PEZZO GROSSO DRIBBLA LA CORRECTIO FILIALIS E PARLA DI SOLDONI, CIOÈ DI MILONE E DELL’ULTIMA GRANA FINANZE IN VATICANO.

Marco Tosatti

Ci ha scritto Pezzo Grosso. Non ci sorprende che ci abbia scritto, e che non ci abbia parlato – almeno lui! – della Correzione Filiale rivolta al Pontefice regnante, che ha raggiunto, a quanto ci dicono, i 146 firmatari, nella speranza di incrinare il silenzio irreale che circonda le conseguenze di Amoris Laetitia.

Pezzo Grosso non si occupa tanto di teologia, quanto di politica e infatti il suo intervento di oggi si rivolge a un fatto che la Correzione ha aiutato a far passare in secondo piano. L’intervista di Libero Milone, uomo del nuovo corso economico, forzato alle dimissioni da Revisore dei Conti, e la risposta molto secca e accusatoria della Sala Stampa vaticana, e del Sostituto alla Segreteria di Stato, mons. Angelo Becciu, secondo cui Milone stava spiando alcuni personaggi della Santa Sede.

Da qualunque parte la si prenda, una brutta storia, né la prima né l’ultima, ahimè, quando Santa Sede e soldoni vengono a contatto. Che cosa ne pensa Pezzo Grosso? Leggete.

“Abbiamo notato l’enfasi e l’attenzione sulla pubblicazione della cosiddetta correzione al Papa in ragione di propagazione di eresie. Non son un esperto ed ho faticato un po’ a comprendere il linguaggio ‘teologico-canonico’ ma non ho trovato accuse di ‘eresia’ al Papa, semmai l’implorazione a rispondere ai ‘Dubia’ al fine di evitare errori che possano corrompere l’indissolubilità del matrimonio.

Invece mi son fatto l’impressione che, come spesso succede, ( accadde per Vatileaks I e Vatileaks II) si sia scelto questo argomento, ormai vetusto dopo i Dubia, per confondere l’attenzione dovuta al cosiddetto “caso Milone” riferito alle finanze vaticane, di cui so solo quello che leggo sui giornali, intervista di Milone sul Corriere inclusa.

Dopo cinque anni vediamo che la situazione di “inquietudine” sul tema finanze vaticane , cresce esponenzialmente. Non so molto, ma se potessi dare un suggerimento al Papa e soprattutto al Segretario di Stato, gli chiederei di indagare su chi presiede e gestisce l’organo di controllo delle finanze vaticane. E’ mai possibile che si licenzino direttori, presidenti , controllori dei conti e chi ha obbligo di controllare il tutto cioè l’AIF, sia sempre indenne, ignorato, come inesistente? Ma sono i vertici dell’AIF che comandano veramente? Per conto di chi? Papa Francesco, card. Parolin, vi imploriamo per il bene della Chiesa, indagate…. Indagate”.

Grazie a Pezzo Grosso he ha distolto cinque minuti la nostra attenzione dalla Correzione Filiale, e dalle petizioni popolari ad essa collegate.



Questo blog è il seguito naturale di San Pietro e Dintorni, presente su “La Stampa”.  Per chi fosse interessato al lavoro già svolto, ecco il link a San Pietro e Dintorni.

Se volete ricevere i nuovi articoli del blog, scrivete la vostra mail nella finestra a fianco.

L’articolo vi ha interessato? Condividetelo, se volete, sui social network, usando gli strumenti qui sotto.

Se invece volete aiutare sacerdoti “scomodi” in difficoltà, qui trovate il sito della Società di San Martino di Tours e di San Pio di Pietrelcina.

54 pensieri su “PEZZO GROSSO DRIBBLA LA CORRECTIO FILIALIS E PARLA DI SOLDONI, CIOÈ DI MILONE E DELL’ULTIMA GRANA FINANZE IN VATICANO.”

  1. Cara Flora, qualora avessi letto come veniva dato il Battesimo col Rito Tridentino, avresti saputo che il Sacerdote faceva del piccoli Segni di Croce (segni di potere) col pollice sulla fronte, sulla gola, sul petto e sul plesso solare del bambino. Per puro caso (per gli scettici che mi contestano) il Sacerdote faceva i Segni di Croce sui chakra della “chiaroveggenza” (fronte), della “saggezza” (gola) dell'”Amore del Cristo” (petto), e delle “pulsioni e delle emozioni” (plesso solare, zona dello stomaco). Pure noi, prima che il sacerdote legga il Vangelo, ci facciamo i tre Segni di Croce purificatori (il Segno di Croce serve per purificare, “aprire” l’aura, o altre parti invisibili) sul chakra della chiaroveggenza (la fronte), su quello della saggezza (gola, o labbra), su quello dell’Amore del Cristo (petto), o del Cuore, quello di cui si parla nella Via della Mano Destra, o Via del Cuore.
    I battesimi fasulli, dati soprattutto da alcuni Sacerdoti Neocatecumenali, vorrebbero giustificarli con “l’intenzione” di battezzare. Mi sembra che sia un concetto protestante. Invece il Battesimo si deve manifestare, intenzione a parte (altrimenti non lo faresti), con una tecnica sacramentale.
    Nella stessa Celebrazione Eucaristica le regole di Consacrazione sono precise E SCRITTE. Quindi “da leggere” così come sono STATE SCRITTE. L’unica intenzione del Sacerdote è quando mette “attenzione” sulle ostie da consacrare. Se non mette “attenzione e intenzione” sulle ostie ancora non consacrate (basterebbe solo guardarle) quelle ostie rimarrebbero pane (materia).
    Il mio terrore è che cambino la formula (contenente la “chiave” per il contatto) dell’Eucaristia. Facendola diventare come l’idiozia satanica protestante, la religione cattolica (ortodossa e anglicana), sarebbero alla pari di qualsiasi altra religione, da quella buddhista, alla musulmana, a Scientology e a quant’altro. Ossia, senza una “causa” operante ad altissimo livello (irraggiungibile per noi umani), il FALSO sacramento eucaristico sarebbe limitato negli “effetti” positivi e definitivi sull’individuo. Poiché c’è “stupidità” (la mancanza della conoscenza occulta) nella stragrande maggioranza di noi fedeli, il gioco malvagio satanico riuscirà tra gli applausi dei senzadio e dei fedeli “stupidi”. La battaglia del “Dubia” e della “Correctio Filialis”, che molti cattolici – noti e sconosciuti stanno facendo pure per altri Dogmi – è tutta qui…

    P.S. – l’unico commento che ho ricevuto fino ad oggi a seguito della mia raccolta firme è stato quello di un “Papaboys” che mi ha scritto “Rapanelli fatti curare”. Dopo di che abbiamo iniziato a scambiarci e-mail per concludere che l’unica strada da poter percorrere è quella di affidare la soluzione allo Spirito Santo.

    1. Chiedo scusa, ma resta il fatto che nei tuoi interventi si ravvisa un pensiero non cattolico (chakra? Cosa c’entrano col battesimo cristiano? Il Catechismo tridentino “capolavoro di occultismo”? “Procedimenti” che permettono di vedere embrioni che stanno per essere abortiti), anzi gravemente esoterico ed eretico. Poi si può dire quel che si vuole, che non sono caritatevole o misericordioso, che sono un “rigido”, però noto dei gravi errori teologici; pertanto, ti ordino in nome di Cristo di smettere di propagare simili erronee dottrine, in particolar medio anche per mezzo di Youtube, di rinnegare certi errori e di rinunziare a Satana ed alle sue opere. Non ha senso dire che il Papa non ha l’autorità di rendere invalida la consacrazione eucaristica (ed è giusto), se poi si mescola il cristianesimo all’esoterismo ed alle ideologie orientali.

      1. Non per difendere Rapanelli ma c’è una cosa fondamentale che è quella che certi concetti possono assumere nomi diversi e non è detto che non sia utile. La Fede, che è solo quella cattolica, è una sola e passa solo da Cristo. L’uomo, il suo pensiero, il suo modo di vivere invece è multiforme e molti concetti filosofici danno ottimi spunti e ci consentono di affinare soprattutto il nostro modo di comprendere gli altri per poter meglio vivere con loro il Vangelo.
        Purtroppo noi vediamo solo uno scorcio del mondo spirituale, almeno finché siamo in vita, ed è umana anche la curiosità di esplorare l’inconoscibile consci di disporre di mezzi inadeguati.
        Attenzione solo a non fare sincretismo ma a mantenere i necessari distinguo. Ecumenismo è secondo me una parola che apre le porte alla idolatria ed alla apostasia.

  2. https://www.youtube.com/watch?v=Ac-ajx_MW1M

    Cara Flora, ti dedico questo mio filmato sul battesimo vero e sul battesimo fasullo. I sacerdoti che sbagliano non sanno cosa sono i “chakra”. Il Verbo entra con l’acqua battesimale nel bimbo attraverso il chakra posto alla sommità del capo. Poi il Sacro Crisma dato alla sommità del capo lo richiude. E il Verbo rimane dentro. I miei nipoti non lo hanno ricevuto alla sommità del capo, ma sulla fronte. Il chakra della chiaroveggenza della fronte non c’entra nulla con il Battesimo. Adesso, io non ho il potere sacerdotale per richiuderlo. Che devo fare? Il Cardinale Comastri mi ha detto di parlare col parroco…
    Nel 1989 la mia seconda moglie volle ritornare nella chiesa cattolica. Il Vescovo Carboni ci disse di vivere sotto lo stesso tetto, per via di nostra figlia piccolina, ma di comportarci come fratello e sorella, vivendo in due camere separate. Io ero un divorziato. Così facemmo. Nessuno di noi due ebbe più rapporti sessuali, neanche fuori casa. Mia moglie fece subito la Comunione. Io la feci dopo venti anni, poiché dovetti scoprire tramite i Rosacroce e la Teosofia cosa è l’Eucaristia e cosa accade mentre il sacerdote fa certi “procedimenti”.
    Da Comunista ero abortista e portai ad abortire. Quando facevo Scientology, detti un procedimento ad una giovane donna che voleva uccidere con coltello marito e figlio. Durante il procedimento incocciò un tentato aborto ad un mese e mezzo. Quel grumo non era solo un grumo. Ripercorrendo il tentato aborto, quel “grumo” aveva percezioni superiori alle nostre. Sapeva del tentativo di assassinio. Urlava “Mamma, perché mi fai uccidere?” E vedeva addirittura la mammana tedesca che usava un “enorme” (per il feto) ferro da calza. Il grumo non fu ucciso, sviluppò nel ventre della madre, poi nacque con limitazioni all’udito e alle corde vocali, laddove il ferro da calza aveva colpito quell’embrione. Durante il procedimento, io mi dissi “ma cosa ho fatto fino ad oggi?”. In cinque secondi divenni antiabortista. E non ero neanche cattolico…
    Non chiedo ad alcuno, laico o sacerdote, di fare il mio percorso: parapsicologia, Scientology, Rosacroce, studi su magia, su Aleister Crowley e Ordo Templi Orientis, Teosofia… Non è necessario. L’unica cosa da fare è DARE I SACRAMENTI COSI’ COME SONO STATI SCRITTI. Tutto qui. In Scientology esiste una tecnologia scritta dei procedimenti, che deve essere rispettata, altrimenti Scientology non funziona, o funziona male. La stessa cosa è per la Chiesa Cattolica. Non pronunciare la “CHIAVE” per il Corpo e il Sangue, da parte di un sacerdote “iniziato”, non fa giungere da profondità incommensurabili il “raggio bianco” e il “raggio rosso” (egregiamente ritratto dal Cristo di Santa Faustina) da parte del Cristo sul Pane e sul Vino. Quindi il Cristo non scende sul Golgota dell’Altare, nella Sua fisicità invisibile. E il Cristo, che non prende possesso del luogo fisico e di tutti gli altri piani invisibili, lascia un vuoto che verrà occupato dal Nemico, da Satana…
    Ripeto: non state a parlare delle mie stupidaggini. Controllate che i Sacramenti vengano dato così come sono scritti. Purtroppo non abbiamo più il Catechismo Tridentino, un vero capolavoro di occultismo, ma ancora riusciamo ad avere potere con ciò che è rimasto. E che gli eretici, i protestanti, i massoni vogliono distruggere definitivamente, perché è ciò che vuole il Padrone del Mondo. Come ce lo dice dal 1907 Robert Hugh Benson nel suo esoterico capolavoro “Il Padrone del Mondo”, edito da Fede & Cultura. In cui ci dice come presumibilmente Esso verrà distrutto… . Per intanto, cercano di distruggere le regole del Catechismo e quindi la stessa Chiesa Cattolica.
    L’unica chance che abbiamo è lo Spirito Santo. Affidiamoci a Lui. Affidiamo a Lui il Santo Padre. E’ lo Spirito che ha il potere di salvarci. Se usiamo la Mente, la via della Mano Sinistra, saremo sconfitti. Usiamo la Via del Cuore, la Via della Mano Destra. E’ tutto scritto su Internet. Consultatelo.
    Per intanto, fate firmare “Correctio Filialis” il maggior numero di persone. In questo mondo fisico, il numero conta molto.

  3. Giorgio, questa volta le do ragione completamente e la ringrazio per quanto si impegna per difendere la Santa Chiesa Cattolica. Le battutine del lupetto che perde il pelo ma non il vizio non attecchiscono e non offuscano ciò che con coraggio lei ha scritto. Non riuscirà stavolta il lupetto a distogliere l’attenzione dal tema. Comunque ci pensi Giorgio, per almeno un po’ provi a immergersi con tutto il suo essere solo nella Preghiera e provi per almeno un po’ a vedere come sta senza viaggi astrali….mi saprà dire. Glielo suggerisco con affetto fraterno.

  4. “Non ho trovato accuse di ‘eresia’ al Papa, semmai l’implorazione a rispondere ai ‘Dubia’ al fine di evitare errori che possano corrompere l’indissolubilità del matrimonio.”.

    Aprendo il documento e leggendo soltanto le prime due pagine si colgono affermazioni del genere:

    -“Siamo costretti a rivolgerLe una correzione a causa della propagazione di alcune eresie sviluppatesi per mezzo dell’esortazione apostolica Amoris laetitia e mediante altre parole, atti e omissioni di Vostra Santità.”

    -“È stato dato scandalo alla Chiesa e al mondo, in materia di fede e di morale, mediante la pubblicazione di Amoris laetitia e mediante altri atti attraverso i quali Vostra Santità ha reso sufficientemente chiari la portata e il fine di questo documento.”

    -“Santo Padre, il ministero petrino non Le è stato affidato perché imponga strane dottrine ai fedeli”

    -“Le rivolgiamo questa correzione, piuttosto, al fine di proteggere i nostri fratelli cattolici sperando di prevenire una diffusione di maggiore di dottrine che tendono per se stesse alla profanazione di tutti i sacramenti e alla sovversione della Legge di Dio.”

    Nemmeno io sono un’esperta e pure io ho faticato un po’ a comprendere il linguaggio ‘teologico-canonico’… Tuttavia a me sembrano proprio accuse di eresie messe nero su bianco senza giri di parole.
    Il Romano Pontefice è stato accusato da un gruppo di laici, teologi e non, di eresia (cosa che non succedeva da secoli, forse da più di un millennio, nella storia della Chiesa), e giornali, Cei e Vaticano parlano invece di ius soli, migranti, revisione legale dei conti… (come se non fossero già stati scritti fiumi di parole su questi temi negli ultimi anni). Mah…

    1. #e giornali, Cei e Vaticano parlano invece di ius soli, migranti, revisione legale dei conti#

      Ciò dimostra che la salvezza delle anime non è certo fra le priorità di costoro. Se dedicassero all’annuncio del Vangelo anche solo un decimo delle forze che impiegano per tutto il resto, sarebbe già qualcosa.

      Ma quando si perde di vista il Signore… cosa rimane?
      Solo l’eventuale impegno per cose umane; cose che, tra l’altro, vanno pure contro la Dottrina Sociale della Chiesa.

  5. Non si tratta di una semplice esortazione al Papa ma è una “corretio” che ha un significato ben preciso. L’esortazione a rispondere c’è già stata con i dubia pubblicati dopo il silenzio del papa, ma anche ora si pubblica per lo stesso motivo.
    Il silenzio del papa vuol dire che a lui al momento sta bene che lo stesso atto in una chiesa si assolva mentre in un altra si condanni, per una lenta transizione verso posizioni eretiche consolidate , anche con l’ausilio di interventi diretti su sacerdoti e vescovi dissenzienti. Il silenzio in questa materia e con queste conseguenze significa solo adesione del papa alle posizioni dichiarate eretiche dai 62 teologi.

    1. Riporto le ragioni esposte oggi al Catholic Herald da parte di uno dei nuovi firmatari della correctio, con la speranza che tutti possano comprendere l’inglese:

      Fr Andrew Pinsent

      I signed the filial correction not due to a lack of filial respect for the Holy Father, but because of the gravity of the situation.

      The correction is a next step, consistent with the teaching of Jesus Christ (Matt 18:15-17) and St Paul confronting St Peter (Gal 2:11), that follows a series of unanswered petitions since 2015. These have included one with nearly 800,000 signatures from 178 countries and including 202 prelates prior to the ludicrously manipulated family synod; the appeal of the 45 scholars and clergy to the College of Cardinals to repudiate possible heretical readings of Amoris Laetitia; the dubia of the four cardinals, whom the Pope did not even have the courtesy to meet; and the statement of the confraternities representing thousands of priests worldwide.

      As Prof. Josef Seifert warned recently, before being sacked for making this warning, we are facing the risk of the total destruction of the moral teachings of the Catholic Church. I would add that the contradictions now being introduced deny reason itself and are catastrophic for the Church’s mission of offering salvation to souls. Since I have given my own life to the priesthood exclusively for the salvation of souls, I had to add my name to the correction.

      Father Pinsent è direttore per la ricerca del Centro Iam Ramsey di Oxford su scienza e religione, oltre che sacerdote, teologo (laureato alla Gregoriana) e filosofo. Inoltre, è uno scienziato, con una laurea in fisica.

      1. Alla bella faccia di don Ariel che con il suo ultimo post dà di testa indispettito, perché prima di fare la correzione filiale non hanno chiesto il permesso a lui, il sontuoso nella sua torre d’avorio che pochi avvicinano per troppo timore reverenziale.

  6. Le vicende finanziarie vaticane ed ecclesiastiche in genere fanno aaccaponare la pelle. Vatican insider aveva recentemente pubblicato un articolo sulla vicenda di Guam nella quale è pesantemente implicato il vescovo Savio Hon il quale oggi è stato nominato Nunzio in Grecia a me pare che questa nomina Sia uno defenestrazione dal suo ruolo precedente di segretario di Propaganda fide e possa essere legata alle questioni molto poco chiare di Guam.

  7. Non a caso, molto probabilmente, anche la grande “rinuncia” di Papa Benedetto Decimosesto è in qualche modo collegata alle finanze vaticane.

  8. Devo ringraziare di cuore Giorgio Rapanelli perché sta, a modo suo, evangelizzando. Più profezie sembra che abbiano indicato nei laici i veri custodi della fede che forse salveranno la chiesa. Perché se non esiste un Dio Cattolico e il proselitismo è una solenne sciocchezza, stiamo ancora aspettando che vi siano consacrati che mettendo mano all’aratro poi non si fermino per voltarsi indietro?

    1. Anch’io lo ringrazio. Prima di leggerlo non sapevo quasi niente di chakra, viaggi astrali, cristianesimo esoterico, via della mano destra e sinistra, battesimo trascendentale, chiaroveggenza eucaristica, acqua battesimale magnetizzata, tarocchi, levitazione e poltergeist.
      Grazie Grazie Grazie a Rapanelli per evangelizzarci con la sana e vera dottrina di sempre!!!

      1. Ma che dici, lupodelupis in fabula bergogliana?
        La vera sana dottrina di sempre è quella diffusa da Bergoglio che chiede di inviargli “onde positive”…
        Ed è il papa con cui ti vuoi affabulato difensore che diffonde (mica un laico) e che devi ringraziare tanto, ma tanto…
        😁

      2. Guardate che, per quanto non condivida i toni di Lupodelupis, a questo giro ha ragione lui: non si può criticare il Papa ed asserire cose anche giuste, come per esempio il fatto che nessuno ha il diritto e la potestà di invalidare un sacramento pena di scadere nel peccato di sacrilegio, e contemporaneamente inserire anche esoterismo e bestemmie varie (come quelle che i Sacramenti sarebbero una forma di magia) nei commenti. Mi dispiace, ma questo è inaccettabile.

        1. Rapanelli risponderà a chi di dovere cosi come ognuno di noi. Il problema vero è che il Sacrificio è un rito soprannaturale. Non è scienza sebbene sia realizzato con parole umane né è naturale in quanto ci è stato consegnato da Dio stesso (almeno la consacrazione). E nessuno può dubitare che con i sacramenti si muovano potenze che non riusciamo a comprendere se non vagamente.
          È certamente pericoloso avventurarsi in certi campi perché è facilissimo cadere nel preternaturale. E soprattutto non ci serve altrimenti Cristo ci avrebbe istruito diversamente. Ma non dobbiamo dimenticare che il nostro mondo non è l’unico e cieli e inferi esistono davvero.
          Se togliamo i “novissimi” allora hanno ragioni i protestanti e chi tra noi gli fa il filo.
          Certo, i termini usati da Giorgio sarebbero da evitare ma, e gli concediamo la buona fede, fanno parte del suo vissuto e del suo vocabolario e quindi lui gli associa a certi concetti ed intuizioni. Col tempo saprà sicuramente condividere con noi le sue intenzioni usando termini e concetti così come espressi dai santi nel passato.

  9. Secondo me i due argomenti non hanno nulla in comune.
    Il difetto di opere di Misericordia spirituale ha portato alla dolorosa denunzia per eresia del Supremo Pastore tuttavia mi sembra palese che non si debbano mettere in discussione,neanche per un minuto, le continue e colossali opere di Misericordia Corporale che la Chiesa ,nel suo complesso ,opera quotidianamente.

    1. Le opere di Misericordia Corporale se non sono ordinate al fine ultimo della salvezza eterna non servono assolutamente a nulla e a nessuno. E l’argomento è assolutamente pertinente perchè nessun fine, per quanto buono può giustificare i mezzi che non lo siano. Ogni azione deve essere rispondente alla Legge di Dio e al Fine ultimo al quale Egli ci chiama.

  10. Ma per forza che saltano teste tra chi ha incarico di fare ordine chiaro nei conti vaticani: colpa loro!

    Sì, perché va tutto bene solo fino a quando cominciano ad imbattersi in stranezze tipo 2+2 = 5, cercando di venirne a capo, indagando per capire a chi fa capo l’operazione ed è proprio allora che salta la testa del revisore ed arriva il braccio armato (guardie vaticane).

    Peccato. Perché se si mettessero in ordine i conti vaticani, rendendoli più trasparenti, tracciabili, si potrebbero capire meglio anche altre cose in apparenza non legate tra loro ma forse essendo del tutto collegate.

    Per esempio si potrebbe scoprire qualcosa di più sul caso dell’Ordine di Malta oppure che 2+2 fa 4 anche in Vaticano ma che se, ad un Soros occorre od occorre comunque una sorta di equivalente “primavera araba” nella Chiesa (vedi alla voce “il clan Clinton e la politica estera per ribaltare tavoli di gioco”) fa anche 5 o 6 oppure 666.

    Magari si scoprirebbe che 2+2, nella Chiesa, fa “venite tutti, migranti” declinato a lampedusa, fa “jus soli subito” e “ponti e non muri”, fa “l’islam è religione di pace” e lavaggio di piedi mussulmani e così via.

    Che poi, sarebbe come dire che si scoprirebbe, forse, corruzione della fede, per quanto ideologica, anti cristiana corruzione, non meno grave ma anzi, di più.

    Comunque è gran tradimento. s
    Forse, chi volesse mettere in ordine e far luce sui conti vaticani non può farlo davvero poichè, alla luce traendo, emergerebbe che nella Chiesa, in alto tra le gerarchie, 2+2 non fa 4 ma, più spesso di quanto e come è chi si vuol far sapere, fa ancora 30 denari …

    1. …più spesso di quanto e come e (e non “è”) chi si vuol far sapere..
      Dannatissimo T9!
      Qualcuno sa per quale diabolica logica, il programma automatico di scrittura, una “e” viene lasciata com’è ed un’altra, invece, decide che debba avere l’accento?

    2. Tra i molti misteri che circondano la gestione delle finanze e del patrimonio immobiliare del Vaticano ci sono alcune situazioni che trovo particolarmente strane:
      1) Perché il cardinale Bertone è ancora nel suo ampio e ben ristrutturato attico in Vaticano? L’accusa (il processo dovrebbe essere ancora in corso, anche se lui non è direttamente coinvolto) parla di centinaia di migliaia di euro stornati dal bilancio dell’ospedale pediatrico del Bambin Gesù, di proprietà del Vaticano. Tempo fa Bertone ‘restituì’, quale munifica elargizione PERSONALE 150.000 euro. Mi chiedo: a) come mai Bertone, che non appartiene al clero secolare ma a quello regolare (é salesiano) e che, quindi, ha fatto il voto di povertà, dispone di somme così cospicue? b) sempre in relazione al suo status di religioso, perché il superiore Generale della sua congregazione permette che detto salesiano continui a gettare discredito sulla congregazione fondata da Don Bosco? Sono forse troppo ingenuo?
      2) Tra non molto dovrebbe tornare in Vaticano il Cardinale Pell (il processo a suo carico in Australia sta per concludersi con la sua piena assoluzione e riabilitazione, almeno sembra da notizie recenti). Perché il suo presunto coinvolgimento in scandali sessuali venne a galla proprio nello stesso periodo, tanto che il cardinale partì per l’Australia proprio in quei giorni? Non è bello fare il dietrologo, ma certe coincidenze non possono non far sorgere dubbi.

      1. I dubbi talvolta sono effetti collaterali preferibili alla loro rimozione che rivelerebbe segreti incoffessabili.
        Analogamente al caso Osama Bin Laden: si preferì rendere indisponibile il corpo perché in eventuale verifica, sarebbe emerso che non era lui oppure lo era ma morto a causa delle sue patologie (diabete in primis). E tutta la manfrina messa in scena sarebbe stata svergognata. Meglio far sparire il corpo: dubbi tanti creando ma pur meglio dell’inconfessabile verità accertabile.

        Con Bertone è simile, forse:
        è una cgiave di volta in un sistema dove può ricattare qualcuno o molti che lo proteggono e, questi, a loro volta, potendo ricattare altri e protetti: un castello di carte inconfessabili, terrorizzato da corvi e revisori conti, un sistema di omertà e segreti luridi, ricatti e controricatti con un clero composto di troppi ricattabili ed ecco che, sembra prodigio ma non è, Bertone può concedersi molto: nessuno vuol rischiare effetto domino e lui su sarà accirtamente organizzato per far intendere bene che, se gli accadesse qualcosa di strano, morte sospetta, comincia il putiferio e non si sa dove e quando finisce.

        Così si può godere l’attico serenamente e persino un caffè offerto via pony express con scooter con targa sospetta con su scritto “Città del Vaticano”.

        È un’ipotesi generica per provare a rispondere. Altre ipotesi son gradite. Ma ci lasceranno nel dubbio a poter far solo queste.

  11. Ho inviato il link in appoggio alla “Correctio Filialis” ad oltre 1.100 indirizzi, da quelli di privati cittadini, a quelli dei fogli on line, oltre ad un certo numero di Senatori di ogni schieramento, non tanto per la avere la firma, quanto per dimostrare che chi vuole chiarezza sui “Dubia” appoggia i firmatari della “Correctio Filialis” in modo aperto. Non ho inviato il link ad imprese e ditte, in quanto hanno altro a cui pensare.
    Sarebbe bello alla fine contare in quanti hanno risposto a tutta la campagna nazionale. In effetti questa iniziativa di sostegno ai firmatari della “Correctio Filialis” vuole dimostrare che la gente della base ha paura di vedere la sua Religione stravolta dal nuovo corso in funzione in determinati ambienti vaticani e in determinate curie vescovili. Quindi “insorge”…
    I fedeli temono pure uno scisma globale tra le posizioni dogmatiche e moderniste. Da inesperto, io credo che non ci sia nulla da aggiungere e da cambiare a ciò che l’ultimo Apostolo ha scritto. Movimenti ereticali la pensano diversamente e lo scontro è tutto qui. Soprattutto confidando nell’ignoranza dei sacri testi e nella “stupidità” della stragrande maggioranza dei fedeli, a cui si può porgere qualsiasi eresia, come ispirata dallo Spirito Santo. Mi piace chiarire di quale “stupidità” si tratta. La definizione meccanica di “stupidità” è l’ignoranza di “tempo”, “luogo”, “forma” ed “avvenimento”. Ad esempio, quanti hanno letto il Catechismo?
    Da filmati e da esperienze personali vedo che perfino il Battesimo viene a volte adulterato, creando così dei “non-battezzati”. Se il fedele sapesse come deve essere dato il Battesimo, imporrebbe al sacerdote eretico, o buontempone, l’esatta “tecnica” battesimale.
    Pur avendo un grosso numero di leali membri della Gerarchia e di leali fedeli, l’attacco alla Chiesa Cattolica e alle sue fondamenta viene portato pure dalle Logge angloamericane e dall’Alta Finanza, ossia dal Potere mondiale che gestisce, o tenta di gestire, il pianeta. Contro questa forza materiale gestita dalla “mente” non possiamo vincere. L’unica via da percorrere è quella del “Cuore”, del Cristo, con l’aiuto dello Spirito Santo. I quali non possono essere contrastati dalla Materia; neanche dall'”Apoteosi della Materia”, alla quale inneggiava il mago inglese Aleister Crowley. Potranno farci soffrire, ma saranno alla fine sconfitti. L’unica arma è “amarli”, ossia non odiarli… Crowley consigliava i suoi di fare come i cristiani che “amano i loro nemici”, per distruggerli.
    Preghiamo invece lo Spirito Santo perché illumini il Santo Padre in tempo.

      1. Dott Tosatti , ho appena scritto un post su il Giornale on-line,( in un articolo riguardante la Chiesa e

        lo IUS SOLI) ed ho citato la notizia della Petizione Popolare data nel suo blog ed ho allegato il link del suo articolo con allegato ovviamente il link della petizione per un eventuale articolo anche su il Giornale. Vediamo se ne daranno notizia anche loro. Nicola.

    1. Certo che sapere che un occultista della mano destra e della mano sinistra, dedito a chakra e viaggi astrali, si fa promotore di una correzione al Papa in punto di dottrina mi lascia alquanto perplesso…
      Mah…

      1. Lupodelupis: certo che sembra strano, hai ragione.
        Quasi come sapere, forse, che anche pubblicani e prostitute..
        😁

        1. Non è proprio la stessa cosa. Che un occultista dia dell’eretico al Papa fa un po’ ridere. Poi magari ci azzecca pure, ma non fa certo un favore alla causa…
          Nell’ultimo elenco di firme che ho letto qui, ho visto esservi medici, ingegneri e perfino un esperto di fertilizzanti; perché non potrebbe esservi anche un agente di Equitalia? E perché non anche di una prostituta? Ma ci pensa sapere che perfino le prostitute fanno il mazzo al Papa?
          La firma di un eretico, invece, sarebbe fuori luogo.

          1. È ridicolo anche che un’occultista dia del papa ad un eretico.
            E lo è anche che un occultista dia dell’eretico ad papa senza fede, perduta o mai avuta e che ormai (previo consiglio di psicanalista non cristiana) è rimasto nella Chiesa a realizzarsi comunque con la propria vocazione politica ed ideologica reoativista, filo marxista e, fatto papa, per convertire la Chiesa al Mondo.

            L’occultista di cui si parla, a me pare di molta più fede di papa e papisti e papolatriè, più cristiano del papa che vuol esser più e meglio di Gesù stesso.
            Mi ricorda il Centurione di cui si narra nel Vangelo.
            Mentre a Bergoglio (e qualunque papa che osasse rivendicare pretesa di esser infallibile, bisognerebbe solo dire: vade retro, Satana!

            Perché non ha fede in quel momento ed è Satana a suggerirgli l’espediente non diversamente da Pietro che, ispirato da Satana, ancora tentò Gesù perché sfuggisse (e non potesse però, senza Croce, tutto compiersi santamente, ovvero in tal modo tentato, farebbe volontà del Maligno che redterebbe invitto).
            Ma Pietro non perseverò nell’errore (autem diabolicum..) perché allora avrebbe vinto la disperazione dell’orrore e l’orrore della disperazione.
            Pietro ebbe infine fede salda come roccia (la preghiera di Gesù vuol dire efficacia certa) eppure non ebbe assurda pretesa d’esser infallibile eppure avrebbe potuto profittarne.
            Grazie a ciò fu possibile che Paolo lo correggesse e Pietro non fu neppure tentato avendo posto causa di peccato prima con la pretesa di infallibilità.
            Ebbe fede e di trionfo della fede.
            Nel 1870 la fede crollò di brutto e non ha giocato alla Santa Chiesa, né alla sua credibilitcredibilità, ma al contrario, è bestemmia tale che ha dato nuova linfa alle forze ed ai progetti di Satana, condizioni più facili per ingannare e tentare nell’errore con maggior successo.
            Per fortuna ogni credente da, se tal si vuole, che infine, il Bene trionfa, non il Maligno, anche se sembrerà tutto perduto.
            Se ci fosse stata almeno questa minima fede, a nessun cristiano sarebbe mai venuta in mente di travestir di codici e canoni una tal bestemmia di tal superbia che può solo esser utile all’Avversario di Dio.

            Nessun onesto senziente, per quanto cattolico resti comunque con Dio (altro che Dio non cattolico come serpentinamente ha voluto suggerire nel suo disegno ideologico il papa non credente, papa che chiamare eresiarca gli si rende forse onore immeritato).
            Principe del mondo resta Satana e Bergoglio ci fa capire fin troppo bene come sia insidioso il Maligno (tanto da suggerire quasi d’esser seducente avvento dell’Anticristo).

            Spero in cuor mio che si penta e converta prima che la Morte lo colga in ruolo, meglio sarebbe lasciasse la Chiesa e si facesse laico o almeno il soglio pontificio o correggesse al più presto i semi velenosi che distribuisce ispirato da cattivi maestri, ideologie pessime: non gli servirebbero a niente le vesti sacerdotali nella Geenna, figurati quelle di Papa!

            Prendersela con l’occultista di cui si parlava, lupodelupis, è come discutere di pagliuzza per nascondere travicelli, anzi, un travone imbarazzante e veramente capace di far nocumento come il Bergoglione.
            È terribile (e forse anche questo, ridicolo) che si preghi per le intenzioni di questo papa. PREGHIAMO invece, per la sua conversione, per salvezza sua è per il bene della Sua Santa Chiesa: Sua di Cristo, non di Bergoglio che la trascina perché si adegui agli standard, alle effimere e false verità del mondo. Ed al suo Principe che è anche della Menzogna, l’Angelo più luminoso caduto per superbia: si sarà sentito infallibile nel volersi migliore di Dio.

            Abbiamo un papa che dice di aver imparato grazie (grazie??? Fior di grazia era) ai libri comunisti della sua amica comunista, che si va a far psicanalizzare da non cristiana (il Centurione invece si rivolge a Gesù) e ringrazia perché conferma la sua non fede e si vede perché quello che fa è psicanalizzare, in modo poco cristiano, i credenti come sgranarosari e facce da sottaceti preferendogli di molto non credenti ed almeno, minimo, non cattolici o anti cattolici (come Lutero, LUTERO!).
            Abbiamo un papa che chiede a “non credenti” di mandargli “onde positive” (ONDE POSITIVE!) e poco ci manca, ormai appena dissimulare, che promuova il neo-paganesimo di Egea, di Madre Natura che poi si vendica se non se ne pratica rispettoso culto (mimetizzando un paganissimo ecologismo universale) e che ha fatto proiettare sulla facciata di San Pietro proprio il segno, l’offerta di questo culto neo pagano ma a te, lupodelupis, sembra ridicolo l’occultista che critica il papa che ha più fede in Cristo ed ama più la Sua Chiesa di Bergoglio e della Chiesa di Bergoglio (depositario di fede e progetti umanitaristi universali di tipo massonico-onusiano) e non oso dire come valuti me (anzi, oso: spostata, eretico, “sei fuori” manco fossimo al reality show..).

            Mi sembra imbarazzante come gli ultimi post di Ariel sull’Isola di Patmos (il blog): vi mancasse, forse, il senso del ridicolo?
            Ma non c’è molto da attendere il tempo che ci dirà meglio di quanto oggi si possa: questo papa senza fede (per lui il cristianesimo ha una valenza culturale e storica, la fede è altro e di più ed infatti relativista con altri culti religiosi e religiosi, incluso il culto artista che per fede nega l’esistenza di Dio, per questo condanna il proselitismo, non è ispirato a far sacrificio nell’inginocchiarsi dinanzi ak Sacratissimo ma sforzo compie per inginocchiarsi sottomesso al mussulmano con lavanda che, così, non è più ispirata da verità del Vangelo, da Gesù, ma vuol superare volendo si più giusto e misericordioso, più carità, più verità di Gesù: tutto questo dovrebbe farti orrore, il ridicolo è meno e l’occultista è fallibile eccome, come noi, ma non falla gravemente come fa questo papa che, appunto, responsabilità ben più gravi si è assunto.
            PREGHIAMO che si converta presto e poi, se a Dio piace che avvenga sua conversione (sia fatta Sua volontà, non la nosyra) allora preghiamo per le intenzioni del papa perché sol dopo segno di conversione, son santamente ispirate.
            Fino ad allora è meglio un Vade Retro Satana!

            Questo papa sostituirebbe con tutto la fede in cui non ha fede, anche con la psicanalisi non cristiana ed il marxismo di cui ha fatto, di fatto rendendo pubblico che lui è loro grato, che ha funzionato, proselitismo. HA fatto anche interventi che sembrano di apologia/propaganda islamica.
            Ma il proselitismo cristiano e cattolico non si deve fare e non cattolico sarebbe chi lo critica?
            Questo è davvero, minimo minimo, ridicolo!
            E perverso come i teoremi gender: si nega l’evidenza, neppure si deve idea discuterne o “sei fuori” dal consorzio..

          2. Comunque, lupodelupis, stringendo:
            Giorgio fa onore alla causa, ho letto come ha fatto davvero la sua parte con molto onore:

            “Ho inviato il link in appoggio alla “Correctio Filialis” ad oltre 1.100 indirizzi, da quelli di privati cittadini, a quelli dei fogli on line, oltre ad un certo numero di Senatori di ogni schieramento, non tanto per la avere la firma, quanto per dimostrare che chi vuole chiarezza sui “Dubia” appoggia i firmatari della “Correctio Filialis” in modo aperto.”

            Gli sono grato di cuore.
            Mille volte meglio lui di un penosissimo, imbarazzante Don Ariel, per dire.

          3. Grazie per il riassunto finale Andrea; sinceramente non ce la faccio a leggere la memoria difensiva che aveva postato prima…
            A questo punto seguo l’indicazione ed invito i marocchini che vengono qui a fare le pulizie (musulmani) e il mio tosatore (parrucchiere cinese buddhista) a firmare anche loro la lettera. Tanto tutto fa brodo! Hasta la victoria!!

          4. Delupis, scrive: “A questo punto seguo l’indicazione ed invito i marocchini che vengono qui a fare le pulizie (musulmani) e il mio tosatore (parrucchiere cinese buddhista) a firmare anche loro la lettera. Tanto tutto fa brodo! ”

            Ecco! BRAVO! Lo faccia! Le sarà utilissimo perché scoprirà, ad es., che mussulmani e marocchini non cristiani NON firmeranno mai la lettera, tifando di brutto oer Bergoglio che promette, per l’islam, vittorie e conquiste e sottomissione insperate e già più volte ambite e tentate, ma respinte in extremis.

            Ma dove lo troverebbero uno meglio di Bergoglio? Meglio per la causa dell’islam, si intende.
            Vada a raccogliere le firme, insisto e si domandi perché non firmeranno.
            E si dia una risposta da solo perché borrei dirle di chiedere a Bergoglio ma, è noto, non ama rispondere ove sospetti posizione critica e che si voglia, da lui, miglior chiarimento riguardo a quel che lui stesso dice, fa e vuole.

            Il più che può fare è spacciarsi per Eugenio Scalfari e chieder risposta per telefono. Oppure per coppia gay e chiedere udienza. Ma io consiglio che si risponda da solo, delupis: è meno imbarazzante. 😁

      2. Purtroppo oggi anche il gabibbo di striscia la notizia sa che il Papa potrebbe essere eretico.
        Tuttavia la circostanza non consente di privare la Santa Sede del denaro che occorre per le opere di carita’.
        Mi pare tra l’altro di ricordare che un giorno bloccarono le transazioni bancarie del Vaticano e le consentirono di nuovo dopo le volontarie dimissioni di Benedetto XVI…

        1. Il “Purtroppo” sarebbe da riferirsi non al fatto che anche il Gabibbo sappia che il papa promuove eresie (oltre che banalità e pessimo gusto, aggiungo) bensì al fatto che il papa lo faccia, che sia papa uno così, purtroppo.
          Ma per questo è stato scelto, altrimenti (senza golpe) ci sarebbe ancora Benedetto XVI con l’anello piscatorio (che a Bergoglio andrebbe tolto comunque, visto cosa pensa ed ha detto riguardo al proselitismo cristiano-cattolico, tra uno spot di orooaganda per l’islam ed uno per Lutero per la gioia dei proseliti di entrambi).

    2. Giorgio, questa volta le do ragione completamente e la ringrazio per quanto si impegna per difendere la Santa Chiesa Cattolica. Le battutine del lupetto che perde il pelo ma non il vizio non attecchiscono e non offuscano ciò che con coraggio lei ha scritto. Non riuscirà stavolta il lupetto a distogliere l’attenzione dal tema. Comunque ci pensi Giorgio, per almeno un po’ provi a immergersi con tutto il suo essere solo nella Preghiera e provi per almeno un po’ a vedere come sta senza viaggi astrali….mi saprà dire. Glielo suggerisco con affetto fraterno.

  12. Per prima cosa io davvero mi auguro che il papa arrivi a fare davvero il papa, ma leggendo anche ciò che ha detto ai vescovi polacchi ho molti dubbi.
    In merito alle finanze dello stato del Vaticano, io ricordo ancora molto bene la storia tra Marcinkus e Papa Giovanni Paolo I. Non ne usciranno mai, perchè il potere non l’ha il papa (questo poi….) ma tutti i volponi legati alla finanza mondiale, che significa sporcarsi mani e anima.
    Questo è il mio modesto parere, parere di una donna che per 67 anni ha sentito sempre cose di questo genere anche se molto più nascoste di oggi, ma comunque mai così nascoste da non arrivare alle orecchie. Mio cugino è morto su una mina in missione, ma ricordo che diceva: se un giorno mi dovessero chiamare per fare il prete in Vaticano, tolgo subito la veste da prete, perchè lì non c’è Gesù. E lo diceva un uomo che ha studiato per un anno e mezzo in vaticano. Meglio stare con i lebbrosi, diceva!

    1. Non ne usciranno mai perché non c’è chiarezza, ma ci sono ambiguità, muri di gomma, insabbiamenti, menzogne e depistaggi senza soluzione di continuità…

      Che si tratti di partite di giro di soldi, di pedofilia o di altro, il punto è sempre lo stesso: non c’è modo di impedire che venga rappresentato ogni peccato, anche il peggiore fosse, nella Chiesa, così come tra laici, tra ordinati.

      Ma senza il coraggio di fede e, tal coraggio è segno di fede autentica e forte, ed è anche quello di portare alla luce ogni nefandezza senza la superbia di pretesa che sia meglio nascondere, impedire che verità respiro e resto ben forte di salvezza e vivificante di speranza , preferendo, invece, averla sepolta viva con il diabolico miasma delle oscure trame ogite nelle tenebre, facendo scelta muciferina dell’inganno e della menzogna, dell’omertà e dell’ambiguità; e senza volere trasparente, come avesse pareti di vetro, la Casa per promuovere la lode al Signore Nostro, in cui accogliere, confermare e predicare in Cristo, IMMANCABILMENTE avverrà che proprio il clero sarà peggiore dei credenti, che il peggio lì troverà semina emopia feconda, diventando semina di ogni peggio e vizio e tradimento in lode a Satana e non a Dio.

      E non serve provare ad imporre obbedienza, inventarsi (nel 1870) persino il dogma dell’infallibilità (che anzi, è toppa peggiore e molto peggior e del buco che si voleva tappare, oltre che insulto alla ragione onesta di ogni cristiano credente che, tal qualità la può riconoscere solo in chi è segno di esser adorato od altrimenti, sarebbe idolatra!) poichè in ragione di tutta questa superbia che è il peggiore ed anzi, padre di ogni altro peccato, le chiese si svuotano, le anime si dannano, c’è la caduta prevedibile.

      Superbia che genera vanità (e cosa può esser più manifesta vanità della pretesa di infallibilità di un uomo, fosse pure papa? Non è un secondo Gesù, non è che somigliante al Creatore la sua creatura, bestemmia è voler Creatura uguale a Lui anche nel volersi infallibile) come fu bestemmia quella di Lucifero, caduta come fu quella di Adamo ed Eva che non furono dannati senza speranza perché si vergognarono, perirono della loro superbia di poter essere uguali al Creatore diabolicamente sedotti nelbfar che ciò, fosse a maggior loro bene.

      Come chi ha nascosto ogni schifezza pensando di limitare danno: ma quando mai? Sarà danno ancora ancora peggiore, gravato da terribili interessi.
      Così è stato con lo IOR, con la pedofilia nella Chiesa: la superbia che sia meglio non far sapere per il bene della Chiesa, è il vero guaio che ha fatto più facile svuotare chiese o riempie le di ogni nefandezza in luoghi chiave.
      Perché una Chiesa che teme la verità, non è degna di verità. Anzi, non merita neppure di sopravvivere se non si corregge.
      Una Chiesa che negasse la verità con menzogna od omertà ed ambiguità tentando, non vuole uomini liberi ma sottomessi poiché solo la verità fa gli uomini liberi.
      E Principe della Menzogna e dell’inganno è Satana, che altro potrebbe desiderare più di una Chiesa svuotata dal di dentro, confusa, tradita proprio grazie all’iall’imitazione della sua dannazione dovuta a vanità, alla superbia?

      Non si vorrà davvero credere che causa di tutti guai è Bergoglio?
      Od il concilio Vaticano II?

      Non è il peccatore, fosse pure sacerdote, fosse pure papa che distrugge la fede e la Chiesa: è il non pentimento, la perseveranza nel peccato (autem diabolicum), è la superbia di pensare e pretendere che nascondere e mentire sia a beneficio di fede e Chiesa.
      Mentire è peccato e vizio: si può mai pretendere che, tale condizione di vizio, di peccato, sia buona semina?
      Ed allora sarebbe come dire che hanno ragione i divorziati a pensare che restare nella condicio di peccato è ciò che desidera Dio per servirlo meglio, non cambia il principio quando fa comodo.

      La Chiesa deve smetterla di lasciare facile opera al Maligno con menzogna ed omertà, su tutto, conto finanziari ed ogni altra cosa: non si deve obbedienza alla menzogna, non si deve obbedienza alla superbia che, per fortuna, non è infallibile.

      Il torto che viene arrecato ad ogni sincero e magari semplice credente, laico od ordinato che abbia voluto esser per servire Dio, non ha prezzo.
      Per tutto il resto c’è massoneria e Ior.

        1. Che cosa è il modernismo se non un altra maschera della vanità, della superbia?
          Solo Gesù fa nuova ogni cosa ma per i modernista dalla fede stanca, annoiata e corrotta non era e non è oggi per gli eredi del modernismo (tanti eredi, tanti: per me ha quasi indovinato chi denunciava il modernismo come madre di ogni eresia).

          La superbia (IMMANCABILMENTE la vanità) è a monte anche del modernismo.

          Ma tu non lo vuoi vedere, tu sei come gli abitanti Disney, di Topolinia: Pippo indossa la calzamaglia e nessuno lo riconosce come Pippo, è Superpippo dell’identità segreta, chi sarà mai..
          O se vuoi, come Superman che, siccome indossa tutina aderente da checca in festa al gay pride e si toglie gli occhiali, vai a capire chi sia…
          Ecco perché poi, si arriva ad oggi che, vedrai quanto divertimento, vedrai, ancora, che ci toccherà
          di vedere e sapere (ed il problema ed anzi, l’errore, non è che si sappia, anzi, è parte della soluzione al problema) con questo che è il papa della contraddizione che fa saltare il tappo (chi dice sua nel segno della continuità e chi della rottura, chi eterodosso, eretico chi ortodosso e così via).

          Ma Bergoglio non si è imposto da solo autonominandosi papa. Ed anche il modernismo non nasce dal nulla.
          Continuando a non correggere l’errore ed aggiungendone altri, guaio diventa quasi ingestibile (beh, si fa pour parler, la gestione sovrannaturale è salvifica e salda).

          L’infallibilità fu un grave errore in oecca di fede, di coraggio di fede mancando, prevalse inganno della superbia: senza la Chiesa sarebbe stata ancora salva, ma in miglior condizioni, con maggior credibilità e tu non avresti il terrore che venga giù tutto.

          Ma scusa tanto.. comprendo che fu, allor a (1870) un duro momento in cui leccarsi ferite per i postumi dolenti ma davvero si pensò che, siccome fuori c’è vento, tempesta, la nave (la Chiesa) oscilla di brutto, il Signore Nostro l’avrebbe fatta perire tra i flutti?
          Uomini di poca fede!
          E d’altra parte uomini: fallibili tutti.
          Ma perseverare è diabolico e la superbia di volersi infallibili agli occhi degli uomini o altrimenti abbandonati, peccato terribile di superbia fu.

          E punito duramente: chiese svuotare ugualmente, modernismo mai estinto che ha generato ogni eresia che ormai dilaga nei posti chiave ed infine, ora, nel Papa.
          Abbiamo così uno scenario assurdo in cui un eresiarca potrebbe rivendicare infallibilità.

          Ed a te, paradossalmente, non resterebbe che questo argomento a cui aggrapparti: col papa eresiarca (o senza fede come credo), tu forse
          terrorizzato dalla possibilità che tutto crolli e restino solo macerie della Santa Chiesa di Cristo, ogni altro argomento si tenti vede paradossalmente Bergoglio d’armi ragione ed a te torto.
          Ti, per esempio, manco dovresti giudicarmi: tu che difendi il papa fan di Lutero che ha odiato visceralmente il munus petrino, il clero, la Santa Romana Chiesa ed i cattolici tutti che, fosse per lui, tutti li avrebbe sterminati (già questo paradossale, che tu difenda un papa che stima ed elogia LUTERO che disprezza a morte il papa in quanto tale), per usar parole di bergogliana memoria, dovresti difendermi semmai, declamando: “chi sono io per giudicare?”.

          E si potrebbe continuare. Tu difendi un papa che diffonde questa eresia, in soldoni: se uno pensa di essere nel giusto va incoraggiato.
          Lui certo pensava fosse a pro di mussulmani, agnostici, coppie gay come il suo allievo ed amico accoppiato con l’asiatico (ai quali non ha mai tentato neppure di suggerire di convertirsi e correggerli dell’abominio, of course, stando alle dichiarazioni rilasciate proprio da quell’invertito), ad ogni soggetto e promotore di ideologua e falso culto tranne quelli cattolici che osano criticarlo e che siano anti-marxisti dichiarato ed indisponibili a far comunella col postcomunismo ancor comunisteggiante almeno.
          Ma il principio sarà da estendersi ora per dirlo nel nostro caso: io sono convinto che questo papa insulto ogni onestà della ragione e se tu lo vuoi difendere, ti ricordo che per suo principio son co conto d’esser nel giusto e dunque non devo esser ostacolato, ma anzi, aiutato e promosso per perseguire il mio fine.
          Certo, a sfavore di Bergoglio perché è il papa dei paradossi uno via l’altro.

          Che altro potrebbe essere se si è giunti ad aver un papa eresiarca (ma io, credo, proprio senza fede, certo non cattolica ed io credo nemmeno cristiana, la sua è vocazione vera ma politica ed ideologica per quanto in quel campo, sarebbe un mediocre anche come nessuno ma come vescovo, cardinale o papa il discorso cambia!) e che, salvo conversione (spero e prego Dio conceda ma sia fatta Sua volontà), metterà sempre più in imbarazzo clericali e papisti papolatri come te?
          Un modernista di ieri, un neo modernista odierno forse pure, si sganascerebbe dalle risate nel vederti proprio tu impegnato a difendere un Bergoglio: acqua al mulino loro e tu costretto come tocca ad una cozza aggrappata allo scoglio, temendo di peggio, anche Bergoglio si deve difendere, fosse pure anticristo o addio tenuta dogma infallibilità e se vede quello, cadono gli altri e tutto finisce.

          Ma di che? Ma Gesù non lascia affondare la nave. E lo spirito Santo, per quanto ignorato o tradito, pur non imponendosi, non permette tuttavia, che tutto sia rovinato.
          Se la tua fede si regge solo sui dogmi, l’anticristo saprà come fregare te e gki altri con gran facilità: coi dogmi e per i dogmi coi difendereste anche l’anticristo quando bestemmiasse contro Dio.
          Perché sennò crolla tutto è la nave affonda..
          Pffffmfff..ahaAHAH.

          La vuoi sapere un’altra? Il papa che difendi approva la nuova dittrinat: che bisogna anteporre la pastorale alla dottrina perché non può esserci dottrina senza pastorale prima.
          Tu sei bello che fregato e non da me, ma dal papa stesso che difendi: lui ti frega ed a te toglie ed invalida ogni argomentazione (se lo si seguisse ma, a mio parere, sconsiglio di farlo davvero, meglio disobbedienti!) e, paradossalmente tornerebbe utile a me.

          Vedrai che divertimento, ne vedremo delle belle, an ora è niente, vedrai: in effetti si consuma un terribile, tragico momento di passione con tanta confusione per i credenti e peggiore sofferenza di coloro che col papa Bergoglio e assistono ai tradimento e troppi vorrebbero che tacessero pure Se proprio non vogliono accodarsi coi complimenti.

          Ma stanne certo: Gesù non ci abbandona. Lasciamolo riposare e triviamo coraggio nella fede: è certo che si sveglierà esattamente quando occorre.

          Siamo in un tempo dove il papa dice che non ha risposte dinanzi ad una grande tragedia: per forza, non ce l’ha mica la fede e se c’è è talmente minima e corrotta dall’ideologia non cristiana ed anzi, antagonista (sarebbe stato meglio lasciar scomunica per i comunisti, credo, a posteriori valutando) che lui stesso non si fida della fede e cerca una psichiatra non cristiana se è in difficoltà. Dove deve cercar parole di fede a conforto dei credenti, per forza è capace di dire solo banalità e dove si impegna di più rischia di dir bestemmia (Gesù che fa un po’ lo scemo per tutte).
          Non crede e usa la fede che non ha come mimesi di raffazzonnata pseudiscienza come la sociologia e psicanaliszzazione da strapazzo mista ad ideologia che vorrebbe infusa nelka fede cattolica che lui non crede e dunque vuol migliorare nel relativizzare, meticciare e far pure del sincretismo di un po’ di tutto: per lui può solo esser miglioramento di una fede che non lo entusiasma, in cui non crede e nella quale, paradossalmente, rappresenta il papa..

          Ne vedremo delle belle: ridi ora finché puoi. Mala tempora currunt, ma il riso fa buon sangue, anche se non sarà una risata che ci seppellirà, stanne certo.
          Speriamo non sia di crepacuore per ciò che ci toccherà vedere ed udire, preghiamo d’essere saldi nella fede in Gesù.
          E preghiamo e speriamo di ritrovarci, poi, senza più affanni, lassù: questo conta davvero.
          Spe salvi!

        2. Ad ogni modo: pretesa di fare le pulci a raffinatissimo modernismo non ne ho mai avuta.
          Ma Bergoglio non è raffinatissimo, non più di uno scaldabagno elettrico anni ’70.
          E fosse solo il modernismo il guaio brutto d’aver Bergoglio papa.
          Certo: non eletto Bergoglio papa perché santamente ispirati dallo Spirito Santo i cardinali, difficile crederlo.
          Ma lo Spirito Santo, anche se non si imposimpose cancellando libero arbitrio, non permise che tutto fosse rovinato: grazie al cielo Bergoglio non è raffinatissimo. E dunque riconoscibile nei suoi intenti e meno seducente, meno ingannevole.
          Sarebbe stato davvero terribile se avesse avuta raffinatezza di un card. Martini (relativismo), certamente credente, per dire (difficile pensare, in tal caso, ad una correctio ed ancor prima ai dubia..).

        3. Intanto, fjjfjfjjdelupis, goditi la copertina del libro di papifrancébuonappetitobellazio che è un vero spasso:
          http://www.lavocedellazio.it/sezioni/libri/7539-imparare-ad-imparare-di-papa-francesco-riflessioni-sui-temi-dell-educazione-in-libreria-dal-28-settembre.html

          visto che bei richiami al cristianesimo?
          Praticamente nessuno: solo sociologia pedagogica da strapazzo, psicanalizzazione d’accordo e guarda di chi è la prefazione: le pazze risate!

          Povero radicali italiani che offrono la tessera di partito al papa che di fatto ha già quella del PD (anche se apprezza tanto la Bonino segue l’agenda del PD, supporta l’agenda PD o gli spiana la strada come può: è la sinistra maggioritaria).

          1. Intanto, fjjfjfjjdelupis, goditi la copertina

            Lupodelupis, prego. Perché mi storpia così??

            Grazie comunque per aver mantenuto il “de”: ci tengo….

I commenti sono chiusi.