IL DIAVOLO È UN’INVENZIONE SIMBOLICA, PER IL CAPO DEI GESUITI. SE LO SENTISSE SANT’IGNAZIO DI LOYOLA…

 

Quando ho visto la sua foto ho pensato: “Toh! Massimo, in rotta con Renzi, si è tolto gli occhiali, e si è rifatto una vita nei gesuiti ed essendo bravo l’hanno fatto Preposito”. Il Massimo in questione è D’Alema, mia vecchio compagno di banco al liceo classico Andrea Doria, quando, come dicevamo scherzando, era già iscritto alla segreteria del PCI. Stessi occhi vivaci, pieni di astuzie, stesso sorriso, stesso baffetto vanitoso e ben curato…e anche cose dette– ahimè – mica tanto dissimili.

Il personaggio di cui parliamo è il nuovo generale dei gesuiti, padre Arturo Sosa, già noto alle cronache per aver osservato che al tempo di Gesù non c’erano registratori, quindi non possiamo sapere che cosa ha detto esattamente. Un’affermazione che non cessa di stupirmi per la sua interna logica stringente: dal momento che c’è un tizio che 2000 anni fa non sappiamo che cosa abbia detto con precisione, decido di spendere tutta la mia esistenza in un’associazione creata in suo nome.

Il padre Sosa ha concesso un’intervista a El Mundo, che trovate qui.

In risposta a una domanda sulle donne e la Chiesa, ha detto: “Gesù non ha seguito le norme comuni della donna della sua epoca. Donne lo accompagnarono sempre. La Chiesa non è esistita senza di loro. Per me sono le grandi trasmettitrici della fede. Verrà un momento in cui il loro ruolo si riconoscerà di più. La Chiesa del futuro dovrà avere una gerarchia differente, con ministeri diversi. Mi appello alla creatività femminile affinché entro 30 anni abbiamo comunità cristiane con un’altra struttura. Il Papa ha aperto la porta del diaconato creando una commissione. Poi potranno aprirsi più porte”.

Sul “matrimonio omosessuale” ha detto invece:

“Una cosa è il pensiero pubblico e ufficiale, e altro è ciò che accade nelle comunità. Una cosa è la mia omosessualità, un’altra è il mio compagno omosessuale, che fa parte della mia famiglia, del mio ambiente. Nella vita religiosa ci sono omosessuali e non sono perseguitati, fanno parte della comunità. Il sacramento (del matrimonio, N.D.R.) è un altro tema, una cosa è riconoscere lo statuto civile perché non ci siano discriminazione e un’altra è l’aspetto teologico. I sacramenti non nascono così”.

Infine c’era una domanda sulla relazione fra male e satana: gli si chiedeva se “crede che il male è un prodotto della psicologia umana o proviene da un’entità superiore”.

“Dal mio punto di vista, il male fa parte del ministero della libertà. Se l’esere umano è libero, può scegliere fra il bene e il male. Noi cristiani crediamo di essere fatti a immagine a somiglianza di Dio, per cui Dio è libero, ma Dio sceglie sempre di fare il bene perché è tutto bontà. Abbiamo creato figure simboliche, come il diavolo, per esprimere il male. I condizionamenti sociali anche rappresentano questa figura, ci sono persone che agiscono così perché c’è un ambiente dove è molto difficile fare il contrario”.

Non voglio pensare che cosa avrebbe detto Sant’Ignazio, con quello che aveva scritto – e lungamente – nel discernimento degli Spiriti, chiamandolo il Maligno, Satana, il “nemico dell’umana natura”, e riconoscendogli un’identità precisa, e una volontà di nuocere. Per esempio: “Come il capitano di un esercito, dopo avere piantato la tenda di comando e osservato le postazioni o la posizione di un castello, lo attacca dalla parte più̀ debole, così il nemico della natura umana, circondandoci, esamina tutte le nostre virtù̀ e ci attacca dove ci trova più̀ deboli”.

Alla Chiesa del Gesù, a Roma, quartier generale della Compagnia, si praticavano fino a poco tempo fa, e probabilmente si praticano ancora, esorcismi e preghiere di liberazione.

Padre Sosa è uno dei consiglieri del Pontefice.



Questo blog è il seguito naturale di San Pietro e Dintorni, presente su “La Stampa”.  Per chi fosse interessato al lavoro già svolto, ecco il link a San Pietro e Dintorni.

Se volete ricevere i nuovi articoli del blog, scrivete la vostra mail nella finestra a fianco.

L’articolo vi ha interessato? Condividetelo, se volete, sui social network, usando gli strumenti qui sotto.

Se invece volete aiutare sacerdoti “scomodi” in difficoltà, qui trovate il sito della Società di San Martino di Tours e di San Pio di Pietrelcina.

88 pensieri su “IL DIAVOLO È UN’INVENZIONE SIMBOLICA, PER IL CAPO DEI GESUITI. SE LO SENTISSE SANT’IGNAZIO DI LOYOLA…”

  1. Angosciante e ancora peggio è che tanti nemmeno si rendono conto della gravità e dell’irresponsabilità che rasentano la bestemmia delle sparate di questi personaggi😱😱😵😵

    1. No Giusy, molti invece se ne rendono conto. ma dicono “cosa posso fare io ?”
      molti fedeli cattolici che conosco sono come annichiliti, rassegnati e stanno zitti per amor del quieto vivere e perchè non hanno voglia di discutere. Fra questi ci sono molte persone anziane, vecchiette e vecchietti, che preferiscono continuare in silenzio a vivere la loro fede come l’hanno vissuta tutta la vita, e non ascoltano neppure più tutte queste “novità” che li frastornano.
      il problema sono le nuove generazioni: se sono educate da persone tipo padre Sosa in pochi decenni si rischia l’analfabetismo religioso. Fra quaranta anni non si saprà neppure più che un tempo i cattolici credevano che esistesse
      l’Inferno e che credevano che esistesse Satana.
      fra cento anni non sapranno neppure più recitare il CREDO.

      1. Maria Cristina, dal tuo commento deduco che vedi lunghe prospettive per il mondo. Il Rapimento della chiesa e la seconda venuta di Gesu’ Cristo SONO ALLE PORTE. Entro dieci anni TUTTO SARA’ COMPIUTO, ANCHE I 7 ANNI DELLA GRANDE TRIBOLAZIONE.

        1. Penso anch’io che sarà così, anche se tremo in cuor mio temendo che i miei figli e nipoti non abbiano il tempo di consvertirsi;; per questo li affido ogni giorno a Maria SS.ma, nel Santo Rosario e nelle preghiere, serali e ma. Del resto, quando sento un prelato che dice ” abbiamo creato figure simboliche, come il diavolo, per esprimere il male” mi convinco sempre più che la Chiesa non esiste più, è eclissata (come profetizzato dalla Madonna a La Salette) e che coloro che oggi si presentano come suoi membri in realtà sono farabutti e delinquenti (almeno spiritualmente parlando), come li dipingeva già negli anni ’70 il fondatore della rivista “Si SI No No” (un sacerdote di cui adesso mi sfugge il nome). Ma mu consolo ricordando le parole della Madonna a Suor Lucia di Fatima “Quando tutto sembrerà perduto, allora Io sarò con voi”, e allora delle parole di Sosa e Bergoglio “nun me po’ fregar de meno”.

        2. Quando verrà Gesù nella sua Seconda Venuta non lo sa neppure Il Figlio,solo Il Padre …sì Gesù è alle porte ma niente allarmismi,ce lo ha raccomandato Lui…

      2. Cara Maria Cristina io e mio marito e tanti amici siamo anziani , è vero, ma forse tu ti confondi con le vecchiette tipo mia madre ( io 70 e lei 96 suonati ) … Ricorda che i settantenni vengono fuori dalle lotte del 1968 per ottenere quei diritti che i giovani si sono poi fatti scippare senza nemmeno accorgersene….
        Noi non siamo affatto per il quieto vivere , al contrario continuiamo a esprimere le nostre idee tanto da essere considerati conservatori e anziani nostalgici…. Nel ” 68 troppo Avanti oggi troppo indietro…..
        Cercate voi giovani di avere il coraggio delle vostre idee come lo abbiamo avuto e ancora lo abbiamo noi ! Coraggio sorellina …giovani e vecchi insieme per Gesù contro le astuzie del nemico ( che c’è…eccome se c’è ) !

      3. Gentile Maria Cristina, non bisogna aspettare ancora dei decenni perché si verfichi l’analfabetismo religioso. Oggi, A.D. 2017, ci sono ragazzi che non conoscono il Pater Nostro e l’Ave Maria.

    2. Il quartier generale della Compagnia non è più dagli anni 30 alla Chiesa del Gesù ma a Borgo Santo Spirito. Solo per precisare. È strano che l’autore non lo sappia.

    3. Il quartier generale della Compagnia non è più dagli anni ’30 alla Chiesa del Gesù ma a Borgo Santo Spirito, a 100 metri da San Pietro. È strano che l’ottimo autore non lo sappia.

      1. Certo, ma in senso spirituale. Le stanze di Sant’Ignazio, la chiesa del Te Deum di fine anno col Papa…la storia della Compagnia è li.

    4. buongiorno Tosatti,

      ha lasciato incompiuto un concetto nel finale del suo articolo. La frase è interrotta: “Come il capitano di un esercito, dopo avere piantato la tenda di comando e osservato le postazioni o la posizione di un ……….
      artartarticarticolo.debole, virtù̀ e ci attacca dove ci trova più̀ deboli”.

      Alla Chiesa del Gesù, a Roma, quartier generale della Compagnia,
      postazioni o la posizione di un castello, lo attacca dalla parte più̀ debole, così il nemico della natura umana, circondandoci, esamina tutte le nostre virtù̀ e ci attacca dove ci trova più̀ deboli”.

      Alla Chiesa del Gesù, a Roma, quartier generale della Compagnia

          1. Questo ho copiato dal blog, e mi sembra leggibile:
            Quando ho visto la sua foto ho pensato: “Toh! Massimo, in rotta con Renzi, si è tolto gli occhiali, e si è rifatto una vita nei gesuiti ed essendo bravo l’hanno fatto Preposito”. Il Massimo in questione è D’Alema, mia vecchio compagno di banco al liceo classico Andrea Doria, quando, come dicevamo scherzando, era già iscritto alla segreteria del PCI. Stessi occhi vivaci, pieni di astuzie, stesso sorriso, stesso baffetto vanitoso e ben curato…e anche cose dette– ahimè – mica tanto dissimili.

            Il personaggio di cui parliamo è il nuovo generale dei gesuiti, padre Arturo Sosa, già noto alle cronache per aver osservato che al tempo di Gesù non c’erano registratori, quindi non possiamo sapere che cosa ha detto esattamente. Un’affermazione che non cessa di stupirmi per la sua interna logica stringente: dal momento che c’è un tizio che 2000 anni fa non sappiamo che cosa abbia detto con precisione, decido di spendere tutta la mia esistenza in un’associazione creata in suo nome.

            Il padre Sosa ha concesso un’intervista a El Mundo, che trovate qui.

            In risposta a una domanda sulle donne e la Chiesa, ha detto: “Gesù non ha seguito le norme comuni della donna della sua epoca. Donne lo accompagnarono sempre. La Chiesa non è esistita senza di loro. Per me sono le grandi trasmettitrici della fede. Verrà un momento in cui il loro ruolo si riconoscerà di più. La Chiesa del futuro dovrà avere una gerarchia differente, con ministeri diversi. Mi appello alla creatività femminile affinché entro 30 anni abbiamo comunità cristiane con un’altra struttura. Il Papa ha aperto la porta del diaconato creando una commissione. Poi potranno aprirsi più porte”.

            Sul “matrimonio omosessuale” ha detto invece:

            “Una cosa è il pensiero pubblico e ufficiale, e altro è ciò che accade nelle comunità. Una cosa è la mia omosessualità, un’altra è il mio compagno omosessuale, che fa parte della mia famiglia, del mio ambiente. Nella vita religiosa ci sono omosessuali e non sono perseguitati, fanno parte della comunità. Il sacramento (del matrimonio, N.D.R.) è un altro tema, una cosa è riconoscere lo statuto civile perché non ci siano discriminazione e un’altra è l’aspetto teologico. I sacramenti non nascono così”.

            Infine c’era una domanda sulla relazione fra male e satana: gli si chiedeva se “crede che il male è un prodotto della psicologia umana o proviene da un’entità superiore”.

            “Dal mio punto di vista, il male fa parte del ministero della libertà. Se l’esere umano è libero, può scegliere fra il bene e il male. Noi cristiani crediamo di essere fatti a immagine a somiglianza di Dio, per cui Dio è libero, ma Dio sceglie sempre di fare il bene perché è tutto bontà. Abbiamo creato figure simboliche, come il diavolo, per esprimere il male. I condizionamenti sociali anche rappresentano questa figura, ci sono persone che agiscono così perché c’è un ambiente dove è molto difficile fare il contrario”.

            Non voglio pensare che cosa avrebbe detto Sant’Ignazio, con quello che aveva scritto – e lungamente – nel discernimento degli Spiriti, chiamandolo il Maligno, Satana, il “nemico dell’umana natura”, e riconoscendogli un’identità precisa, e una volontà di nuocere. Per esempio: “Come il capitano di un esercito, dopo avere piantato la tenda di comando e osservato le postazioni o la posizione di un castello, lo attacca dalla parte più̀ debole, così il nemico della natura umana, circondandoci, esamina tutte le nostre virtù̀ e ci attacca dove ci trova più̀ deboli”.

            Alla Chiesa del Gesù, a Roma, quartier generale della Compagnia, si praticavano fino a poco tempo fa, e probabilmente si praticano ancora, esorcismi e preghiere di liberazione.

            Padre Sosa è uno dei consiglieri del Pontefice.

    5. Ma questo Padre Generale ha letto il Vangelo? Teologia quantomeno estravagante nel senso di fuorviante; meglio stare alla larga! Certamente non rende un buon servizio ai Gesuiti.

  2. Padre Sosa, naturalmente, è un novatore. San Gregorio Magno, se ben ricordo, usava dire che le stravaganze dei novatori nascono dalla vanagoria. Che dire ancora di padre Sosa, che nella foto indossa un gilet, ovviamente, Lacoste?

  3. Questo pessimo gesuita, degno amichetto dello scandaloso bergoglio, è solo un eretico ignorante, come il suo compagno d’ordine e di merende. In una Chiesa normale starebbero entrambi a pelare patate in qualche convento ai confini del mondo, per essere misericordiosi…. Qualcuno faccia sapere a questi prelati che il Popolo di Dio comincia a spazientirsi…

    1. @Stefano
      per quanto riportato dalla stampa, la storia della vita di questo venezuelano, ora formalmente generale dei Gesuiti, mostra che è uno dei tanti sociologi marxisti sudamericani con la particolarità che per vivere, invece che darsi alla politica partitica o fare il professore universitario alla moda o scrivere libri insulsi esaltati globalmente dalla propaganda marxista, si è arruolato nei Gesuiti.

      Aldo Maria Valli ha ben descritto qui:
      http://www.aldomariavalli.it/2017/05/20/il-papa-nero-cuba-e-un-omaggio-a-castro-del-1989/
      come un già maturo Arturo Sosa sottoscriveva, proprio mentre il comunismo sovietico stava crollando, entusiastiche lodi a Fidel Castro, fulgido esempio di governante cattolico e difensore della libertà di espressione e degli altri diritti dell’uomo.

      Trovo molto più coerenti e rispettabili i tanti, sudamericani e non, che la pensano più o meno come questo Arturo Sosa che erano preti gesuiti è che, dopo il Concilio Vaticano II si sono in gran numero spretati, guadagnandosi da vivere magari da parassiti di qualche ente statale o sovranazionale ma comunque non più campando con l’obolo della vecchietta cattolica.

      Il dr. Sosa attesta pubblicamente di non avere (più, casomai l’avesse avuta all’inizio della sua vita) fede nel Credo cristiano che probabilmente ancora RECITA (sic!) in qualche sua celebrazione liturgica:
      in questo egli appartiene alla grande maggioranza degli esseri umani ora viventi sulla Terra e personalmente la cosa non mi creerebbe alcuna sorpresa e fastidio se non fosse che egli ancora campa a spese della Chiesa Cattolica e che, anche se in borghese, si presenta agli altri truffaldinamente come cattolico.

        1. Giusto Stefano, ma stai attento a dire queste cose, che in questa “chiesa”rischi di finire Martire come il Grandissimo Santo di Cui porti degnissimamente il Nome😥😥

          1. Grazie Giusy. Porto il nome del mio grande Santo molto indegnamente ma con fierezza. Credo sia giunta l’ora di alzare tutti la voce per dire a questi falsi pastori che siamo pecore ma dell’ovile di Cristo, non pecoroni disposti a farsi tosare da questi mercenari, mangiapane a tradimento, che hanno come dio il loro putrido ventre e si ingozzano con le offerte che i fedeli danno per il culto al Vero Dio, non agli idoli del mondo. Fuori i chierici di Satana dalla Chiesa di Dio!…

  4. In alcuni momenti questo Gesuita mi ricorda Scientology, dove l’etica è una scelta personale: se reputi che mettere le corna è un fuori-etica, allora devi fare dei procedimenti tecnici per rimettere la tua etica “in”, ossia per rimetterti in etica. Se, invece, mettere le corna non lo consideri un fuori-etica, allora non devi fare alcun procedimento. Voglio aggiungere che Scientology fa parte della Via della Mano Sinistra, secondo cui l’uomo è “dio”, il “creatore delle cose”…
    Purtroppo, i cattolici, di cui il Gesuita dice di fare parte, hanno le Sacre Scritture, San Paolo e il Catechismo; ed è la Dottrina della Fede che devono seguire. Altrimenti, non sono cattolici. E se restano nella Chiesa è per fare danni a favore di Satana.
    Satana non esiste? Magari esiste come Lucifero ed Arimane. Più tante altre entità spirituali di livello sempre più basso. Molti oggi impegnati nella difesa della Dottrina sono attaccati durante la notte…
    Aleister Crowley evocava entità umane, o extraterrestri, quindi inferiori alle entità sataniche. Probabilmente, perché egli posseduto, o era una incarnazione, di entità sataniche. Altrimenti, non avrebbe avuto il successo che ancora ha oggi e che ispira molte scelte delle logge angloamericane, dei Democratici statunitensi, la Clinton e Obama, LGBT, Soros, giù, giù, fino al nostro Partito Democratico.
    Quando il Gesuita celebra l’Eucaristia secondo le regola, il Cristo scende comunque, anche se il Gesuita è un traditore “molto misericordioso”, come il suo “superiore” in Santa Marta.
    Ma i peccati del sesso, soprattutto quelli omosessuali, rimangono in tutta la loro forza. A meno che qualche imbecille non dica che egli è superiore a San Paolo e che, assolvendo, spedisca nel Regno di Dio anche gli omosessuali non convertiti.
    Infine, il Messia. I massoni riuscirono a fare credere che i Vangeli fossero stati scritti 300 anni dopo. Socci, se ben ricordo, dice che i Vangeli si iniziarono a scrivere 9 anni dopo l’ascesa al Cielo.
    Personalmente, affermo che i Vangeli si iniziarono a scrivere nei fatti e nel pensiero durante la vita terrena del Maestro. Si è sempre pensato che i seguaci del Messia fossero analfabeti come i pescatori. Invece seguivano il Messia pure personaggi che sapevano leggere e scrivere, addirittura in una forma stenografica dell’epoca.
    Le “pie donne” erano rese importanti dal Messia, lo sono sempre state nella Chiesa (leggi Santa Caterina da Siena, analfabeta, che abbisognava di tre stenografi operanti contemporaneamente per riportare il suo pensiero), e sempre lo saranno – soprattutto per il ruolo che svolgono nella famiglia per i figli (che i satanisti gay contestano). Ma le donne non potranno mai diventare sacerdoti, poiché il Maestro Gesù non dette loro i “poteri”… E per motivi esoterici, di cui non voglio parlare, poiché ricordo poco.
    Torno a ripetere fino alla noia che questi traditori di ogni livello nella Chiesa possono agire incontestati è perché i fedeli sono “ignoranti” delle Sacre Scritture e del Catechismo. Preti compresi.
    P.S. – questo pomeriggio verrà a Corridonia il Cardinale Comastri e celebrerà la Santa Eucaristia. Mi si dice che difende la Dottrina. Vedremo…

  5. Naturalmente il cardinal Muller manterrà un rispettoso silenzio, i vescovi italiani si guarderanno bene dal prendere posizione, e nel frattempo il papa gesuita commissarierà qualche ordine e qualche diocesi troppo rigida.

    Quando ero ragazzo e leggevo sui libri di storia che nel medioevo e o nel rinascimento la chiesa era simoniaca oppure che era mondanizzata e corrotta mi chiedevo come potesse essere. Mi pare che oggi abbiamo la possibilità di rivivere quei tempi interessanti.

      1. @Vito
        Non ho di queste certezze. Proprio perché la chiesa ha avuto periodi di decadenza, pessimi papi, ordini religiosi corrotti, persecuzioni e presentimenti dell’avvicinarsi della fine dei tempi, e poi non sono finiti, non penso che questi tempi siano necessariamente gli ultimi. Di certo non è un bel periodo, soprattutto il papato e in generale l’episcopato mi sembra messo male. La cosa positiva è che il laicato si sta svegliando e senta l’esigenza di una cambiamento della chiesa (che non è la riforma di cui blatera il clero più mondano), anche se questa esigenza stenta a trovare una espressione coerente e non è tenuta in nessun conto dai pastori, che ormai hanno preso una china totalmente autoreferenziale.

        1. La chiesa sta’ dirigendosi verso l’unione Ecumenica, con tutte le Religioni, E’ QUESTA SI CHIAMA APOSTASIA TOTALE. Dopo l’Apostasia arrivera’ l’Anticristo. L’Anticristo sara’ colui che fara’ fare il patto dei 7 anni che sarebbe: Un patto tra Israele e Palestina da quel patto iniziera’ la costruzione del terzo Tempio di Gerusalemme, dalla posa della prima pietra saranno gli ultimi 7 anni, con LA GRANDE TRIBOLAZIONE . Nel mezzo della Tribolazione, LA CHIESA SARA’ RAPITA, LA CHIESA CHE SARA’ RAPITA E’ OGNI CREDENTE “RINATO IN SPIRITO”. COLUI CHE AMA GESU’ CRISTO PIU’ DI SE STESSO. La storia umana per come l’abbiamo conosciuta volge al termine. Il Regno di Dio in terra visibile e’ vicinissimo.

          1. Interessante questa interpretazione.
            Avrei desiderio di sapere le fonti alle quali attingere
            questa visione che ritengo molto vicina alla verità.
            Aggiungo (non so corrisponde alla verità) la visione del sacerdote libanese che afferma di vedere Gesù il quale ha spiegato l’Apocalisse attestando che l’anticristo è il denaro ed i suoi servi e la bestia Israele.

  6. dopo la buona notizia che l’Inferno non esiste o se esiste è vuoto, abbiamo ora la buonissima notizia che il diavolo non esiste.
    Fra un poco l’ultima estrema “buona notizia” ci sarà data dai gesuiti: Dio non esiste è solo un simbolo, un mito, l’uomo è Dio , bisogna credere nell’UOmo, adorare l’UOMO.
    e le persone devono credere non nel Vangelo , testo ormai superato, ma nei documenti prodotti dai gesuiti dal XX secolo in poi.
    SJ = SINE JESU

    1. Bisognerebbe sottoporli tutti ad Esorcismo: chissà quante sorprese!
      “DIO PADRE RIVELA A SANTA ILDEGARDA DI BINGEN IL VERO CENTUPLO, IL RINNEGAMENTO DI SE STESSI E COSA VUOL DIRE PORTARE LA PROPRIA CROCE” state attenti a quelli che vi parlano di Cristo ma che in realtà non seguono la via stretta della santità e assomigliano agli scribi e ai farisei, a sepolcri imbiancati, i quali di fuori appaiono belli, ma dentro sono pieni di ossa di morti e di ogni putredine, pieni d’ipocrisia e d’iniquità (Matteo 23)

      ATTENTI A QUELLI CHE NON VI DICONO CHE BISOGNA STACCARSI DAL PECCATO PER TROVARE LA VERA PACE, LA VERA SODDISFAZIONE DEL CUORE, COMBATTENDO VIRILMENTE CONTRO LE TENTAZIONI E IL DEMONIO; ATTENTI A QUELLI CHE TOLLERANO IL PECCATO, CHE NON VI UMILIANO E NON VI PARLANO DELL’ INFERNO, DEL COMBATTIMENTO SPIRITUALE. ATTENTI A QUELLI CHE NON VI RICHIAMANO ALLA PREGHIERA COL CUORE( AL ROSARIO in particolare), AI SACRAMENTI E AI NOVISSIMI OSSIA MORTE, GIUDIZIO, INFERNO, PARADISO.

      Un quadro davvero desolante: Sacerdoti, Vescovi, Cardinali, famosi esorcisti, che cadono come foglie secche, sotto l’abbaglio di una facile guarigione: sono disposti a vendersi l’anima! Chi ha praticato o si è sottoposto ad arti magiche, nemmeno fosse il più potente esorcista o anche un cardinale, dovrebbe ignorare le gravi conseguenze che la “magia orientale”, spacciata per “medicina orientale”, produce nei corpi delle persone che la praticano, consapevoli o non. Avvengono anche grandi miglioramenti, fino alla guarigione completa della malattia, ma si paga sempre un caro prezzo: ansia, inquietudine, insonnia, depressione, perdita della fede e si può essere anche posseduti da uno o più demoni. Milingo, si sottopose a dei cicli di agopuntura ( è stato tentato )dalla Sung per dei dolori ad una gamba…Ora vi immaginate personaggi come Padre Pio, Madre Teresa di Calcutta… e quanti altri, che per un dolore di sciatica si fanno sottoporre da un trattamento orientale come l’agopuntura ?Ora qualcuno mi dirà – a parte le personalità sante, ma che male c’è, a farsi trattare la salute con delle agopunture ? Beh, Don Pasqualino Fusco ( esorcista ) cè lo può spiegare bene nel suo libro ” Preghiere di liberazioni ” dove c’è una testimonianza di una vittima ( e ce ne sono altre ) che per l’agopuntura è rimasta vittima di una possessione diabolica. E’ peccato di idolatria: http://digilander.libero.it/TSCSS/milingo.htm

      Da questo fatto accertato e accaduto ad un famoso esorcista, si passa per questa ipotesi: “Uno scrittore cattolico originario dello stesso Paese del papa, l’Argentina, e che probabilmente conosce assai bene l’ex arcivescovo di Buenos Aires, ha scritto un libro in due volumi, a firma “Miles Christi”, già tradotto in quattro lingue – italiano, spagnolo, inglese e francese – intitolato L’impostura bergogliana, nel quale, ad un certo punto, afferma che il papa è posseduto da uno spirito maligno. L’occasione in cui la possessione sarebbe iniziata …..: una cerimonia “carismatica”, svoltasi nel 2006, nello Stadio di Buenos Aires, durante la quale egli si è fatto imporre le mani, stando in ginocchio, da certi protestanti fondamentalisti: http://www.liberaopinione.net/wp/?p=14713

      Anche l’ex arcivescovo di Buenos Aires, con varie patologie…..viene guarito completamente, dopo ben otto anni di agopuntura, ma infestato a dovere per la nuova carica che si apprestava a ricevere? L’interessante intervista, al suo medico orientale di fiducia, che gli praticò l’agopuntura:
      —Sí, prendeva molte pastiglie per tutto….
      —Allora, cosa gli raccomandò Lei?
      —Incominciare il trattamento. Prima, cominciamo tre volte alla settimana.
      —Veniva nel suo ambulatorio?
      —No, sono andato sempre io alla Cattedrale, al terzo piano. Poi incominciai ad andarci due volte alla settimana e dopo un po’ di tempo una volta. Dopo tre anni ci vedevano ogni tre settimane.
      — Quanto durò il trattamento?
      —Iniziammo nel gennaio del 2004. Un po’ più di otto anni, fino all’anno scorso(2012). E mi ha sempre pagato le visite.
      —Bergoglio le regalò due libri e glieli dedicò nel maggio di quell’anno. Stava già bene per quel momento?

      —Sí, ha lasciato subito le pastiglie che prendeva per il cuore, per la circolazione e per i problemi di diabete che aveva. — Lei mi assicura che lo guarì di tutto?—Sí, è da vedere, è un signore sano. Oggi non prende più nessun farmaco. —Si fecero studi clinici per confermare questo?—Sí, e tutto è risultato a posto.

      http://orient-ars.blogspot.it/2013/06/papa-francesco-vivra-140-anni-dice-il.html

      1. Sono esterrefatto dopo aver letto quanto suggerito, come si possa dare adito a certe farneticazioni a proposito dell’agopuntura. Magari sono stato posseduto anch’io da uno spirito maligno in passato essendomi sottoposto ad una terapia di agopuntura, tra l’altro non avendone tratto alcun beneficio se non quello di aver ad un certo momento sospeso la “cura” quando ho avuto la netta sensazione che il maligno mi aveva solo fatto perdere un bel po’ di danaro e nient’altro; ecco allora spiegato e dover pensare che i l mio agnosticismo mi è stato innestato con questi “maledetti aghi” anche a spese mie. Almeno me l’avessero fatte gratuitamente.

          1. @ISABELLA: le rispondo perché ha il nome sacro di mia madre.
            Allora anche lei non avrebbe mai fatto una terapia come si dice abbia fatto Papa Francesco. Per paura di essere indemoniata oppure perchè non crede nelle doti terapeutiche di questa ? Lei che ritengo sia una credente darebbe fede ad un agopunturista se le dicessero che per il suo malanno troverebbe giovamento, ovvero non lo farebbe per paura d’esssere infettata dal maligno ?

      1. @Klaus
        Ritorno seria e provo a rispondere alla sua garbata domanda.
        No, non lo avrei fatto. Non lo avrei fatto (e non l’ho fatto) quando ero atea e non lo farei oggi da credente. Mi è capitato, a proposito di cure alternative, in passato di ricevere in prestito il libro di Hammer (si scrive così?) e di essere invitata a un incontro semi-clandestino durante il quale, a detta di chi me lo propose, avrei potuto trovare una soluzione a un problema di salute piuttosto serio di cui soffrivo all’epoca. Rifiutai e preferii seguire i “canali ufficiali” e non me ne sono mai pentita.
        Il motivo preciso per cui non mi sia fidata di quel tipo di “cure” non saprei spiegarlo, fondamentalmente credo non mi abbia convinto la mancanza di “chiarezza”. Tutte queste scienze alternative, agopuntura compresa, dietro a tante spiegazioni pseudoscientifiche (e “discepoli” che ne magnificano le proprietà curative ai limiti del miracoloso) hanno un qualcosa di fumoso. Solitamente, quando lo si fa presente, la risposta è che noi lo vediamo cosi perché non abbiamo una sensibilità capace di abbracciare altre prospettive. A questo punto quindi sarebbe necessario un “atto di fede”: ma proprio questo, oggi me ne rendo conto, andrebbe a collidere con l’idea del Dio rivelato del mondo cristiano. Un Dio assolutamente logico e razionale, che dal caos ha operato la meraviglia della Creazione e che, per mezzo del Figlio, “fa nuove tutte le cose”.
        Poi il discorso sarebbe lunghissimo e potrei discutere di come certi (inserire definizione a caso) sfruttino proprio il dolore, la debolezza e la credulità delle persone alle prese con una malattia e di chi gli è vicino per il proprio tornaconto. E pensando a queste vicende, ragiono con un paradosso: per quanto mi faccia sorridere, preferirei che qualcuno evitasse di rovinarsi (sia a livello economico che, sovente, a livello di salute) evitando queste soluzioni perché convinto siano veicoli del maligno, piuttosto che vederlo in preda a tanti ciarlatani pronti a riempirsi le tasche sul dolore delle persone.
        Spero di non averla annoiata con questo tentativo di spiegarmi.

        1. Lei non sa come l’abbia apprezzata non solo la risposta garbata ma l’intero contenuto per essere stata chiara nelle intenzioni che non sono certo quelle di chi pregiudizialmente ha solo “certezze” alle quali attenersi per vivere una vita serena. IO di certezze ne ho ben poche e per questo ho bisogno di constatazioni e di esempi reali dei momenti di vita che passano e non ho più la possibilità di riviverli. Forse non ho avuto la possibilità semantica di esprimere un concetto completo. Buona vita a lei come anche ad altri

  7. I vangeli sinotti sono molto posteriori alla morte di cristo questa e’ un affermazione fatta anche da benedetto ( papa) e la stragrande maggioranza di esegeti cattolici pre bergogliani piu ‘ che documentata al di la’ di questo il negazionismo di certi non serve e non e’ reale personalmete mi sono successi fatti preternaturali e questo la scienza non riesce a spiegarlo qyindi…..

    1. “I vangeli sinotti sono molto posteriori alla morte di cristo”

      Dipende cosa intende con “molto”.

      Riguardo al Vangelo di Marco, ad esempio, molti storici lo datano prima del ’70, prima della distruzione del tempio.

  8. Le idiozie eretiche che dice codesto signore, non ci perdo tempo. Ma una domanda di metodo: a che titolo le dice ? Non mi risulta che il preposito generale dei gesuiti abbia compiti dottorali; è incaricato di atti di governo. Dunque, pensi a governare l’ordine gesuita (ovviamente lo farà molto male, problemi loro), e non pretenda di sdottorare al colto pubblico e all’inclita guarnigione, che senza i suoi sdottoramenti campano benissimo.

  9. Mi ha molto colpito l’affermazione di Ariel S.Levi di Gualdo, di cui non condivido l’ostinato ‘tener-su-il-palco’ a difesa di Bergoglio in quanto Sommo Pontefice, in una sua risposta ad un lettore:

    “(…) Premesso che ai santi non è richiesta la perfezione e che gli errori, a volte anche gravi, non pregiudicano la eroicità delle loro virtù, uno dei più gravi errori che rimane scritto nella storia di San Giovanni Paolo II è quello di non aver sciolto la Compagnia di Gesù.
    E oggi, i risultati, sono sotto gli occhi di tutti.”

    Infatti (i risultati, di male in peggio giorno per giorno). Tutto si tiene ed è tutto collegato… E allora ci vorrebbe anche il coraggio, invece di ostinarsi a ‘tenere-su-il-palco’ spaccando il capello in quattro, di alzarsi in piedi davanti ai tanti vergognosi vescovi, cardinali e preti che fanno finta di niente e denunciare che la Chiesa Cattolica Romana ha deragliato e ci sta portando nel baratro.

  10. la domanda era se “il male fosse un prodotto della psicologia umana o provenisse da una entità superiore” e la risposta fa riferimento al “libero arbitrio” che Dio ci ha donato e se la ho ben compresa il Gesuita chiarisce che attribuire il Male al Demonio crea una figura simbolica fuorviante e pericolosa . Perché ? Semplicemente perché il male non è il Demonio , ma la conseguenza della volontà di ciascuno di noi ogniqualvolta che ci poniamo in contrasto con la volontà di Dio . Certo Satana ne è la personificazione più efficace , perché tutto in lui contrasta il disegno creatore e salvifico di Dio , ma è sbagliato pensare che il Diavolo sia il padrone e il creatore del Male : è un po’ come credere che la tentazione e la seduzione che Satana usa per indurci al Male siano come il Male stesso … il Male non è la tentazione , ma chi l’accoglie consapevolmente sapendo che agirà in contrasto con la volontà di Dio , costui compie il Male . Significative al riguardo le parole sui contesti sociali che quando intrisi di grandi ingiustizie rendono difficili le scelte dei singoli fra bene e male …

    1. @ Paolo

      La spiegazione è assai convincente.
      Nella preghiera del padre nostro, però la supplica “liberaci dal male” è così spiegata dal CCC:

      2851. In questa richiesta, il male non è un’astrazione; indica invece una persona: Satana, il maligno, l’angelo che si oppone a Dio. Il « diavolo » διά-βoλoς è colui che « si getta di traverso » al disegno di Dio e alla sua « opera di salvezza » compiuta in Cristo.

      1. @A.C.
        infatti, quanto non mi scappa detto in automatico come mi fu insegnato da bambino, preferisco dire il Padre Nostro in italiano terminando con ” … ma liberaci dal Maligno. Amen.”
        così come ho sentito nel corso degli anni raccomandare da alcuni sacerdoti e come, di recente, ho sentito che prega un pope Ortodosso quando usa l’italiano.

        Nella forma scritta è chiaro anche “Male” in maiuscolo, ma la maiuscola si perde nella pronuncia.

      2. Sono in accordo. In particolare come Padre Amorth più volte aveva spiegato può entrare nel corpo umano se noi diamo la possibilità d’entrarvi andando contro le leggi di DIO
        Il rosario è l’arma con cui difenderci oltre confessione e comunione con Gesù.

  11. Bergoglio è letteralmente scandalizzato per la (saggia) decisione di Trump di uscire dagli accordi (dannosi e non scientifici) della conferenza di parigi sul clima; nessuna parola sui bombardamenti degli stessi americani in siria e nessuna scomunica per il capo dei gesuiti, ordine religioso di eretici e oramai lontanissimo dal cattolicesimo; e da scioglere, al più presto. Il papa, intendo quello regnante, e cioè Benedetto XVI( gli autoproclamatisi vescovi vestiti di bianco non hanno nessun potere reale di magistero), lo deve fare.

    1. Claudius III
      E ti stupisci di un uomo come Francesco? Lui fa parte delle grandi reti del sistema economico mondiale massonico, e siccome c’è ormai la convinzione che andare contro il papa ti poni fuori dalla chiesa, ecco allora che tutti i sacerdoti che non hanno avuto una formazione sulla tradizione della chiesa (apostolica):ascoltare qui le omelie dal 19• minuto circa di mons. Schneider
      https://youtu.be/A-Y7fmFCWP0
      https://youtu.be/liW2mBpCcYc
      Credono a tutto ciò che viene loro inculcato e non possono ribellarsi. In questo senso l’apocalisse è chiara; il marchio sulla fronte e sulla mano dx significa proprio questo: forma-mentis e azione. Leggetevi il capitolo 13 e capirete. Si parla pure di prigionia e di morti uccisi di spada causa l’abominio di cui l’uomo è capace contro Dio.
      Buon primo sabato del mese a tutti

  12. Parole e concetti teologici perfettamente logici ,coerenti con il messaggio cristiano,….anche se,forse,non con quello cattolico.Il bene e il male sono nostre scelte e nostre personali responsabilita’ Punto.Senza colpevolizzare simbolismi medioevali inesistenti. Qualcosa piano piano sta cambiano. ..

  13. Io con i gesuiti ci ho studiato e posso dire che riguardo ad eresie sono sempre stati all’avanguardia! Quando l’ordine fu esautorato bisognava lasciarlo nel dimenticatoio. Oggi ci ha regalato il “Papa nero”. Nero di nome e di fatto! Quando da ragazzo sentivo parlare che un giorno ci sarebbe stato un Papa nero, pensavo alla elezione di un Cardinale africano. Solo oggi comprendo che il “Papa nero” è arrivato ed ha portato dalla “fine del mondo” come Lui stesso ha detto che è venuto, il caos e l’apposita sia nell’unica e vera Chiesa di Cristo. Che Dio c’è ne liberi!

    1. Nelle interviste a scalfari, raccolte in un volume e sottoscritte da lui stesso, bergoglio afferma che”ciascuno di noi ha una sua visione del bene e del male. Noi dobbiamo incitarlo a procedere verso quello che lui pensa sia il bene” 😵😵😱😱! In un’altro passaggio dice anche che”ciascuno deve scegliere di seguire il bene e combattere il male COME LUI LI CONCEPISCE”!!!!!😞😞! Quindi se io concepisco che è bene uccidere chi mi tormenta sarei autorizzata a farlo? Eppure nonostante queste affermazioni eretiche, viatico veloce e sicuro per tante anime che se ascoltano il vescovo di roma andranno dritte dritte all’inferno (che esiste purtroppo), tutti continuano a non fiatare, anche i QUATTRO Cardinali non parlano più, chi potrebbe raccontare qualcosa su san gallo e conclave del 2013 tace…. che Dio Salvi la Santa Chiesa Cattolica, così come ha fatto finora, da 2000 anni🙏.

      1. @GIUSY e compagnia : leggendo,leggendo, sono persuaso che persino i “testimoni di geova” [alias “di genova]
        (l’ autocorrettore mi segnala in rosso il minuscolo) son forse migliori di tanti “cattolici pro domo loro” . È proprio vero : ………anche i cardinali tacciono ….che Dio salvi la Santa Chiesa…………

      2. @ Giusy

        Concordo nel dire che certe esternazioni sono molto pericolose. Sinceramente non so perché il Papa le faccia, mah. Non riesco a spiegarmene la ragione.

        All’inizio ero entusiasta di questo Papa, ma devo ammettere che ora, complice anche la preghiera costante (nella quale chiedo sempre al Signore di illuminarmi sulle varie questioni e di non farmi andare fuori strada), mi stanno cadendo alcuni veli dagli occhi.

  14. e’ comunque un fatto che nell’Ebraismo di fatto non esiste questa figura, cfr:

    Derech Hashem di Moshe Chaim Luzzato, Feldheim Edition.

    Inner Space di Rabbi Aryeh Kaplan.

    Comentary on Genesis (Parshat Noach) di Rabbi Shlomo Yitzhaki (Rashi)

    1. Satana è stato scoperto quando è venuto nel mondo il Figlio di Dio a distruggere i suoi piani, si è dovuto togliere la maschera, leggi il Vangelo e vedrai come in un terzo di esso troverai sgamato il demonio, partì dalle tentazioni nel deserto…

      Domanda: quando Gesù esorcizzava e magari inviava legioni demoniache dentro animali che poi si gettavano nelle acque, era uno spostamento di simboli?

      1. Ovviamente le dirà che è l’episodio in se ad essere simbolico. Ovviamente è una idiozia, perché il demonio esiste, eccome, ma purtroppo questa gente ragiona così.

        Comunque c’è solo una parola per definire quanto detto da Sosa: inqualificabile.

        Questo è un eretico vero e proprio.

        1. Qui stanno perdendo tutti la testa… anzi la fede, poi tutto crolla di conseguenza…
          Puro razionalismo senza la luce della fede. Ecco cos’è il nuoco “credo” cattolico. Tutto viene inscritto entro categorie solo umane, mentre cio’ che concerne la sfera soprannaturale viene citato solo “honoris causa” (ora tocca a satanasso (per quanto concerne la radice del Male), ma tra poco oseranno dire lo stesso del Padre Eterno (per quanto concerne l’essenza del Bene)).

  15. La presenza del maligno è confermata da questi individui nella Chiesa. Più chiaro di così !!! Forse, nella storia, non è mai avvenuto uno sfacelo del Papato come in questi tempi. La meraviglia è che tutti i cardinali sono unisoni nel demolire la Chiesa. Un buon cattolico cristiano, convinto di quello che da sempre ha insegnato la Chiesa, rimanga tale, sempre. !!! Al “diavolo” le eresie, i discorsi insensati, e quanto di peggio possono far uscire da quelle boccacce infernali, papa Nero e papa Bianco.

  16. “Stessi occhi vivaci, pieni di astuzie, stesso sorriso, stesso baffetto vanitoso e ben curato…e anche cose dette– ahimè – mica tanto dissimili.”
    Non sono un esperto dalemiano come Lei, ma quanto alle cose dette, non credo che D’Alema si sia mai avventurato in simili idiozie.

  17. Caro Sossa, dopo aver finito di curarti il baffetto, trova un po’ di tempo per leggere il Vangelo … si parla del diavolo, di quello vero, capace di tentare Nostro Signore dopo averlo posto sul pinnacolo del tempio …

  18. Credo che la partita si giochi tutta, o quasi, su come si intende la Sacra Scrittura. Infatti tutte le sette e tutte le eresie consistono sotto sotto in fraintendimenti di alcuni passi biblici, senza l’umiltà di volersi inserire nel solco della Tradizione. L’interpretazione dei passi biblici, può essere arricchita ma mai risulta l’esatto contrario di quella precedente. Lo Spirito Santo, che ha ispirato la scrittura e la sua interpretazione, non può contraddirsi. Il fatto è che Sosa non crede come almeno i protestanti, che la Bibbia sia divinamente ispirata, ma un libro mitologico, frutto della cultura dei tempi e degli autori. Egli è un vero discepolo del secolo dei “Lumi”. Eppure Gesù Cristo disse ” Il cielo e la terra passeranno ma la mia parola non passerà ” . Già ma chissà se disse proprio così… Non ci resta che fidarci dello spirito di Bergoglio, di Sosa, di Enzo Bianchi, e Cantalamessa o di Melloni, Grillo e Charamsa…

  19. Sempre a strizzare l’occhio al mondo.
    Un mondo a cui non piace sentir parlare di certi argomenti.
    Così dagli altari vengono proferite parole che richiamano il plauso dei benpensanti.
    Si va da temi ecologici a quelli del lavoro, passando per qualche inconsistente richiamo contro le guerre e le mafie.
    È bello vincere facile e venire osannati dai media!
    Prova provata che il diavolo esiste ed è assai scaltro.

  20. Bel commento su padre Sosa di padre Antonio Livi sulla NuovaBussolaquotidiana.
    Dalle sue parole traspare l’amarezza di chi da decenni mette in guardia contro i falsi profeti e i cattivi maestri, inascoltato, perche’da decenni nella Chiesa i cattivi maestri non solo sono tollerati ma promossi a cattedre di teologia e posti di comando , con l’attuale pontificato persino glorificati (vedi Walter Kasper)
    Padre Livi da’anche una definizione ben precisa di tutto questo:eresia.
    Quando si tollera per anni e non si estirpa l’eresia questa cresce c ome una erbaccia che minaccia l’erba buona.
    Il papa Giovanni XXIII e i suoi successori pensarono che la Chiesa si sarebbe difesa da sola senza bisogno di punizioni e condanne per gli eretici, pensarono che la medicina della misericordia avrebbe portato tutti in maniera pacifica a capire e professare la verita’Cosi’non e’stato, la desistenza dell’autorita’,lamancanza di netta condanna e punizione dell’eresia modernista, da parte dei papi post-conciliari, si e’rivelata un ottimistica utopia e un disastro per la salvaguardia dell a retta dottrina cattolica.
    Noi stiamo vivendo gli effetti deleteri di quella desistenza dell’autorita’, noi siamo le vittime della grande utopia buonistica post-conciliaristica.

  21. Gli errori possono capitare (e tanti!), in malafede ma anche in buonafede.
    Del resto nessuno puo’ e deve stupirsi perchè questo accade: tutto ci era stato preannunciato.
    Quello che stupisce (ma in realtà il piano è purtroppo ormai chiarissimo) è che padre Sosa sia il CAPO dei Gesuiti. E ancor di piu’ che in quella posizione ce l’abbia messo un pontefice che scientemente ha preso questa decisione.
    Quello che deve essere chiaro è che stiamo vivendo il periodo peggiore in assoluto della storia del Cristianesimo (moooolto peggiore di quello della crisi ariana).

  22. Egregio Signore,
    sono stata commossa dalle seguenti parole di Arturo Sosa:
    “Dal mio punto di vista, il male fa parte del mistero della liberta’. Se essere umano e’ libero, puo’ scegliere fra il bene e il male. Noi cristiani crediamo di essere fatti a immagine e sommiglianza di Dio. Dio e’ libero, ma Dio sceglie sempre di fare il bene perche’ e’ tutto bonta’. Abbiamo creato figure simboliche, come il diavolo, per esprimere il male. I condizionamenti sociali anche rappresentano questa figura, ci sono persone che agiscono cosi’ perche’ c’e’ un ambiente  dove e’ molto difficile fare il contrario.”
    Da 23 anni lotto contro il diavolo e non contro un simbolo. Il diavolo esiste e sta di bene in meglio, specialmente quando il generale dei gesuiti sostiene che abbiamo a che fare solo con un simbolo.
    Lei e’ un giornalista professionale e percio’ Le mando una prova dell’esistenza del diavolo – ecco delle foto originali: http://osaczenie.pl/wp/zdjecia-2/

  23. Credo che questo polverone è nato solo da un qui pro quo. La risposta è stata equivocata. Il Padre Sosa voleva dire solo che come talvolta attribuiamo a noi i meriti che sono di Dio per quanto riusciamo di fare di bene così incolpiamo Satana per quanto facciamo di male e che invece è dovuto alla nostra carnalità, come le strutture ambientali di peccato. E’ chiaro che il demonio come essere spirituale è una verità di fede cattolica come attestata dalla scrittura. E tenta al male. Ma spesso non c’è bisogno che lo faccia visto che noi siamo così ciechi nel perpetrare il male da essere demoni incarnati. Anche sant’Ignazio riconosce nell’esercizio spirituale n.32 tre matrici di pensieri. Uno da se stessi, uno dal demonio e uno da Dio.

  24. Caro Sandro, il qui, pro quo è un abbaglio! Padre Sosa ha parlato chiaramente, ha negato una Verità di fede, infatti l’esorcista De Meo, avendo a che fare con il cosaccio, non ha dubbi: “……. Credo che in questo momento storico il demonio cammina libero. Lo notiamo persino in alcune posizioni di uomini di Chiesa”.
    Cioè?
    “Penso al generale dei Gesuiti, padre Sosa che ha negato la esistenza fisica del diavolo. Va contro la dottrina della Chiesa, ha una posizione eretica, basta leggere la Scrittura e il Concilio Lateranense II. Chi nega l’esistenza reale di Satana è eretico. Siamo nel tempo in cui anche nella Chiesa affiora la logica del male minore e questo è un guaio”.
    Le piace Amoris Laetitia?
    “Il documento va letto nell’ambito della tradizione e della dottrina della Chiesa e penso che abbia bisogno di chiarimenti interpretativi. I dubbi sollevati mi sembrano fondati”.
    La Cei per l’inizio del ramadam ha mandato gli auguri ai musulmani…
    “ Queste cose mettono in difficoltà i parroci. La valuto una scelta che scandalizza e confonde i fedeli, non ha alcun senso e non mi sembra opportuna. Bisogna respingere ogni egualitarismo religioso e non è vero, anzi è un errore, pensare che crediamo tutti nello stesso dio”……
    http://www.lafedequotidiana.it/lesorcista-de-meo-padre-sosa-nega-lesistenza-fisica-del-diavolo-eretico/
    Quindi, per non essere aggiunti al suo bottino, poiché ultimamente, gli riesce sempre meglio, non trovando grandi resistenze, poiché anche molti uomini di Chiesa, stanno smarrendo la Fede, meglio munirsi dell’antidoto più potente che il Buon Dio ci ha donato, per questi tempi così difficili:
    https://cooperatores-veritatis.org/2017/05/25/dio-vuole-la-consacrazione-al-mio-cuore-immacolato/

  25. Il capo dei gesuiti, se lo incontri avra’tante ragioni da darti per motivare cio’che ha detto mentre di tutto cio’ che ho letto non ho trovato uno che dicesse il vero perche’crede nel diavolo come persona e tutto il resto: quanta superficialita’nelle nostre emozioni!
    Renato.

  26. IL DON ,SE COSI SI POTREBBE ANCORA CHIAMARE NON SA CHE NEGARE L’ESISTENZA DEL DEMONIO è NEGARE CRISTO STESSO?
    IL SIGNORE SI è INCARNATO PER SALVARCI APPUNTO DALLA MORTE ETERNA PER STRAPPARCI DALLE GRINFIE DEL DEMONIO!
    DEL RESTO è LO STESSO CHE HA MESSO IN DISCUSSIONE LE PAROLE DEL CRISTO!!!! ERETICO!!! E LUI SAREBBE UNO DEI CONSIGLIERI DEL PAPA? SIAMO MESSI BENE!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *