CHARLIE GARD. RADIO SPADA LANCIA LA CAMPAGNA PER LA RADIAZIONE DI SILVIO VIALE DALL’ORDINE DEI MEDICI.

Marco Tosatti

Il caso Charlie Gard ha provocato e provoca ancora reazioni e prese di posizione, dopo il silenzio – veramente straordinario – degli MSM per molti giorni, specie se paragonato all’interesse suscitato dal caso del cane Iceberg. La partecipazione popolare sui social ha obbligato chi era rimasto più o meno silenzioso a parlare; Papa compreso, anche se non di persona. E qualche cosa si è mosso.

E poi c’è sempre qualcuno che cerca di ritagliarsi un pezzettino di notorietà a buon mercato. In questo caso si è fatto avanti Silvio Viale, medico, ex politico, con un twitter che vi mostriamo.

 

Ora, ciascuno è padrone di scrivere quello che vuole, ma parlare di “tortura” quando i genitori vorrebbero provare a salvarlo con delle cure sperimentali negli Usa sembra, al minimo, una forzatura. Che lo faccia una persona iscritta all’Ordine dei Medici poi…

Per questo motivo, e per altri, che vengono spiegati nell’articolo che riportiamo qui sotto, di Cristiani Lugli, Radio Spada ha lanciato una campagna per la richiesta di radiazione di Viale dall’Ordine dei Medici. Ma eccovi l’articolo:

“In queste ore è tornato alla carica un nome “noto” alla cronaca per le disumanità portate avanti con l’appeal tipicamente radicale: trattasi di Silvio Viale, medico ed ex politico abortista, frustrato e confuso dalle degnissime campagne elettorali portate avanti a Torino e a Milano negli scorsi anni.

Già, perché il nostro Viale vanta una campagna elettorale risoltasi con 405 voti, ovvero lo 0,75%. Queste le persone che nel 2011 votarono per il medico abortista e pro-eutanasia durante le primarie del centrosinistra torinese, condannandolo all’ultimo posto tra i candidati. Contemporaneamente, si è scoperto che il medico era candidato anche nella lista radicale “Legalizziamo Milano” (notarelle pro droga a parte) a sostegno di Giuliano Pisapia, attirando le ire dei colleghi: ‘Il PD non è un partito di pagliacci!’.

Ma non è tutto: Nel 2016, non contento, ritroviamo il nostro abortista candidato nelle liste del PD alle elezioni comunali di Torino. Per meglio sottolineare i propri “meriti”, il dott. Viale ha voluto comparire nelle immagini pubblicitarie della campagna elettorale con in mano le confezioni di RU486 – come nella foto sopra – ovvero la pillola abortiva che manda in pronto soccorso il 3,3% di donne che la utilizzano, secondo l’Australian Family Physicians, che nel 5% dei casi provoca un’interruzione incompleta della gravidanza per cui è necessario effettuare un’aspirazione o un raschiamento dell’’utero, secondo la Société suisse de gynécologie & obstétrique e che uccide 10 volte di più dell’aborto chirurgico, come sottolineato in un famoso editoriale del New England Journal of Medicine. «Basta con questa ipocrisia», commentò Severino Antinori, ginecologo e presidente dell’Associazione mondiale di medicina riproduttiva. «Basta con le informazioni false. Smettiamola di dire che la pillola Ru486 aumenta la libertà della donna. Aumenta soltanto la sua libertà a farsi del male. Gli effetti della pillola sono devastanti per la donna e raccapriccianti per quel che succede al feto». Questa volta, però, la frustrazione va oltre e il dottorone carente di fama decide di accanirsi (qui sì, nel vero senso della parola) sul caso Charlie Gard, definendo “tortura” la proposta di Trump e dall’ospedale Bambin Gesù di Roma offertosi per accogliere il bambino e mettere in atto le cure sperimentali.

Qui sotto le dichiarazioni disumane del Viale, il quale non si spende solo per il bambino inglese, ma nuovamente torna sul tema aborto con delle frasi da brivido.

Ogni commento pensiamo risulti superfluo visto che il fatto è di per sé incommentabile. Ora però, siccome il radicale-piddino fu già sospeso per 25 giorni a causa di una rissa con una collega [1], pensiamo che a maggior ragione, in questo specifico caso, sia necessario un provvedimento da parte dell’Ordine dei Medici di Torino.

È per questo che chiediamo qui l’aiuto di tutti: condividete questo scritto quanto più potete, e segnalate queste dichiarazioni indegne e sbeffeggianti verso la sofferenza delle persone, contrarie al codice etico e professionale di ogni medico che possa definirsi tale.

Per farlo è necessario contattare l’Ordine dei Medici di Torino, i quali non si fecero problemi a minacciare sanzioni contro la Dottoressa Silvana De Mari, con la sola colpa di aver detto cosa succede agli omosessuali dal punto di vista medico-chirurgico.

Ricordiamo fra le altre cose che Silvio Viale si oppone drasticamente alla deontologia medica, persino dichiarando che il giuramento di Ippocrate “è una bischerata”.

È ora di finirla, specie se si pensa che costoro sono stipendiati dalle tasse degli italiani.

Segnalate in massa il Dottor Silvio Viale chiedendone la radiazione per non aver rispettato la deontologia e la professionalità medica ed umana richiesta e giurata da ogni dottore. C’è bisogno dell’impegno e dell’aiuto di tutti.

Ordine dei Medici Chirurghi ed Odontoiatri della Provincia di Torino – C.so Francia, 8 – 10143 Torino

Numero: 011 5815111 Mail: segreteria.amministrativa@omceo.to.it”.

Per quanto riguarda il giuramento di Ippocrate, potete vedere questo LINK.



Questo blog è il seguito naturale di San Pietro e Dintorni, presente su “La Stampa”.  Per chi fosse interessato al lavoro già svolto, ecco il link a San Pietro e Dintorni.

Se volete ricevere i nuovi articoli del blog, scrivete la vostra mail nella finestra a fianco.

L’articolo vi ha interessato? Condividetelo, se volete, sui social network, usando gli strumenti qui sotto.

Se invece volete aiutare sacerdoti “scomodi” in difficoltà, qui trovate il sito della Società di San Martino di Tours e di San Pio di Pietrelcina.

 

 

54 commenti su “CHARLIE GARD. RADIO SPADA LANCIA LA CAMPAGNA PER LA RADIAZIONE DI SILVIO VIALE DALL’ORDINE DEI MEDICI.”

  1. Scusate l’OT ma qualcuno vuole fermare lo scempio che stanno facendo sul blog di Don Leonardi (https://mauroleonardi.it/2017/07/07/langolo-del-teologo-gesu-attrae-come-vasco-di-luca-brenna/)

    Ora tale altro sacerdote Luca Brenna scrive in fine articolo:
    (…) Sabato sera tra l’oceano di folla del Modena Park c’erano molti cartelloni. Uno diceva: “Tu prega il tuo Dio che io prego Vasco”. Per me non c’è contraddizione tra Gesù e Vasco, non devo preferire l’uno all’altro, non devo spegnere l’uno quando ascolto l’altro. Perché in fondo sia Vasco sia Gesù parlano alla stessa persona: a me. Ed è per questo che, in fondo, Vasco è come Gesù.

    Per me questa è null’altro che blasfemia….!!!!!

      1. Peggio ancora però, le risposte che mi ha dato Don Leonardi nei commenti sottostanti (tra l’altro mi ha appena bannato per una settimana dal suo blog….cercherò di farmene una ragione!!):

        Mauro Leonardi Mod • 2 ore fa
        In Mt 25 Gesù ci insegna che Lui per trovare lui bisogna guardare agli altri uomini. Il Signore non dice che prima di dare da bere ad un assetato gli si debba chiedere se è in Grazia di Dio e che genere di vita voglia condurre, una volta ritemprato. Dar da bere a un assetato equivale ad ascoltare le canzoni di un cantante. Evidentemente poi ciascuno sarà distinguere con la propria coscienza cosa ritenere o meno.

        Mauro Leonardi Mod • 2 ore fa
        @Sergio Fumagalli @Carlo Bianchi
        Perché non seguire l’insegnamento di san Paolo “esaminate ogni cosa, tenete ciò che è buono” (1 Ts 5,21)? A me sembra che con queste parole l’Apostolo ci inviti a trattenere tutto ciò che c’è di buono in Vasco

        Carlo Bianchi Mauro Leonardi • un’ora fa
        Mi scusi padre, se per lei una “canzone qualunque” di un “cantante qualunque” è “acqua fresca che disseta” la Sete del Dio Vivente presente in ciascuno di noi probabilmente non abbiamo bisogno né del Vangelo né di sacerdoti che ce lo annuncino, ci basta Vasco…almeno lui non si veste da sacerdote per promuovere le sue “reinterpretazioni artistiche” della Buona Novella!!! Comunque ha ragione: d’ora in poi darò ai miei figli bicchieri pieni di cianuro, nella speranza che disseti la loro “sete esistenziale”, lasciando a loro il discernimento se possa nuocergli o meno..

  2. Personalmente provo disprezzo per un medico come Viale che si vanta di frullare i bambini… Disprezzo profondo, ma non aderisco alla campagna per la sua esclusione dall’ordine dei medici, è che sono contrario agli ordini in genere, come quello dei giornalisti che mettono il bavaglio a colleghi che non sono allineati. Ognuno risponde del proprio operato e quando gli verrà presentato il conto dovrà risponderne di persona.

    1. Ma ne frattempo quanti bambini avrà frullato? Un posto di lavoro che non possa nuocere gravemente alla salute di altri lo trova sempre no?

      1. Mary, spero anche no: nell’ipotesi che resti senza lavoro, coi tanti disoccupati che abbiamo, spero che lo trovino altri prima di lui.

        Dici bene, chiedendo quanti bambini, nel frattempo, avrà frullato.
        È un pensiero raccapricciante.
        Speriamo, dunque, che il lavoro lo perda e che lo perda anche prestissimo, perché quella terribile domanda incombe: quanti, nel frattempo?

        Mentre trovo prioritario augurargli di frullarsi nei rimorsi fino a sentirsi soffocare in gola, spaccare nel petto, dilaniarsi nell’anima!
        E restando nel tormento fino al pentimento sincero e supplicando perdono.
        Poi e solo poi trovando nuova occupazione, poi!

        Che gioverà infatti, a tal uomo, guadagnare stipendio e liquidazione, se poi perde l’anima sua, nell’eterna dannazione?

  3. Anche se quasi certamente la penso in modo del tutto diverso dal signor Viale, sono contrario a misure che tendono a stroncare la carriera delle persone. Ci sono già troppe tendenze censorie in giro.

    1. Vero, solo che vengono prontamente attuate, le tendenze censorie, solo nei confronti di chi difende la Sacralità della Vita, della Famiglia, del matrimonio fra un Uomo e una Donna, di chi avverte di alcuni pericoli causati dai rapporti omosessuali….chi invece a queste cosiddette “battaglie di (in) civiltà è prostrato e favorevole, non incorre mai nella censura di nessuno, anzi…..😠

    2. Una carriera stroncata è ben poca cosa rispetto all’abnorme mostruosità di chi “frulla” bambini e, non bastasse, se ne vanti, ci provi pure gusto, divertendosi..

      Salvo non voler considerare quelle vite da lui frullate con divertimento di minor valore della carriera di questo cinico, sadico mostro.
      Sappiamo per certo che lui sa bene che si tratta di vita umana, chiamandoli “bambini” e, per definizione, son vita umana.

      Aggiungo: fossero pure vite non umane, fossero cani o gatti o conigli, tale sadismo resterebbe comunque disdicevole, insano, mostruoso.

      Ma vantar soddisfatto di frullare bambini è Bestiale nel senso che rimanda alla Bestia, quella con la nota cifra..
      Non differisce da un macellaio dell’ISIS, per propria disposizione morale ed etica.

      Uno così merita di far mestiere più consono: a pulire i cessi! Ma per non sottrarre ingiustamente lavoro a più degne persone, visto che lavoro scarseggia: a pulire i cessi prendendo il posto dello scopino del cesso.

      Nemmeno da Pannella o Bonino (che, eppure, ne ha impietosamente massacrate tantissime, di vittime indifese, proprio di persona, con il kit pompa bicicletta convertita in aspiratutto, barattoli di conserva e mai pentita), credo, si era mai udita una simile porcheria.
      Il che è tutto dire.

      Radiazione sarebbe esagerazione? Ben poca cosa, misura inadeguata ma per difetto: ci pensi meglio chi pensa sia esagerato!
      Rifletta davvero, sostando col pensiero, di cosa si stia parlando, realizzi il significato pieno in tutto il suo orrore:
      frullato di bambini! Fatto con divertimento!

      E per quanto si sforzi di avere il significato col pensiero, forse non sarà come essere lì, non come vedere coi propri occhi di quale orrore si tratti.

      1. Carissimo Andrea P. non posso che concordare con te al 1000xcento, e ti ringrazio per la tua capacità profonda di indignarti e soffrire ancora per il degrado mostruoso che sta prevedendo come una malattia subdola malvagia e silenziosa ogni sfera della nostra Vita, tentando di anestetizzare anche le nostre Anime rendendole insensibili a qualsiasi atrocità e qualsiasi abominio. Che il Signore ci aiuti a resistere.

          1. Sì capiva lo stesso che era “pervadendo”, ma la scrittura automatica resta meritevole di accidenti anche per me!

        1. Grazie Giusy!

          Sì, che il Signore ci aiuti a resistere e ci conceda anche questa grazia: di non abituarci mai, mai assuefatti!
          E nonostante momenti di sconforto, mai rassegnati davvero! Se capitasse, sarebbe come esser già morti dentro, già morti senza saperlo.

          Dio è il Dio dei vivi e vivi ci vuole.
          Essendo vivi, di simili atrocità possiamo soffrire: grazie a Dio, per Grazia di Dio, con nostra cooperazione alla Sua Grazia, lo vogliamo!

          1. @Andrea P.

            Esatto!
            Purtroppole varie finestre di Overton stanno producendo assuefazione su temi che non molto tempo fa avrebbero fatto urlare per l’indignazione.
            Dobbiamo mantenere la nostra capacità di stupirci e ancor piu’ di scandalizzarci di fronte alla nuova barbarie.

            Grazie per la sua indignazione !!!

        1. Grazie per la buona compagnia nell’indignazione, nonostante finestre Overton, rane bollite e spacciatori di barbarie.

  4. “Io frullo i bambini”.
    Ah, quindi ammette che sono bambini?
    Ma i favorevoli all’aborto, come il suddetto dottor professore, non ci avevano sempre ripetuto che erano “grumi di cellule” ed era pretestuoso difendere il diritto alla vita di feti che non potevano definirsi bambini?

    1. @Isabella
      E’ gente che un po’ di scuola l’hanno fatta, e alcuni di loro sono malvagiamente brillanti:
      certo che lo sanno che sono esseri umani all’inizio del loro sviluppo biologico … insomma bambini.
      Come lo sapevano i sadici aguzzini nazisti, o sovietici, o gli assatanati tribali in Rwanda che di dilettavano a squartare le donne gravide, ecc.
      Non possiamo sapere quanto della esperienza tragica che la dr.ssa Gloria Polo va raccontando da anni in giro per il mondo derivi da una autentica esperienza mistica nell’Aldilà, ma l’ho trovata comunque molto efficace e illuminate nell’indicare i medici abortisti come sacerdoti di Satana che viene fortemente fortificato dal sangue di questi sacrifici umani e dalle sofferenze che essi provocano.

      FORSE l’ignoranza poteva starci per qualche mammana tribale dei secoli passati

      1. Ti ricordo che Beppe Bigazzi e’ stato estromesso dal programma RAI “La prova del cuoco” semplicemente per aver detto che, AL TEMPO DI GUERRA, la gente si mangiava i gatti.

        1. Già… il solito discorso… ormai ci si batte per tutti gli animaletti, tranne per l’animale “uomo”…
          Se questa non è la piu’ infida delle ideologie, che altro è?

    2. @Isabella

      “Io frullo i bambini”.
      Ah, quindi ammette che sono bambini?
      Ma i favorevoli all’aborto, come il suddetto dottor professore, non ci avevano sempre ripetuto che erano “grumi di cellule” ed era pretestuoso difendere il diritto alla vita di feti che non potevano definirsi bambini?”

      Ma no, lo sanno benissimo che sono bambini. Tante volte in dibattiti che ho avuto con loro lo hanno ammesso candidamente.

      In video come questo, poi, gli ultra abortisti della Planned parenthood addirittura ci scherzano su https://www.liveleak.com/view?i=190_1496359244&comments=1

  5. Piu che il commento su Charlie, a me, medico, ha fatto rabbrividire ed adirare quello sui coniugi “cattolici” che vanno da lui a chiedere l’aborto, e sulle donne in genere, che non dovrebbero mai dichiararsi contro, se non dopo la menopausa. Un insulto, una mancanza, non dico di carità cristiana, figuriamoci, ma anche di empatia umana e professionale, una violazione deontologica, nei confronti di persone che hanno comunque problemi, ed un mal celato disprezzo nei confronti delle donne ( ci manca che commemti -tenevi le coscie chiuse-) queato si, per questo va
    chiesta la cacciata dall’Ordine dei Medici. Oltre che,
    come si ricorda nell’articolo di Lugli, per la propaganda e l’uso indiscriminato della Ru486, pillola abortiva pericolosa
    ( v. sopra). A lui nessuno lo accusa di farsi pgare da Big Pharma, o vale solo per i vaccini ?

  6. “Ricordiamo fra le altre cose che Silvio Viale si oppone drasticamente alla deontologia medica, persino dichiarando che il giuramento di Ippocrate “è una bischerata”.”

    Si oppone così tanto alla deontologia medica da far parte della commissione “etica e deontologia” dell’Ordine dei Medici di Torino, quella che si occupa appunto dei procedimenti disciplinari.

    https://www.omceo-to.it/it/00011/le-commissioni.html

    1. Aargh!
      Ma è una cosa folle, inquietante, ma che ….!

      Far membro della commissione “etica e deontologia” dell’Ordine dei miei, quella che si occupa dei provvedimenti disciplinari, un medico che pensa e dichiara che il Giuramento di Ippocrate è una bischerata, è assurdo!

      Sarebbe come far vescovo o cardinale uno che pensa e dice che il proselitismo è una sciocchezza!
      Poi magari lo fanno pure Papa, vi rendete conto che assurdità sarebbe?
      …. eh?

      Ops!

    2. @Corrado

      Embè? Tutto normale 🙁
      Come quando all’ONU danno la presidenza di una commissione sui diritti umani a qualche stato totalitario in modo più o meno evidentemente feroce.

      Noi dobbiamo continuare a dire che il re è nudo … però mica è una novità: è oscenamente nudo da tempo e diventa, questo sì, sempre più spudorato.

  7. Che Viale sia totalmente “schiavo” di satana è purtroppo una tristissima ed inconfutabile realtà (come molte persone di area radicale. Parentesi: avete fatto caso a quale politico si è esplicitamente schierato per la morte, tramite eutanasia, al piccolo Charlie? Il radicale Della Vedova. A proposito di radicali occhio a Capezzone, braccio destro del “cattolico” Fitto).

    Ma il bene vincerà: i figli della vedova se ne facciano una ragione. E possibilmente si convertano a Cristo: l’elogio di Bergoglio non li salverà dalla dannazione eterna.

    1. Lo so che non ci crederete, ma questo è ciò che ha twittato Capezzone:

      “Da liberale proeutanasia, sono due volte choccato per vicenda del piccolo #CharlieGard. Se genitori vogliono tentare cura,perché impedirlo?”

      L’ha capito persino lui.

  8. Radio Spada farebbe bene a raccogliere firme per ” l’uomo di Paglia “. Appoggiato così bene da politici di alta caratura e dai potenti NOM ( NWO) “l’uomo di Paglia” è peggio di un camaleonte. Sa distinguersi cambiando colore ad ogni necessità. Un uomo per tempi post moderni. All’ostello Santa Marta dovremmo sapere a che distanza consuma i suoi pasti dall’ Augusto Sovrano-

  9. Scommettiamo che questo losco figuro tra non molto verrà invitato a far parte della Pontificia Accademia per la Vita?

    1. @Mary : su un fatto talmente grave se non gravissimo TU e ti del tu perchè non meriti alcun rispetto, trovi solo il modo di commentarlo con una battutaccia secondo te ad effetto ? un po’ di vergogna foss’in te l’avrei anche nello scusarti con il piccolo Charlie che sta combattendo la battaglia per la vita fortunatamente senza poter leggere questo commento.

      1. Che figura sciocca che fai Klaus, è ovvio che condivido i vostri post. Ma mi preoccupa maggiormente che dopo il piccolo Charlie sarà il primo di una lunga serie se anche alla P.A.d.V. dovesse essere invitato questo tipo (le premesse ci sono tutte). La lungimiranza nelle previsioni non è il tuo forte.
        E non ti preoccupare di quel che faccio per il piccolo Charlie, forse faccio più di te, io non vivo di solo blog.

        1. Brava Mary, sei una bella persona, pulita e trasparente, ignora gli gnostici un po’ astiosi, (chissà se lo è davvero visto che frigge quando gli si tocca berghy). Continuiamo a Pregare per il Piccolino e fare tutto ciò che possiamo. Ora intanto faccio la mail. Un abbraccio Mary.

          1. Certo, ma la persona che ha offeso Mary si è dichiarata agnostica e per evitare eventuali lenzuolate di spiegazioni ho preferito precisare😎

  10. Con tutto il male che posso pensare di Silvio Viale e con tutto l’orrore che mi ispirano queste sue uscite, non mi sembra che si possa chiedere di radiare un medico dall’Ordine per un post Facebook (a meno che non scriva che i malati di tumore debbano rifiutare le terapie e curarsi con acqua e limone, o cose del genere che siano davvero contrarie alla professionalità medica). Come era assurda la richiesta per Silvana De Mari, mi sembra assurda questa.

    1. La gravità di un’affermazione dipende forse dalla modalità utilizzata per veivolare il messaggio ?
      “l’ospedale…offre la camera di tortura”… meno grave che curarsi con acqua e limone ??

      1. 1) Sulla modalità di comunicazione… direi di sì; un post su Facebook, pur essendo pubblico e quindi più rilevante di quello che si dice in una chiacchierata al bar, non è comunque niente di ufficiale. Credo sia giusto mantenere livelli diversi.

        2) Il confronto delle due affermazioni non è una questione di gravità; è che se un medico dice che il tumore va curato con l’acqua e limone, dice una pericolosissima assurdità dal punto di vista medico, e quindi su questo è normale che l’Ordine dei Medici vigili. L’affermazione sulla “camera di tortura”, invece, è una valutazione morale e politica su cui, per quanto la trovi disumana e rivoltante, non vedo come l’Ordine dei Medici possa avere autorità.

        1. Assolutamente ragionevole… peccato che valga il solito discorso dei due pesi/due misure a seconda di chi sia il protagonosta del “fattaccio” ….

          1. @Luigi9
            Sì, lei ha toccato un, forse IL in casi come questi, punto dolente.

            Diciamo che l’iniziativa di Radio Spada ha un senso di contropropaganda.

        2. L’affermazione “IO I BAMBINI LI FRULLO, SI’ LI FRULLO, NON HO PAURA A DIRLO” le sembra una ragione sufficiente per chiedere la radiazione?

          O ancora “mi diverte sempre, e mi inorgoglisce, quando capita, e capita spesso, di fare l’aborto a coppie disperate perché antiabortiste fino al giorno prima …e nuovamente dal giorno dopo. Di solito mi dicono che non vogliono vedermi più…fino alla prossima volta. Mai dire mai, se non si è in menopausa”….

          …se vuole farsi un’idea è sufficiente che faccia una visitina al suo profilo fb (https://www.facebook.com/profile.php?id=100008925901333) e legga i commenti del dottore e quelli dei suoi amici (ci sono le sacerdotesse pagane, le ostetriche frustrate, i politici corrotti…una bella squadra!)

          1. …“IO I BAMBINI LI FRULLO, SI’ LI FRULLO, NON HO PAURA A DIRLO”….

            Frase degna del miglior serial killer… altro che medico!

            .

    2. Perché, secondo lei, il fatto che queste esternazioni siano state postate su un social network le rende meno incisive e devastanti?
      “Il nichilismo l’abbiamo già alle spalle, di fronte abbiamo il nulla.”
      (Sergio Quinzio)

    3. Mi sembra una posizione minimalistica, formale e burocratica. Il turpe personaggio ha espresso pubblicamente opinioni che sono in grave contrasto con la deontologia professionale e mettono in dubbio la correttezza del soggetto nello svolgimento dell’arte medica. Questo mi sembra incontrovertibile. Non è che il medico debba essere richiamato solo in riferimento alla specifica e limitata attività di cura.

    1. È inconcepibile che una persona che si definisce medico, figura “eroica” per cui la difesa della vita umana dovrebbe essere un valore imprescindibile e sacro, si allinei su posizioni veramente vergognose come quelle espresse recentemente da questo cialtrone sul doloroso caso di Charlie Gard, ragione per cui chiediamo la radiazione immediata dall’albo dei medici di quest’individuo, che riteniamo incompatibile con una sana gestione della disciplina caritativa di Ippocrate, tali esseri con la loro saccente indifferenza offendono in primo luogo le istituzioni di cui indegnamente fanno parte e conseguentemente contribuiscono a danneggiare coloro che invece lavorano con dedizione ed amore per proteggere e curare le persone più deboli e indifese.
      Confidando in una vostra celere e dura condanna di questo ciarlatano vogliate Gradire Cordiali Saluti.

      1. Sono completamente d’accordo. Questa persona cambi mestiere che con il giuramento di Ippocrite credo che non abbia nessuna. consonanza.
        Franco

I commenti sono chiusi.