si consacra A Dio Padre, per mezzo di Gesù, e per intercessione della Vergine Maria l’Italia, l’Europa e tutto il popolo cristiano, invocando il suo aiuto che ci salvi e ci liberi dall’islamizzazione in modo pacifico e indolore, evitando guerra e violenza. E che protegga e custodisca la Chiesa e il popolo cristiano dai nemici interni ( i Giuda) ed esterni. Io ho provato a parlerne ma qua son tutti sordi e ciechi. perchè chiedo di consacrarci al Padre?? perchè la cosacrazione al Cuore Immacolato di Maria è già stata fatta, poi è Dio Padre che comanda e chi meglio di Lui può cambiare le cose??? Perciò se siete d’accrdo facciamo questa consacrazione, io sento forte questo desiderio ma come ho già detto nessuno mi ascolta. Enza permettimi di correggerti: il concetto di “razza” non esiste non possiamo nel 2017 parlare di razze, perchè la razza è una, ed è quella umana, ma piuttosto si può parlare di popoli. Inoltre condivido che a provocare l’estinzione del nostro popolo è l’aborto perchè tutti quei bimbi uccisi prima che nascessero, sarebbero stati i giovani d’oggi, e purtroppo la colpa di un governo ricade su tutta la Nazione, sapete cosa penso??? purtroppo sento di molte donne che si lamentano che non riescono ad aver figli, e secondo un mio modesto parere è che Dio, visto che i governi favoriscno l’omicidio embrionale e fetale, ha deciso di non mandare più figli come punizione. Così arriveremo ad estinguerci. Che Dio ci perdoni e ci salvi.

  4. Guai se si spacca la Chiesa. È quello che vogliono i burattinai di Bergoglio. E noi se disconosciamo il Papa diventiamo eretici al volo. Non possiamo condividere certe posizioni, ma guai a disconoscerlo.

    1. Non sono d’accordo: i burattinai di Bergoglio hanno in Bergoglio un loro campione che punta ad ottenere un risultato ancora più grande: non divisione formale e scisma (che in teoria potrebbe anche rivelarsi controproducente perché meglio renderebbe evidente il disegno dei nemici della chiesa che giá erano come burattinai della chiesa) ma divisione interna da soffocare e forzare ai nuovi standard della neochiesa.

      In altre parole, puntano a qualcosa di molto più grande come programma ed è quello di deviare, mutare e svuotare dal di dentro la Chiesa e la sua missione tra gli uomini. Quindi, i burattinai nemici della Chiesa, NON desiderano lo scisma, perché dovrebbero se sono loro già burattinai, in grado di muovere come gli piace?
      Anzi, il successo del loro progetto di trasformazione della Chiesa, sarà veramente successo se evitano scisma formale.

      In altre parole, mai come oggi, con Bergoglio papa, i credenti possono fare così facilmente la fine della rana bollita in pentola.

    2. La Chiesa nella sua storia millenaria si è già spaccata numerose volte a causa di scismi ed eresie. Quelli che nel tempo si sono allontanati lo hanno fatto per loro scelta e le preghiere per l’unità dei cristiani si intendono, almeno credo, per arrivare ad un ritorno in seno alla Chiesa Cattolica di Roma da parte di chi l’aveva abbandonata, dopo aver abiurato, cioè sconfessato le eresie a suo tempo proclamate e riabbracciato il Credo immutabile della Vera Chiesa di Roma.

      Secondo questo concetto la Chiesa cattolica non può fare altro che spalancare le braccia per riaccogliere il figliol prodigo, non certo andandogli incontro con trattative (diplomatico politiche) per rendere il boccone più digeribile o “appetibile”.

      Io la vedo così, da quanto mi è stato insegnato. Nessuno obbliga nessuno. Non sono questioni da “mercanteggio”. Correggetemi se sbaglio.

    3. Occorre riconoscere il papa.

      E occorre riconoscere che il papa attuale è un pessimo papa: e dunque tenersi lontani dai suoi insegnamenti eterodossi.

      Un pessimo padre non cessa di essere padre. Ciò non significa che i figli siano moralmente obbligati a seguire i suoi errati insegnamenti.

  5. Ormai ci siamo accorti che siamo entrati in una guerra mondiale contro l’individuo e contro la famiglia. Ormai i nostri Nemici, amici del primo Nemico, si sono schierati. Il punto debole dello schieramento è l’Italia, l’Europa e l’Occidente. L’Africa tiene con il suo Clero nero e con i missionari. Tra Occidente è Oriente c’è la barriera della Chiesa Ortodossa, che da San Pietroburgo arriva alla Grecia. La Russia è cementata dalla Chiesa del Silenzio e dagli oltre 100 mila religiosi martiri del Bolscevismo. Vicino a noi c’è Medjugorje, osteggiata dal comunismo titino ed ancora viva, malgrado gli attacchi distruttivi dei soliti ambienti cattolici.
    Noi dobbiamo continuare a combattere: organizzarci, informare e pregare. Soprattutto pregare. E’ ciò che i Nemici non possono fare, avendo Satana come dio. Comunque, a questo nostro livello non possono arrivare… Chi può batterlo concretamente non siamo noi: siamo troppo deboli in confronto con la potenza politica ed economica del Nemico. Quindi, solo lo Spirito può batterlo, di cui noi siamo solo gli umili strumenti.
    Ho l’impressione che la “Correctio Filialis” abbia iniziato a produrre i suoi effetti…

  6. C’è chi si impegna tanto affinché non ci voglia tutto questo tempo:

    “una consigliera di maggioranza, tesserata per il pd (partito democratico), ha lanciato una proposta che ha suscitato da subito polemiche in seno all’aula consigliare e poi anche fuori, dove alcuni cittadini hanno chiesto le dimissioni di Sofia Zemmale (questo il nome della Consigliera Pd, nata a Casablanca nel 1975 ma cittadina italiana e residente da noi da 20 anni).
    Ecco le sue parole:
    “I bambini dovrebbero imparare a parlare l’arabo per fare un percorso inverso e contribuire all’integrazione”, ha detto in aula suggerendo “l’insegnamento della lingua araba a tutti”.”

    Ed è una marocchina islamica in Italia e con cittadinanza italiana da ben vent’anni, figurarsi un po’ quanto ne sia valsa la pena!

    https://www.inews24.it/2017/10/02/pd-bambini-italiani-imparino-larabo-per-integrarsi/

  7. Caro Direttore:
    40 anni… che ottimista!
    Ma se abbiamo tra noi al profetizzato “Pastore ignorante e falso profeta”: Za 11: 15-17 e Ap 13: 11. 19: 20. 20: 10, che fa la strada al profetizzato Anticristo: 1Giovanni 2: 18. 2Giovanni 7. 2Ts 2: 1-12, e dopo quello profetizzato per il Signore “Fine del Mondo”: Mt 24 / / Mc 13 / / Lc 21.
    Ma in realtà caro Direttore, sarebbe divertente vedere gente che ora non si inginocchiano nella Consacrazione sfiancarsi e tirare fuori culo direzione alla Meca cinque volte al giorno.
    Saluti.

  8. Cari amici grazie, siete gentili ! Come diceva Paolo: non sono più io che vivo, ma è Cristo vive in me.
    L’unica cosa che mi dispiace, o forse non è l’unica, è vedere i nostri giovani come si sono ridotti a livello sociale, ma anche a livello corporale: seguono le mode che li portano lontani dal riconoscere pure se stessi. Zombie che camminano, atteggiamenti irriverenti verso gli anziani, un linguaggio da far rabbrividire. Mi direte: sono adolescenti, e perciò un po’ incoscienti. Ma è proprio in questa fase che si forma l’uomo, ma se il ragazzo viene comperato con una moda come quella che si vede, con gli strumenti elettronici che li rimbambiscono, e rimangono davanti alla tv fino tardi e i genitori che non sanno più avere autorità, che uomini avremo? E poi la Chiesa ridotta come è ridotta…. cosa può offrire a questi giovani? La fede è un dono grande, ma oggi più che mai mi rendo conto che viene donata a chi è disposto a sacrificare la propria vita per il signore, nella fedeltà alla sua parola. La sofferenza che io provo in questa chiesa, credo sia anche la vostra sofferenza, ma il signore ci dice di donarci come olocausti al suo Cuore, pensando a Maria quanto ha sofferto sotto la croce. Quando preghiamo guardiamo alla vita di Gesù con gli occhi di Maria, col cuore di Maria….., e troveremo consolazione.
    Il grande Benedetto 16º oltre che santo uomo, anche profeta, nel lontano 76 disse che la Chiesa si sarebbe ridotta a un piccolo greggè, e che l’eucaristia si sarebbe ricevuta nelle case proprio come i primi cristiani. Non stanno forse arrivando questi tempi? Lo dice un uomo dalle spalle larghe, e dal cuore adorante, e credo che il Signore c’è lo lascia proprio per consolarci.
    Leggendo l’articolo a cui monsignor Burke risponde ad un giovane prete: http://lanuovabq.it/it/burke-il-male-nella-chiesa-il-papa-e-lunica-salvezza (leggere qui), mi sembra che in qualche modo voglia salvare l’onore del Papa, ma per me è poco convincente (e parlo per me) perché? Per questo motivo che ho scritto anche in fb:
    Ho riletto proprio ora l’artico. Mons. Burke parla molto bene, è una persona alquanto intelligente. Però dalle sue dichiarazioni, quando confessa egli stesso che il Santo padre parla prevalentemente con i propri pensieri, e quelli non rientrano nella verità di fede, allora mi chiedo, come mai molte sue espressioni sono finite per diventare realtà; come mai non risponde mai ai vari chiarimenti
    dei suoi collaboratori, permette che si dicano o si facciano cose nella Chiesa contro anche la buona ragione?
    Lo sappiamo che i media usano le parole del Papa, ma non solo del Papa, a loro uso e consumo….. però ho notato una cosa molto importante che mi ha martellato nella testa per tanto tempo. Quando ha detto sull’aereo riguardo i gay: se un gay va a Dio, chi sono io per giudicare? sembrerebbe una frase innocua, bella, evangelica, ma poi ci ritroviamo con questa benedizione proprio a una coppia gay che ha battezzato tre bambini. Ecco il link: https://mauroleonardi.it/2017/08/11/papa-francesco-a-coppia-gay-con-i-tre-figli-adottivi-benedizione-apostolica-alla-vostra-famiglia/ E mi fermo qui, perché volendo si trovano un sacco di cose che hanno dato a noi cristiani confusione e dolore. E dolore grande hanno messo nel cuore anche i molti titoli offensivi dati al popolo cattolico.
    È un momento triste per noi, e anche se qualche santo sacerdote come Burke vuol parare a ciò che sta facendo nella Chiesa papa Francesco, a noi non resta che chiedere a Dio una benedizione per Papa Francesco perché possa operare con il Magistero in mano lasciando perdere il suo personale pensiero, perché il proprio personale pensiero può andar bene per alcuni, ma non per la salvezza delle anime. E per ultimo voglio augurarmi che il prossimo pranzo che farà con i poveri, chieda in affitto al Comune una via interna, oppure una piazza della città così da poter mettere i tavoli e non lordare più una basilica: luogo di culto per noi cristiani. E visto che ci sono tantissimi musulmani al pranzo, potrebbe chiedere una moschea in affitto e così vivere felici e sereni tutto il giorno.
    Buon pomeriggio!

  9. Il mio pensiero è semplice su questo argomento:

    1) una maggioranza musulmana non è detto sia peggio di una maggioranza apostata, infedele, pro-sodomia, pro-aborto. In fondo basta pagare e la legge islamica ti lascia stare. Noi non paghiamo le tasse? Non paghiamo il pizzo? L’islam punisce severamente i ladri mentre noi li lasciamo liberi o ai domiciliari. Oramai non esisterà più un Europa cristiana, prendiamone atto. Il peccatore (colpevole di aborto cioè omicidio volontario pre-meditato) viene punito con il suo stesso peccato (mancanza di progenie). Dio non ha avuto neanche bisogno di inviare gli angeli per punire (es. Sodoma e le altre città della pianura)…della serie “massimo rendimento con il minimo sforzo”.

    2) Non ci sarà bisogno di Summorum Pontificium in quanto esisterà solo la S. Messa di S. Pio V tenuta in auge da noi con i nostri sforzi e con quelli che verranno dopo di noi. Niente più ostracismi, niente sorrisini di circostanza per ringraziare “Sua Eccellenza” di averci concesso di celebrare in rito antico una volta al mese e di sabato…Non credo che ci saranno molti martiri per la difesa del messale di Paolo VI…

    3) Ricordiamoci che in futuro sono stati profetizzati disastri naturali che colpiranno pesantemente l’emisfero nord. Io non sono un esperto di profezie ma volendo cogliere, con le dovute cautele, i vari elementi comuni non mi sembra che l’Europa ne esca bene, soprattutto quella del Nord. Che l’Altissimo non abbia scelto di “far estinguere”, almeno localmente, i suoi fedeli per evitare di farli soffrire troppo? Sarebbe una versione diluita nel tempo del “rapimento” profetizzato prima della fine dei tempi e sui non c’è per quanto ne so nemmeno una uniformità di pareri.
    4) Ultimo punto, che ritengo il più importante, i cristiani sono per definizione “il sale della terra” ed il sale è sempre presente in piccole quantità nel cibo. Quindi nessuno scandalo se i cristiani, almeno in Europa, restassero un giorno pochi ma buoni.
    Postilla: quanto sopra è comunque solo consolatorio. Resta il fatto che abbiamo buttato nel ce…so la nostra civiltà, le sue radici cristiane e quanto donatoci dal buon Dio. Abbiamo fatto scempio dei doni elargiti a mani larghe se non larghissime. Gli ebrei sono un chiaro esempio di come Dio sappia essere sia generoso (le varie liberazioni delle schiavitù) sia molto parsimonioso (quasi 900 anni di diaspora e poi che fatica ancora per avere una patria). A qualcuno la sventura degli altri non è bastata, ha deciso di provarla e farcela provare in prima persona. Ne riparliamo tra 200-300 anni.

    1. Terrei a mente che l’islam ha ridotto all’estinzione popolose ed antichissime comunità cristiane in Medioriente e non l’ateismo.

      Prenderei in considerazione, per miglior valutazione, le possibilità di vivere serenamente (?) da cristiani in Arabia Saudita. E chiederei conferma ai copti di come si viva tranquilli quando i mussulmani prevalgono.
      Soero non abbua già scordato della Chiesa fatta saltare con i fedeli dentro a Messa..

      Inoltre, immagina uno scenario sbagliato in cui collocare la prevalenza islamica: un conto era nella penisola iberica secoli e secoli fa dove il dhimmi era funzionale a far funzionare il sistema, non fosse altro che per la ragione che occorrevano per numero e per qualifiche a tenerlo in piedi.

      Ma ad oggi, il numero dei mussulmani promette di essere sufficiente ed anzi, i cristiani hanno un problema demografico e, infatti, ci vien detto già dal nostro sistema che abbiamo bisogno di loro.
      Una situazione rovescia rispetto a quella dell’occupazione islamica di allora.
      Senza contare l’esempio del Pakistan (ma non è l’unico) in cui si rischia carcere o morte con l’accusa di blasfemia, vera o falsa che sia (vero che, al papa non sembra interessare granché, ma noi ci siamo dimenticati anche di Asia Bibi?).
      O della Turchia..

      Chiedere poi ai cristiani perseguitati e massacrati come mosche dalle innumerevoli sigle di jihad islamico in Africa (in Somalia, ad esempio, anche qui la pratica di far saltare la chiesa coi cristiani dentro piace ai devoti di allah che hanno aggiunto la tecnica della seconda esplosione poi, quando tra urla e strazio di dolore si assembrano cercando chi è ancora vivo o di soccorrere o piangendo i morti ed ecco la seconda bomba esplode proprio allora, mietendo più di prima in una rappresentazione dell’inferno che, in nome di allah, davvero sembra spalancarsi in terra ), chiedere loro se preferirebbero un sistema islamico o ateo liberalprogressista, ecc.

      Per non dire se viene accusato di qualsiasi reato da dei mussulmani, quanto conti la sua testimonianza di miscredente e se non rischietebbe pure un suo avvocato di essere ammazzato per aver osato.
      E scoprirebbe che le pene per i mussulmani son più miti e più dure per i cristiani; ed è perché anche questo è aderire al vero islam.
      Dal qu’ran
      Sura XLVIII
      Al-Fath (La Vittoria)

      29. Muhammad è il Messaggero di Allah e quanti sono con lui sono duri con i miscredenti e compassionevoli fra loro. Li vedrai inchinarsi e prosternarsi, bramando la grazia di Allah e il Suo compiacimento.

      Credo abbia idealizzato di molto l’islam e non sarebbe con pochi a compiere tale madornale errore:
      c’è tutto uno sforzo in questa direzione ingannevole portato, purtroppo, anche dalla stessa Chiesa Cattolica che, da decenni e decenni, vive un più o meno consapevole trasporto identitario suicida, di disprezzo di sé, del proprio ruolo, del proprio passato, della proprie radici e tradizioni, della propria missione e, ciò, in piena coerenza con quanto vediamo in tutta la civiltà occidentale.

      Perfino nel regime criminale cinese i cristiani e pure i cattolici riescono a non sparire ed anzi, con enorme sacrificio e forza di fede, costretti alla pratica rischiosa della chiesa sommersa e non rinunciando a far proseliti, sono cresciuti nel numero.
      Nel Medioriente (islam) sono condannati all’estinzione!
      Peggio del regime criminale cinese, che è tutto dire, è l’islam.

      Non si lasci tentare dal crescente declino e degrado della nostra civiltà, oltre da un falso racconto imposto ad ogni livello.
      Pensi a Benedetto XVI defenestrato anche perché sgradito all’islam, colpevole di aver osato di provare ad iniziare un dialogo autentico con l’islam e non recitare ka commedia del solito dialogo finto, farlocco, posticcio, taroccato in salsa buonista e, purtroppo, il primo risultato di un autentico dialogo sarà sempre di mostrare che l’islam è inconciliabile, per natura e missione, con tutto ciò che non è funzionale all’affermazione della supremazia dell’islam e sottomissione o morte dei miscredenti ovunque essi siano.

      Ma comprendo che, nel caos dove anche il papa opera per la distruzione della chiesa e della fede, vedendo crollare ogni certezza, horror vacui si affacci come idea insostenibile e si brami, in cotanta disperazione, di riempir vuoto e disordine con qualsiasi cosa e qualsiasi ordine.

      Ma è un madornale errore, un grande inganno che già ha amici ed alleati potenti a seminarlo.
      Bergoglio in primis: per il ruolo che riveste, è certamente il più micidiale.

    2. Caro Diego B,
      arresa incondizionata ai musulmani? Mai! Siamo stati segnati nel Battesimo con la Santa Croce di Cristo, questa è l’identità che nessuno potrà cancellare mai! La risposta alla “Correzione filiale” sono i bagni chimici in S. Petronio? Può darsi…Questo è il tempo della prova ? «Beato l’uomo che sopporta la prova; perché, dopo averla superata, riceverà la corona della vita» (Giacomo 1:12).

  10. https://www.youtube.com/watch?v=Ac-ajx_MW1M
    Non so se già l’ho postato, ma in questo mio filmato dimostro come dei preti “cialtroni” non battezzano secondo quanto è stabilito dal Catechismo. Ossia, non permettono al bambino di diventare membro del Corpo Mistico del Cristo, con tutte le conseguenze che ne deriveranno, a cominciare da quelle della Comunione, che non potranno ricevere, ossia, non potranno nutrirsi del Cristo stesso per la loro salvezza…
    Da ciò si deduce che oltre ai preti, abbiamo anche Vescovi “cialtroni” che non controllano… Al problema dei preti pedofili si aggiunge pure quello dei preti che non battezzano.
    Poiché, se notate, alcuni di questi preti “cialtroni” sono – mi sembra – dei Neocatecumenali, questa “mania” di battezzare i bambini “non fisicamente”, ma secondo l'”intenzione” del prete, questa “mania” è stata voluta da qualcuno più in “alto”… Kiko ne sa qualcosa?
    Concludo: caro Marco, cari Fratelli e Sorelle, come possiamo difendere la nostra Chiesa da ERETICI e MUSULMANI e ATEI MATERIALISTI se abbiamo sacerdoti “cialtroni” che non seguono ciò che è scritto sul come dare i Sacramenti?

  11. Mah, mi sembra – pur parlando solo ad occhio e croce – un calcolo attendibile: tra quarant’anni l’Europa sarà a maggioranza musulmana. E’ lo stesso lasso di tempo che io, pur sempre spannometricamente, avevo già da tempo calcolato per l’estinzione della Chiesa cattolica da alcune zone dell’Europa (Italia in primis). Senza ricambio generazionale e con un clero sempre più anziano, i 300 preti che oggi ha una diocesi italiana medio-grande, domani li avrà una Regione ecclesiastica italiana medio-grande. Ma per arrivare a questa conclusione non sono necessari grandi studi… Basta vedere quanti sacerdoti vengono ordinati ogni anno nelle singole diocesi europee per rendersi conto che a breve anziché un parroco ogni dieci parrocchie, ci sarà un parroco ogni due diocesi.

    1. “Trovo che quest’uomo sia per il mondo una boccata di ossigeno”…….. dice di Bergoglio il neo assunto Sergio Staino.

      Da ex direttore de l’Unità a Avvenire non c’è soluzione di continuità, e in effetti i due giornali risultano molto affini di questi tempi, probabilmente anche sul numero di copie tirate e di lettori, che è inversamente proporzionale alla visibilità che gli viene data nelle rassegne stampa sui canali nazionali, tutti!

      Chissà come mai alla sua età (sembra barbone ultra settantenne) ancora al lavoro… pensione troppo bassa per mancato versamento dei contributi da parte del suo editore PCI? Probabile. Del personaggio (Staino, non Bergoglio) molte cose le apprendo solo ora, leggendo l’articolo di presentazione ai lettori del quotidiano dei vescovi, e trovo conferma del perché l’avevo sempre guardato con sufficienza, attraverso le sue vignette… Per quello che dicevano, ovviamente, mi ritrovo più sulla lunghezza d’onda di un Forattini, per dire. Vada in pace Staino, si trastulli e li trastulli i quattro gatti che leggono Avvenire. Ognuno si sceglie visto e piaciuto, a me non piace lei e non mi piace il quotidiano dei vescovi, ma me ne sono fatta una ragione. Se li conosci li eviti.

      1. Saranno quattro gatti, i lettori di Avvenire.

        Ma il peso specifico di quel che vi si pubblica non dipende dalle copie vendute bensì da quel che rappresenta: è la voce, l’organo stampa della CEI, mica il giornaletto parrocchiale (che avrebbe comunque un suo peso al di là dei lettori).

        Evitare la CEI in Italia diventa già più complicato.

  12. I senzadio del PD, della Sinistra e dei laicisti alla Monti non hanno preoccupazione in proposito. I musulmani sono utili per distruggere i cristiani. L’Islam del Dio che rimane in Alto deve distruggere il Cristianesimo del Dio che scende in Basso, addirittura nella Materia, con la Celebrazione Eucaristica, per la nostra salvezza. Lo spazio libero lasciato dal Cristo nei vari piani del pianeta verrà quindi occupato da Satana. Questo è l’obiettivo delle Logge angloamericane e dell’Alta Finanza, dei sottostanti Trilaterale e Gruppo Bilderberg, che gestiscono i cosiddetti Democratici mondiali, loro lacchè. Tutto ciò, mentre la Chiesa Cattolica ufficiale, impersonata dal papa Francesco, rimane indifferente alla distruzione. Anzi, sembra ben lieta di unirsi alla mattanza del Cristo. Ultimo sberleffo camuffato di “misericordia” è avvenuto a San Petronio.
    http://www.antoniosocci.com/ultime-dal-mondo-bergoglio-fra-le-la-profanazione-san-petronio-trasformata-mensa-1400-persone-bagni-chimici-cosi-accolgono-bisogni-delluomo/
    Dopo l’esaltazione di un Pannella, di una Bonino e di una Fedeli, cosa aspettano i nuovissimi eretici a sostenere che l’aborto può essere fatto in determinate circostanze, che la droga può servire per superare il senso di colpa al posto della confessione e che mettere le corna al proprio coniuge può essere visto come una forma di psicoterapia?…
    Per ridarmi forza sono andato ieri a Messa, per la prima volta, al Santuario della Beata Vergine Addolorata a Campocavallo di Osimo (Ancona), dai Frati Francescani dell’Immacolata, dove mi sono confessato dell’uno peccato che sto commettendo da tempo: quello di non amare il Bergoglio. Che non odio, naturalmente, per due motivi: primo, perché non riesco più da anni ad odiare; secondo, perché “amando” il papa rischio di distruggerlo.
    Onde non mandare in paranoia le “candide anime” che leggono queste pagine, non sto a dire cosa è stata ieri, dopo cinquanta anni di distanza dalle Messe in latino della mia “incosciente” giovinezza, la “manifestazione” di quella Messa Solenne in latino, officiata da un Frate Francescano dell’Immacolata, nero, accompagnata all’organo dal maestro Andrea Carradori di Tolentino. Era ritornare indietro di anni, di secoli… mentre, eccetera…
    Con il Concilio Vaticano II si è voluto modernizzare una liturgia (si dice così?) che proveniva da un “statico”, ossia da una Entità che non ha “materia, energia, spazio e tempo). Qui stiamo parlando addirittura del Secondo Aspetto del Logos, il Figlio, il Cristo. Che cosa è che si doveva cambiare? Il latino, che per secoli era stata la lingua capita da angeli e umani, con la lingua parlata? Il Golgota con una mensa? Il senso del Sacro con un cenetta con commensali inconsci e in piedi, come se fossero al bar? Ma, d’altro canto, se pure il Sommo Pontefice sta in piedi dinnanzi al Santissimo (così ho letto), quale esempio hanno le povere pecore fuggite dall’ovile, in attesa di diventare capri?
    Poche sere fa ho incontrato un mio amico chiaroveggente di tipo “giallo”, la maggiore potenza ottenibile. Dopo essermi chiarito con lui sulle tecniche usate dai satanisti e da entità demoniache per influenzare i fedeli che si stanno battendo per Cristo Re e Maria, egli mi ha detto che il problema è causato dalla maggioranza del Clero che non crede più. E che sarà lo Spirito Santo, nei tempi e nei modi che riterrà più opportuno, a sistemare le cose… Per cui, anche il problema dell’Islam verrà risolto, insieme a quello delle culle vuote, abbandonate dalla politica dei senzadio, a causa delle quali la Nazione invecchia e decade. Insieme alla nostra Civiltà millenaria che rischia di scomparire.

  13. Buon inizio di settimana tutti!

    Anche Hitler diceva che facendo morire gli ebrei la razza sarebbe terminata. Gave da buon gnostico non mette in conto che Dio c’è! Che quando deciderà di far piazza pulita dei grandi peccatori che hanno messo le nazioni in sofferenza con: aborti omicidi razziali, tirannie, guerre e ora anche con immigrazione, selvaggia, sicuramente in mezzo ci saremo anche noi povero popolino a dover soffrire, ma credo non permetterà mai che una razza come la nostra debba scomparire, e perché mai? Per far felici e contenti coloro che quando non sanno cosa fare nella loro vita studiano di far fuori i popoli? Se tutti noi avessimo un po’ più di fede, lavoreremmo contro queste ideologie o pensieri iniqui che non fanno assolutamente bene a nessuno. Il Signore susciterà politici più seri, più buoni, con un cuore un po’ diverso per una buona giustizia, sia per noi e anche per gli immigrati, donando loro la pace anche nei loro paesi. UTOPIA? Forse, ma noi cristiani dobbiamo avere fede grande in Gesù, perché solo Dio dirige il mondo, anche se annoi sembra il contrario.
    Un caro saluto a tutti!

    1. Cara Enza, la tua Fede mi è di grande conforto. La tua fede non è basata sull’UTOPIA, ma sulla pratica dei Sacramenti, così come sono scritti…
      Dovrò – con molta umiltà – postare (si dice così?) su questo foglio un mio filmato con cui dimostro come un Sacramento fondamentale come il Battesimo, viene dato da alcuni sacerdoti a cavolo di cane.

    2. Hai ragione Enza , bisogna ragionare con gli occhi della Fede. La Madonna a Fatima ( 100 anni quest’anno ) dice ..” alla fine il Suo Cuore Immacolato trionferà..” , dopo che avrà avuto svolgimento il 3° segreto ( non ci è stato rivelato interamente ) . Medjugorje serba 10 segreti ,che sono il dettaglio del 3° segreto di Fatima, perché Medjugorje è la continuazione di Fatima. Attraverso tanti altri Strumenti il Cielo ci prepara alla bufera , che deve essere affrontata con un’arma potentissima : il S. Rosario. Tutto ciò che è putrido cadrà e , come dice la Madonna , ” …avremo un periodo di gioia e di pace come non mai conosciuto…”. Lascia pure che questo mondo si dimeni nella sua immondezza perché avrà una grande sorpresa quando si affaccierà Colui che il mondo non si aspetta. Dice Gesù : …” troverò ancora Fede quando tornerò “… : si la Fede che ci ha portato Sua Madre . Beati quelli che si saranno affidati a Lei. Gli altri riusciranno a sostenere lo sguardo di Gesù ? E allora anche i musulmani si convertiranno a Lui. Comunque ora stiamo con i piedi per terra ed umanamente cerchiamo di denunciare tutto ciò che ci può essere deleterio e come ci dice la Madonna …PREGATE PREGATE PREGATE

    1. Caro Nicola, grazie della informazione di come la pensa Famiglia Cristiana… Questo Stilum Curiae ci permette di confrontarci tra noi e di avere informazioni di ciò che si pensa e di ciò che accade intorno a noi. Quanto all’articolo di Famiglia Cristiana, il senso è: “Prendete a scatola chiusa tutto ciò che dice e scrive il Papa. E poi c’è chi lo controlla…” Già, ma chi è che controlla il “controllore”?

        1. Gesù non controlla il “controllore” se quello agisce secondo il proprio libero arbitrio. Quelli di Famiglia Cristiana è già da molti anni che sono in libera uscita.

          1. Blasfemo è negare la onnipotenza di Gesù e del Suo Spirito.
            Il tuo messaggio la nega.
            Il tuo messaggio è blasfemo.

          2. Confermo, caro il mio punto, che stiamo parlando di due cose diverse: è logico che intendo SE “il controllore” non sta facendo il suo dovere di controllore e va per la sua strada, che non è quella insegnata da DIO. Con tutto quel che consegue.

            Non farmi dire ciò che non ho detto, ti rimando di ritorno la tua improvvida sentenza, fossi pure un alto prelato.

          3. Hai detto che Gesù non controlla quel controllore.
            Invece Gesù, con il suo Spirito, lo “controlla” ed è per questo che il controllore non va dove forse vorrebbe.
            Noi vediamo il male, ma Gesù ci impedisce di vedere il peggio.
            Non sono un “alto prelato”, non sono proprio niente.

          1. Io non sto parlando della onnipotenza di Dio, sto parlando del libero arbitrio davanti al quale Dio si ritira. E’ vero o no? Così abbiamo imparato da sempre. Sappiamo leggere le parole per quello che intendono, please!

          2. Gesù non controlla il “controllore” = bestemmia.

            Libero arbitrio davanti al quale Dio si ritira = bestemmia, se riferito a chi ha la grazia di stato.

          3. La storia dei papi ci dimostra che Gesù non “controlla” al tal punto da impedire il libero arbitrio perché, se dovessimo dire che il male e l’empietà di alcuni di questi era sotto controllo di Gesù fino all’impedimento del libero arbitrio, allora dovremmo dire che la responsabilità, la volontà di quel male (che è peccato) è di Gesù.

            Il che sarebbe una grave ed evidente bestemmia.

            Le uniche grazie riconoscibili a Famiglia Cristiana, oramai da anni, è di voler essere nelle grazie della sinistra , in particolare quella maggioritaria, di cui l’affiliazione fino a divenire sui organo stampa di propaganda in tempi di campagna elettorale, è stato palesato in una competizione di qualche anno fa (Famiglia Cristiana di schierò per Prodi e contro Berlusconi, creando non poco scandalo oer molti credenti, visto che il giornaletto spudoratamente schierato politicamente a sx veniva distribuito dentro le Chiese).

I commenti sono chiusi.