PEZZO GROSSO SPARA ALTO: CHIEDE A BASSETTI, DOPO IL DISCERNIMENTO SUI MIGRANTI, LA TESTA DI GALANTINO…

Marco Tosatti

Pensavamo che Pezzo Grosso fosse in vacanza, godendosi un riposo meditato. Invece – nel week end di Ferragosto! – ci è arrivata una mail. Motivata, come vedrete, dalle parole di maggior saggezza che siamo riusciti ad ascoltare da un responsabile episcopale o della Cei negli ultimi mesi in tema di clandestini o migranti, come preferite chiamarli, e del traffico di esseri umani verso le nostre coste, fonte di benefici economici per quelli che sappiamo; e da cui il mondo ecclesiale non sembra escluso, anzi…Ma ecco la lettera. E poi ci riserviamo un post scriptum con la punta avvelenata…

Pezzo Grosso scrive a Tosatti, chiedendo di pubblicare una lettera aperta a Bassetti  :

“Quindi  mons. Bassetti legge Pezzo Grosso su Stilum Curiae e condivide le sue  analisi e i  suoi suggerimenti. Bene, bravo mons. Bassetti. Ma non basta. Affinché il Suo intervento sui migranti non appaia un gioco delle parti tra Lei e il suo segretario Galantino, deve fare di più. Deve farlo altrimenti in tutti noi albergherà il sospetto, che già si è insinuato, che per fare tutti contenti si continui a utilizzare la strategia del “NI NI, SO SO”, anziché quella  del”  Si Si, No No “ auspicato dal Fondatore del cristianesimo. La strategia del “Ni Ni, So So” sembra esser invece stata adottata in questo pontificato in ogni occasione. I messaggi contraddittori  vanno di moda in questo pontificato, ma anche le correzioni  confondenti. Ciò avviene sia a livello di governo della chiesa universale, dove Parolin corregge  Bergoglio, sia a quello della Cei, dove Bassetti corregge Galantino. Ma il Segretario di Stato  non può “licenziare” il Papa, mentre  il Presidente della Cei può (deve) licenziare il suo Segretario. Altrimenti caro mons. Bassetti, anche lei darà l’impressione di voler  contentare tutti, deludendo invece tutti. Non ci si deve  limitare a dichiarazioni contraddittorie ed opposte perché sembrino “pluraliste”, quando invece sono solo  contraddittorie su cosa è bene e cosa è male, giusto o sbagliato. Se lei vuole fare il bene dei migranti, della popolazione residente più  povera e vulnerabile, della Chiesa stessa, lei ora deve rimuovere Galantino, lo deve licenziare. Con effetti che lei stesso stenterà a credere: la crescita del prestigio della Cei e la conseguente crescita dell’8 per mille, da destinare naturalmente a opere di evangelizzazione, non sociali”.

 Il cardinale Bassetti ha parlato, giustamente, di etica della responsabilità. Vogliamo chiederci quante vite – di quelle perite in mare – si sarebbero salvate, se invece di incoraggiare con gesti e parole lo sbarco indiscriminato il nostro governo – e i vescovi, e il Primate d’Italia, che è il Papa – avessero detto parole di legalità e di saggezza, tese a una politica simile a quella che tutti gli altri Paesi del mondo praticano, dalla Spagna all’Australia? C’è una responsabilità in tutto questo, o le cosiddette buone intenzioni (irrorate di soldi) bastano a placare le coscienze? Io, se fossi uno dei predicatori del migrantismo selvaggio, un piccolo tarlo roditore di dubbio me lo sentirei, in coscienza. Forse anche una talpa. O almeno un criceto…



QUI TROVATE L’ARTICOLO IN SPAGNOLO CON UN COMMENTO DI MONTSE SANMARTÌ


Questo blog è il seguito naturale di San Pietro e Dintorni, presente su “La Stampa”.  Per chi fosse interessato al lavoro già svolto, ecco il link a San Pietro e Dintorni.

Se volete ricevere i nuovi articoli del blog, scrivete la vostra mail nella finestra a fianco.

L’articolo vi ha interessato? Condividetelo, se volete, sui social network, usando gli strumenti qui sotto.

Se invece volete aiutare sacerdoti “scomodi” in difficoltà, qui trovate il sito della Società di San Martino di Tours e di San Pio di Pietrelcina.

88 pensieri su “PEZZO GROSSO SPARA ALTO: CHIEDE A BASSETTI, DOPO IL DISCERNIMENTO SUI MIGRANTI, LA TESTA DI GALANTINO…”

  1. Povero San Pio X usato come Nick name di una persona che solo sa aggredire con supponenza e disprezzo mentre di San PioX una delle qualità più belle era l’ umiltà. Effetto bergoglio del resto…. l’albero si riconosce dai frutti e questo è il clima instaurato in questo tempo drammatico. San PioX Proteggi la Santa Chiesa Cattolica che tanto tu hai amato e per Cui hai anche tanto sopportato e sofferto.

    1. Giusy è ufficiale: lei non capisce nulla. Spero che Dio abbia misericordia di lei (probabilmente sarà perdonata per ignoranza invincibile). Un risultato positivo però c’è stato: con l’aiuto di google ha scoperto san pio x e la quanta cura. Ottimo direi!

      1. Signor sua umiltà, che appare continuamente su questo blog sfoggiando da perfetto codardo mille Nickname ma la stessa cafoneria e maleducazione, sappia che il Catechismo di San PioX io ce l’ho in Casa e lo sto leggendo un po’ al giorno con le sue oltre 700 pagine. Comunque ha fatto bene stavolta a cambiare Nick, lei prima di parlare di San PioX infatti dovrebbe sciacquarsi la bocca con la candeggina, in quanto il Santo aveva particolarmente a cuore i semplici e gli umili, non i palloni gonfiati. Che il Signore aiuti piuttosto lei, prima che sia troppo tardi.

        1. Eretica e ignorantissima Giusy, facile fare accuse di cambio nick solo perchè non si hanno argomenti di replica. Ma lasciando stare il fatto che lei è un bancomat vivente di nick fasulli, io il mio cambio di nick l’ho comunicato qui rispondendo al dr. Tosatti. Quindi non ho fatto niente di subdolo. Quindi le sue lagne valgono zero.

          Ps legga qualcosa di s. Pio x. Magari imparerà cosa sia il modernismo e comincerà a usare le parole con cognizione di causa.

          1. Signor sua umiltà, che di “cura” ne ha ben poca o nulla per il suo prossimo, io sono sempre rimasta solo Giusy e l’ho già dimostrato a chi mi interessa, lei mi interessa molto meno o nulla. Di Nick ne ho usato un’altro una sola volta perché gli attacchi subiti dai ” misericordiosi” come lei erano stati di una bassezza infame ed era NON PREVALEBUNT….mi sono sentita però una vigliacca e sono tornata subito Giusy come sempre e comunque ho già detto E ridetto in questo blog di questo mio attimo di debolezza. Siccome non voglio rovinarmi la Ricorrenza di Maria Assunta a questionare con un “cosiddetto” pastore di anime come lei che le sue pecore le vuole portare dritte all’inferno dove lei ha già un piede e metà dell’altro, la lascio a rodersi nel livore e nel rancore che evidentemente albergano nel suo cuore, si diverta, soprattutto a bearsi delle sue dotte conoscenze prive di vita di anima e di umanità e a cantarsela e sonarsela da solo davanti allo specchio, visto che lei sembra amare solo sè stesso. lei appare e dico appare, come un bel cembalo che non emette alcun suono. Sappia comunque che la sua maleducata arroganza la caratterizza qualunque nickname dei suoi numerosi lei usi e la rende immediatamente riconoscibile. Santa Assunta a chi ci crede autenticamente. E Sia Lodato Gesù Cristo.

          2. Troppo lungo. Faccia un sunto, grazie.
            Ps quella del cembalo l’aveva già scritta…ma con un altro nick

        2. @ Giusy (et al.)
          Se fossi in Lei non mi lascerei provocare da un “quanta cura” e simili, l’unico interesse dei quali é uno scambio di insulti e non una discussione seria.
          Semplicemente ignorarli mi sembra sia la soluzione migliore, perché la piú effettiva.
          Per un “agent provocateur”, infatti, non cé nulla di più frustrante che il non essere nemmeno preso in considerazione. Il suo fine di provocare fá cileccha se le persone che vuol provocare non si lasciano provocare, e vanno per la loro strada, semplicemente ignorandolo.
          Lo lasci pure strillare: non lo degni di alcun commento.

  2. Dubito che Bassetti possa “Licenziare” Galantino, certo, potrebbe farlo, ma sul piatto qualcuno molto più in alto vorrebbe anche la sua…..testa.

  3. Guardi, Pascendi dominici gregis, nel mentre mi sto accingendo ad andare alla Santa Messa portando con me altri altrimenti impossibilitati, sto ancora ridendo per quanto ha scritto e per la sua reazione, in particolar modo verso Giusy.

    Ben inteso: rido per non piangere della tristezza che lei procura e spande, suppongo, a sua insaputa e, certo, perché mi appronto alla migliore disposizione possibile per essere, tra un’oretta, in Comunione con il Signore Nostro e che voglio anche come mio Maestro, nonostante le insopportabili declamazioni pubbliche, che suonano come bestemmie, di quel cattivo maestro e pessimo papa (e le assicuro che prego sempre per aver miracolo di sua conversione o dimissione od almeno, che da pessimo papa non degeneri in infimo) del Berghy.

    Tornerò con più calma (non vorrei rischiare ritardo al momento più atteso delle mie giornate, capisce, il Corpo di Cristo, dono impareggiabile, corpo ed anima già in festa al pensiero..), a risponderle come si conviene, con la speranza n cuor mio che, almeno, lei non sia frate o prete, sacerdote, pastore, per così rinfrancati al pensiero di un danno ridotto (la sua risposta, la sua reazione, può essere assunta come emblematica di una parte delle ragioni per cui l’Occidente su è disastrosamente scristianizzato, con emorragia gravissima di devozione, Chiese svuotate..

    Ovvero, lei ha cosi tanto da guardare al suo trave e, credo, tanto, tantissimo da imparare da Giusy, la cui genuinità fuoriesce anche dalle parole e, dunque, corrobora, incoraggia e conforta altri credenti, a beneficio anche di anime.

    Lei riesce a trasmettere l’esatto opposto. Ormai è adulto, è giunto il momento che qualcuno glielo dica,l fraternamente qualcuno deve pur dirglielo anche se, forse, non sarò il primo, né l’ultimo a farlo.

    Provi a pregare di più o meglio, forse funziona per portarle luce.

    Sia Lodato Gesù Cristo.

    1. Uh quante chiacchiere e che lenzuolata!!! Non le chiedo di ringraziarmi, ma spero di averle aperto gli occhi…finire nel pentolone di satana è facilissimo. Mi saluti il suo ”capo della chiesa” (e magari si documenti meglio: imparerà ad essere cristiano)

        1. Scusi dr. Tosatti, credo che lei abbia bannato il mio nick. Ma se misura la mia risposta con il tenore delle risposte di questi due (per dei semplici appunti di cui dovrebbero essere grati), dovrebbe convenire che la Sua scelta sia stata sbagliata. Ne prendo comunque atto.

      1. Tento un’estrema sintesi senza voler essere criptico, Pascendi dominici gregis: sono troppi esempi di Papi che, evidentemente, lo Spirito Santo non avrebbe scelto.

        Mi scrive, poi: “Non le chiedo di ringraziarmi”…
        Va bene che forse è anche un poco colpa mia nell’averle reso noto che stavo già ridendo, ma lei ha proprio deciso di essere esilarante: ringraziarla?

        Non mi ha aperto (o chiuso) gli occhi in nulla, mi tocca deludere la sua speranza, spero non ci tenesse troppo.
        Posso solo dirle che lei conferma la mia impressione che le rendo con una battuta, esagerando: se avesse l’imprudenza di seguirla sul serio, di darle retta e di farsi un’idea della fede e pure della Chiesa in base ai suoi commenti (siglati coi molti nickname, uso a cui lei è abituale, parrebbe..), lei (e chi come lei, la indico come emblematico in una considerazione più ampia, generale) sarebbe capace di sterilizzare anche la fede di un Santo.

        Perché questo cercavo di dirle, prima: leggendola, sterile pare la sua fede.
        Pare, dico, pare!
        Ed anche a questo pensavo dicendole che a me pare che molto, molto avrebbe da imparare da Giusy: il suo cavillare da azzeccagarbugli di dottrina e teologia, fanno tristezza, tanta, in questa sua comunicazione fallace, sterile, vuota e che produce, credo, a sua insaputa, risultati diametralmente opposti alle sue aspettative.

        Apparentemente, lei è convincente, trascinante, interessante ed ha il carisma piatti come l’andamento della linea vita d’un morto.

        Ma per esser ottimista, col beneficio del dubbio, voglio sperare che tale risultato dipenda principalmente dallo strumento in uso per comunicare, per lei poco congeniale, che la trascinano in derive spiacevoli e che, invece, di persona, risulterebbe di meglio da lei.
        Quando leggo i suoi commenti, purtroppo, mi vengono in mente motivi per cui abbiamo chiese svuotate: lei trasmette proprio questo, una fede svuotata e sterile che non contagia incoraggiando, ma sterilizza scoraggiando è tanto più persiste, tanto più così risulta, oltre ad aggiungersi eventuale sintomo di pedanteria, saccenza, arroganza a rinforzo.
        Se la finalità sua non è proprio questa, se davvero la animasse amore sincero per la Santa Chiesa ed un genuino senso di fraternità cristiana, a mia opinabile opinione, lei dovrebbe fare grandi cambiamenti nel suo modo di comunicarlo.

        Le lascio volentieri ultima parola al fine di chiudere questa discussione che, temo, essere sterile e tediosa, ingiusta per gli altri lettori del blog.

        Nonché del suo titolare che deve moderare.
        Un titolare paziente, senza dubbio, avendone dato spesso gran prova.
        Ma non vorrei mettere a dura prova la sua pazienza, diventando proprio io la goccia che, traboccando, finisca poi per scatenare la sua … misericordia! 😀
        Son tempi strani, pare, in cui anche misericordia diventa temibile: mi sembra coerente in un tempo in cui, per Bergy & Company, Emma Bonino diventa modello esemplare e si invita in chiesa a dar lezione morale, lo spirito di Marco Giacinto Pannella ci dovrebbe guidare dall’aldilà​, in cui Sodoma viene salvata postuma nonostante Dio, Gesù già​ suggerito implicitamente quale essere sprovveduto o in alternativa sadico dispettoso nell’aver dimenticato di fornire registratori agli evangelisti e si potrebbe continuare con numerose .. amenità (eufemismo, ovvio: sono tempi scanditi da episodi raccapriccianti) della neo chiesa bergogliona e bergolatra che, della Chiesa è a capo sì, ma come vicario pessimo, scandaloso, agghiacciante.

        Non so se è il più indegno dei facenti veci in vicariato, ma non credo sia rilevante la questione d’una competizione in tal senso.

        Certo sembra essere qualificato in una simile gara, purtroppo, recando grave nocumento alla Chiesa, confondendo e scandalizzando tanti credenti, tanti piccoli fratelli e sorelle in Cristo.

        Motivo aggiunto per pregare di più e, dinanzi alle pseudo bestemmie del Berghy e sodali, innalzare più forte ancora la lode al Signore Nostro:
        SIA LODATO GESÙ CRISTO!

          1. Andrea P Buona Assunta, tranquillo che sicuramente sua umiltà si è letto tutto, ma siccome ama fare il forte con i deboli e il debole con i forti, a te non risponde e preferisce insultare me. Sia Lodato Gesù Cristo.

        1. I multinick teologi e cardinaloni mancati mi ricordano questo passo:
          Gli rispose Gesù: «Tu sei maestro d’Israele e non conosci queste cose? In verità, in verità io ti dico: noi parliamo di ciò che sappiamo e testimoniamo ciò che abbiamo veduto; ma voi non accogliete la nostra testimonianza. Se vi ho parlato di cose della terra e non credete, come crederete se vi parlerò di cose del cielo? Nessuno è mai salito al cielo, se non colui che è disceso dal cielo, il Figlio dell’uomo.
          e questo.
          i benedico, o Padre, Signore del cielo e della terra, perché hai tenuto nascoste queste cose ai sapienti e agli intelligenti e le hai rivelate ai piccoli. 26Sì, o Padre, perché così è piaciuto a te. 27Tutto mi è stato dato dal Padre mio; nessuno conosce il Figlio se non il Padre, e nessuno conosce il Padre se non il Figlio e colui al quale il Figlio lo voglia rivelare.

        2. No giusy, non ho letto proprio niente. Se mi fa un sunto le sarò grato. Nel frattempo, si è informata su cosa sia la Tradizione di cui parla sempre (e sempre a sproposito)?

          1. Signor sua umiltà, le stiamo dando fin troppa importanza. Se pensa di insegnare qualcosa a qualcuno con il suo stile borioso bè…. meglio che cambi subito mestiere. Ripeto, come nelle “puntate precedenti”, che lei ama solo sè stesso, si ritiene ombelico del mondo e quindi continui pure a cantarsela e sonarsela da solo, confrontandosi solo con lei stesso, così è sicuro di avere sempre ragione. Oppure si confronti con sillabo, con Paradigma ecc ecc ecc ecc, che mi pare siate molto molto intimi….se non identici…. proprio come foste una sola persona. Buon lavoro.

          2. Giusy lei fa proprio pena. Le ho solo detto che è una scemenza dire che gesù ha consegnato a pietro l’incarico di custodire la tradizione. Il risultato? Accuse personali sul mio carattere (che non conosce), sull’essere bergoglione (chissà da cosa lo ha dedotto), di essere un multinick (mentre il mio cambio di nick l’ho reso pubblico da subito), di essere un ”misericordioso” (salvo poi lamentarsi del mio eccesso di durezza). Non crede sia ora di farsi vedere da uno bravo o di farsi un serio esame di coscienza? Lo faccia almeno per non essere ridicola.
            Paradigma non so chi sia, probabilmente qualcuno che l’ha strigliata così bene da farla rosicare ancora. Per quanto mi riguarda è la solita insinuazione stupida.

  4. Grazie a Dio ci sono autentici Sacerdoti e religiosi onesti e Fedeli che condividono totalmente il nostro disagio e la nostra fatica spirituale e li ritengono tutt’altro che diabolici. Questo conta. Ai Trolls bergogliOni probabilmente pilotati dal fortino corazzato di inciviltà Cattolica dà molto fastidio la nostra fedeltà alla Tradizione e al Magistero, perché non riescono a manipolare le nostre Anime e le nostre menti con i metodi bolscevici bergoglioni e questo li rode rendendoli aggressivi e violenti. Diabolico è chi afferma che Gesù si è fatto diavolo, non chi resta fedele. L’attacco massonico alla Santa Chiesa è scatenato ma il Signore ha altri Progetti per fortuna. Sia Lodato Gesù Cristo.

    1. Ps è inutile che mi accusi di essere un troll bergoglione. Se tu che dici cose senza senso, eretiche e pericolose. Se conoscessi la Tradizione di cui parli tanto, capiresti dal nick che mi sono scelto che con bergoglio non ci azzecco proprio. Tu piuttosto, con tutto il feticismo che hai per ratzinger, faresti bene a non parlare di modernismo e bergoglionate varie (i due stanno come il seme e il frutto, per chiunque sappia l’abc del cristianesimo).

    2. Giusy: “Grazie a Dio ci sono autentici Sacerdoti e religiosi onesti e Fedeli che condividono totalmente il nostro disagio e la nostra fatica spirituale e li ritengono tutt’altro che diabolici.”

      Può dirlo forte!

      Ed in risposta alla sua lode in chiusa al commento, rispondo forte, di cuore e lieto nel farlo:
      SEMPRE SIA LODATO!

      1. Sarebbe interessante sapere come facciano due – che non sanno nemmeno l’abc del vangelo – a distinguere i sacerdoti autentici da quelli che non lo sono. Me lo spiegate? Grazie!!

        1. Certo certo ha ragione quanta (poca) cura, lei è Napoleone, va bene, non si agiti! Mi sa che di uno bravo ha bisogno lei. Sarà pure un pozzo di scienza me se non la sa insegnare e trasmettere a che le serve? Lei appiccica etichette offensive e degradanti a tutti e poi come un bambino frigna…”ma come, ma io ho detto SOLO….come si permettono di reagire?” Comunque la Parola del Signore va offerta con “dolcezza e rispetto”, pare l’abbia detto San Pietro, non con superbia e supponenza come lei…. perché così anche lei, come qualche altro, invece di farvi ascoltare spingete i lettori a saltare i vostri interventi o a leggerli frettolosamente e a buttare via, lo ripeto, tutto compreso il bimbo con l’acqua sporca. Buona giornata e Sia Lodato Gesù Cristo.

          1. Ecco allora imprari la dolcezza e il rispetto, invece di infangare (con sciatta superbia) chi esprime concetti non coincidenti coi suoi. E magari impari anche a pensare prima di scrivere, possibilmente evitando di chiamare sempre in causa gesù e santi vari per sostenere le sue idiote polemiche.

          2. No caro signor sua umiltà-quanto poca cura- è lei che si mette in cattedra con superbia offendendo e poi pretende che la si ascolti e non si reagisca. È lei che vuole fare il docente e che quindi se vuole farsi ascoltare ed essere CREDIBILE deve imparare dolcezza e rispetto. Si rilegga i suoi interventi, è sempre lei che per primo usa sarcasmo e supponenza con chi dice cose che non le vanno, e che magari possono anche essere imprecise o non dotte, ma nessuno di noi le vuole insegnare o imporre a nessuno. Chi come lei ha o ritiene di avere conoscenze importanti per la crescita spirituale di tutti credo sia il benvenuto, ma lo faccia appunto, lui si, con DOLCEZZA e RISPETTO. Non so se il suo egocentrismo glielo permette, ma non so se lei si è accorto che qui scriviamo prima di tutto per esprimere il nostro disagio e la nostra sofferenza per il momento drammatico in cui versa la Santa Chiesa, nessuno sale in trono è più che altro condivisione, molti sanno tante cose, altri come me raccontano solo la loro personale fatica dopo un’altrettanto faticosa Conversione. Anche io nel mio lavoro so cose che altri non sanno, ma non mi sogno né di dare dell’ignorantissimo (parole sue signor umiltà), né di trattare nessuno dall’alto in basso….se richiesto cerco di mettermi nei panni altrui e provo a far capire con infinita pazienza…. a maggior ragione dovrebbe agire così chi opera in ambito ecclesiale. E ora si sfoghi pure, tanto ormai ci siamo abituati.

          3. Ma a ”tutti” chi poi? Sto parlando solo con te e andrea. Ti sopravvaluti così e vieni a parlare a me di superbia? Si impone esame di coscienza .

          4. Cominci lei che è tanto grande e sapientone, un vero signore, a VERGOGNARSI e poi io, che come lei misericordiosamente mi insegna, sono “ignorantissima” , che “scrivo cose ereticali e idiote”, che devo “trovarmi uno bravo”, “che mi urge esame di coscienza”…..ecc ecc ecc ecc ecc ecc imparero’ da lei e forse mi vergognero’. Signor sua umiltà-quanto poca cura-!

          5. Cara mia, vada a leggersi i messaggi scritti da lei, di cui quelle frasi erano semplici risposte (fin troppo moderate).
            Vadi, Giusy, vadi!!

          6. Va bene Napoleone ha ragione lei sempre e comunque se la tenga ma attento a non scoppiare. Si diverta davanti allo specchio da solo, le sue acrobazie adolescenziali dopo un po’ stufano. Chiunque rilegga può capire. Buona fortuna poca cura-dottorone.

        2. Quanta cura
          ” Giusy lei fa proprio pena. Le ho solo detto che è una scemenza dire che gesù ha consegnato a pietro l’incarico di custodire la tradizione”

          Strano, che lei commette un errore da bambini scrivendo “gesù” minuscolo, come mai? stia più accorto nello scrivere in modo esatto almeno il nome di nostro Signore.
          Ovviamente lo stesso dicasi per “pietro”, non è un oggetto ma un soggetto, si scrive con lettera maiuscola.
          Ora passiamo alla sua affermazione, la quale se non è da lei esplicitata in modo corretto rientra nell’eresia.
          Iniziamo dalle “Chiavi” date da nostro Signore a San Pietro (spero che accetterà il San).
          Ci illumini meglio sulla sua affermazione soprascritta, perché vede, con tutto il massimo rispetto leggo concetti puramente protestanti, ma può darsi che mi sbagli.

          1. Risposta semplice al primo quesito: non mi funziona il maiuscolo.
            Risposta ultrasemplice al secondo quesito: gesù non ha affidato a pietro la custodia della tradizione, perchè la tradizione è stata sviluppata dalla chiesa. Strano che lei non sia stato in grado di risolvere il difficile busillis da solo.
            Contento, eresiologo?

          2. Buon uomo, torno in argomento perchè mi sono reso conto che per uno intervenuto a piffero a conclusione del dibattito, potrebbe non essere agevole comprendere i termini della questione. Allora fraternamente la aiuto: risalga al primo messaggio di andrea p sul ”capo della chiesa”, legga la risposta di pascendi dominici gregis e poi l’intervento di giusy sul rapporto gesù-pietro. Successivamente troverà, tra un insulto e l’altro, una miglior esplicitazione del mio pensiero. Con un pò di pazienza riuscirà ad avere il quadro, filologicamente corretto, delle tesi disputate.
            Mi faccia sapere se le occorra altro.

          3. Per Quanta cura alias Alex DeLarge
            Lei afferma ” Risposta semplice al primo quesito: non mi funziona il maiuscolo.”
            Se lei legge bene, il tasto maiuscolo funziona, eccome se funziona.
            Precedentemente aveva scritto.
            “Giusy lei fa proprio pena. Le ho solo detto che è una scemenza dire che gesù ha consegnato a pietro l’incarico di custodire la tradizione. Il risultato? Accuse personali sul mio carattere (che non conosce), sull’essere bergoglione (chissà da cosa lo ha dedotto), di essere un multinick (mentre il mio cambio di nick l’ho reso pubblico da subito), di essere un ”misericordioso” (salvo poi lamentarsi del mio eccesso di durezza). Non crede sia ora di farsi vedere da uno bravo o di farsi un serio esame di coscienza? Lo faccia almeno per non essere ridicola.
            Paradigma non so chi sia, probabilmente qualcuno che l’ha strigliata così bene da farla rosicare ancora. Per

            “Giusy lei fa proprio pena. Le ho solo detto che è una scemenza dire che gesù ha consegnato a pietro l’incarico di custodire la tradizione. Il risultato? Accuse……..”

            Come vede sia la lettera “G” che la lettera “P” sono maiuscole, come mai che Giusy è maiuscolo mentre sempre la lettera “G” per Gesù è minuscolo?, così anche per la lettera “P”, lei scrive ” Paradigma ” maiuscolo, mentre Pietro in minuscolo.
            Mi spieghi questo gioco di prestigio.
            Inoltre la Tradizione inizia proprio da San Pietro, il quale doveva confermare i suoi fratelli nella fede, a Pietro Gesù consegnò le “Chiavi”, oppure mi venga a dire che la Traditio è iniziata dopo la morte degli apostoli, e mi dica, non è forse la tradizione inizialmente orale che sia Pietro come “Capo” degli apostoli e quindi della Chiesa annunciarono al popolo? oppure il Kerygma gesuano ebbe inizio molto più tardi.
            Pensare male si fa peccato, ma spesso ci si azzecca, il suo modo di scrivere (minuscolo) e il suo rifiuto dell’autorità di San Pietro come custode della Tradizione poi trasmessa ai vari successori, mi fanno dubitare sulla sua cattolicità, la vedo più come un….protestante infiltrato.
            Pax et Gaudium

          4. Accidenti io non ci avevo pensato, oltre che “ignorantissima” sono anche ingenua….ma forse meglio così che falsetta e manipolatrice. Sia Lodato Gesù Cristo.

          5. Caro francesco, la lunga citazione da lei riportata contiene le maiuscole. Lei però non ha notato che tutte le maiuscole seguono il ”punto”: è il sistema di scrittura che mette la maiuscola in automatico. Esempio: sig francesco – sig. Francesco. La ”effe” minuscola è tale perchè non preceduta dal sig senza punto. La ”effe” maiuscola è tale perchè preceduta dal sig col punto.
            Ora le è chiara la faccenda o vede ancora rischi di eresia?
            Avrebbe potuto essere più arguto e chiedermi come potessi aver messo ben tre maiuscole nel nick: a quel punto, messo alle strette, avrei dovuto confidarle di aver fatto un copia-incolla da un altro testo, segnatamente wikipedia.

            Venendo alla seconda questione, se lei avesse indagato secondo le mie premurose indicazioni, avrebbe trovato che la nostra somarella giusy aveva detto che gesù aveva affidato a pietro ”solamente” il compito di ”conservare” il sia suo ”magistero”, sia la sua ”tradizione”. Ora, appurato che gesù ha lasciato un ”magistero” (i suoi insegnamenti), il secondo termine (la ”tradizione”), che cosa sarebbe? Inoltre, è corretto parlare di semplice ”conservazione”, quando è evidente a chiunque abbia letto gli atti degli apostoli e conosca le vicissitudini di paolo, che la stessa chiesa primitiva ha dovuto fare i conti con il concetto di ”sviluppo” (e non di pura ”conservazione”)? Lei risponda a queste due domande, poi valuti la risposta di giusy nel quadro della questone posta da andrea p (che sosteneva essere il papa il capo della chiesa e cristo un’entità astratta che se ne sta spiritualmente a guardare dalla finestra), la correli con quanto detto da pascendi dominici gregis (poi quanta cura, poi alex delarge), faccia due riflessioni e poi torni pure a farmi le pulci.
            Per ora, il fatto che lei mi accusi di protestantesimo a causa di una mia svalutazione del ruolo di pietro, significa che ha capito l’esatto contrario di quello che ho scritto.
            Ora spero solo che non mi abbiano segato anche questo nick, se no col cavolo che le riscrivo tutto con altro nome.

          6. @ giusy
            ”Attacchi di autoesaltazione, il caldo a qualcuno fa molto male ma poi i palloni gonfiati si sgonfiano. Amen”

            Cara giusy, non gonfi il petto come un pallone, solo perchè è venuto a difenderla uno che non ha capito un tubo del discorso. Non si renda più ridicola di quel che già è. Un pò di decoro…

  5. Il basso profilo di questo pontificato è rappresentato da patetiche figure come Galantino, le cui esternazioni hanno coperto di ridicolo la Santa Romana Chiesa!
    Se tutta l’operazione mediatica bergogliana a favore di una aberrante e stolta accoglienza non avesse trovato una forte e chiara opposizione da parte di uomini saggi e liberi, difficilmente ci sarebbe stato un cambiamento di rotta da parte della Cei.
    Credo che uniti possiamo fare qualcosa per arginare i guasti di questo papato.
    La preghiera, la testimonianza della Verità del Vangelo, la difesa della Santa Dottrina, il Catechismo, la Liturgia, l’aiuto e il sostegno ai veri sacerdoti cattolici, la corretta informazione e lo scambio proficuo di idee e riflessioni negli spazi offerti dai blog, sono farmaci efficaci per vincere la menzogna e proclamare la Verità e la Regalità di Cristo.

  6. Bassetti afferma:

    «Sapete – dice ad Avvenire il cardinale – che non c’è una donna fra i migranti accolti qui che non sia stata violentata? E sapete che tutti vengono continuamente minacciati di essere affogati se non cedono ai ricatti di vere e proprie mafie che gestiscono i traffici dei migranti?”

    Quindi adesso la CEI scopre che il traffico di esseri umani che finora ha protetto (La campagna di Galantino “Liberi di partire e liberi di restare ” e promosso comporta dei costi umani pazzeschi? Papa Francesco che tutti i giorni ideologicamente promuove le migrazioni di massa, anche contro il parere dei vescovi dei paesi da cui provengono gli emigrati? Le migliaia di emigrati che sono morti in mare solo quest’anno nel tentativo di raggiungere l’Italia, chi è che ha alimentato questa corsa disperata?

    I principali responsabili di questo caos sono il papa e i suoi proconsoli come Galantino. Bassetti ha solo fiutato l’aria e si sta rendendo conto che i laici si stanno stancando delle insulsagggini ideologiche del Vaticano e dei vescovi. Insulsaggini fatte sulla pelle degli altri, africani e italiani.

    Questo papato è un disastro: papa Francesco non è nemmeno consapevole dei danni che sta facendo. E’ troppo pieno di sè ( la Santa Sede ha autorizzato la stampa di magliette con Bergoglio Superpope per finanziare l’obolo di San Pietro), il ministero di Pietro è diventato una pagliacciata, ma una pagliacciata tragica. Le vacuità ideologiche di questo vecchio gesuita privo di cultura e gonfio di arrogante ideologia stanno presentando il conto, ma il loro autore non ammetterà mai la propria responsabilità.

    https://ecclesiaafflicta.blogspot.it/

  7. Si dice che ci sia stato un incontro segreto fra Bergoglio e Gentiloni… Ogni commento è superfluo.
    Per inciso, mesi fa un monsignore del Vaticano, tutto pieno di zelo papalino, si scandalizzò con me di una proposta, mi pare di Salvini, che voleva mettere tutti i migranti in un’isola. Gli feci notare che era quanto facevano da tempo gli Australiani…

  8. Parliamone pure, come è giusto che sia.
    Ma non sogniamo di risolvere una crisi che è, soprannaturale.
    E sarà il soprannaturale ad intervenire.
    Contando sul nostro essere docili, sul nostro fiat.

    Pensate sempre a cosa VIDE, chiaro e nitido, Leone XIII.
    Non è cosa per noi misere creature piene di peccati.
    Il Signore e la Sua Santissima Madre interverranno in modo potente.

    AVE MARIA!

  9. @ peter
    Da tangentopoli a tangONGtopoli: una prospettiva più che ipotetica e che di certo a qualcuno anche nella Chiesa non può che suscitare incubi notturni e diurni.

  10. @peter
    Credo che la posizione di Bassetti e della Chiesa italiana costituisca una saggia presa di distanza da possibili scandali che potranno emergere in un prossimo futuro e che potrebbero coinvolgere le varie realtà legate alla questione dell’accoglienza dei migranti!
    @Luisa S.
    Si profilano le elezioni e in vista di una probabile batosta per la sinistra, il clero ha voluto dare una copertura, un via libera, ad alcune misure restrittive all’invasione.
    @Serena
    Anche in Vaticano è probabile che ci sia accorti che la linea “accogliamoli tutti e vogliamoci bene” ultimamente porta ad un calo di popolarità…

    Ho riportato tre commenti molto realistici che si legano tra loro. Per quanto io auspichi una valanga che spazzi via tutto, credo che ciò non avverrà. Si tratta di prese di posizione, specie quella di Bassetti, opportunistiche, sia per l’avvicinarsi delle elezioni, sia per il pericolo che venga scoperchiato il vaso che produce soldi a volontà grazie all’accoglienza.
    Non dimentichiamo che è bastato uno sternuto di Minniti (e un procuratore serio) per far saltare il banco (speriamo) delle “benemerite” ONG.
    E con un cambio della guardia dopo le elezioni potrebbe finire la cuccagna di molte voraci associazioni, purtroppo anche cattoliche.

  11. Ricordiamoci: morto un papa se farà un altro!
    Bergoglio è stato fatto papa con i voti di una cordata di cardinali favorevoli ad una “politica” dialogante con il mondo laico, liberal-massone, di sinistra: insomma con i nemici del Papato di sempre.
    Bergoglio ha fatto e continua a fare il suo “mestiere”!
    Ma non è detto che questa situazione non possa in un prossimo futuro cambiare.
    Abbiamo registrato che in Vaticano oltre al Papa, naturalmente, esistono poteri che ne condizionano l’operato!
    Abbiamo registrato nelle dichiarazioni di Bassetti un orientamento della politica vaticana verso valutazioni più realistiche e meno populistiche!
    In Vaticano c’è evidentemente un supervisore che orienta le scelte del Papa, altrimenti non si spiegherebbe questa mutazione.
    E, vedrete, che se la politica italiana e mondiale dovesse cambiare, cambierebbero di certo le posizioni del Papa.
    E…morto un papa se ne farà un altro!

    1. Ricordo che, con Benedetto XVI vivo e papa emerito, ovvero con un precedente inquietante fin troppo facilmente digerito, minimizzato fin troppo, l’espressione “morto un papa se ne fa un altro” risulta meno efficace di sempre.

      Ammesso il precedente, per stesse argomentazioni si può avere il ritiro di Bergoglio, a sua volta facendosi emerito ed un terzo papa a rimpiazzo.

      Con analogie rinforzate tra Stato Vaticano e con quanto già visto per lo Stato italiano (certo non tra la persona di Ratzinger e Berlusconi, sideralmente diversi). Ovvero un golpe occulto eterodiretto con forti complicità dall’interno; ed il defenestrato non fa resistenza, né sceglie martirio non rinunciando al suo ruolo, ma legittima sostituzione.

      Lo Stato Italiano non ha più sovranità da un pezzo (certo non è sovrano il popolo italiano).
      A me pare si debba trovare il coraggio di dirlo che, pure il Vaticano, forse, ha una condizione analoga. D’altra parte è ricattabile fin troppo (vedi bancomat vaticani bloccati per far intendere il messaggio è per dimostrare credibilità del ricatto).

      La Chiesa resta di Cristo e dunque Santa. Nella sua natura spirituale. Nel suo corpo vivo di credenti, ma sopra tutto presso le più alte gerarchie clericali o d’ufficio, invece, non solo prostituzione impenitente abbonda (anche abbondante nella versione contro natura in ogni senso, tra omoeresie e filo-islamismo, sincretismo, massoneria in festa..), ma non esercita più in proprio: esegue le direttive dei “papponi”. L’agenda vaticana incide, infatti, diventando più ONUsiana, più sorosiana, massonica, le priorità non sono più difesa di valori cattolici non negoziabili, ma la rinegoziazione graduale di tutto (anche Lutero) perchè, annuncia Bergoglio, Dio non è cattolico.

      Per necessità di miglior brevità non tento nemmeno una sintesi dello scenario attuale nella Chiesa, lascio pure solo l’accenno alle analogie tra golpe Stato Italiano e Vaticano.

      Ma, opinione mia, la richiesta di dimissioni di Galantino fa sorridere: come preoccuparsi dell’unghia incarnita sull’alluce che, si capisce, infastidisce; ma se è sulla gamba in cancrena, non mi pare sia l’unghia la priorità.
      La richiesta della testa di Galantino suona un po’ così: surreale, da commedia dell’assurdo o anche come puerile ripiego o vendetta compensativa per mancanza di coraggio o impotenza altra.
      Il pesce puzza dalla testa.
      Dopo i dubia non ci sarà alcuna correzione (corruzione, ovvero errore dilaga, cancrena si espande).

      Che pena.
      Ho sempre più forte la convinzione sincera, profonda, non astrattamente concettuale, che la Chiesa di Cristo può salvarla e la salverà solo Nostro Signore Gesù Cristo, con l’ausilio della Nostra Madre Celeste.
      E che ciò avverrà servendosi della più sincera fede dei più semplici, non dei più forti, i più devoti che pregano tanto e filosofeggiano poco, agiscono come piccoli, più umili, semplici, ma più numerosi e più autentici di tanti che dottoreggiano come azzeccagarbugli della dottrina o come saccenti teologi accecati dalla propria superbia, per difendere anche l’indifendibile.

      Spero di vedere molto presto la nascita spontanea di vere comunità cristiane di laici credenti per ridare linfa in questo evo oscurato in un’eclissi di caos progettuale, dove il progetto è rendere irrilevante Cristo stesso, a vantaggio di un umanesimo più conforme all’ideale massonico.

      Credo sia buona cosa riproporre con forza una testimonianza viva, vera, tangibile di umanesimo Cristocentrico che resta ed è oggi più di sempre, il miglior dono, la migliore e più autentica promozione umana.

      Mentre dubito assai dell’autenticità del cambio rotta Vaticano in tema migrazione tanto: i livelli di impopolarità accresciuti rapidamente, il crollo donazioni, le prossime elezioni (mi pare chiaro che, in Vaticano, dall’alto non prevalgano simpatie per M5S o Lega o FdI, l’investimento complice resta verso il PD) e la cautelativa presa di distanza nel caso il bubbone del business accoglienza dovesse scoppiare più firte (non accadrà, purtroppo).

      Ovvero è solo fuffa, farsa, non credibile e non fintanto che Galantino resta, ma fintanto che Bergoglio resta!

      Si deve ben avere in mente i motivi per cui è stato messo dov’è al posto di Benedetto XVI, a far cosa.
      Dove non fosse più abbastanza popolare ed in grado di assolvere quel criminale e diabolico progetto, sarà sostituito con altro soggetto ritenuto idoneo (vedi, per analogia, i governi-fantoccio eterodiretti M.Monti-E.Letta-Renzi-Gentiloni).

      Perché NON morto un papa, ne faranno un altro: il precedente già c’è.
      Se non altro, non resteranno ombre di sospetti di eliminazioni fisiche (vedi alla voce ‘Giovanni Paolo I’).

    2. Io non mi illuderei. Il Conclave sarà infarcito di tutte le nuove nomine, tra modernisti, ignoranti, infiltrati, lobby gay, lobby massonica, e tutto il resto che ha inquinato irrimediabilmente i vertici della Chiesa.
      Chi pretendete eleggano costoro? Sarah?

      1. Giov: dici bene, purtroppo!
        Occorrono miracoli.
        Conversioni, ad esempio,
        come, ancora, iniezioni di coraggio.
        I dubia, piantati nell’inutilità del non proseguimento di iniziativa in assenza di risposta, portano solo frutti controproducenti amarissimi.

  12. Siamo ritornati ad un’epoca storica, tra il 1797-1799, all’epoca degli “INSORGENTI”. Erano il popolo comune: contadini, artigiani, pescatori, qualche borghese,. qualche giacobino-massone deluso: si riunirono spontaneamente, presero i forconi, i bastoni, i badili, le roncole, qualche archibugio, e cominciarono, dalle Alpi ai territori della Chiesa, al Circeo, ad attaccare i soldati francesi della Repubblica Francese, guidati da Napoleone Bonaparte, a liberarci dai preti e dalla Religione cristiana obsoleta, in nome della “fraternità, libertà, uguaglianza”…
    Furono in effetti solo una masnada di ladri, molto Illuministi e Illuminati, di assassini, di stupratori, di fucilatori di decine di migliaia di povera gente, di sequestratori, di taglieggiatori, e – ripeto – di ladri di arredi sacri d’oro e d’argento e di opere d’arte, rubate alle nostre chiese.
    I Francesi liberatori erano sostenuti dai giacobini e dai massoni di qui.
    Il Clero? Il Clero – ieri come oggi – fu dalla parte del vincitore. Addirittura un vescovo fece un Te Deum di ringraziamento al Bonaparte. I più erano preoccupati per le loro prebende e per la loro incolumità. Solo qualche manciata di preti e frati parteciparono alla lotta, organizzando, combattendo, morendo in battaglia o fucilati in quella guerra di popolani “insorgenti”…
    Fu una pagina di Storia che venne dimenticata e fatta dimenticare dai massoni vincitori di Casa Savoia. E dal nostro clero, al sevizio dei Savoia, del fascismo, del nazismo, del bolscevismo, del maoismo. Salvo quella piccola percentuale che morì ammazzata, giustiziata, nei campi di lavoro e di rieducazione maoista, nei campi di sterminio nazisti, nei gulag sovietici, assassinata dalle SS e dai partigiani. Veramente, di religiosi ortodossi sembrerebbe che ne siano stati assassinati dai bolscevichi oltre 110 mila.
    Vi state lamentando del clero che tutto fa, ma non il proprio dovere di prete. Nella famosa messa diventata “cena” e “mensa”, al posto del Golgota tralasciano delle parti. Neanche il battesimo fanno più come è scritto. Certi preti neocatecumenali immergono solo i piedi, per tre volte naturalmente, nel nome del Padre, del Figlio, dello Spirito Santo… A mio nipote, alcuni giorni fa, il Sacro Crisma che sigilla il Verbo nel battezzato lo hanno messo sulla fronte, invece che alla sommità della testa. Come prescritto…
    Lamentarsi non serve, occorre battersi. Ma con una identità.
    Ci definiscono “cattolici fondamentalisti” per opporci ai “cattolici progressisti”… Una idiozia, come quando dicono “musulmani fondamentalisti” e “musulmani moderati”. O si è cattolici e musulmani, e basta. Oppure, non si è cattolici e musulmani.
    Alcuni giorni fa il sindaco “cattolico” del PD di Corridonia, la mia città, ha celebrato il suo primo matrimonio gay, con molta pubblicità. Io ho contestato che un sindaco cattolico possa celebrare un matrimonio gay. Ho ricevuto un sacco di improperi con luoghi comuni. Il clero ha taciuto…
    Torniamo all’inizio: che cosa siamo? Noi dobbiamo darci una identità. Penso che potremmo diventare gli “Insorgenti del XXI secolo”. Come allora siamo in ordine sparso nel territorio nazionale, ma determinati a difendere la nostra IDENTITA’ cattolica, insieme a quella dataci dalla nostra Civiltà millenaria e a quella del territorio in cui viviamo, che – estesa al quello nazionale – diventa “Patria”, con le nostre tradizioni…
    Veramente esistono già alcuni gruppi “insorgenti”. A Napoli stanno difendendo la loro identità napoletana. A Ferrara sono “insorgenti” più politicizzati e a destra e si battono su argomenti identitari ferraresi… Esiste un Centro Studi “Giuseppe Federici”, che fu un pescatore “insorgente” di Rimini, che lotta per il dogma. Insomma, Socci, Blondet, e il nostro Tosatti, pur nelle diversità, non sono Insorgenti?
    VIVA CRISTO RE!

  13. Spero con tutto il cuore di sbagliarmi, ma non riesco proprio a vedere Bassetti e Parolin come gli iniziatori di un nuovo corso. Mi sembra purtroppo molto più credibile che “si continui a utilizzare la strategia del “NI NI, SO SO” “, cercando di inseguire il generale ambiguo mutamento (probabilmente consigliato anche dai poteri forti sovranazionali) che sta avvenendo in politica per cercare per tempo consensi in vista delle prossime elezioni. Anche in Vaticano è probabile che ci sia accorti che la linea “accogliamoli tutti e vogliamoci bene” ultimamente porta ad un calo di popolarità… e da quel che ne so mi sembra che Mons. Bassetti una qualche propensione al trasformismo l’abbia dimostrata anche in passato. Tenere i piedi in due (o più) staffe del politicamente corretto mi pare lo sport preferito dallo staff di questo papato

  14. L’attuale incalcolabile lista degli ecclesiastici di alto rango, meritevoli di una rapida dimissione, per manifesta incapacità pastorale e governo, può essere aggiornata di giorno in giorno. Le giuste aspettative, sarebbero per una rapida e opportuna soluzione di allontanamento dei suddetti personaggi e di confine in un’isola sperduta dell’Oceano Pacifico, e destinati ad un duro e proficuo studio: delle Sacre Scritture, dei millenari documenti Magisteriali, del Catechismo della Chiesa Cattolica, per la durata di almeno cinque anni, onde poter essere resi meritoli di una pensione di vecchiaia. Certamente, questo non avverrà mai in toto e neanche in parte. Il pensiero del Leader maximo, non coinciderà mai con quello del popolo dei fedeli, e solo Dio potrà liberarci da questo crescente disastro per la Chiesa e per il mondo. SIA LODATO GESÙ CRISTO!

    1. Sulcitano:
      Spero si dimetta al più presto il capo della Chiesa che i ribelli hanno voluto per far affondare la Barca, perchè il potere logora solo chi non ce l’ha, e la Chiesa per molti è, e rimane un bel bocconcino da spartirsi, ma non ci riusciranno, perchè non è di loro proprietà. Certo è che tra pastorale e magistero di questa Chiesa c’è da mettersi le mani nei capelli.

    2. Sulcitano: “Il pensiero del Leader maximo, non coinciderà mai con quello del popolo dei fedeli”.

      Purtroppo, una parte sì, apprezza eccome! Non so se maggioritaria, abbastanza numerosa da essere ancora rilevante.

      Per il resto concordo e fino alla chiusa che volentieri ripeto:
      SIA LODATO GESÙ CRISTO!

    1. @Paolo Giuseppe:
      Che sia però una valanga che spazzi via tutto ciò che da anni rema contro la vera Chiesa di Cristo fino ad essere arrivati a questo marasma….anzi, sciempio, e tutto questo perchè ormai non c’è più la fede proprio come prospettato dal Beato Paolo VI grazie alla grande disobbedienza dei vescovi belgi, tedeschi e francesi, seguiti poi dal silenzio dei nostri.
      Dalle Messe strapazzate causa disobbedienza, al voler eliminare Gesù per far operare solo l’uomo arrogante e ormai quasi ateo. Perchè là dove manca il vero culto all’Eucarestia, tutto arriva, anche il voler la morte dei popoli causa la messa in atto dei propri pensieri, del proprio volere. Ah…. brutta cosa una Chiesa che guarda più al mondo e al proprio interesse piuttosto che a Gesù! E’ destinata a fare danni, e tanti, come si vede.
      Buona domenica a tutti!

      1. innocenza Pasquali: “non c’è più la fede proprio come prospettato dal Beato Paolo VI grazie alla grande disobbedienza dei vescovi belgi, tedeschi e francesi, seguiti poi dal silenzio dei nostri.” ma, credo, poteva fare molto, molto di più per arginare il problema, lo scempio, le Sante Messe “strapazzate”..

        Anzi, io credo che non solo potesse, ma dovesse e non ha, purtroppo, fatto. Lasciando (non solo a me) dubbio su cosa, davvero, volesse.

        “Ah…. brutta cosa una Chiesa che guarda più al mondo e al proprio interesse piuttosto che a Gesù! “.
        Vero! Vero anche che non sia BV esattamente politica inedita nella Chiesa, presso chi detiene il potere ufficialmente e pure dietro le quinte, presso gruppi e correnti (anche a fare occulto lobbismo, non solo per diretto tornaconto e non solo di ordine economico).

        Ciò nonostante (anche nella Chiesa uomini non dei migliori e, purtroppo, impenitenti), possiamo e dobbiamo dire (e fare del nostro meglio perché) SIA LODATO GESÙ CRISTO!

  15. Un passo indietro da parte di Galantino sarebbe un gesto clamoroso che rappresenterebbe una evidente sconfitta della linea bergogliana.
    Bassetti contro Galantino, Parolin contro Francesco. Questa contrapposizione così forte mi sembra poco realistica!
    Credo che la posizione di Bassetti e della Chiesa italiana,in sintonia con il governo italiano in tema di migranti, costituisca una saggia presa di distanza da possibili scandali che potranno emergere in un prossimo futuro e che potrebbero coinvolgere le varie realtà associative ed istituzionali legate alla questione dell’accoglienzaa dei migranti!
    Una bomba esposiva che potrebbe indirettamente coinvolgere la Chiesa di Francesco.

    1. @ peter
      a questo non avevo pensato, ma può essere. Un’altra lettura potrebbe essere questa: si profilano le elezioni e in vista di una probabile batosta per la sinistra, il clero (che per la maggior parte non dimentichiamolo è di sinistra o ritiene che le idee di sinistra siano vicine al vangelo) ha voluto dare una copertura , un via libera , ad alcune misure restrittive all’invasione.
      Vedrete che dopo le votazioni tutto tornerà come prima.
      Il vero nodo che cambierà davvero le cose è una presa di posizione sulle recenti e prossime politiche sulla famiglia e sulla scuola.

      1. Luisa S.:
        “Vedrete che dopo le votazioni tutto tornerà come prima.”.
        Anch’io credo che li vedremo.
        In aggiunta, ho pensato che ci fosse una sinergia tra Stato italiano e Vaticano (per volontà progettuale condivisa dei rispettivi governi) per allentare o far calmare il crescente clima di impopolarità per via dell’umiliante, dissennata, criminale invasione allo scopo di introdurre, quanto prima, lo IUS SOLI.

        Ecco un’altra plausibile ragione di politica concertata tra governo italiano e Vaticano: essendo sorta di governi fantoccio seguenti sorta di golpe, etero diretti e di mandato concesso senza ritorsioni a patto di compiere i punti programmatici di un’agenda che possiamo immaginare simile, per finalità, ad un’agenda Soros, anzi, meglio ancora definendo, ad una finalità massonica, lo IUS SOLI lo hanno in agenda.

        Improponibile, per rischio di sommosse serie e contagiose anti-invasione e che poi potrebbero risultare capaci di realizzarsi, organizzarsi in modo ordinato efficiente su larga scala, se abilmente guidate, con elevatissimi livelli di impopolarità, occorrendo diminuire pressione o con lo IUS SOLI salta il tappo, diventa goccia che fa traboccare il vaso..

        Lo sapremo presto se è così, prima che termini l’estate, ovvero a fine ferie Parlamento, credo. Con avallo Vaticano.
        Ma io confido che, nel caso, la pressione resti alta e in tanti non siano più disposti a fargliela passar liscia, sgamandoli subito.

    2. “Questa contrapposizione così forte mi sembra poco realistica!”.

      Anche a me, Peter, soprattutto in ambiente dove è consolidata altra linea (forti con i deboli, deboli coi forti). E dove, ahimè, anzi, ahinoi, per troppo tempo prevaleva non la politica per evitare causa prima di scandalo, ma quella perché venisse occultato, negato e distratto anche dove era difficile riuscire.
      E figuriamoci se non riuscirà a lungo e bene nascondere eventuali scandali di contrapposizioni, si negheranno anche dinanzi a segni manifesti e palesi.

      Ma, temo, non ci sia un’effettiva contrapposizione, dove vedo più credibile della fuffa opportunista (aldilà dei possibili particolarismi, personalismi..).

  16. Bassetti / Parolin ÷ Come nel Vangelo di oggi, il Signore non abbandona la barca che è la Chiesa alle tempeste del momento, magari intervenendo anche a risollevare il pastore in difficoltà.

  17. Finalmente un Pezzo Grosso che pare credibile e coerente. Riguardo l’8xmille….io l’ho tolto dal 13/03/2013, subito, perché appena ho visto il personaggio e sentito inorridita il suo ipocrita”buona sera”, ho capito la sciagura. Finché in Vaticano, al posto diabolicamente usurpato resta El berghy, non lo ridaro’ manco sotto tortura. Quanto ai roditori….talpe e criceti sono genuini spontanei e disinteressati, qualità di cui i predicatori buonisti dell’ immigrazione selvaggia e indiscriminata sono completamente privi anzi…. abbiamo visto quanto tornaconto porta loro lo sfruttamento di persone, attirate in Italia con l’illusione di una Vita migliore che nemmeno noi italiani riusciamo ad avere. Santa Domenica e Sia Lodato Gesù Cristo.

    1. Giusy: “Riguardo l’8xmille….io l’ho tolto dal 13/03/2013, subito, perché appena ho visto il personaggio e sentito inorridita il suo ipocrita”buona sera”, ho capito la sciagura.”

      Un plauso alla tua saggezza, prontezza e lungimiranza: anche per me, da subito, fu forte impressione sgradevole (inizialmente, poi diventando via via più sinistra, inquietante), ma non fui abbastanza sveglio da realizzare il da farsi: anche sospendere l’8 per mille può contribuire a far intendere l’indisponibilità ad esser inerti e tiepidi complici di un pontificato pessimo, aberrante.

      SIA LODATO GESÙ CRISTO.

  18. Siamo sicuri che il “povero” Bassetti, che si autofefini’ un due di picche al momento della nomina a cardinale, sia davvero all’altezza o nei poteri di poter licenziare così, su due piedi, un super raccomandato come Galantino? Quello sì, un vero due di picche miracolato da Bergoglio e ora il suo portavoce, o megafono che dir si voglia, che le può sparate di grosse senza problemi ben sapendo di non rischiare nulla, anzi, ambire addirittura ad una bella gratifica! Lui sa perché è stato messo lì, in che ruolo e quel che deve dire e fare. E lo sta facendo benissimo! Galantino, purtroppo, credo proprio che sia completamente inamovibile! Lo sa lui e lo sa, purtroppo, Bassetti. E lo sanno tutti. In Italia e in Vaticano!

    1. Gentile Flora, ma chi sono gli “italiani” che hanno lavorato per liquidare Benedetto e guidano la mano di Bergoglio nelle scelte sciagurate che in questi quattro anni hanno riguardato la Chiesa italiana? Possibile che l’Argentino sia eterodiretto? Che fine hanno fatto i clan di Sodano, Silvestrini, Re? E Melloni e Compagnia di Villa Malta? Sarebbe interessante se il dottor Tosatti domandasse informazioni a PEZZO GROSSO e ci facesse una topografia di tutto il marciume rincitrullioto che manovra la politica delle nomine italiane!

  19. Dear Mr. Tosatti,
    would you allow us to translate your enlightened texts into german, linking them to Stilum Curiae and post them in our blog Beiboot Petri” https://beiboot-petri.blogspot.de/
    Many german readers don´t understand Italian and Radio Vatican and Katholisch .de (official website of the Kasperite DBK) don´t inform us properly about what is going on in Oltretevere and behind the scene.
    Thank you for your precious and courageous work. Oh by the way two of us three are converts…… ,
    best wishes
    damasus/ Beiboot Petri

  20. Monsignor Galantino potrebbe lasciare il posto che occupa per rispetto al suo superiore.
    Sarebbe ancora più credibile non solo la CEI ma la fede degli uomini che ci vorrebbero guidare.
    Sarebbe un buon modo di recuperare credibilità abbandonare. In fondo lo ha fatto un pontefice…ed è stato molto apprezzato il gesto persino dal Santo Padre Francesco. Bergoglio apprezza le rinunce…si fidi monsignor Galantino.
    Una devota

    1. Non credo cambierebbe granché, non è Galantino il problema, ma un suo sintomatico riflesso.

      Il problema è Bergoglio e, se resta lui, il problema resta con lui, aldilà di Galantino, suo sottoposto.
      Come già detto: il.pesce puzza dalla testa.
      E non è l’unghia incarnita o un callo il problema, quando l’arto è in cancrena..

        1. La Chiesa non è solo Santa.
          Nella sua natura Santa e Spirituale, c’è Gesù e non puzza.

          Poi c’è il piano umano e, umanamente, dentro la Chiesa, la puzza di sente. Non fa capo a Gesù, questo piano.
          Fa capo ad un Bergoglione che, ad esempio, declama liti dentro la SS Trinità (pensieri degni di un politeista, un trideista), racconta di un Gesù che si fa peccato, diavolo e che fa lo scemo con l’adultera..
          Certo, se fosse come dice Bergoglio, sarebbe un gesù che puzza e non di pecore..
          Ma io non credo affatto al gesù di Bergoglio, non sono così perverso, credo in Gesù, invece, che non fa lo scemo con l’adultera, non litiga col Padre e con lo Spirito Santo, non si fa peccato ed anzi, si sacrifica senza peccato alcuno, non si fa diavolo, ma anzi, non permette neppure di essere confuso con lui da chi lo accusa di questo e non consente al diavolo alcuna soddisfazione..
          No, Gesù non puzza, la puzza viene da altro.
          E, anche se non è causa prima ed ultima, da Bergoglio, come papa a capo della Chiesa, anche a tacer del resto (A.L.), la sento solo io, la puzza, oppure …?

          1. No carissimo Andrea P. la puzza non la senti solo tu, si fa sempre più nauseante….E dipende dal berghy e da un cospicuo numero di modernisti traditori della loro missione. Non dipende certo da Chi la Santa Chiesa l’ha fondata DUEMILA ANNI Fa e ai Successori di Pietro Chiedeva solo di CUSTODIRE il Suo Magistero E la Tradizione. Sia Lodato Gesù Cristo.

          2. Scusami tu critichi le scemenze teologiche di Bergoglio, ma continui a chiamarlo capo della Chiesa. Non puoi far le pulci a un altro e poi adottare un linguaggio così disinvoltamente scorretto. Prego ripulire il linguaggio, altrimenti senza i ”fondamentali” che controrivoluzione vuoi fare? Dovresti anche migliorare le tue cognizioni ecclesiologiche e superare la dicotomoa tra piano spirituale e piano umano: gesù non è puro spirito, ma regna anche con la sua carne umana. Se no che è risorto a fare?

          3. Andrea P. io sto con te e condivido totalmente le tue riflessioni e le tue sofferenze per la Santa Chiesa. Purtroppo su questo blog capita spesso che qualche dotto e sapiente, non so se sempre lo stesso, se plurinick o altro, arrivi a dare lezioni facendo pesare lauree e presunta superiorità intellettuale….non ti curar di lor ma guarda e passa, NSGC ringraziava il Padre per aver nascosto le Cose del Cielo ai dotti e ai sapientoni. Si può dire tutto ma c’è modo e modo e soprattutto tutti vanno rispettati. Con stima profonda Andrea, Sia Lodato Gesù Cristo.

          4. Naturalmente, per il bene delle anime confuse, occorrerebbe esaminare anche le diaboliche bestemmie di Giusy, evidenziando almeno che:
            – colui che ha fondato la chiesa DUEMILA ANNI FA, continua a governarla (anche) in carne ed ossa sempre da DUEMILA ANNI circa (carenze su risurrezione, ascensione, intronizzazione regale, economia dello spirito santo)
            – scorretta la visione minimalista del papato (”solo”), così come contraddittorio dire che gesù possa aver affidato il compito di custodire ”la Tradizione” (che si é formata dopo, proprio con lo sviluppo – non la semplice ”custodia” degli insegnamenti gesuani, fatto dalla chiesa e dal vicario).
            Suggerisco, per il bene delle anime, di NON seguire i deliri ereticali della suddetta utente.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *