UN SORRISO DOMENICALE DA ROMANA VULNERATUS CURIA. NUOVE IDEE (GESUITICHE) PER IL CATECHISMO.

Marco Tosatti

Nel proliferare di commissioni segrete o quasi segrete nominate dal Pontefice regnante per rivoltare come un calzino consuetudini, tradizioni e usi obsoleti, e non al passo con i tempi, non possiamo non dare conto di quanto ci scrive il nostro informatore Romana Vulneratus Curia (RVC).

“Mi è stato confidato da un ‘insider’ che un gruppetto di teologi gesuiti sta studiando i grandi cambiamenti necessari al nuovo Catechismo. Per ora mi ha solo fatto sapere quelli riferiti ai Precetti generali della Chiesa, ma si è impegnato a anticiparmi le proposte che verranno sottoposte al Vertice nei prossimi tempi.

I nuovi cinque Precetti generali della Chiesa potrebbero diventare i seguenti (ancora sotto discussione naturalmente).

1°- Partecipare alla messa la domenica ed alle altre feste comandate , purché siano messe ecumeniche…

2°- Non mangiar mai carne, non solo il venerdì, per non offendere gli animalisti .

3°- Confessare i peccati almeno una volta all’anno, ma solo se l’assoluzione è preventiva.

4° -Comunicarsi pure quando si crede, a condizione però di ricevere la particola solo sulla mano (non in bocca) e senza genuflettersi.

5°- Sovvenire alle necessità della Chiesa, aiutandola a diventare povera…

6°- Non celebrare le nozze se non dopo un periodo adeguato di convivenza.



Questo blog è il seguito naturale di San Pietro e Dintorni, presente su “La Stampa”.  Per chi fosse interessato al lavoro già svolto, ecco il link a San Pietro e Dintorni.

Se volete ricevere i nuovi articoli del blog, scrivete la vostra mail nella finestra a fianco.

L’articolo vi ha interessato? Condividetelo, se volete, sui social network, usando gli strumenti qui sotto.

Se invece volete aiutare sacerdoti “scomodi” in difficoltà, qui trovate il sito della Società di San Martino di Tours e di San Pio di Pietrelcina.

88 pensieri su “UN SORRISO DOMENICALE DA ROMANA VULNERATUS CURIA. NUOVE IDEE (GESUITICHE) PER IL CATECHISMO.”

  1. Tutto ciò è INCREDIBILE!
    Capisco che se non c’è più il diavolo, magari non c’è più Dio. Poiché, se il diavolo è una invenzione della mente umana, pure Dio può esserlo.
    Il diavolo, invece, esiste. Non perché me lo dice il Vangelo, o Paolo VI, ma perché io lo conosco e si chiama Arimane. So come agisce, dove e come “entra” in noi, se gli lasciamo la porta aperta senza più Sacramenti e Sacramentali e seguendo le nuove eresie gesuitiche.
    So che la misericordia del Padre è infinita, per l’Amore del Figlio, calatosi, da Dio, nella materia del corpo fisico, e con l’opera dello Spirito Santo, che, come Signore che dà la Vita, intesa nel senso più vasto del termine, è in ogni cosa vivente, quindi in ogni cellula del nostro corpo.
    So che posso godere dell’Amore della Trinità, a patto che mi converta secondo le leggi date dal Vangelo, corroborato dagli Atti, da San Paolo e da San Giovanni, non dalla mia mente, che tende a giustificare le mie colpe e a creare eresie.
    Cosa dobbiamo fare è scritto nelle Sacre Scritture, con il Catechismo che ci dice come lo dobbiamo fare.
    Vogliono cambiare il Catechismo?
    Credo che finché avremo Cardinali, Vescovi, Sacerdoti e Laici fedeli al Cristo, questi satanisti eretici avranno pane per i loro denti.
    E’ solo una prova che ci siamo creati da soli perché, evidentemente, abbiamo seminato zizzania dentro i nostri corpi mistici, non sollecitando più a guidarci il Verbo, introdotto e sigillato con il Battesimo.
    Qui, ancora ci salviamo. Ma nel nord Europa – così ci diceva ieri sera il nostro parroco durante l’omelia – quei genitori che non si piegano alla dittatura del Gender nelle scuole, ossia al lavaggio del cervello in stile bolscevico a fini omosessuali, ossia “immersione” della mente del bambino nella “materia”, quei genitori – ripeto – vengono privati dei figli. Questo è il frutto delle logge angloamericane sataniste e dell’Alta Finanza massonica che domina il mondo e che vuole distruggere l’ultimo ostacolo al loro potere ed ordine nuovo mondiale: la distruzione della Chiesa Cattolica che ancora gestisce l’Eucaristia, secondo le direttive del Cristo e dello Spirito Santo.
    Stiano attenti questi gesuiti… Abbiamo truppe d’assalto potenti e dedicate tra i gruppi ecclesiali. Io non sarò più nel piano fisico. Ma credo che con un Generale dei Gesuiti negazionista diabolico e con quegli scemi che vogliono adulterare il Catechismo, il prossimo Papa li butterà fuori della Chiesa, come aveva saggiamente fatto in passato un Papa “illuminato” dallo Spirito Santo…
    In attesa di ciò, per intanto, questi eretici “illuminati” dalla massoneria, quando, come Rahner, lasceranno questa valle di lacrime, avranno le porte aperte – dell’inferno, come generalmente si chiama? No, avranno le porte aperte di quella che viene definita l’Ottava Sfera, creata da Lucifero e Arimane per ospitare i loro accoliti terreni, dove patiranno orrori di cui è meglio non descrivere, come consigliano gli esoteristi, che sanno qualcosa di più dei comuni mortali.
    Caro Marco, tu sei un prodotto dello Spirito. Senza di te non avremmo certe notizie negative ed altre notizie positive. Grazie…
    Sotto l’ombrello protettore dello Spirito Santo, Arimane si attacca al tram.
    PS – non sono un teologo, non conosco molto delle Scritture, ma ciò che scrivo, lo scrivo da come mi viene da dentro il cuore. Se sbaglio, vi prego di correggermi, poiché ho molto ancora da apprendere…

  2. Caro Dott.Tosatti,
    Non ci posso credere! Possibile? Sembrano chiacchiere tra avvinazzati! Io penso non sia il caso di dare credito a qualsiasi spiffero!!!

  3. È ovvio che è una presa in giro!

    Leggendo l’articolo sembrava ovvio, invece osservo che per molti non lo è, e questo perché la situazione è talmente grave e assurda che queste “scherzose modifiche” al Catechismo della Chiesa Cattolica ormai possono tranquillamente sembrare vere…

  4. Grazie di cuore dott. Tosatti. Grazie perché, oltre a tenerci sempre informati su quel che ” bolle in pentola” nei Sacri Palazzi Vaticani, stimola giuste e sane reazioni alle coscienze cristiane, contro il diffuso mondano conformarsi alla mentalità eretica del pensiero bergogliano. “Etiamsi omnes, ego non”(Mc14,29).
    SIA LODATO GESÙ CRISTO!

      1. @Dottor Tosatti

        “Ma certo che è uno scherzo”

        Grazie a Dio.

        @Giusy

        “Plausibile e quasi vero purtroppo….. presto lo sarà, siamo già sulla strada😔😔😥😥😫😫😖😖!”

        Cerchiamo di avere Fede nelle promesse di Cristo, per piacere.

          1. Ma la smette con queste idiozie tipo “sua sapienza” e simili? Dopo un po’ cominciano a stancare.

            Grazie.

          2. E lei di limiti a commentare i temi senza fare il maestrino personalmente con ognuno di noi. Io ho i miei confessori e le mie guide spirituali. Buona giornata con stima.

          3. Ma io no ho fatto il maestrino. Dove c’è un dibattito dibatto (come è successo nell’altro topic, dove si è discusso sulla Grazia e la predestinazione e nell’altro topic ancora sulla possibilità che la Chiesa si inganni nel riconoscere un Papa), altrimenti semplicemente interloquisco normalmente.

            Se deve trovar da dire su tutto ciò che scrivo può anche ignorarmi. Le ho scritto

            “Cerchiamo di avere Fede nelle promesse di Cristo, per piacere.”

            Perché a giudicare da alcune cose che vedo scritte mi sembra che molti abbiano l’impressione che Cristo abbandonato la Chiesa, cosa categoricamente impossibile.

          4. Diciamo che le lenzuolate precedenti hanno creato un po’ di pregiudizio, lo ammetto, unito al fatto che io sto davvero soffrendo tanto per la Santa Chiesa Cattolica. Comunque le rinnovo la stima e le auguro una buonissima giornata😃😆

          5. Altrettanto Giusy.

            Le lenzuolate, come ho già detto, non le ho scritte per divertimento, ma perché sono stati affrontati temi (cioè il rapporto tra Grazia e predestinazione e libero arbitrio e appunto la questione della infallibilità della Chiesa) dove pur sforzandosi la concisione è impossibile.

            Avrà notato che normalmente non sono così “lenzuolante”. 😀

          6. ,a giudicare da alcune cose che vedo scritte mi sembra che molti abbiano l’impressione che Cristo abbandonato la Chiesa”

            *Abbia* abbandonato, ovviamente.

      1. L unica zecca che conosco e lei cara giusina. Ogni suo intervento una perla de scemenza. Caro tosatti si rilegga gli interventi alle banalita da lei scritte. Una buona parte dei suoi lettori c ha creduto. Troppo divertente. Giusi mi dia retta beva meno

        1. Un buon TSO Raffaele e, ripeto giusina lo dice a sua sorella. Provochi pure che come vede nessuno le da più retta, provi con torniellino suo magari trova ben stare. buona fortuna e buon ricovero in reparto ossessivi, poverino.

  5. Grazie dott. Tosatti, tutto molto divertente … in particolare il punto 5. Ogni tanto un po’ di sana ironia. … come doveroso omaggio all’ossessione senile del Gran Gesuita di bianco vestito, questi valenti teologi hanno proposto di modificare anche le opere di misericordia corporale, a partire dalla prima “Date da mangiare agli affamati, ma solo se migranti” … buona domenica!

  6. “Mi è stato confidato da un ‘insider’ che un gr………, questi sarebbero i tuoi commenti caro Tosatti, come quello che hai raccontato ai beoti tuoi seguaci che oggi Bergoglio non avrebbe parftecipato alla processione ecc. ecc…..
    Tutto questo non è solo disonesto per chi legge non conoscendo quanto vai farneticando, ma per tutti coloro che ti seguono e credonio alle tue parole come verità rivelate. Cono sci la mia mail e quindi possiamo confrontarci.

    1. Klaus, confrontarsi di che? Con i maleducati non sento nessun bisogno di confrontarmi. Se Lei vuole continuare a commentare, lo faccia. Al primo segno di maleducazione si trova nello spam. E ci resta.

      1. Caro klaus qui li vogliono solo allineati. Il capo e i sudditi obbediscono. Obiettivo: colpire sempre il papa eualunque cosa dica faccia respiri…mai ho visto tanti c. Insieme

  7. Domanda,
    ero in giro per sagre,
    qualcuno per caso ha visto il Corpus Domini con Francesco?
    Si è inginocchiato davanti al Santissimo?

    1. Radighieri carissimo ancora con questa storia? E emblematica del vostro modo di vedere: sporco dappertutto. Papa Francesco soffre di una forma di lombosciatalgia importante che lo rende claudicante e che lo fa cadere spesso. Il dolore lancinante della sciatalgia e una fitta che ti fa cedere la gamba sofferente. Ti auguro radighino e socci con compagnia di provarlo. E non venitemi a raccontare la storiella del giovedì santo dove due cerimoniere non riescono a farlo rialzare. A Milano si inginocchiò durante il credo e le immagini impietose documentario il calvario del rialzarsi. Ma voi perfettini vedete soli quello che vi piace

          1. Intanto per educazione dia del lei, poi si metta davanti allo specchio e se la canti e se la suoni, “signor” raffaele. Già dato troppa retta al suo astio e alla sua maleducazione. Però non ha risposto su San Giovanni Paolo II raffaeluccio di mamma sua. E con questa addio…a lei ovviamente non al blog PUNTO

      1. “Ti auguro radighino e socci con compagnia di provarlo”

        E io che credevo che Gesù avesse GUARITO dalle malattie e SCACCIATO i demoni!!

        Tralasciando il fatto che questo è il blog di un altro giornalista – Tosatti, lo stesso che le ha già detto di provare ad essere un poco più educato, ma probabilmente avrebbero dovuto farlo tempo fa i suoi genitori! – mi chiedo se l’augurare malattie faccia parte delle nuove “opere di misericordia 2.0” o magari sia una “benedizione travestita da maledizione” oppure ancora è stata semplicemente un’altra occasione mancata per starsene zitto…

        1. per parafrasare una frase di un film, “è la misericordia (2.0), bellezza“…
          Intanto questo PATETICO tentativo non ha spiegato un bel nulla, infatti quando gli è stato ricordato la lavanda dei piedi musulmani si è ben guardato dal rispondere se non per insultare. E’ il solito trollone che aveva preso per nick il nome di un cardinale… un “figlio” di uccr e compagnia bella… un idolatra.

  8. Dopo aver fatto leggere l’articolo a 3-4 sacerdoti di stampo “antico”, ossia sacerdoti che celebrano in rito antico, ridendo molto allegramente dicono che questa è una bella burla!
    Buona notte

    1. Anche…. durante la processione! Durante la Consacrazione SEMPRE, davanti al Santissimo SEMPRE davanti alla Madonna SEMPRE. Comunque ora se vuole continui da solo davanti allo specchio, io ho cose più serie s cui pensare. Magari faccia un po’ di volontariato anche lei, forse la rende meno astioso. Addio✋✋✋✋

  9. Su Giovanni Paolo giusina trovo ridicolo e ingiusto dire che stava seduto per grave malattia. Poi se vuol credere a sarah lo faccia. Sfido anche lui a dimostrare che a malincuore negli ultimi anni stava seduto davanti alla eucaristia

    1. Oltre che di scienza medica, forse difetta pure in logica.
      Sfido anche lui a dimostrare che a malincuore negli ultimi anni stava seduto davanti alla eucaristia
      Come chiedere di dimostrare che non ci sono triangoli di tre lati.
      DImostri LEI che S. Giovanni Paolo II stava SEDUTO, non chieda agli altri di dimostrare che non stava inginocchiato.

    1. Questo Sig.r Raffaele, da quando leggo e partecipo a questo blog, si è sempre distinto per maleducazione. Sarà che per divertirsi nel creare scompiglio e cercare di rovinare il lavoro del Dott. Tosatti, abbia ritenuto necessaria una sua essenziale caratteristica: la maleducazione! Meglio ignorarlo se non partecipa con serietà ed educazione.🤗😉

    1. Ha ragione, anche per quanto mi riguarda. Ma non se la prenda col blog e il dott Tosatti, che va solo ringraziato per la sua serietà e la sua correttezza e perché lascia spazio a tutti senza censure preventive. Nessun commento aveva certi toni finché alcune persone hanno iniziato a lanciare offese personali a chi esprime il suo disagio sull’ambiguità di questo “‘pontificato”. Se la prenda con noi non con chi da voce a tutti, non solo ad alcuni come da parte della maggior parte dei media. Buona giornata.

  10. Ma poi, dunque concludendo, la lombosciatalgia a singhiozzo di Bergoglio, che come per magia non è impedimento al lavaggio piedi mussulmani (che in nulla richiama quello fatto agli apostoli con invito a far stesso tra pari, fratelli in Cristo, dunque da qualche ispirazione se non dal Vangelo o cristiana, deriverebbe? Ed a pro di cosa e chi quello che non è più rito commemorativi ma show ideologico?), ma lo diventa per il Santissimo?
    Si vede che sono i prodigi di Allah, a premio della sua fedele propaganda-apologia dell’islam, prodigi che il Santissimo non gli procura (che, forse, non vengano riconosciute come apprezzabilissime certe rivelazioni bergogliane?
    Quali ad es.: “anche dentro la santissima Trinità stanno tutti litigando a porte chiuse, mentre fuori l’immagine è di unità”; Gesù che fa un po’ lo scemo” con l’adultera; ecc.. delirando, ad oggi, senza soluzione di continuità.

    Mentre Allah, la divinità che ha in maometto lo squilibrato psicotico violento personaggio centrale quale modello insuperabile e di continua ispirazione per i credenti, il suo inviato, messaggero ed ultimo apostolo e nel corano la verità perfetta rivelata agli uomini, oltre a conceder il prodigio di far sparire lombosciatalgie a singhiozzo o di dar forza per sopportarne afflizione in caso di lavanderia piedi a mussulmani, concede, forse, anche quello di poter dire pubblicamente assurdità in frequente bilico d’ambiguità tra il demenziale ed il diabolico e di non suscitare, almeno in apparenza, alcun imbarazzo o dubbio tra la pur sempre numerosa folla di fanatici leccabrache che, anzi, sembrano provare maggior entusiasmo in misura direttamente proporzionale al numero ed alla gravità delle “uscite” agghiaccianti declamare ora in un omelia, ora in un’intervista (per tacere di inquietanti operazioni).

    Forse dovremmo pregare affinché la lombosciatalgia a singhiozzo bergogliana, trovi miglior tempistica, così che svanisca o diventi alla sua volontà, sacrificio necessario, oggetto di adorazione e segno manifesto di gratitudine anche in occasione della presenza del Santissimo e non solo per lavanda di piedi a non cristiani, mussulmani.
    O anche perché si ravveda, si dimetta, venga deposto essendo finalmente meglio compreso che non è custode della fede a beneficio del gregge, ma colui che il potere mondano ha posto dov’é per confondere ed umiliare il gregge, per sgretolare la roccia sulla quale è edificata la Chiesa di Cristo (già oggi altro sembrando: una pseudo-ONG ma OG con finalità​ di stampo ONUsiano, mondialista e in linea con i nuovi standard globali organici alle più luride operazioni speculative (non solo economico-finanziarie: ideologiche, di controllo, di potere diabolicanente mai sazio).

    In un momento così nefasto, dove l’insidia è così strisciante e potente, abbiamo un’ottima occasione per vederci la nostra fede temprata, per riconoscere la pericolosità del maligno (che affascina folle di esaltati anche udendo palese blasfemia) e guardare e, avvisando con disposizione caritatevole, amorevole, altri.

    In effetti si potrebbe pregare affinché coloro che hanno sottoscritto i dubia, ricordando che il colore cardinalizio non è casuale ma richiamo al voto di sacrificio anche estremo di sé dove richiesto, non persistono ancora a lungo a dar seguito al loro gesto di amore per la vera fede e per la chiesa: la prudenza è virtù ma altro è omertà, altro viltà e non è prudente, non è saggio tentar di chiudere recinto quando i buoi sono ormai fuggiti.
    I danni son già troppi, ma ne incombono di peggiori: vale già la pena da un pezzo di veder atti di coraggiosa fede a beneficio della Chiesa, del gregge, dove il despota della “misericordia” vi infierisce fin troppo indisturbato per il compiacimento di personaggi come George Soros (l’ossessione migranti è nell’agenda delle priorità di entrambi, Soros e Bergoglio) o anche del Principe del Mondo.

    Preghiamo perché quei cardinali ed altri coraggiosi, non si perdano d’animo e trovino coraggio, adesso, di compiere ulteriore passo, per il bene della Chiesa, per bene della vera fede (non è quella di allah, ma neppure quella dove un gesù fa lo scemo con l’adultera, in cui si è fatto diavolo o dove una trinità ipocrita litiga a porte chiuse..).

    Ma preghiamo soprattutto perché renda sempre più salda e coraggiosa la nostra fede ed affinché la Chiesa torni ad essere chiaramente di Cristo ed esca dall’ambigua oscurità che la suggerisce sempre più come la chiesa di Bergoglio, che piace ai poteri forti del mondo, che pare succursale ONU oppure ONG eterodiretta da agghiaccianti personaggi come Soros.

    Preghiamo Iddio e lodiamolo in ogni tempo.

    1. Non posso che condividere e ringraziarla, lei è riuscito in poche righe gentile Andrea P. a riassumere la drammatica verità sull’attacco scientifico e organizzato che è stato sferrato alla Santa Chiesa Cattolica e che, preparato da anni, è iniziato ufficialmente dal 2013. GRAZIE per la sua lucida chiarezza.

  11. In Vaticano è allo studio un documento per disporre la scomunica di corrotti e mafiosi. A parte l’impraticabilità teologica della soluzione ci chiediamo se i responsabili di profugopoli saranno inclusi fra gli scomunicati. Il business dell’immigrazione si basa infatti su corruzione e mafia. Francesco lo sa? Non si rischia il cortocircuito? La scomunica sarà allegata alle sentenze della Cassazione?
    Comunque state tranquilli. Per evitare la scomunica basterà divorziare o mandare sul lastrico una qualunque diocesi italiana. Entrambe le azioni sembrano meritorie, nel nuovo corso ecclesiastico.

    1. @Kosmo

      Il resto del commento più o meno lo condivido, ma questo

      “In Vaticano è allo studio un documento per disporre la scomunica di corrotti e mafiosi. A parte l’impraticabilità teologica”

      Perché impraticabilità teologica? Nel 1917 erano scomunicati i divorziati risposati, perché sarebbe impraticabile teologicamente scomunicare i mafiosi?

      Di certo divorziare e risposarsi non è atto meritorio, ma non credo di essere eccessivamente politicamente corretto se affermo che essere mafiosi è ancora molto peggio.

      1. Per una semplice questione pratica.
        Come fai a dimostrare che un tizio è mafioso?
        Ce l’ha scritto sulla fronte?
        I divorziati risposati hanno un atto pubblico che lo attesta (e che viene ovviamente verificato).
        Mi dirai: ma la condanna per mafia viene fatta anche con atto pubblico!
        Prima di tutto ci sono stati errori madornali (tipo Franco Franchi, Tortora in senso lato, ecc), poi a che punto finisce? In Italia vige il mai codificato (nel codice penale) “concorso esterno in associazione mafiosa” per cui… TU che compri i raudi di contrabbando favorisci la mafia in un certo senso, perciò potresti essere sottoposto a questa condanna.
        Anche gli “scafisti” delle ONG rientrano in questo fattispecie penale, scommettiamo che per questi non vale il populismo peronista di questa pseudo-scomunica?

        1. @Kosmo

          “Per una semplice questione pratica.
          Come fai a dimostrare che un tizio è mafioso?
          Ce l’ha scritto sulla fronte?”

          Ma si può ovviare a questo problema con la scomunica Latae sententiae.

          Ad esempio se uno profana volontariamente un’Ostia consacrata è scomunicato anche se non è “identificato pubblicamente” come profanatore sacrilego. Nel momento in cui profana è scomunicato punto e stop.

          Anche abortisti e chi abortisce sono scomunicati Latae sententiae, non vedrei nessun problema ad estendere questa sanzione (che non è roba da poco) anche ai mafiosi, anzi. Soprattutto se pensiamo che viene scomunicato anche un confessore che dovesse assolvere un/una (scrivo “un/una” viste le tendenze di parte del clero) complice nel peccato contro il sesto comandamento direi che si può ben applicare ai mafiosi.

  12. Giusto per informazione, l’infiammazione del nervo sciatico non impedisce di inginocchiarsi, e in caso di dolore, esso non aumenta inginocchiandosi.
    Se è in fase acuta non c’è posizione che tenga, né seduti, né sdraiati.

      1. E la sua qualifica di infermiere può spiegarci come mai di fronte ad un musulmano l’infiammazione del nervo sciatico miracolosamente (grazie ad Allah!) sparisce?

  13. Sono un neofita di questo blog e non è mia intenzione aggiungere alcunché a quanto già espresso sopra.
    Mi preoccupa, piuttosto, la situazione di evidente decadenza della Chiesa. Decadenza sempre più visibile e oggetto di commenti anche da parte di media non certo omologati. Riporto di seguito le ultime righe di un articolo apparso su un blog americano il 23-12-2016 a proposito di un reportage da Roma da parte del giornalista Walter Mayr, corrispondente in Italia di Der Spiegel:

    “Secondo Der Spiegel, Papa Francesco “sta combattendo per la sua eredità”. Lavora dalle cinque del mattino. “Non c’è molto tempo per lui”, dice Mayr. Ma Papa Francesco potrebbe ancora avere qualche sorpresa per noi. L’articolo di Der Spiegel si chiude con le parole attribuite a Francesco: “E non è da escludere che passerò alla storia come colui che ha diviso la Chiesa Cattolica”.”

  14. scomunica per i mafiosi.
    per i prelsti anzi arcivescovi gay che importunano i bei ragazzi
    solo un “trasferimento” come al solito:

    http://www.ilmessaggero.it/primopiano/vaticano/papa_francesco_gay_vescovo_vizietto_turisti_molestie-2509492.html

    “Francesco decide di seguire la prassi ordinaria e convocare con una certa urgenza a Santa Marta il capo dell’ordine religioso dal quale dipende l’arcivescovo col vizietto, ordinandogli di trasferire l’arcivescovo molestatore alla svelta.”

  15. Mi sento di condividere con chi ama Nostro Signore e sta leggendo questo blog, ed anche con chi lo ama meno o addirittura lo ripudia ed attacca i propri fratelli, quanto detto da Nostra Signora a Luigina Sinapi: “Tu ama, adora, glorifica offri e taci” e anche quanto detto a Bruno Cornacchiola dell’apostolato individuale, dell’Eucaristia dissacrata, del Papa che negherà ogni verità di fede, della lotta tra i cristiani perché senza un capo che li guidi, dell’unione tra le religioni che sarà un ammasso di eresie, e che fuori dalla Chiesa cattolica non c’è salvezza.
    “Ubi Petrus, ibi Ecclesia” ed a noi tocca obbedire al Papa fino a che non si toccano i dogmi e le verità di Fede.
    Andiamo alla S.Messa in rito romano antico e chi può impari a servire anche fosse solo come navicelliere, recitiamo il S. Rosario, e insegniamo ai nostri figli i dogmi della nostra Fede.
    Viviamo al motto “una volta guardare, una volta fare e l’altra volta insegnare” e tramandiamo la Tradizione forti della promessa “..et portae inferi non praevalebunt adversum eam…”
    Lasciamo stare i lecca-calzini di turno perché il lavoro da fare è tanto e il tempo stringe. Questo giro non ci sarà nessun Sant’Atanasio…

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *