IN AUTUNNO IN ITALIA IL #BUSDELLALIBERTÀ. PER DIRE CHE UN BAMBINO È UN MASCHIO, E UNA BAMBINA UNA FEMMINA.

Marco Tosatti

In autunno, come già in Spagna e negli Stati Uniti, contro la propaganda del Gender portata avanti dalle lobbies LGBT, con la complicità del ministro della Pubblica Istruzione Valeria Fedeli, comincerà a girare in Italia un autobus rivoluzionario.

Assolutamente rivoluzionario, perché dirà – lo porterà scritto sulle fiancate – qualche cosa di totalmente contrario al budino politically correct che ci viene quotidianamente instillato dalla televisione, dai talk show e dai mezzi di comunicazione principali.

Ecco la scritta scandalosa:

I BAMBINI SONO MASCHI

LE BAMBINE SONO FEMMINE

La natura non si cambia.

Stop Gender nelle Scuole

Clamoroso, no? Ma vedrete se non ci sarà chi griderà alla discriminazione…La notizia dell’iniziativa è stata data durante la Cena di Gala organizzata a Roma dopo la Marcia per la Vita di sabato da “CitizenGO” e da “Generazione Famiglia”. In quell’occasione è stato annunciato l’arrivo anche in Italia del #BusdellaLibertà. Un enorme pullman arancione che incomincerà il suo tour per l’Italia il prossimo autunno.

(Nella foto, da sinistra a destra: Filippo Savarese, portavoce di Generazione Famiglia, Jacopo Coghe, presidente di Generazione Famiglia, Massimo Gandolfini, Portavoce del Family Day, Maria Rachele Ruiu, coordinatrice circoli locali di Generazione Famiglia)

Gli organizzatori avvertono che daranno una comunicazione più ampia e dettagliata nell’imminenza dell’evento. “Come sempre, anche questo sarà possibile grazie alla vostra generosa partecipazione. Dobbiamo assolutamente tenere alta l’attenzione.

Per i nostri figli e nipoti. #InsiemePossiamo”.

17 pensieri su “IN AUTUNNO IN ITALIA IL #BUSDELLALIBERTÀ. PER DIRE CHE UN BAMBINO È UN MASCHIO, E UNA BAMBINA UNA FEMMINA.”

  1. Nel primo pomeriggio di una calda estate due uomini stanno chiacchierando sotto una quercia che li ripara dai potenti raggi del sole.
    A un certo punto uno elogia l’albero dicendo:
    “Però… questa quercia è favolosa, si sta benissimo qui sotto!”

    L’altro un po’ infastidito replica: “Guarda che questo è un cipresso.”

    1) “Ma no ti sbagli, è una quercia, guarda!”

    2) “Non puoi dire che mi sbaglio, le idee vanno rispettate, anche se non sono uguali alle tue…”

    1) “Qui non è questione di rispetto, qui è questione di evidenza, una cosa non può essere vera e falsa nello stesso momento, questo albero o è una quercia o non lo è, non possiamo avere ragione entrambi… ”

    2) “Tu sei un rigido, tu sei di quelli che 2+2 fa quattro, impara a rispettare anche coloro per cui invece fa 5, apriti alle sorprese dei tempi, basta con queste logiche vecchie, sorpassate, con queste discriminazioni di tutto ciò che non rientra nei vostri piccoli schemi, la realtà è più dell’evidenza, è più della logica.”

    1) “Quindi se dico che una quercia è una quercia ti sto discriminando? ”

    2) “Certo, mi discrimini, basta con gli assoluti, tu che fai tanto il filosofo non hai studiato Einstein? Tutto è relativo caro mio, lo dice anche la scienza, e pure la Chiesa ora lo afferma, non hai letto l’esortazione Amoris Laetitia? Bisogna discernere, magari questo cipresso prima era una quercia, poi è stato fatto un innesto… che ne sai tu? Come ti permetti di giudicare? Magari chi l’ha piantato voleva un cipresso, ma si è sbagliato ed ha lanciato una ghianda!
    Bisogna andare a fondo nelle cose!”

    1) “Quindi io dovrei rispettare il tuo pensiero, ma tu rispetti il mio?”

    2) “Eh no, tu sei un assolutista, io un relativista, le due concezioni sono inconciliabili, è logico no?.. ecco in quest’ottica sì che due più due fa quattro! ”

    1) “Quindi fammi capire, due più due fa quattro solo se hai ragione tu, se no fa cinque? Questo è Sofismo non Relativismo …
    Poi accusi me di discriminarti perché l’evidenza dice che hai torto, e combatti questa discriminazione discriminando me?
    Questa è Incoerenza non Relativismo !
    Io penso che il tuo Relativismo sia il vero Assoluto.”

      1. Si, e vero, ci stanno faccendo passare le cose piu evidenti per qualcosa che non lo e, noi adulti possiamo capire, difendere trasmettere, ma i giovani si circondano dentro un mondo ambiguo, dove possono decidere che cosa essere, di cambiare anche per capriccio, la naturale natura. Grazie per questa iniziativa!!!! Noi in famiglia vi sosteniamo con la preghiera!!!!!!!

  2. A.M.
    Grazie come sempre, Marco carissimo.
    Io ringrazio, ogni giorno, il Signore perchè consente che esistano persone come Te, che – con coraggio e determinazione encomiabili- continuano a difendere …”la verità ( unica e possibile ) !

    Che il Signore ti benedica SEMPRE e in ogni cosa !

    Con affetto ( Carlo D.A.)

  3. Finalmente partiamo al contrattacco ai fuori di testa ! Bravissimi !!!!Ci vogliono queste iniziative per combattere questi deficienti che propongono queste idiozie.

  4. Bravissimi tutti e grazie Marco Tosatti per le informazioni e per tutti gli articoli in difesa della Santa Chiesa Cattolica e della Verità del Suo Magistero. Giusy

  5. Ma guardate caso c’è sempre dietro il buon Gandolfini, mio concittadino e bravissimo medico, il quale ha avuto la grazia di poter prendere in adozione ben sette figli e non tutti sani.
    DOMANDA: ma i cervelli sono ancora davvero sani se molti si permettono di ribattere un uomo di questa moralità e nessuno, dicasi nessun politico o giornalista lo difenda?? Un merito va pure alla signora Gandolfini, perchè dietro un uomo così c’è sempre una grande donna!
    Un caro saluto a tutti e grazie al sig. Marco Tosatti che pure in Grecia mi ha fatto compagnia con il suo blog.

  6. Un sincero Grazie a tutte le persone che assieme al grande Gandolfini si dedicano a queste preziose iniziative, meritando collaborazione da parte di chi la pensa come loro, per combattere il dilagare di ideologie perverse . PARTECIPIAMO E DIVULGHIAMO !
    ,

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *