MISSILI USA, GAS, MENZOGNE. PELO SULLO STOMACO DELLE POTENZE OCCIDENTALI. I VECCHI TRUCCHI SERVONO SEMPRE…

Marco Tosatti

‘Aada Alìma ilà ‘iaadatiha al qadima…recita un proverbio arabo. Che vuol dire: Alìma è tornata alle sue vecchie abitudini.

Il che sembra che si attagli perfettamente al comportamento degli Stati Uniti, dei loro alleati e dei loro sostenitori per il caso siriano.

Come in Iraq nel 2003 il Segretario di Stato Colin Powell proclamava prove inoppugnabili contro Saddam per il possesso di armi di massa – che non esistevano – per dare il via al massacro di una nazione, e di più popoli, e per lanciare la grande operazione di distruzione degli equilibri in Medio Oriente, così l’episodio molto dubbio di Idlib e dei gas velenosi è servito all’amministrazione USA per bloccare a colpi di missile un possibile dialogo con Russia e Siria verso la pace in quel Paese martire.

Non è il poveretto che scrive, a sostenerlo: lo fanno decine di esperti di intelligence e diplomatici riuniti in un gruppo, Veteran Intelligence Professionals for Sanity (VIPS) che ha lanciato un appello-lettera aperta-suggerimento a Donald Trump.

Potete leggerlo su La Nuova Bussola Quotidiana.

E intanto per il massacro di decine di bambini sfuggiti all’assedio dei jihadisti, e attirati in una trappola esplosiva con il miraggio delle patatine, a opera dei “ribelli moderati” finanziati da USA, Arabia Saudita, Qatar e appoggiati un po’ di Paesi europei non è riuscito a far vibrare il pelo sullo stomaco delle grandi Potenze occidentali e dell’ONU.



Questo blog è il seguito naturale di San Pietro e Dintorni, presente su “La Stampa”.  Per chi fosse interessato al lavoro già svolto, ecco il link a San Pietro e Dintorni.

Se volete ricevere i nuovi articoli del blog, scrivete la vostra mail nella finestra a fianco.

L’articolo vi ha interessato? Condividetelo, se volete, sui social network, usando gli strumenti qui sotto.

Se invece volete aiutare sacerdoti “scomodi” in difficoltà, qui trovate il sito della Società di San Martino di Tours e di San Pio di Pietrelcina

11 pensieri su “MISSILI USA, GAS, MENZOGNE. PELO SULLO STOMACO DELLE POTENZE OCCIDENTALI. I VECCHI TRUCCHI SERVONO SEMPRE…”

  1. Finché non avremo il coraggio di dire al maestro che non seguiamo più la sua musica, resteremo sempre pecore destinate al macello: culturale, sociale, e in ultimo anche letterale.

    1. Anche volendo non possiamo tirarci fuori, ci combatterebbero brutalmente in tutti i sensi. Già lo fanno, immagina se dicessimo no!

      1. Si chiama martirio cara Enza, e forse nemmeno fisico. I primi cristiani lo affrontavano per pochi grani d’incenso. Noi esitiamo davanti alle stragi degli innocenti.

        1. Quando guardo la sofferenza di quella gente, una continua e lacerante sofferenza, non posso far altro che guardare al cielo e pregare, perché io sono impotente davanti a tale cattiveria umana.
          Io non ho più parole, L’unica parola che so dire è: Padre nostro……
          Ormai non c’è più via di ritorno, sarà sempre peggio, perché il mondo è in mano a Satana e lo si vede chiaramente con i massoni che ormai dettano legge dappertutto. Ma Gesù arriverà, ne sono certa!
          Buona giornata

        2. Volevo inoltre dire che il mio non è pessimismo perché sono una donna gioiosa e hanno il mio prossimo, ma la situazione non è certo bella.
          Quando però penso ai momenti del boom economico e noi stavamo bene, quante nazioni erano nella sofferenza come oggi perché sfruttate, mal pagate, violentate, per dare a noi benessere.
          Oggi sappiamo che la Parmalat vuole comprare latte e cinese o altro perché non vuol pagare il nostro. Come vedi la violenza fisica, morale, psicologica, ora c’è anche qui pur sotto altre forme o metodi

  2. O meglio, cambiano gli orchestrali ma la musica e il maestro sono sempre gli stessi.
    Ma possibile che questi americani non cambino mai ?

I commenti sono chiusi.