GOTTI TEDESCHI: CHI HA FIRMATO LA CORREZIONE AMA IL PAPA E LA CHIESA. I SUOI NEMICI SI NASCONDONO E ADULANO…

Marco Tosatti

Fa notizia la correzione filiale firmata da 62 intellettuali e studiosi cattolici, da cui, a quanto pare, sono stati volontariamente esclusi vescovi e cardinali, per chiedere al Pontefice di correggere errori e possibili eresie contenute in alcune parti dell’esortazione Apostolica Amoris Laetitia. Un passo rimasto finora senza risposta, come altre petizioni e appelli presentati nei mesi passati, per non parlare dei “Dubia” dei cardinali. Il documento è stato consegnato l’11 agosto a Santa Marta; ma finora non c’è stata nessuna reazione.

Oggi si è decisa la pubblicazione. Fra i firmatari c’è anche Ettore Gotti Tedeschi, economista, già presidente dello IOR; il suo, fra i firmatari, è certamente il nome più noto al grande pubblico.

Infovaticana l’ha intervistato, per chiedergli ragione dell’iniziativa. Chi conosce lo spagnolo, può leggere l’intervista qui.

La riproduciamo in una traduzione non ufficiale, col permesso di Infovaticana.

Perché ha deciso di firmare?
Perchè voglio bene alla Chiesa, voglio molto bene  al Pontefice e  ai sacerdoti santi  e mi preoccupo delle anime.  Preoccuparsi  delle anime  non è prerogativa di un prete, lo è anche di un laico di fede vissuta che allevando figli, facendo apostolato, ha inteso cosa è l’educazione ai valori cristiani. Ho cinque figli ed avrò nipoti, vorrei che i valori in  cui credo e sui quali li ho allevati possano permaner . La “realtà” , cui sembra ispirarsi in  alcuni punti  AL,  è  troppo spesso frutto di valori non vissuti, di errori non corretti , di fede che è vacillata,  permettendo  così di costruire una realtà la cui interpretazione potrebbe aumentare la confusione di cosa è bene e male.  In più conosco la gnosi ,come opera, cosa vuol , ecco questo dovrebbe esser oggetto di un vero dibattito .Voglio pertanto difendere la Chiesa e il Papa, come posso. Mai staccarsi dalla Chiesa, mai . Ma  ho  l’impressione che non rispondere ai Dubia possa esser stata  una decisione strategica: i dubbi devono esserci .  Da qui la filiale e devota  decisione di firmare.
Cosa pensa che farà Francesco dopo la pubblicazione?
Vorrei immaginarlo  come segu . Sono certo che chiamerà tutti i firmatari della correzione filial , li abbraccerà, li ringrazierà  di aver avuto il coraggio di firmarla. Dirà loro che li ama e apprezz , che ha capito che i  veri amici  della Chiesa e del Papa sono quelli che lo hanno corretto, non quelli che lo adulano . Formerà all’istante una commissione di studio delle correzioni e annuncerà un nuovo Concilio Vaticano III  ove verranno riaffermati i dogmi della dottrina cattolica e spiegati i punti chiave dei famosi Dubia dei 4 Cardinali. Così voglio immaginarlo, non che il Papa cestini la lettera.
Pensa questo aiuti tantissimi cattolici, laici e preti, che ancora non hanno capito che c’è un problema con Amoris Laetitia?
Certo , capiranno che il problema nello scontro tra Gnosi e  fede cattolica è riaffermare  i principi della Genesi. Capiranno che le verità di fede e i Sacramenti sono come un “domino”, se cade uno cadono tutti. In AL ben tre  Sacramenti  potrebbero vacillare e il Pontefice , immagino, cercasse conferma  nel pensiero dei laici e   ciò è avvenuto  leggendo proprio le correzioni.
Temete l’incomprensione di coloro che ora ti accuseranno di essere il nemico di Papa?
I nemici del Papa  son ben camuffati , stia tranquillo , non si espongono con una lettera aperta  e firmata. Non   temo questa incomprensione perché sono convinto che il Papa, (come ho  “immaginato” possa fare nelle risposte sopra), leggerà le correzioni filiali, rifletterà, ne capirà le  ragioni … Capirà  che se il mondo ha esigenze che contraddicono o negano la Verità, è perch , per mancanza di fede, non si è saputa affermare la Verità, non perché la Verità sia cambiata o fosse stata mal interpretata. Per questo sto pregando dal momento della apposizione della firma, sto offrendo le mie sante messe a questa intenzione.   Peraltro temerei piuttosto di esser considerato nemico della Chiesa di Cristo. Lei non ha idea di quanto io abbia intensificato le mie preghiere e sacrifici  per il Papa e per la Chiesa.

51 pensieri su “GOTTI TEDESCHI: CHI HA FIRMATO LA CORREZIONE AMA IL PAPA E LA CHIESA. I SUOI NEMICI SI NASCONDONO E ADULANO…”

  1. Il braccio armato del papa..

    > “Volevano arrestarmi. Ecco la mia verità sull’addio al Vaticano”

    Le dimissioni di Milone risalgono al 19 giugno scorso. Senza alcuna spiegazione, allora, né da parte sua né da parte della Santa Sede.

    Passata l’estate, però, l’ex revisore generale – che si dice “innocente al mille per cento” – ha deciso di rivelare a quattro testate giornalistiche convocate nello studio del suo avvocato che cosa gli è realmente accaduto quel giorno.

    Prima in segreteria di Stato:

    “Ricevuto dal sostituto alla segreteria di Stato, monsignor Becciu, mi sentii dire che il rapporto di fiducia col Papa si era incrinato: il Santo Padre chiedeva le mie dimissioni. Ne domandai i motivi, e me ne fornì alcuni che mi parvero incredibili. Risposi che le accuse erano false e costruite per ingannare sia lui che Francesco; e che comunque ne avrei parlato col papa. Ma la risposta fu che non era possibile”.

    Poi in gendarmeria:

    “Ricordo che a un certo punto il comandante Giandomenico Giani [nella foto] mi urlò in faccia che dovevo ammettere tutto, confessare. Ma confessare che cosa? Non avevo fatto nulla”.

    E poi ancora nel suo ufficio di revisore generale dei conti vaticani:

    “Bloccarono tutti dentro gli uffici, comprese le segretarie, fino alle 8.30 di sera. E ci intimarono di consegnare tutti i documenti. Uno dei vice-revisori era assente. E furono chiamati i pompieri del Vaticano per forzare armadio e scrivania”.

    Tra le accuse c’era appunto quella a cui fa cenno il comunicato della Santa Sede del 24 settembre:

    “Mi hanno mostrato due fatture intestate a un unico fornitore, e accusato di avere compiuto una distrazione di fondi: dunque un peculato, come pubblico ufficiale. Vidi che su entrambe le fatture c’era il timbro del mio ufficio, ma solo una era firmata da me. L’altra aveva come firma uno scarabocchio. Erano conti per indagini ambientali, per 28 mila euro, per ripulire gli uffici da eventuali microspie. In più, il decreto del tribunale parlava solo delle mie competenze contabili, senza citare i controlli sull’antiriciclaggio e la lotta alla corruzione, contenute nello statuto. E con questo mi hanno accusato anche di avere cercato informazioni impropriamente su esponenti vaticani. Scoprii che indagavano da oltre sette mesi su di me”.

    Da qui le dimissioni, che il comunicato definirà espresse “liberamente”:

    “Siccome rivendicavo la mia innocenza, Giani mi disse che, o confessavo, o rischiavo di passare la notte in gendarmeria. Se il vostro obiettivo è farmi dimettere, mi dimetto. Vado a preparare la lettera, dissi. Risposero che era già pronta. L’andarono a prendere. La lessi e dissi: questa non la firmo. Perché era il 19 giugno ma la lettera era datata 12 maggio. Ci siamo sbagliati: dissero così”.

    Dopo di che, gli infruttuosi tentativi di incontrare il papa:

    “A metà luglio ho scritto al papa attraverso un canale sicuro e credo abbia avuto la lettera. Spiegavo che ero vittima di una montatura, e meravigliato dell’uscita contemporanea del cardinale Pell.
    Nessuna replica.

    Forse effettivamente si era incrinato il rapporto di fiducia? Ma allora il papa poteva telefonarmi e dirmelo”.

    Estratto da:
    http://magister.blogautore.espresso.repubblica.it/2017/09/24/il-braccio-armato-del-papa-nel-racconto-dellex-revisore-dei-conti-vaticani/

    Il non rispondere è proprio un metodo peculiare del berglione misericordioso…

    Quanta misericordia ..
    Non sarà troppa?

  2. Visto che i nostri pastori sono latitanti titubanti e codardi, è ora che noi laici, se veramente amiamo la vera Chiesa di Cristo, di cui facciamo parte come membra vive e a cui pure compete il compito di difenderla, facciamo sentire la nostra voce. Pertanto invito tutti a dare sostegno alla CORRETIO sull’apposito sito http://www.correctiofilialis.org/it/
    Cristo regni!

    1. Firmato, e ora corro a controllare che il caffè non venga avvelenato e a prepararmi una Catacomba…ospitero’ tutti i Cattolici Perseguitati dal berghy, da spadaro-scendiletto a Santa Marta e dai vari zerbini della nuova chiesuncola bergogliOna!!!!

  3. Mi consola la certezza che il Papa è sotto la protezione di Dio e del Cielo tutto, che non gli si potrà fare più male di quello che Dio permetterà, che non si potrà mai più cancellare ciò che Dio ha voluto iniziare attraverso di lui. Sarebbe comunque bello e importante che ogni figlio della Chiesa, nel suo piccolo, si prendesse cura con la preghiera (tutti possiamo) del Papa.

    1. Io è da molto che prego con fervide preghiere, affinché presto lo Spirito Santo cancelli ciò che uomini di chiesa ormai lontani dalla via della verità e in cammino per il sentiero della menzogna hanno permesso: un eretico con i suoi affiliati sul soglio di Pietro.😱😱😱

  4. Sono quasi certo che non ci sarà reazione da parte di Francesco. L’elezione di Roncalli fu la premessa dell’attuale destruzione del cattolicesimo e Francesco è una delle possibili conclusione di questa scelta disgraziata.
    L’anno prossimo saranno passati sessant’anni dalla disparizione dell’ultimo papa cattolico. Per commemorare la disparizione di questo grande papa proporrei un simposio con il tema: L’ecclesiologia romana, una risposta cattolica a sessant’anni di piaga ecumenica. L’ecclesiologia romana è nata nel corso del dicianovesimo secolo a aveva per obiettivo di impedire che il protestantesimo invadesse l’Italia. L’ecclesiologia del ultimo concilio non è più cattolica e il defunto Monsignor Gherardini la qualifico di bellissimo giardino infestato da serpenti velenosi. Chiunque fosse interessato alla mia proposta puo contattarmi.

  5. 1993. Durante la Giornata Mondiale della Gioventù, a Denver, venne organizzata una Via Crucis che, a una stazione, vide una donna interpretare Gesù Cristo.
    Un giornale locale definì il fatto “ironico, poiché la Chiesa Cattolica nemmeno permette alle donne di accedere al sacerdozio.”
    Mother Angelica (figura affascinante del cattolicesimo americano) ribatté che non si trattava di qualcosa di ironico, ma di “blasfemo”.
    E si lanciò in un’invettiva contro i “modernizzatori” della Chiesa, che, riletta oggi, assume forse ancora più potenza di allora.
    “Sono stanca dei vostri trucchetti. Sono stanca dei vostri inganni. Sono stanca di vedervi sempre all’opera per creare una crepa che, voi lo sapete, diventerà un buco dentro al quale cadremo tutti.
    (…)
    No, questo non è un incidente. Sono 30 anni che sopportiamo e io sono stanca. Siamo stanchi della vostra idea di Dio. In realtà voi non avete alcun Dio.
    (…)
    Voi non credete nell’Eucaristia, non credete nell’Immacolata Concezione, non credete alla nascita virginale di Nostro Signore Gesù Cristo, non credete nel potere di intercessione di Maria, non credete nella vita religiosa e non credete che la Chiesa sia la Sposa di Cristo.
    Voi credete nell’insegnamento dell’educazione sessuale ai bambini fin dalla scuola. Voi credete in una centralità forzata della preghiera e nell’obbligo del linguaggio inclusivo.
    (…)
    Ammetto che avete i vostri diritti. Ammetto che avete diritto alle vostre idee. Ma vi disprezzo per i vostri tentativi di distruggere il sentimento cattolico dei semplici, dei poveri e degli anziani con i vostri modi. Questo non lo accetto.
    (…)
    Voi diffondete i vostri errori fra i bambini. E ora i nostri bambini non sanno nemmeno più cosa sia l’Eucaristia. Non capiscono che è il Santissimo Sacramento, che è Nostro Signore Gesù Cristo in corpo e sangue, anima e divinità. Il vostro catechismo è così diluito che non dice niente, a parte amare il prossimo. No! Prima di tutto bisogna amare Dio!
    (…)
    Non mi piace la vostra chiesa. Non avete nulla da offrire. Nulla, tranne la distruzione. Non riuscite a elevarvi alle vette del cattolicesimo e allora vi sentite in dovere di distruggerlo, come avete distrutto tante cose in questi ultimi 30 anni.
    (…)
    Perché voi non avete alcuna spiritualità che attragga. I vostri ordini religiosi si stanno spegnendo. Non avete vocazioni e non ve importa nemmeno. Il vostro unico scopo è la distruzione.
    Voi non siete dei costruttori, siete dei distruttori.
    Ma io non ho intenzione di partecipare alla vostra opera.
    Io sono orgogliosa di essere cattolica.”
    (Qui l’articolo completo in inglese)
    https://churchpop.com/2016/03/31/mother-angelical-liberal-church/

  6. Caro Direttore:
    Francesco il profetizzato “Pastore ignorante e falso profeta” Zaccaria e Apocalisse rispose già a questi individui che non vogliono capire:
    1ª. 14 intervista:
    “Il mondo mi ricevè bene. Il mondo ha cambiato e la Chiesa non può rinchiudersi in supposte interpretazioni del dogma.”
    2ª. 45 intervista:
    “Io seguo la mia strada senza guardare al fianco.”:
    https://lossegadoresdelfindelmundo.blogspot.com.es/2016/01/2029-2031-fin-del-papado-en-roma-y-fin_12.html
    3ª. Amoris laetitia:
    “Se parliamo esplicitamente di comunione ai divorziati e risposati, questi non sai che casino che ci combinano. Allora non ne parliamo in modo diretto, fai in modo che ci siano le premesse, poi le conclusioni le trarrò io”:
    http://www.zonalocale.it/2016/05/03/-nessuno-si-deve-sentire-escluso-dalla-chiesa-/2047
    “Non ci sono altre interpretazioni”.
    http://w2.vatican.va/content/francesco/es/letters/2016/documents/papa-francesco_20160905_regione-pastorale-buenos-aires.html
    Francesco correggendo il Signore in Giovanni 8: 11:
    “A volte mi dà un misto di pena e di indignazione quando qualcuno si premura di spiegare l’ultima raccomandazione, il “non peccare più”: 2 di giugno di 2016.
    “Ma no, non e no!”: nella sua 69 intervista in libro di 31 di agosto di 2017.
    “Non lasciatevi imprigionare della nostalgia di poter avere una sola risposta da applicare in tutti i casi”: 14 di settembre di 2017.
    4ª:
    Voi sono: “Tradizionalista. Conservatori. Celantes. Rigoristi. Puritani. Casta superiore. Rigidi. Farisei. Ipocriti. Illuminati. Mummie di museo. Polemici. Settari…”.
    https://lossegadoresdelfindelmundo.blogspot.com.es/2016/01/2029-2031-fin-del-papado-en-roma-y-fin_12.html
    Saluti.

  7. Papa Francesco deve fare chiarezza perché rischia che la Chiesa diventi come una delle tante chiese protestanti. Sono con Francesco perché con il suo sobrio stile di vita sta ripulendo il Vaticano e cerca di riavvicinare la Chiesa al mondo attuale. Riguardo alle questioni teologiche spero che le verità della Tradizione della Chiesa non vengano travolte perché la fede di fonda sulla testimonianza dei nostri progenitori che in esse hanno creduto. Altrimenti tutto diventa relativismo e la spirito di Assisi metterà la Chiesa una, cattolica, apostolica, romana, ai margini di queste verità su cui è fondata, la Chiesa diventerà una religione come le altre, la Rivelazione si limiterà al l’accoglienza dei migranti, al filantropismo. Però mi chiedo anche che se ne fa un cattolico delle verità della fede che poi stridono con il lusso del Vaticano? Il problema e’ complesso ed e’ giusto creare un dibattito perché sia cancellato ogni scandalo. Perché Cristo è innanzitutto una esperienza per il bene dell’uomo e non soltanto una teoria teologica. Si sta creando confusione, incertezza con chi stare.

    1. Io invece sto ben alla larga e in guardia da “francesco ” perché lui è stato messo lì dove è esclusivamente per distruggere la Santa Chiesa Cattolica. Apra gli occhi!

      1. Don Francesco Maria Putti Fondatore della rivista “Si si, no no” ebbe a dire, a proposito della gerarchia cattolica neomodernista “sono tutti delinquenti”, mentre monsignor Antonino Romeo nel 1964, riferendosi all’assise del C.V. II allora in corso, commentò «Una sinistra commedia di tremila buoni a niente, di cui la maggior parte, sebbene porti la croce d’oro sul petto non crede né alla Trinità né alla Vergine”

  8. Nel frattempo, si torna a perseguitare il povero Don Minutella, sparito ormai da mesi per ordine del vescovo.
    La troupe televisiva delle Iene è arrivata fino a casa sua per deriderlo, sbertucciarlo e metterlo alla berlina. Non si capisce il motivo.

    Quell’uomo è sulla strada del martirio.

  9. Per inciso, segnalo una chicca al dottor Tosatti e a chi voglia dire qualcosa al riguardo: nel programma della visita del papa a Bologna domenica prossima è previsto, oltre al rituale “incontro con i giovani nordafricani sbarcati sulle coste italiane”, alle ore 12.30 “Catechesi e pranzo con i poveri nella Basilica di San Petronio”. Se capisco bene, si mangia in chiesa (sullo stile della Comunità di S. Egidio, un cui adepto è ora vescovo di Bologna). C’è qualcuno che può fare qualcosa per impedire l’ennesimo scempio?

  10. x me, adesso succede ke:
    – tutti quelli ke hanno firmato e ke insegnano in università pontificie o seminari da domani mattina vengono cacciati con un calvio in culo stile muller
    – i turiferarionzi leccacalzinazzari piegakukkiai faranno la character assassination dei firmatari famosi, come gotti tedeski o de mattei (hanno già cominciato)
    – i due cardinali ancora vivi non hanno firmato xkè non vogliono fare la fine degli altri due
    – lui fa finta di niente e continua x la sua strada

    certo ke una sputtanescion come in questi giorni, con il vero/finto dossier orlandi, i barboni cacciati dal colonnato, l’intervista di milone e la correzione filiale, è da star male, fortuna ke i turifarionzi leccacalzinazzati piegakukkiai sono giornalisti in gamba e sanno proteggere l’immagine di lui sulla stampa, se non aveva i piegakukkiai kissà ke figura di m. ke faceva

  11. Capisco le pie e e virili istanze dei Cattolici Romani tuttavia vorrei spezzare una lancia in favore del Mio Papa Francesco e Benedetto. Egli o loro altro non fecero che quello che ogni Papa fece in tutti i tempi e quindi di cercar di salvar il perfido jiudio tramite dolorosa penitenza economica.

    1. Ma cosa sta dicendo ferda? Cosa sta dicendo solano? Attento dott Tosatti, ora spunteranno come funghi a spezzare lance pro el berghy e questa è ovviamente una strategia, e uno dei fortini più agguerriti e organizzati sta dalle parti di inciviltà cattolica.

  12. Per favore Giorgio, eviti di portare continuamente scientology e occultusmo in questo blog Cattolico, non può permettersi di confondere anche lei con le follie di questa setta i Credenti già in difficoltà e faticoso Cammino. Non si può servire a due padroni. Grazie.

    1. Giusy , sei un attento baluardo della nostra Fede . Con le tue bacchettate più d’uno ha le unghie nere. Ottima.

    2. Lei, Giusy, ha avuto la fortuna di avere la Luce dello Spirito fin dalla nascita e quindi è rimasta sulla retta vita. Oppure, nemica dei Cristo, è caduta da cavallo ed è stata rapita in Cielo a contemplare la Verità: tre secondi in tutto. Io, queste fortune non le ho avute. Ero non credente, materialista e nemico del Cristo. Sono stato guidato dallo Spirito per un percorso tortuoso. Io chiesi la Via. Ero abortista e in 3 secondi divenni antiabortista mentre davo un procedimento di Scientology ad una ragazza, che ripercorse il tentato aborto di sua madre. Quel grumo di un mese e mezzo “vedeva” tutto, percepiva l’intenzione della sua uccisione da parte della madre con un mammana, urlava per il dolore dell’enorme ferro da calza che la colpiva laddove sarebbe diventato “udito” e “corde vocali”… Se lei è contro l’aborto per motivi “cattolici”, io lo sono per la “conoscenza”. Lei non ha una conoscenza esoterica, altrimenti non mi contesterebbe. Lei per santità è dieci piani sopra di me. Io per la Conoscenza sono dieci piani sopra di lei. Io non conosco la Bibbia a memoria, ma so cosa accade durante l’Eucaristia. E tengo bene gli occhi aperti, poiché basta spostare una virgola, che il Cristo Gesù non si manifesta sul Golgola dell’altare, con l’ausilio di in sacerdote “iniziato”. Ha mai notato quanti battesimi vengono dati a cavolo di cane? Basta un niente e il povero bimbo non è battezzato.
      Adesso è tardi: me ne vado a fare un viaggio all’altro mondo e domani mattina ritorno nel vostro mondo. Buona notte.

      1. Giorgio io l’ho sempre difesa e ho cercato di capirla. Continuo a comprenderla e ad apprezzare la sua fatica spirituale e la sua sofferenza. Ma i viaggi astrali e occultismi vari non le permetteranno mai di Convertirsi completamente e trovare la Purezza di cuore. Dovrebbe trovare il coraggio di tagliare col passato e Fidarsi solo di Gesù Cristo. E lo so perché anche io in passato cercavo nell’esoterismo la Pienezza di Vita che invece, sia nelle gioie che nei dolori, solo NSGC e la Santa Chiesa Cattolica Può donare. Io non sono niente e lei è certamente più in alto di me. Ma mi sono sentita di condividere con lei un pezzetto del Cammino che mi fa cercare ogni giorno di Convertirmi un pochino di più. Buona giornata nel Nome del Padre del Figlio e dello Spirito Santo….e Cosi Sia.

  13. Basta inutili genuflessioni a Bergoglio. Se ne frega di questa lettera. Dietro di sé ha il potere dei gesuiti e dell’alta finanza e a lui del cattolicesimo non frega nulla. Bergoglio ha un obiettivo e cioè protestanti alzare, quindi distruggere, la Chiesa cattolica. Di eresie , di sciocchezze inaudite, di decisioni stupide è ricco tutto il suo pontificato. Un vescovo che nella sua diocesi dà la comunione a conviventi va immediatamente scomunicato ed invece lo fanno papa. Ma quasi certamente non è neppure quello. Cominciamo a chiedere conto pure di questo è Torino fuori il terzo segreto di Fatima. Vedremo se sarà sempre il caso di trattarlo in guanti bianchi

  14. @ Nato ieri. Ho letto al momento della pubblicazione del dottor Tosatti stanotte tutte le 26 pagine della Correzione. C’è un paragrafo molto ben argomentato dove si condanna l’eresia luterana e tutti i riferimenti fatti nel tempo da Bergoglio verso di essa. Persino l’aver posto la statua di Lutero nell’aula Paolo VI in occasione del suo incontro con le comunità evangeliche e luterane. E a sostegno di tali critiche vengono citate affermazioni della Chiesa che condannano Lutero come eretico.

  15. Credo di provenire dalla Gnosi, ossia “La Conoscenza”. Scientology mi ha portato fuori dal materialismo storico, mi ha fatto conoscere e sperimentare la mente e mi ha dato la consapevolezza di “Essere spirituale”. Ma mancava un passaggio nei mondi più sottili, invisibili. L’ho cercato e trovato nei Rosacroce. Insieme al Cristo Esoterico, lassù nello spazio infinito. Ma quale contatto aveva con noi. La Teosofica, con la Scienza dei Sacramenti, me lo ha dimostrato: il Cristo scende durante l’Eucaristia fin nelle Sacre Specie, quindi nel piano fisico, per mezzo di un sacerdote “iniziato”, indipendentemente dalla santità dello stesso. Era ciò che cercavo e che ho trovato: il Cristo per noi, con noi, e in noi. Insieme ai poteri dei vescovi e dei sacerdoti. Se parliamo di “magia” (parola tabù) ho trovato la massima magia cerimoniale. Oltre a ciò c’è un abisso che nessun essere umano può attraversare. Lo tentano, come in Scientology, ma non vanno da alcuna parte: le loro “aure” lo dimostrano. Neanche passando per la “cruna d’ago” potrai penetrare… Sei solo una cellula del Corpo Mistico del Cristo: è la più grande fortuna per un essere umano e battersi per Esso è il più grande onore ottenibile. In molti si stanno battendo per la Verità. Gotti Tedeschi è uno di essi.
    Credevo che, attraversato il mare nebbioso, il porto sicuro fosse la Chiesa Cattolica Apostolica Roma, la Chiesa di Cristo. Mi sono ritrovato in un porto uguale a quello che avevo lasciato nel mondo materiale. Questo porto è pieno di sporcizia mentale, come tutti i porti materiali del mondo. Ma in fondo c’è un Tabernacolo, c’è la Celebrazione Eucaristica. E lì che io vado, in quell’unico porto sicuro. Per difenderlo con le mie deboli forze e la mia paura, insieme alla certezza che lo Spirito non mi abbandonerà. Che non ci abbandonerà. Quindi, non ci rimane che batterci per salvare l’Eucaristia e gli altri Sacramenti, primo tra tutti il Battesimo, che dei sacerdoti “stupidi”, ossia privi di Conoscenza esoterica, annullano inventandosi forme assurde. Il Nemico è infiltrato profondamente nella Chiesa con la sua eresia, lavorando sulla mente. Non sul Cuore, poiché lì entra solo il Cristo.

    1. Per favore Giorgio, eviti di portare continuamente scientology e occultusmo in questo blog Cattolico, non può permettersi di confondere anche lei con le follie di questa setta i Credenti già in difficoltà e faticoso Cammino. Non si può servire a due padroni. Grazie.

  16. Semplice: si replicherà che chi ha scritto questa cosa è “elitario”, non rappresenta “il popolo”, non è “aperto” al “soffio dello Spirito” (quale Spirito non viene precisato, si finge che sia lo Spirito Santo ma in realtà è lo Spirito hegeliano) eccetera.
    Vero è che alcuni dei firmatari sono discutibili: pliniani, lefebvriani, pseudonobili nostalgici degli Asburgo e dei Borbone e simili, fanno più danni che altro e prestano il fianco alle accuse suddette.

    1. E tutti i nodi vennero al pettine…la Chiesa così vive un momento di dolore per la confusione generata dalla mancanza di chiarezza.
      Alle richieste di chiarimenti al Papa, fanno da contraltare i dileggi del Papa stesso sul Web senza che alcuno protesti. Probabilmente gli stessi che pubblicamente lo osannano lo ridicolizzano su youtube, altro che nostalgici degli Asburgo e dei Borboni, la cosa è molto più grave, si vuole negare l’esistenza stessa di Nostro Signore Gesù Cristo.

  17. Non farà nulla. Tutto continuerà così, la confusione continuerà a regnare. L’obiettivo è questo e lo stanno raggiungendo. Ci vorrebbe un atto formalendi un vescovo o cardinale perché far emergere lo scisma sarebbe l’unico modo per superarlo.

    1. Sono assolutamente d’accordo!
      Continuerà esattamente cosi. Non solo ,aspetterà che si plachino gli animi e poi continuerà con altre riforme sempre più distruttive.

  18. Al di là di quello che dice Gotti Tedeschi, persona di grande fede ma anche di grande tatto e diplomazia, la sostanza è chiara: “Vostra Santità ha sostenuto, in modo diretto o indiretto (con quale e quanta consapevolezza non lo sappiamo né vogliamo giudicarlo), le seguenti proposizioni false ed eretiche:” e seguono le 7 preposizioni.
    Il virgolettato è testuale.
    Siamo quindi di fronte ad un evidente salto di qualità. Non più “dubia”, ma accuse vere e proprie.
    Cosa succederà? Nulla come sempre, fatte salve naturalmente le consuete epurazioni staliniane dei reprobi.

  19. Grazie Tosatti e Grazie al Prof.Gotti Tedeschi per avermi chiarito perché tra i firmatari non ci siano Vescovi e Cardinali.

  20. Gotti sembra voler dire che la lettera non sia neppure arrivata al Papa (”leggerà”).
    Poi non ho capito perchè parli di ”gnosi”…non afferro…

    1. Perche’la Gnosi e’la madre di tutte le eresie.
      La Gnosi e’la bellissima, affascinante, attraente immagine di Lucifero.L’Anticristo come scrisse Solov,’ev avra’il.buon gusto di presentarsi Non come uno CONTRO Cristo, ma come uno che perfeziona, migliora, porta a compimento il.messaggio di Cristo.
      Questo papa si presenta come piu’buono, piu’compassionevole di Cristo stesso.Laddove Cristo condanna l’adulterio e dice il.matrimonio indissolubile, questo papa piu’compassionevole di Cristo stesso, trova attenuanti e sofismi per tollerare anche l’adulterio.
      Questa e’la Gnosi, una religione apparentemente ispirata al cristianesimo, in realta’ ribelle alla vera dottrina insegnata da Cristo.
      Dell’Anricristo e’stato detto che sara’un filantropo, un ecumenico, un pacifista , un umanitario ,unnon violento ,un
      fautore della pace unica universale.
      Questa e’la Gnosi, una religione all’apparenza bellisima, ragionevole, illuminata,amante dell’uomo.
      Peccato che manchi proprio il.messaggio di Cristo, l’unico che salva.

    2. Gotti tedeschi per gnosi intende la massoneria. Che comunque conta poco oramai, essendo palesemente sovragestita. Chi sia il gruppo che sovragestita non è facile da scoprire, anche se molto probabilmente sono in contatto col diretto col diavolo.

  21. converebbe redigere una correctio filialis pure contro l’ecumenismo che da ormai dal momento dell’elezione di Roncalli sta devastando la chiesa e completamente distruggendo l’identità cattolica. Sarebbe un’omaggio alla memoria del grande papa defunto Pio XII che è venuta a mancare da ormai 60 anni.

  22. A me pure rincresce che chi occupa la Sede di San Pietro preferisca praticare l’ecumenismo invece di salvaguardare il patrimonio della nostra fede cattolica. Eppure tanto Pio XI che Pio XII hanno messo in guardia quant’agli effetti nefasti di tale attitudine. Purtroppo a partire di Roncalli la Sede di San Pietro è occupata da uomini che credono di conoscere meglio le debolezze umane.

    1. Francé, legga bene l’inizio di questo post: “sono stati volontariamente esclusi”… per non metterli nei guai. Penso sia chiaro.

      1. Caro Alessandro2
        Poniamo che sia il motivo da lei indicato, ma, risulta che il pastore vada avanti al gregge, ora almeno i Cardinali originali anche se rimasti in due dovevano farsi carico di ciò che in ultima analisi avevano sempre detto, cioè una correzione formale, non solo non ci hanno messo la firma ma neanche altri cardinali e vescovi che in molte conferenze criticavano a destra e a manca, però quando si è arrivati al nocciolo come al solito tabula rasa, sono i laici che ci mettono faccia e firma.
        Mah, vedremo come va a finire.

        1. Sono d’accordo con Francesco: si è già capito che vescovi e cardinali non hanno intenzione di arrivare al redde rationem. Eventuali eccezioni sarebbero facilmente isolati peggio che come appestati: come eretici.
          Alla fine prevarrà il quieto vivere.

          Altro conto sarebbe se si unisse Benedetto XVI.

          Ma non lo farà, anzi, anzi..

          Ipotizzo almeno tre scenari:
          – prosegue la strategia di Bergoglio vista fino ad adesso: si è dimostrata vincente, perché cambiarla?
          – Potrebbe esserci qualche azione di forza col piglio misericordioso ungulato bergoglione già visto in azione (Francescani dell’Immacolata, Ordine di Malta, cardinali dei dubia, lo stesso Gotti Tedeschi è un defenestrato, Benedetto XVI silenziato…) a rinforzo/conferma della linea.
          – Potrebbe essere richiesto un qualche intervento di Benedetto XVI a pro di Bergoglio, così si avrebbe l’autorità e l’autorevolezza a far naufragare ogni velleità di poter contraddire il papa.
          Ma in effetti, se si andasse alla conta di chi ci mette faccia e firma per disobbedire il papa, credo che si scoprirebbe che il numero si ridurrebbe drasticamente fino all’insignificanza, sbaragliando ogni tentativo fatto e futuro perché il numero degli aderenti si squagliacome neve al sole dove imponesse obbedienza.
          Non ci sarà neppure bisogno, per il Bergoglione fan di Lutero, Bonino, Marx, Fidel e psicanalisi non cristiana, di usare il jolly che il papa ha semore di mano, carta fissa che lo rende come il banco che vince sempre, dal 1870, col dogma dell’infallibilità magisteriale.
          Anatema pende su chi faccia azzardo di ostacolare il papa e pure su chi osasse contestare questo dogma. In teoria sarebbe possibile impedire al papa di promuovere eresie solo se davvero ingenuo e non abile in doppiezza ed ambiguità.
          Di fatto è impossibile.

          In ogni caso non è contrapponendo linguaggio mellifluo ed ambiguità che si possa avere successo: Principe di menzogne ed inganni è Satana; e Bergoglio è perfettamente a suo agio, direi abile e furbo nell’uso dell’ambiguo e doppio.

          Se si vuole far uscire dall’ombra il progetto che Bergoglio esegue, quello di trascinare nell’eresia la Chiesa per distruggerla dal di dentro e sostituirla con neo Chiesa di tipo umanutarista-massonica, trascinandolo alla luce del sole, è controproducente che ci siano (se poi ci son davvero) cardinali e vescovi che restano nell’ombra.

          Intanto passa il tempo e se non è operando alla luce, se non è sì , sì e no, no, ma sol nebbia, oscurità e ni, ni e so, so, è tutto a favore del peggio, come l’omertà e la viltà fanno vincere i violenti, i prepotenti, gli ingiusti.

          Anzi, ho l’impressione che sia già troppo tardi, la strategia bergogliana vincente:
          la rana, ormsi, è quasi bollita.
          BISOGNAVA AGIRE PRIMA!

          Restano le preghiere, i miracoli.

    2. “Il banchiere Gotti Tedeschi (con altri 61) accusa il Papa di 7 eresie” (titolo dell’articolo)
      …..”La firma più di spicco, e per certi versi più contigua al mondo vaticano, tra quelle rese note in calce al documento, è quella del banchiere piacentino Ettore Gotti Tedeschi, già presidente dell’Istituto per le Opere di Religione (IOR), defenestrato nel 2012. Oltre al nome di Fellay ci sono altre firme di sacerdoti, studiosi, giornalisti e blogger originari di 20 diverse nazioni, direttamente riconducibili al mondo lefebvriano, del tradizionalismo e della destra cattolica.”
      ANDREA TORNIELLI
      Da Vatican Insider.

      Naturalmente, l’articolo non contiene il benché minimo tentativo di confutare gli argomenti contenuti nella ‘correzione’.

      1. tornielli….vabbe’, meglio che non dica cosa penso di lui, ma sicuramente fare lo zerbino di el berghy gli dà un enorme tornaconto…….

I commenti sono chiusi.