PROVE GENERALI DI DITTATURA IN NOME DELL’OMOFOBIA. È TEMPO CHE LA CHIESA PARLI FORTE E CHIARO, DICE IL CARD. EIJK.

Marco Tosatti

Partiamo da Utrecht, dove il cardinale Willem Jacobus Eijk, arcivescovo della città, ha lanciato un appello: che la Chiesa, il magistero Romano, creino un documento il tema di Gender. “È urgente” ha detto il presule ad ACIstampa, perché la pressione sia a livello nazionale che internazionale, spinta dalle grandi agenzie, sta diventando sempre più forte. “Non direi necessariamente ci voglia una enciclica. Può essere anche un documento di altro tipo, come un’istruzione da parte della Congregazione della Dottrina della Fede. È importante però che sia un documento autoritativo della Chiesa su questa teoria. Perché vediamo che le organizzazioni internazionali fanno molta pressione sulle nazioni per introdurre questa teoria, soprattutto nel mondo dell’educazione”, ha detto il cardinale.

Il porporato ha ricordato che la Chiesa si è espressa molte volte sulla teoria del genere, sia nel numero 151 dell’enciclica Laudato Si, e anche nell’esortazione post-sinodale Amoris Laetitia. “Ma non come tema centrale. È invece opportuno un documento concentrato sul tema della teoria del genere. Serve alla gente, perché sente parlare della teoria del genere da parte dei mass media, nel mondo della politica, nelle scuole, ovunque. Soprattutto la Chiesa è chiamata a dare il suo punto di vista”. E cioè far capire alla gente il perché la Chiesa non accetta la teoria del genere: la teoria del genere implica che il ruolo dell’uomo e della donna sia completamente distaccato dal sesso biologico. Questo è incompatibile con la visione dell’uomo che presenta la Chiesa, con la Sacra Scrittura alla base della dottrina. La teoria del genere vede il corpo come qualcosa di secondario, qualcosa di estrinseco alla natura umana, che non partecipa alla dignità della persona come tale, come valore intrinseco della persona. Per la Chiesa, spiega il cardinale, il sesso biologico in linea con il corpo umano è intrinseco alla natura umana. “È evidente come la teoria del genere si contrapponga alla visione della Chiesa Cattolica. Una visione che si può comprendere, tra l’altro, basandosi sulla pura ragione umana, con argomenti filosofici, senza fare riferimento alla rivelazione”. È un’antropologia dualista che sta pervadendo tutta la società, ha influsso su quasi tutti i campi del pensiero, inclusa l’etica medica, e cambia il modo di sentire e di percepire se stessi. “Per questo è urgentissimo presentare la vera visione dell’uomo in questo mondo, altrimenti perderemo la strada”.

Se ce ne fosse bisogno, la conferma che c’è una guerra in corso ce l’ha data un messaggio di CitizenGo. “CitizenGO è sotto attacco in tutto il mondo. Abbiamo osato disturbare le frequenze della “colonizzazione ideologica” denunciata da Papa Francesco. Abbiamo osato ricordare che, sì, due più due fa quattro. Non fa cinque o sei. Fa quattro. E basta. Nei giorni scorsi i nostri sistemi informatici centrali sono stati attaccati da organizzazioni Lgbt che hanno paralizzato la possibilità di inviare petizioni e altre campagne in tutto il mondo. All’origine di questa furia c’è quel che è accaduto in Spagna, dove CitizenGO ha il suo quartier generale”.

Nelle scorse settimane le associazioni Lgbt hanno invaso le principali città spagnole con manifesti come questo qui sotto:

 

“Ci sono bambine col pene e bambini con la vagina”. È esattamente quello di cui parlava Eijk, cioè ideologia gender in pieno. “ Un attacco micidiale al buon senso comune” lo definisce CitzenGo, che ha reagito. Tramite l’associazione gemella HazteOir (che significa “Fatti Sentire”), con cui CitizenGO agisce in Spagna, ha iniziato a far girare per le strade di Madrid il “Bus che non mente”. Un enorme pullman con scritto, semplicemente, che i bambini hanno il pene e le bambine la vagina.

La reazione è stata immediata. “Alcuni gruppi Lgbt hanno attaccato i nostri siti web e hanno paralizzato la nostra attività online per giorni, e ancora oggi continuano gli attacchi. Il Sindaco ultra-progressista di Madrid, Manula Carmena di Podemos, ci ha denunciati per ‘istigazione all’odio’, e la polizia, con un atto assolutamente fuori dalla legge contro cui abbiamo già fatto ricorso coi nostri legali, ha sequestrato il ‘Bus che non mente’, che è tuttora rinchiuso in un parcheggio giudiziario. Altri esponenti socialisti (e popolari) e i capi delle associazioni Lgbt spagnole hanno invocato addirittura la galera”.

Il presidente Arsuaga ha tenuto un’affollatissima conferenza stampa per denunciare la gravissima violazione della libertà di opinione ed espressione, rivendicando il diritto di dire la semplice verità su un dato biologico incontestabile. “Abbiamo fatto subito preparare un camper sostitutivo, che sta girando per le principali città spagnole”. Il “Bus che non mente” ha scandalizzato, ovviamente, i bigotti dell’ideologia omologata, fra cui Chelsea Clinton, la figlia di Hillary, che ha auspicato che l’autobus non giri mai negli USA.

Dice il comunicato: “Purtroppo per lei l’ufficio americano di CitizenGO ha già avviato una campagna di raccolta fondi per portare anche per le strade americane il ‘Bus che non mente’. E in Italia? Vogliamo forse essere da meno? Assolutamente no! Se vuoi aiutarci a far girare anche per le città italiane un grande pullman del buon senso comune, che svegli le coscienze non solo sull’ideologia Gender ma anche contro l’utero in affitto, clicca qui”.

Questo è il link per partecipare alla campagna.

E sempre dalla Spagna – e chiudiamo con questa notizia, è stata creata una polizia specializzata per i reati di omotransfobia. LGBTIpol, questo il nome della neonata associazione, composta da agenti della Guardia Civil e del Cuerpo Nacional de Policía, si avvarrà nel suo operato del supporto dell’Asociación de abogados contra los delitos de odio, presieduta da Manuel Ródenas. Avverte “Osservatorio Gender” che “Il nuovo corpo di polizia arcobaleno è stato presentato lo scorso 12 gennaio presso l’ambasciata italiana di Madrid, ricevendo l’applauso entusiasta del nostro ambasciatore Stefano Sannino, dichiaratamente gay e sposato con un catalano di Barcellona, che ha così salutato l’iniziativa: ‘L’obiettivo è che tutti possiamo vivere in pace con il nostro modo di essere e che non dobbiamo più lottare quotidianamente per far valere i nostri diritti’”.La costituzione di Lgtbipol ha sollevato prevedibili polemiche tra cui quella di Rocío Monasterio, responsabile per gli Affari sociali del partito Vox, che sui social ha così criticato l’istituzione di un ente “fortemente ideologizzato”: “Abbiamo bisogno di un corpo di polizia specifico per ogni tipo di reato e movimento? Ci sarà una polizia religiosa? Un’altra per i crimini contro le persone eterosessuali?”.

In realtà l’unico esempio di polizia “dedicata” che ci venga in mente adesso è quella dei Muṭawwiʿa, in Arabia Saudita, emanazione del Comitato per l’imposizione della virtù e l’interdizione del vizio. Che, ovviamente, se mette le mani su un omosessuale, o una signora scollacciata sarebbero affari loro. Come si dice? Gli estremi si toccano; e concordano in dittatura e totalitarismo. E i mass media a tenere bordone.



Questo blog è il seguito naturale di San Pietro e Dintorni, presente su “La Stampa”.  Per chi fosse interessato al lavoro già svolto, ecco il link a San Pietro e Dintorni.

Se volete ricevere i nuovi articoli del blog, scrivete la vostra mail nella finestra a fianco. 

L’articolo vi ha interessato? Condividetelo, se volete, sui social network, usando gli strumenti qui sotto.

Se invece volete aiutare sacerdoti “scomodi” in difficoltà, qui trovate il sito della Società di San Martino di Tours e di San Pio di Pietrelcina.

 

 

 

 

 

 

 

128 pensieri su “PROVE GENERALI DI DITTATURA IN NOME DELL’OMOFOBIA. È TEMPO CHE LA CHIESA PARLI FORTE E CHIARO, DICE IL CARD. EIJK.”

  1. La chiesa tace su troppe cose ormai, è quelli che parlano vengono espulsi o allontanati. È un infame vergogna che la Chiesa taccia ormai da tempo, specie con questo papato, su tutte le più brutte brutture che i figli di Satana vogliono imporre ai figli di Dio! Svegliatevi vescovi, papa, sacerdoti e famiglie cristiane, perché chi tace la verità è come se si dicesse: voglio l’inferno!

    1. Cara Enza, rassegnati.
      Se un “bus” che gira per le strade spagnole con una scritta di una monumentale ovvietà genera dibattiti, vuol dire che la nostra società è fritta in padella.
      Per quanto riguarda Santa Madre Chiesa, ho già richiamato su questo blog le dichiarazione del vescovo di Anversa che auspica qualche tipo di riconoscimento da parte della Chiesa delle unioni omosessuali, senza essere per questo cacciato a calci nel sedere da parte dei superiori.
      Inoltre nel corso della visita del Papa negli Stati Uniti (settembre 2015) Mo Rocca, notissimo scrittore e attore americano, omosessuale “praticante”, è stato il primo lettore durante la S. Messa celebrata dal Papa a Filadelfia.
      Inoltre (Messaggero del 2/10/15) “Yayo Grassi, gay dichiarato, ha portato con sè il suo compagno da 19 anni Iwan e un gruppo di amici a un breve incontro (n.d.r. con il Papa che già lo conosceva) presso la Nunziatura a Washington”.
      Infine Mons. Battista Ricca era e rimane Direttore di Casa Santa Marta dopo che Sandro Magister ne ha scritto di cotte e di crude sulle sue pretiche omosessuali senza peraltro essere nè smentito, nè denunciato.
      Sono tutti fatti e situazioni di pubblico dominio che, per quanto il Papa abbia più volte disapprovato la pratica omosessuale, danno l’impressione del “laissez faire”.
      Cara Enza, ti basta o vuoi altre notizie?

      1. Caro Paolo Giuseppe per ora mi basta questo, anche perché potrei aggiungere qualcosa anch’io, ma mi limito a una cosa sola, una cosa che mi ha lasciato l’amarezza nel cuore: il silenzio assordante del Papa durante il raduno delle famiglie a Roma dove neppure una benedizione è arrivata da lui. Ti dice niente questo? Noi continuiamo a offrire il nostro dolore sotto la croce di Cristo come dice Maria.

        Ascolta questo messaggio che leggo personalmente tratto dal libro 📚 di Don Stefano Gobbi. Ciao 👋🏽 https://youtu.be/1pkP6Gjtp50

  2. Credo che sarebbe opportuno in primo luogo ribadire con forza che la teoria del genere/gender non ha alcun fondamento “scientifico”. Non si tratta dunque di fare un piacere ai cattolici che già da tempo sono stati definiti “integralisti”, ma di ribadire verità razionali. Chiaramente a monte c’è un problema antropologico, ossia l’incapacità di definire la natura umana (confusa con “l’uomo può fare tutto quello che gli pare”). Ma sono tutte questioni razionali, non di fede (anche se ovviamente la fede concorda con la ragione).

    1. Quante volte il dottor Gandolfini, il Dottor Pillon, Miriana Costanzo e decine di altri illustri personaggi in questi anni hanno combattuto spiegando proprio con la ragione ciò che tu scrivi qui. Ma l’uomo non ha solo la ragione a cui far fede, ma anche un’anima che si deve ribellare a queste brutture, anche se oggigiorno la gente non sa più fare discernimento proprio perché ha abbandonato le verità della nostra religione: senza conoscere Gesù vero uomo, l’uomo non potrà mai essere uomo, e questa è una tentazione forte: fare ciò che si vuole per orgoglio, ribellione e tanta ignoranza. Avere intelletto e sapienza oggi, significa andare dietro ai vari social o giornalisti che sanno convincere a suon di falsità proprio sulla morale, e hanno successo perché la Chiesa è debole proprio nei suoi apostoli che non sanno più parlare del peccato ormai da tantissimi anni. Perché anche se non piace sentirselo dire, peccato è, e peccato rimane. E dove c’è il peccato c’è l’eliminazione dell’uomo è della sua vera natura: essere figlio di Dio. La chiesa questo deve dirlo ad alta voce, perché altrimenti sentiremo davvero la voce di Dio contro una Chiesa che è ormai zitta a favore proprio di queste lobby. Lo spirito di Pannella è su di noi! 😩😩😩

  3. Se non siamo ad Har-Maghedon, ci siamo vicino. L’esercito del Male, delle Tenabra, sta attaccando con tutto il suo potere (finanziario, politico, media, intelligenza, etc.). L’esercito del Bene, della Luce si sta organizzando per contrattaccare. Noi siamo qui. Le nostre armi e munizioni: Eucaristia, Sacramenti, Sacramentali, Rosario, Preghiera…
    A me e ad altri prende spesso lo sconforto.
    Ero un materialista storico, nemico della Chiesa. Oggi sono qui, nel bel mezzo di una guerra. Conosco persone comuni che però si battono. Poi arriva il Cardinale Eijk a darci coraggio. E c’è Marco Trasatti che rilancia e ci ospita…
    Noi vinceremo. Non perché abbiamo soldi, potere politico, e sponsor. Vinceremo perché contro il Padrone del Mondo abbiamo Cristo, il Figlio, il cui Padre ha creato il mondo visibile e invisibile. Quindi, gli esseri visibili e gli esseri invisibili. Tra i quali Satana, il Padrone del Mondo.
    Potrà un “reato” distruggere il suo Creatore?
    No, Satana sarà distrutto, insieme ai suoi accoliti: Alta Finanza, politica, parlamenti, porporati…
    Oggi, abbiamo due Papi. Uno dei due è un nemico del Cristo.
    Noi non dobbiamo giudicare: ci penserà lo Spirito Santo.
    Affidiamoci a Lui. E’ lui che ci sta pensando. Noi usiamo le uniche armi e munizioni che abbiamo: Eucaristia, Sacramenti, Sacramentali, Rosario, preghiera.
    E, se vogliamo, parliamo e scriviamo.

    1. Giorgio, i modernisti hanno cambiato anche la preghiera dell’Eucarestia quando dice: Gesù ha versato il suo sangue per la salvezza di tutti, mentre nella messa si dice: per la salvezza di molti. Tu sei uno di quelli, perché anche se hai combattuto la Chiesa, il tuo nome è scritto sul palmo della mano di Dio e come doveva essere oggi lo testimoni. Il signore ci lascia peccare per poi mostrare la sua grandezza agli occhi del mondo. Ma che ne sarà di chi lo rinnega sempre? Infatti il Vangelo per bocca degli apostoli è chiaro: ci sono i figli di Satana e i figli di Dio; preghiamo perché il maggior numero possibile diventino figli di Dio!

    2. Giorgio, scusa ho sbagliato a scrivere, ma con il telefono spesso sbaglio. Nella messa oggi si dice che Gesù ha versato il sangue per la salvezza di tutti, quando invece è sempre stato detto fino a pochi anni fa: Per la salvezza di molti. Ma d’altronde anche i Vangeli sono molto chiari

      1. scusate, ci sono semplicemente persone che nascono con un sesso biologico ma -per una serie di complessi motivi e circostance che restano per la maggiorparte ignote- non si sentono a loro agio in quel sesso biologico e soffrono, avendo nel loro animo appunto l’idea (che non è un capriccio ma una convizione profodamente radicata) di essere nati con un dato sesso biologico ma di appartenere all’altro per quanto riguarda tutti gli altri aspetti della persona umana. Questo è certamente un grande ‘dilemma’ o meglio ‘enigma’ rispetto a un piano di Dio dove si dice che ‘maschio e femmina i creò’, ma non credo ci si debba scandalizzare e gli studi di genere possono, se non ideologicizzati, aiutare e a comprendere fenomenologicamente e nelle varie condizioni socilai e antropologiche come fattori culturali-socilai possano influenzare la percezione dell’essere maschi o femmine.

        Che facciamo con queste persone? Facciamo finta che non eistano? le chiudiamo in un ghetto come si faceva con gli ebrei, perfidi giudei? le facciamo curare con scariche elettriche o digiuni? o non è piu cristiano accoglierle e accettarle per quel che sono , interrogandoci sull’enigma ed il mistero tutto intero della natura umana che queste situazioni suscitano? Provate a vedere la rafiigurazione che mons. Paglia ha fatto della resurrezione nela cattedrale di Terni, ci sono perfino trans e gay salvati nelle reti di Gesù.

        1. Giorgio, forse tu non hai ancora capito che il cattolico, in speciale modo, non vuole condannare l’omosessualità, specie se vissuta con discrezione, oppure come disagio personale sentendosi diverso dal sesso in cui mamma natura lo ha fatto, per questi tutto il rispetto….. il problema invece è che vogliono portare i piccoli a conoscere l’omosessualità e il sesso vissuto come se fossero adulti, capaci di saper scegliere. Perché è chiamata:?ideologia del genere? Proprio perché come ideologia è cosa falsa. Dimmi tu che interesse ha un bambino di conoscere certe schifezze…..! Perché aldilà che uno si sente diverso di come mamma natura lo ha creato, diverso invece è volere i bambini per i loro sporchi interessi sessuali. Sappiamo anche con certezza che, con un buon cammino voluto dalla persona stessa, si può guarire e donare la propria sessualità per qualcosa di molto bello nella chiesa di Cristo. Questo basta volerlo!

        2. Giorgio tu dici: ci sono semplicemente persone che nascono con un sesso biologico ma -per una serie di complessi motivi e circostanze che restano per la maggior parte ignote- non si sentono a loro agio in quel sesso biologico e soffrono, avendo nel loro animo appunto l’idea (che non è un capriccio ma una convinzione profondamente radicata) di essere nati con un dato sesso biologico ma di appartenere all’altro per quanto riguarda tutti gli altri aspetti della persona umana.

          Sappi Giorgio che il peccato entrato nel mondo ha rovinato anche la psicologia delle persone, i comportamenti e tanto altro. Se fai un cammino nella Parola di Dio, ti potrai accorgere che tutto ciò che va fuori dalla “Creazione” è sbagliato, non condannabile a priori, ma sbagliato, ed è proprio su questa certezza che l’uomo dovrebbe lavorare per dare benessere alla persona che comunque – e questo è da sapere – soffre la sua condizione proprio perchè il suo sentirsi diverso non fa parte della creazione, e non è certo per colpa di quelli che gli sono contro che soffre, ma perchè vive una vita non sua. Se noi lo assecondiamo dicendogli: “ma certo, poverino, devi vivere la tua vita, quella che tu senti essere tua per essere felice….” Ecco, noi gli facciamo un grande torto e pure noi risponderemo davanti a Dio, perchè la Sapienza, l’Intelletto e la Scienza ci sono stati donati con il Battesimo, e guai nascondere il talento sotto terra! Certamente dobbiamo pregare per coloro che si sentono così diversi, e il Signore provvederà come ha fatto con Luca di Tolve e tanti altri, d’altronde Maria c’è anche per questo, è la Madre della Chiesa e dobbiamo andare a Lei se vogliamo conoscere davvero Dio e il suo volere, Lei che è stata la perfetta obbediente! Non assecondiamo mai credendo di fare loro una carità, perchè la Carità è tutt’altra cosa.

      2. si la traduzione piu corretta è per la salvezza di molti

        Personalmente non credo che l’inferno sia vuoto, per capirci. Ma credo che ci saranno sorprese … perchè lo dice anche Gesù nei Vangeli. Per questo noi non dobbiamo prima di tutto giudicare, anche perchè la zizania e il grano crescono assieme e se strappi la zizania strappi anche il grano. Dio ha pazienza e mieterà con giustizia e misericordia quando lasceremo questa terra: terrà il buono e il bello che è stato nella nostra vita, e brucerà il male.

        1. Mai giudicare Giorgio, anche se tutti in qualche giudizio ci caschiamo sempre. Infatti a volte facciamo il male che non vorremmo fare, e noi umani parliamo sempre troppo, cosa che fa cadere nel giudizio anche se diciamo di non giudicare.
          Però ci sono giudizi fatti sul peccato e guai a non denunciarli, mai condannare l’uomo ma il peccato si! Chi non sa più denunciare il peccato, il peccato lo farà morire, ahimè! La persona buona è la persona che sa portare i fratelli fuori dal peccato denunciandolo, così come ha fatto Gesù, diversamente la conversione non avverrà mai, né presto né tardi. Il giudizio di Dio non è da trascurare. Infatti Dio dice al profeta: se tu vedi un peccatore e non gli dici di convertirsi, lui perirà, ma insieme a lui anche tu perirai. Mentre se tu glielo dici e non ti ascolta, lui perirà ma tu avrai salva la vita.
          Capisci che importanza ha saper denunciare il peccato e farlo conoscere al peccatore? Poi la sua libertà lo farà scegliere se ascoltare e convertirsi oppure no, ma io come battezzata, e perciò sono obbligata a denunciare il peccato, e nello stesso tempo vivere meglio che posso in santità. Il primo lavoro dobbiamo farlo su noi stessi e se Gesù è Sacerdote al modo di Melchisedek, non ci possono essere sacerdotesse consacrate, non esiste un sacerdozio femminile, questo è solo obbrobrio agli occhi di Dio, perchè se così avesse voluto avrebbe inviato le varie Maria come apostole. La Chiesa di Cristo è una sola, ed è quella cattolica apostolica romana dove i Sacramenti sono la vita per l’uomo.

          San Paolo ci invita, con parole chiare, a offrire interamente il corpo in sacrificio gradito al Signore. Una tale offerta non fa altro che indicare la “dritta via”, mentre oggi la corruzione, la prostituzione del corpo e del cuore, la ricerca di un Dio fai da te, l’abilità legislativa nel tramutare i desideri in diritto naturale, ecc., non fanno altro che sradicare dall’interiorità umana quei doveri divini che in essa, come in questo caso, permangono dal battesimo.

          Eucarestia: Se il cristiano non sa più offrire il proprio pane e il proprio vino a Dio, il demonio in mancanza di questa proiezione umana verso l’alto passa indisturbato nei vari luoghi della società attuale e ne cambia le coordinate. Il cristiano è comunque anche re e come il Messia governa l’Universo, lui deve ben dominare i suoi vizi, le sue perversioni, i suoi falsi desideri, e se non lo fa si allontana dall’Eucaristia reale e lo indebolisce nella sua statura interiore.
          L’Eucarestia prepara l’uomo nuovo a vivere pienamente le virtù: fede, speranza, carità; prudenza, giustizia, fortezza, temperanza.

          Ahimè Giorgio, vuoi un consiglio di sorella? Allontanati dalle predicazioni protestanti e avvicinati di più al Tabernacolo e segui dei corsi che ti innalzano lo spirito come ad esempio il cammino sui 10 Comandamenti o esercizi spirituali dove nel silenzio Dio ti mostra i peccati e i limiti, così finirai per trovarti a piangere senza sapere perchè, ma questa è una grande grazia, perchè il Signore usa le lacrime per purificare il cuore.
          Buona notte!

  4. Giorgio
    Se il tuo ragionamento e’vero, se se cioe’il determinismo piu’assoluto e non la libera volonta’di scegliere tra bene e male e’alla base del comportamento umano, perche’non estendere il tuo ragionamento anche ad altre situazioni?Tu dici che ci sono persone che nascono con un sesso biologico ma non si sentono “a loro agio con quel sesso” ma sentono che v ogliono essere del sesso diverso.
    “Che facciamo con queste persone?ti chiedi Li chiudiamo in un ghetto?Li curiamo?Non e’piu’cristiano accettarle per quello che sono?”
    Ma allora tutti quelli che “sentono” di essere qualcosa che non sono dovrebbero essere accolti e non curati! E’di questi giorni la notizia di una donna americana bianca che si “sente”negra.Vuol essere trattata come persona di colore, ha preso un nome fittizio afroamericano, e persiste nella sua follia, anche se molte persone della comunita’afroamericana hanno protestato per questa impostura.
    E che dire di chi pur vecchio si “sente”giovane o addirittura infante?E’di questi giorni la notizia di una nuova moda aberrante :adulti che si sentono infanti e vogliono il ciuccio, il.pannolino , il biberon ed essere accuditi come infanti.
    Secondo il tuo ragionamento ogni pazzo che “sente;di essere quello che non e’dovrebbe essere non curato ma “cristianamente accolto”.Dunque a questo punto anche i pedofili?Chi siamo noi per giudicare?In fondo nell’Antichita’greco-romana andare con gli efebi era normale, quei pagani erano dunque ben piu’tolleranti di noi cristiani secondo te?
    E se io sento, fin dalla piu’tenera infanzia, di essere fatta in un certo modo per cui mi da’piacere solo torturare, se cioe'”sento”di essere nata sadica, vuol dire che non ci posso fare niente. Perche’cercare di curarmi con elettroschock come il protagonista di Arancia Meccanica?
    Il tuo ragionamento caro Giorgio porta a questo:non esiste piu’una realta’OGGETTIVA, ma quello che uno “sente” e’ determinato dalla nascita, non e’libero di sentire in altro modo e dunque tutto, tutti anche un uomo che “sentisse”di essere un criceto, e che fosse a proprio agio solo trattato come un criceto,non andrebbe curato ma cristianamente accolto con le sue pretese.
    Ti lascio immaginare di vivere in un mondo in cui tutto e’tollerato e accolto in nome del “chi sono io per giudicare” e del “se ti senti cosi’ allora non ci si puo’fare nulla”
    Tale societa’non sopravvivrebbe che poco tempo.Poi la realta’ , l a sana, oggettiva realta’prenderebe il sopravvento. E la nave dei folli , uomini che si sentono donne, donne che si sentono uomini, vecchi che si sentono infanti, bianchi che si sentono neri, eccecc. governata dai demoni andrebbe a schiantarsi sulle roccie della verita’oggettiva.Perche’l e rocce esistono, la realta esiste e chi crede di poterne fare a meno perche “sente” il contrariosi illude e si inganna.La vera misericordia cristiana non e’la tolleranza di ogni follia ma.cercare di aprire gli occhi agli ingannati ed illusi e mostrare loro.la via della verita’.
    L’essenza del cristianesimo e’la testimonianza della verita’ non la piu’assoluta tollerenza di ogni comportamento!
    Altrimenti gli antichi greci-romani erano ben piu’tolleranti di noi:divorzio, infanticidio, omosessualita’, pedofilia, ed ogni fantasia sessuale, ancheil l’autocastrazione e il vestirsi da donna dei sacerdoti della Grande Dea, erano ampiamente tollerate dai pagani.
    E allora Gesu’perche’e’morto?
    Per dare TESTIMONIANZA ALLA VERITA’

    1. mettere sullostesso piano situazioni e condizioni con implicazioni sociali e personali ben diverse è manzanza al senso dell’inteligenza delle cose

      Un pedofilo abusa di bambini spesso inconsapevoli e fa una profonda violenza su essi con ferite che restano spesso per tutta la vita. E’ un reato anche nel codice di ogni stato moderno. La legge stabilisce una età di consapevolezza nel reato a sfondo sessuale proprio per garantire i minori.

      Un trans non fa violenza a nessuno, soffre una condizione non voluta, e non vedo nulla di male se una società plurale democratica dice che ci possono essere bambine con il pisello e bambini col la vagina. Non è una propaganda (non mi sognerei mai di cambiar sesso solo perchè gia qualche bus che dà quel messaggio), ma una forma per accettare le differenze. Piu cristiano di cosi…

      1. Se tu credi che un trans non fa violenza a nessuno, prova ad andare a vedere le statistiche; cosa soffrono…. leggi il libro di Luca di Tolve per capire se non fanno violenza a nessuno! E’ da ingenui, ma anche, ahimè, ammaestrati dall’ideologia dilagante elargita da coloro che hanno interesse a far credere tutto questo, che parli così, e come te ormai in troppi.
        Gli errori di pensiero elargiti negli ultimi 50 anni da gente come Pannella, la Bonino e soci, e non ultima la Chiesa entrata nel pensiero del “rispetto” a tutti i costi, oggi eccoli i frutti……!
        Ahimè Giorgio prova a cambiare maestri di vita e avvicinati di più alla Parola di Dio: è l’unica che ti istruisce nel giusto modo, e saprai amare questa gente pregando per loro e non giustificandola come fai tu volendo far credere a te stesso e agli altri, ciò che in realtà è pura bugia. ciao

        1. beh le patenti di cristiano o cattolico non le prendo certamente da te, ripeto questo è fondamentalismo religioso manca di carità cristiana. Di Tove ha fatto la sua esperienza di vita e la rispetto, ma non puo pretendere di imporla a tutti. Siamo in una csocietà plurale. I trans non sono prima di persone, non prstituti/e… che poi se leggiamo i vangeli (la Parola di Dio di cui parli) non ci precederanno nel regno dei cieli?

          1. Ultima risposta ti dico che io non impongo nulla a nessuno, se nelle mie parole vedi un’imposizione vuoi dire che non sai leggere e non sai dialogare con una libertà sana.
            Ho detto che il rispetto per la persona deve esserci, ma dare ragione no, a meno che tu non stia provando questa esperienza dentro di te Per non saper accogliere i ragionamenti buoni che ci stiamo facendo. Dopo tutto la parola di Dio non l’ho inventata io, e solo chi si avvicina ad essa può trovare la sua vera persona. Di Tolve è un esempio, ma se vai a Medjugorie ne vedi altri mille come lui, ma forse è inutile dirtelo perché non ci senti. Ho lavorato per tanti e tanti anni accanto agli psicologi e ti assicuro che soffrono molto, anche se spesso non vogliono ammetterlo. Tra di loro i suicidi sono tanti e non è certo colpa del cattolico se si uccidono, anzi è proprio il contrario: è perché non trovano chi li porta a Dio. Io termino qui, se voi volete proseguire fate pure. Sta di fatto però che l’ideologia gender è micidiale per l’essere umano

        2. mi sempra ovvio e perfino banale constatare che una persona che nell’adolescenza, nata biologicamente ad es. maschio, ha una sensibilità e si sente donna … l’angoscia e la sofferenza che prova. Pensa: sono nato male, che prospettive avrò per la mia vita? Quali sogni e progetti? E tu Dio, perchè mi hai fatto questo scherzo, proprio a me? Il disagio è perfino ovvio, il fatto che ci siano alti tassi di suicidi come in tutte le situazioni di marginalità è ovvio. Ma che facciamo per aiuare queste persone? Diciamo che sono un errore del piano di Dio? Diciamo loro di farsi curare perchè sono solo capricci e hanno avuto uno sviluppo deviato della loro infanzia/adolescenza? Diciamo loro che con la loro libertà possono e devono vivere da maschio e magari sposarsi e far finta di niente? O consiglio di andare a Maejugore a pregare la madonna per farle piacere le donne e rimanre maschio virile? Suvvia, sono queste le situazioni che aumentano il disagio, la mancnza di accettazione nella cerchia delle persone a loro vicinie, della società e della reglisione.
          Perchè non vedere nel loro duro e complesso cammino di cambiare il sesso biologico un aiuto a queste persone, anzichè un andare contro la legge naturale (Se poi esisterà …) o un atto contro il progetto di Dio creatore? E in queste situazioni delicate e complesse chi sono io per giudicare?

          1. Hai mai sentito parlare di bambini che in famiglia soffrono causa comportamenti sbagliati di genitori e parenti tanto che questi poveri esseri crescono convinti di vivere un sesso sbagliato? Prova a sederti vicino a uno psicologo e sentirai cosa viene fuori da quei poveri animi! E la società nostra non è che li migliora buttandolì fra le braccia di questi sporcaccioni delle lobby gay, che hanno il potere in mano perché sono proprio i politici a condurle, con l’aiuto anche delle grandi multinazionali, e mettiamoci pure molti grandi nella chiesa ormai!
            Come mai questa corsa a voler tutti costi portare i bambini verso quella strada? Che ne sa un bambino, se non è istruito in tal senso a scuola, e se in famiglia è educato bene, di queste brutture? Ormai è chiara la cosa ma è solo gente come te che lo nega: vogliono cambiare i cervelli umani per poterci dominare come vogliono, perché le dittature sono sempre così, agiscono sempre e solo per questo motivo, e tu ne sei una vittima, ma vittima consapevole, e il demonio ha il vostro consenso: che Dio vi perdoni!

          2. definire essere una persona transessuale una ‘bruttura’ da nascondere a dei bambini non ti sembra fuori luogo? ovviamente ci vuole molta cautela, attenzione e una sana eduzazione con in bambini, ma basterebbe dire: ci sono in pochi casi bambini/e che hanno il pisello/vagina ma che quando diventano grandi sono attrattati da bambini/e come loro, tu probabilmente non lo sarai, come la maggiorparte dei tuoi amici/amiche, ma sai la natura umana è complicata, anche noi grandi non la conosciamo bene; ricordati che anche loro sono bambini/e come te, anche a loro paice giocare, anche loro sanno essere buoni/e e qualche volta cattivi/e, anche loro sanno voler bene in un modo diverso, non disprezzarli ma cerca di volrt bene a tutti, non sono brutture umane.

            E poi scusa, da quali psicologi mandi queste tue persone che hai conosciuto? dagli integralisti cattolici (quelli delle terapie riparative) o daigli evangelicali/pentecostali che non sanno aggiornare la conoscenza scientifica e non hanno nemmeno una briciola di comprensione cristiana se non le loro idolatriche dottrine della legge naturale o divina che vuolsivoglia? se nemmeno il papa in situazioni cosi complesse giudica, pensi che dobbiamo farlo noi?

  5. Giovanni18,37-38

    Per questo io sono nato e per questo sono venuto nel mondo:per rendere testimonianza alla verita’.Chiunque e’dalla Verita’ascolta la mia voce.
    Gli dice Pilato:Che cosa e’la verita’?

    Oggi i moderni Pilati ci vogliono far credere che la verita’oggettiva non esiste:e vogliono che tale relativismo sia insegnato ai bambini fin da piccoli:non conta la verita’oggettiva sul tuo essere maschio o femmina conta la verira’soggettiva del tuo “sentirti”
    di un sesso piuttosto che di un altro.
    Non conta la verita’di Dio ma il relativismo e soggettivismo dell’uomo. E’il piu’grosso attacco non solo alla fede cristiana ma a qualunque fede religiosa.
    E chi fra i cristiani non lo capisce e si ostina a par l are in favore di questo assurdo capovolgimento di tutti i valori, culmine del nihilismo niciano, o e’in mala fede o e’completamente idiota.

    1. Maria Cristina, tutto ciò che scrivi è vero e sacrosanto, ma dimmi: quanti al mondo ascoltano la voce di Dio? Prova solo a pensare ai tempi di Gesù e leggi il Vangelo di oggi per capire che non è facile far capire certe cose alle persone, quando si tratta poi di fede e di vita buona. Ognuno crede di poter fare ciò che vuole, e guai dire qualcosa perchè passiamo subito per giudici…..il gioco è fatto. Il gioco è ancor più bello quando poi c’è una Chiesa visibilmente legata alle lobby ormai. Se poi prendiamo ì satanassi che governano il mondo inculcando falsità su falsità, possiamo capire come i pensieri, anche di molti cattolici ormai siano manipolati a loro favore. Quella famosa frase: chi sono io per giudicare, aveva un suo preciso scopo: portare al matrimonio le coppie gay, e lo si vede da come molti vescovi ormai siano di questo parere. Don Gallo (pace all’anima sua) ha fatto scuola!

      Io penso sempre a san Paolo che ha tuonato contro gli omosessuali, e non solo…..parole che hanno messo nei guai un sacerdote, ma si sa ormai che nella moderna chiesa non si può più annunciare la Verità di Cristo. Si, perchè Cristo è stato il primo a tuonare contro i suoi concittadini ritenendoli peggio di quelli di Sodoma, ed è da qui che si può capire che grande peccato è l’omosessualità se vissuta come ormai molti la vivono: senza impegnarsi nella loro guarigione; senza mettersi nelle lobby gay, e Luca di Tolve ne è un testimone, lui che è stato pure un dirigente di quell’associazione demoniaca.
      Perciò l’ideologia del genere (la parola stessa: ideologia, lo dice) è un’obbrobrio agli occhi di Dio e dovrebbe esserlo anche agli occhi degli uomini e ribellarsi tutti davanti a tanto abominio. Invece che succede? la Chiesa tace, proprio colei che Gesù ha voluto per far conoscere la Verità evangelica, è pure lei sottomessa ai poteri forti, e oggi come mai.
      Conosco due persone che si sentono diversi, ma nella Chiesa, ossia nella Parola di Dio e nelle buone opere, hanno trovato la loro dignità di uomini con una sensibilità che giuro, vorrei averla io! Perciò, e concludo, tutti coloro che vanno fuori da come Dio li ha creati – e parlo pure degli adulteri, ubriaconi, falsi ecc – troveranno solo davanti al tabernacolo – finchè ce lo lasceranno – e nel cammino di fede,la loro guarigione. Questo è certo.
      Purtroppo l’ateismo e la successiva apostasia che stiamo vivendo, non mi fa pensare nulla di buono, e qui mi vengono in mente le parole di Gesù: “voi mio piccolo gregge………Oppure: quando ritornerò sulla terra troverò ancora la fede? e la fede è già persa in parte quando si giustificano sempre i peccati dell’uomo credendo che il rispetto sia alla base del buon vivere. Pensate se per rispetto lasciassimo morire tutti quelli che hanno in mente di farlo…….e la politica oggi vuole anche questo, e lo spirito di Pannella è entrato davvero nelle menti di molti ormai. Che tristezza, che squallore!!

      1. nell’elenco che fai … omosessuali adulteri ubriaconi … metterei pure i ricchi … quelli ve li dimenticate sempre… è piu facile che un cammello passi per la cruna di un ago che un ricco entri nel regno dei cieli … Bastonate solo i trans, questo è fondamentalismo religioso usate la Parola di dio come clava per alcuni e non per altri …

        1. Ciao Burke
          Il pauperismo è stato condannato dalla Chiesa secoli e secoli fa.
          Ma è un classico di voi modernisti: credete di aver scoperto chissà quale verità e invece avete solo scoperto l’acqua calda. Avvelenata.

          1. Ah 😂😂😂😂😂 è il famoso Burka? 😄😄😄😄😄 ora capisco, gli eretici viaggiano bene con questa falsa Chiesa eh!

            Cosa disse Gesù che è stato i “10 Comandamenti in persona?
            Vivete i miei comandamenti e avrete la vita eterna!
            Burke, 😂😂😂😂 il lupo perde il pelo ma non il “vizietto” eh!
            Metet a post dai!

        2. La tua cecità non ti fa vedere che ho messo “eccetera”! Infatti Paolo fa una bella sfilza di peccati mortali che vanno contro lo spirito Santo.
          Auguri caro Giorgio, vivi la tua vita aderendo a tutte le ideologie che rovinano l’uomo. Io so che solo nella parola di Dio si ha la piena libertà è la guarigione è assicurata. E questa libertà non me la offre certo il “signor Giorgio” con le sue farneticazioni di odio dandoci sempre degli integralisti o fondamentalisti religiosi, termini usati proprio dalle lobby gay e dagli atei
          Auguri!

          1. Pseudo Burke ha la fissa del pauperismo: i troll si svelano sempre nei dettagli.
            Poi anche il messaggio delle 8.20 è notevole
            “non commento ulteriormente”

            E dopo questo altri 4 commenti chilometrici.

          2. 😂😂😂😂 ora vado a ripassare lo scritto! Ciao e auguri per la festa della donna, che meno male esiste, altrimenti sai che macello farebbero questi qui? 😄😄👋🏽😄

          3. ehm …. la parola integralismo cattolico l’ha usata in piu occasioni papa Francesco, dice che c’è un integralismo in ogni relgiione, c’è anche un integralismo nel cattolicesimo, e secondo me sia papa Francesco che il card Muller si riferivano a opinioni come le vostre … o a chi si riferiva scusate? datemi lumi …. Perfino nella cattedrale di Terni mosn. Paglia fecefare un dipinto con gay e trans accolti nelle reti di Gesù risorto… Che ossessione che avete, siete un disco rotto fissato a lanciar pietre alle solite categorie di persone… una volta erano gli ebrei, poi gli atei, adesso i migranti, i gay, i trans, … siete al limite dello stucchevole, non vi segue ormai quasi piu nessuno che abbia un buon senso e una saggezza umana prima ancora che cristiana

          4. Più che Burke, penso sia “Marco”, quello che metteva papiri chilometrici qualche post fa.

            Sì, ha l’abitudine di cambiare nick name anche sullo stesso blog.

  6. Caro Giorgio,
    rispetto le tue convinzioni e ammetto che alcune risposte che ti sono state date sono un po’ forti. Detto questo, non puoi affrontare un problema partendo dalle eccezioni.
    Se io sono cieco, nella vita mi saranno precluse alcune attività come guidare un mezzo. Se ho delle turbe psichiche, non potrò mai fare il giudice in tribunale. E non mi si dica che con questi esempi prefiguro l’omosessualità come una malattia: dategli il nome che volete, ma non mi interessa definire cosa sia l’omosessualità. Mi interessa stabilire che non è possibile, a causa di barriere naturali evidenti, che tutti possano sempre e comunque fare tutto. Ci sono dei limiti per tutti noi. Chi cerca di superare questi limiti agisce fuori dalla natura. Altro è la massima comprensione per gli omosessuali che non devono in nessun modo essere demonizzati e, nel privato, possono fare ciò che vogliono. Ma non devono pretendere che la società adatti tutte le regole di vita ai loro desideri.
    D’altra parte scrivere quello che ho scritto qui, nel clima culturale (?) di oggi, mi fa passare per marziano.
    Non parliamo poi di Santa Madre Chiesa dove la confusione (si chiama discernimento?) regna sovrana, su questo argomento e su tanti altri.

    1. Paolo Giuseppe, tu parli sempre molto bene e ti ringraziamo. Però c’è una legge umana e divina che non va trascurata. Il signore ci ha dato l’intelligenza che va usata per il bene di tutti, ma come anche tu sai, quando ci sono di mezzo i vizi capitali che si uniscono al potere e al denaro noi rischiamo di essere considerati fanatici o come persone che non capiscono la situazione attuale e nemmeno capiscono quei poverelli che stanno soffrendo perché si sentono diversi, e così siamo considerati fanatici e senza carità.

      La chiesa in 2000 anni ha salvato molte, tantissime persone anche da quei peccati che sono sempre esistiti come appunto la sodomia, l’adulterio, il furto (vedi mafiosi convertiti), oppure gente che causa l’ira di cui soffrivano facevano del male a loro stessi e agli altri, ma proprio per la natura discreta di cui vive la Chiesa, molti non sanno che è proprio dentro un confessionale che si trova la guarigione, certo è però che è la nostra libertà che ci porta lì davanti a Dio. Se invece abbiamo una società che continua a dire che loro sono così perché diversi dando sempre ragione e senza proporre loro una soluzione, non potranno mai trovare il loro lo spirito Santo che li conduce a ritrovare una vita nuova in Gesù. E bando alle ciance , qualsiasi dolore lo si risolve solo davanti al tabernacolo e nei sacramenti, tutto il resto è fantasia. Diversamente, perché sarebbe venuto il signore Gesù se non è Lui a salvare il mondo?

    2. Oltretutto Paolo, i nostri commenti si riferivano all’articolo proposto dal sig. Tosatti, è non erano certo in discussione gli omosessuali che vivono la loro vita senza disturbare nessuno, ma chi ha la coda di paglia va oltre…., perché? Perché così può scatenare il suo odio verso i cattolici che non sono certo i cattolici di Papa Francesco…….! I cattolici di Papa Francesco non sono mai stati cattolici della chiesa apostolica, ma solo modernisti che vanno contro anche il concilio Vaticano II

    3. il tuo ragionamento mi sembra poco efficace e logico … beh allora come mai la società abbatte muri e barriere e costruisce protesi per i disabili? mica possono pretendere di correre o di guidare un’automobile … o perchè permette alle coppie etero di avere figli se sono sterili usando tecniche artificiali? … o perchè permette il culto di religioni false come l’Islam e mafari finanzia pure la costruzione di moschee? non possono rimanere a casa loro? e perchè devo consentire il divorzio? e perchè dobbiamo accogliere i migranti che magari sono quasi tuttideliquenti che vengono qui a rubare il lavoro ai nostri giovani? che se ne stiano a casa loro e non pretendano di venirci a dettare le loro culture e le loro religioni … In una società plurare il tuo ragionametno non funzione. Per te l’omosessualità sarà pure peccato, per altri no. Ma la scuola è laica e deve educare alla pluralità, non al confessionalismo di una rligione. Tra l’alto non sai che la vescova luterna di Stoccolma è una lesbica sposata? In Svezia non fa problema a nessuno, e la loro è una società ben piu accogliente ospitale di tanta società italiana sedicente cattolica …

      1. Vedi come ci ridurremo presto, grazie alla “tolleranza” ad oltranza. Vedi il post di Tosatti.

        Ben presto gli “omofobi” saranno perseguitati fisicamente, ora lo sono già ideologicamente, venendo additati come “causa dei mali del mondo” etc.

        Grazie, “tolleranza” ideologica. Grazie.

      2. Per il resto, è questione di verità oggettiva: l’omosessualità è oggettivamente un bene? No. E’ oggettivamente vero che si sviluppa in seguito a ferite e traumi? Sì.

        Non serve a nulla fare “crociate” e “inquisizioni dell’omofobo” perché “la società deve tollerare sennò è fascista” etc. Si è fatta una questione sociale di cose private: l’omosessualità, l’eterosessualità, etc. sono cose private. Perché farle diventare una base della pubblica cultura? Per motivi ideologici, altro che “tolleranza”.

  7. La dottrina di Gesù Cristo sull’omosessualità è chiara: gli atti omosessuali sono peccati, come del resto anche i rapporti prematrimoniali e la contraccezione. Un conto resta comunque il peccato, un altro il peccatore: quest’ultimo se si pente ha il perdono di Dio, e riceve la forza per emendarsi dal peccato. E l’omosessualità, in sé, non è permanente, basta volerlo e se ne esce (come basta volerlo e ci si entra, del resto).

    Quanto al gender e a tutti gli altri deliri che fanno credere “si nasce gay”, “si nasce trans”, “si nasce senza genere” etc. sono questioni pseudo scientifiche, che vanno di moda perché finanziate. Passeranno anche queste idiozie, tranquilli.

    1. Ago86😄🤗 Metti che questa dittatura passi nell’arco di pochi anni, come si giustificherà Giorgio? Dicono che siamo integralisti pari a quelli dell’isis (Parola di Francesco), allora io giro l’accusa a Gesù e ci pensi Lui davanti a idiozie di questo genere, perché rifiutando il peccato anche Gesù diventa “fondamentalista”. Gesù accoglieva ma cosa diceva? Và e non peccare più, perché altri, e maggiori demoni non debbano entrare in te……Ecco il confessionale: và, Gesù ti ha perdonato, ma non peccare più per non perdere la grazia acquistata.
      Ma per i modernisti ormai i confessionali li ritengono inutili, perché come i protestanti si confessano davanti a Dio E tutto si risolve con facilità

    2. “La dottrina di Gesù Cristo sull’omosessualità è chiara”

      veramente Gesù sull’omossualità non ha mai detto una parola (solo Paolo e principalmente nella lettera ai romani)

      Gesù ne ne ha dette invece parecchie sui dottori della legge, gli scribi ed i farisei, spesso per biasimarli (come a casa di Simone il fariseo), li ha chiamati sepolcri imbiancati, ipocriti, persone che caricano pesi insopportabili sulle persone e loro nemmeno li sfiorano, etc., O sull’adulterio: l’uomo che con il solo pensiero ha desiderato una donna ha commesso adulterio etc. O sulla ricchezza, come quando dopo che il giovane ricco se ne va triste, attaccatto ai suoi tesori, dice: è piu facile che un cammello passi per la cruna di un ago che un ricco entri nel regno di Dio. Quindi non mi pare proprio che l’omosessulità sia un punto cosi fondamentale o sia stata per Gesù una ossessione o fissazione, se dottrine ne ha lasciate certamente su altre questioni che voi traquillamente soverchiate (avendo allargato la cruna dell’ago facendoci passare un elefante!)

  8. Rispondo a Giorgio (1,23p.m.).
    Non ho mai giudicato gli omosessuali. Ciò detto, non rispondo a tutte le domande che ti poni e mi poni perchè mi dilungherei troppo.
    Facciamo un ragionamento per principi.
    Tutto quello che io scrivo e che tu scrivi si basa su presupposti di principio che costituiscono le linee guida del nostro ragionare e, possibilmente del nostro vivere. Certo che i miei argomenti non sono matematica; essi sono basati su ciò in cui crediamo e su cui abbiamo basato la nostra vita.
    Per seguire gli esempi che porti, domani potremo inventare un contenitore che si sostituirà all’utero materno nel quale sarà impiantato l’embrione ovviamente ottenuto in laboratorio da una banca del seme maschile e da una dell’ovulo femminile. La gravidanza avverrà pure in laboratorio e soprattutto nascerà un bimbo altamente “selezionato” (vedi il proliferare di ecografie prenatali…)
    Se a te va bene questa prospettiva in nome di un non ben definito “pluralismo” ti rispetto, ma non è la mia prospettiva perchè non fa parte del mio patrimonio culturale e umano e farò di tutto per oppormi a questa concezione della vita.
    Come vedi il mio è un discorso laico. Se dovessimo poi parlare di fede e di cristianesimo come fa la mite Enza, allora proprio non ci sarebbe partita.

    1. Grazie Paolo per vedermi come donna “mite”, 😊 non sono stata sempre così mite sai? Generosa e molto attiva nel fare il bene si, ma sempre mite no! Però camminando…, per grazia, con Gesù-Parola, è Lui stesso che mi ha educata.

      Detto questo però voglio con grande gioia comunicarti che facendo parte della Milizia dell’Immacolata, come San Massimiliano Kolbe, lotto contro gli errori (eresia) e il peccato specie quelli elargiti dai massoni entrati fortemente anche nella Chiesa, e si vede bene, e ancor di più quando toccando i bambini. Però come S. Kolbe mi affido sempre alla “Volontà Divina” ma uso ogni mezzo a disposizione per combattere il peccato là dove si palesa.

      Oh Maria, concepita senza peccato prega per noi che a te ricorriamo, e per quanti a te non ricorrono, specialmente per i nemici della Santa Chiesa e per quelli che ti sono raccomandati.
      Preghiera che recitiamo ogni giorno dopo aver rinnovato la mostra consacrazione a Gesù dalle mani di Maria.

      San Massimiliano quando era a Roma nel lontano 1925 se non ricordo male, ha visto sfilare una processione con uno stendardo dove Satana schiacciava la testa a San Michele Arcangelo.
      Era la massoneria che giurava di entrare nella Chiesa.
      Io credo che, come in tutti i tempi della storia di Israele, il Signore ha camminato con l’uomo e ha usato le rane, le piaghe, le cavallette e pure la bassa marea per liberare il suo popolo dalla schiavitù del faraone idolatra, così anche Gesù ci porterà in salvo da questi idolatri del sesso. È lui stesso che ci dice: sarebbe meglio per colui che scandalizzata un bambino mettersi una macina al collo e buttarsi in mare……! Capite?? E il gender è questo: è l’abominio fatto “persona” in questi figli di Satana. Però sono anche convinta che Dio lascia fare, ma non strafare.
      Ciao 👋🏽 Paolo, Dio benedica tutti noi. Un saluto di vero cuore al sig. Tosatti che ha così tanta pazienza….!

    2. Ma nessuno ti obbliga a cambiare concezione di vita, ad educare i tuoi figli come a te pare meglio, ma non puoi nemmeno obblgare a farla cambiare agli altri. Altri fratelli nella fede (cristiani) ormai non accettano piu la visione che scrivi in materia di sessualità (dicevo ad esempio del caso del vescovo luternaodella chiesa di Stoccolma, che è una donna lesbica felicemente sposata), altre chiese per esempio permettono l’accesso al sacerdozio a donne (anglicani), altre ancora hanno preti sposati (chiese orientali), etc. Non mi sembra che le questioni siano cosi monolitiche non trattandosi di dogmi di fede e può darsi che, come secoli fa la chiesa condannava la schiavitù o pregava per la conversione dei perfidi giudei, chiamava le altre religioni cristiane col nome di ‘eresie’ e le fedi altre delle false religioni, cosi tra non molto anche la chiesa cattolica rivedrà, sulla scia del magistero di papa Francesco, anche queste questioni in ambito cattolico. Più che vedere l’adattamento al mondo e cedere alle mode del momento, come alcuni sostengono, non possiamo invece vedere un cammino di liberazione di persone (quelle omosessuali e trans) da sempre escluse e ritenute aberranti nel disegno di Dio? Non sono state proprio gli esclusi e i meno religiosi del tempo(samaritani vs leviti e sacerdoti) ad essere pi aperti ed in sinotonia col il messaggio del Regno portato dal profeta di Nazareth? Non chiudere le porte al soffio dello Spirito, mantieni apero il dialogo, e impara a rispettare le diversità, senza che queste ovviamente impongano a te le loro idee o il modo con cui vuoi educare i tuoi figli e vivere la tua vita cristiana. Io credo, senza forzature, che a moti farisei del nostro tempo Gesù potrebbe dire che “i trans vi rpecederanno nel regno dei cieli”. Non penso proprio che accettare persone trans o vedere un bus che gira in una città aiutando l’accoglienza verso queste persone sia cosi scandaloso; ben piu scandalo danno e hanno dato persone padre Maciel, persone di doppie vite dottrinalmente a posto ma che del Vangelo e di cosa significhi essere cristiani, nonostante tutti i catechismi e le dottrine immutabli, non aveva capito nulla

      1. Brutta roba il sincretismo religioso! Brutta roba camminare nella vita senza una morale ferma come Gesù ci insegna. Tu non sei cattolico e neppure Cristiano mi dispiace dirtelo, sei solo un groviglio di confusione religiosa senza quel punto ben fermo che si chiama Gesù Cristo

        1. allora nemmeno papa Francesco è piu cattolico, siamo al paradosso, sei tu che dai le patenti a chi è cattolico e chi no? Francesco parla di unità nella diversità, l’unità nelle cose essenziali, non è uniformità. E’ paradossale che ora il papa è ben disposto a riaccogliere la Fraternità di San Pio X nel seno della chiesa, e loro sembra non sollevino grossi problemi dottrinali come in passato: unità nella diversità, Solo voi non volete capire?

          1. Eccoti, MARCO: come ho detto in un altro post, l’infallibilità papale non implica che il Papa non possa personalmente cadere in eresia o propalare e favorire l’eresia.

            Bergoglio sta facendo solo male alla Chiesa, è un dato di fatto che tu non vuoi vedere.

          2. Chi dà le patenti nella fede e’ Gesù Cristo. Perciò posso dirmi Cristiano solo se cammino nella verità. “Chi è dalla verità, ascolta la mia voce” (dice Gesù ). Papa Francesco è’ nella verità? Non credo! Può un Papa non essere nella verità? Si! Se si discosta dal Vangelo che è compimento ( applicazione con il cuore) della Legge e dei Profeti e dal Magistero infallibile che si è sviluppato ed ha illuminato questi duemila anni dell’unica Chiesa di Cristo. Cosa ci dice che questo pontificato non segue gli insegnamenti Evangelici e il Magistero? L’eccesso e scevro misericordismo che dice a ogni uomo (un po come Lutero) continua a vivere nella tua condizione di peccato, tanto Dio e’ misericordioso. Non si dice più che la misericordia si accompagna alla conversione ( “si incamminò verso suo padre”), (“va e non peccare più”). È’ la misericordia di Cristo che predica “Francesco il misericordioso” o non piùttosto il misericordismo di una società moderna che vuole sostituire l’unica Verità, cioè il Vangelo, con il buonismo dell’inganno? “La verità vi farà liberi”, dice Gesù. Il buonismo, no! Gesù ci ha mostrato la bontà di Dio, che e premuroso verso i suoi figli di elezione, proprio nel rivelarci la Verità, cioè nel mostrarci quale strada percorrere, quella della Croce che ci fa passare per la porta stretta e non quella del tutto se po’ fa che ci fa passare per la porta larga. È un Papa deve farci evitare proprio quest’ultima! “Ecco un vero Israelita in cui non c’è falsità ” ebbe a dire Gesù di Nicodemo; possiamo dire oggi lo stesso di tanti ministri della gerarchia Cattolica che si è incamminata nella via larga del modernismo?

      2. Eccallalà: come al solito spandi letame sui “tradizionalisti” per incensare le “nuove frontiere della Chiesa in uscita”.

        Bravo Marco! Fai così, fai suicidare la Chiesa, vergognati di Cristo! Così Cristo si vergognerà di te. E, mi raccomando, non affrontare il punto centrale del post, cioè il fatto che ben presto dovremmo essere tutti gay friendly per legge, e quindi il Vangelo dovrà essere proclamato clandestinamente. Ma a te che importa? Non ti importa nulla del Vangelo, quindi la colpa è sempre di chi non si allinea alla “Chiesa in uscita” che ha sempre meno fedeli e sempre meno importanza nel mondo.

        Però hai un vero talento nello spandere letame sui tuoi opponenti, Marco. Davvero, sei bravo nel maneggiare concime su chi non è d’accordo con te, ci vuole talento per non affrontare MAI l’argomento principale e vedere la pagliuzza nell’occhio dei commentatori e non la trave nel tuo.

        1. la vescova luterana di Stoccolma è cristiana e provlama il vangelo di Gesù Cristo, non mi sembra proclami il vangelo clandestinamente…. Ma dove vivi?

          1. Sbagliato: è protestante, non è cristiana. Non proclama il Vangelo ma una sua caricatura ideologica liberal chic.

            Cristo non ha mai istituito donne vescovo, comunque. E non basta dire le tue stupidaggini radical chic e autodefinirsi “cristiano” per essere VERAMENTE cristiano.

            Mi spiace, ma Cristo è esigente e chiaro.

          2. Una “vescovessa” lesbica l’avrebbe cacciata dal tempio. Mi chiedo poi se glissa su san Paolo quando dice che fornicatori, idolatri e omosessuali non erediteranno il regno di Dio. Chissà che arrampicate sugli specchi si inventa la vescovessa per dire “io sono a posto con il Vangelo, credetemi” – ammesso che creda davvero a quello che dice.

            Mi spiace, ma non basta autoproclamarsi cristiano per essere tale, caro MARCO.

          3. i protestanti sono cristiani, informati, papa francesco è stato a Lund e ha concelebrato con loro una liturgia della Parola e sottoscritto un documento comune di impegno ecumenico

          4. Lo sappiamo, lo sappiamo ahimè, ma non è questo che chiedeva il CVII, bensì il dialogo per unirci nella verità di fede e non per svalutare così il cattolicesimo fino ad arrivare a creare una commissione per cambiare le parole della consacrazione perché i protestanti non credono. È pensare che davanti al sacerdote che non credeva più alla transustanziazione, Gesù trasformò l’ostia in carne (miocardio) e il vino in 5 grumi di sangue, dove il peso di ognuno è di 15 grammi e il peso totale è sempre di 15 grammi.
            E noi dovremmo correre dietro a eretici che non credono neppure alle parole di Gesù quando dice: chi mangia la mia carne e beve il mio sangue avrà la vita eterna. E alcuni se ne andarono perché quel discorso era troppo duro. Lutero e i suoi seguaci hanno fatto la stessa cosa perché non hanno fede, e noi dovremmo subire stè apostasia?

          5. @Ago

            “Sbagliato: è protestante, non è cristiana. ”

            Aldilà del fatto che identifichi altre persone con me per potermi attaccare (anzi, per poter attaccare i loro argomenti suggerendo che siano un multinick e quindi inaffidabili) affermare che i protestanti non siano cristiani è la più grande idiozia (beh, una delle più grandi, almeno) che abbia mai letto.

            Cristiani sono tutti coloro che riconoscono Gesù come Dio e che credono nella Trinità. Punto.

            Di sicuro i protestanti non hanno delle valide ordinazioni sacerdotali e validi Sacramenti, ma sono cristiani eccome.

          6. E’ vero, i protestanti Marco sono cristiani, ma la vera Chiesa e la Verità è solo nella Chiesa cattolica. Se tu leggi bene la teologia di Lutero c’è da rimanere agghiacciati.

          7. L’ecumenismo di cui parla il Concilio V.II non è un ecumenismo dove è la Chiesa cattolica a subire tagli, e altro, come sembra stia per accadere, ma dialogare per portarli ancora a riunirsi con la Chiesa cattolica, per convertirli alla salvezza che passa soprattutto con l’adesione ai Sacramenti. Lutero ha fatto una sua dottrina, quella cui la sua malsana coscienza lo ha portato, mentre san Francesco invece è andato dal papa a chiedergli la riforma della Chiesa, lui non si è staccato dalla Chiesa, anzi…..infatti Gesù gli aveva detto: Francesco, ripara la mia Chiesa……..!

            Ci sono anche protestanti veramente fermi nella fede in Gesù, e che sono fedeli al Battesimo, come per esempio Bonhoeffer, ma il vero cristiano cerca la Chiesa cattolica e il suo magistero, anzi non può farne a meno.

        2. Leggo adesso questo topic e voglio fare presente che io e il tale “Giorgio” non siamo la stessa persona (tra l’altro vorrei sapere perché Giorgio non l’ha fatto presente), chiedo se è il caso a Tosatti di controllare l’ip.

          1. Certo che l’ha detto Giorgio che lui non è Marco, leggi bene tutti i post e vedrai che insiste dire che lui non è marco né altri.

  9. Vedete, Marco/Giorgio/Teofane/Vega e chissà quanti altri nickname usa ha una sola idea fissa: vuole che quante più persone possibile diventino cristiane, perché ha una paura folle che se la Chiesa diventa di poche persone viene additata come “setta” e ridotta all’insignificanza totale. In fin dei conti è un buona preoccupazione, ma per evitare che avvenga ha scelto la via sbagliata, quella del modernismo e dei “cristiani anonimi”, dello “sconto sulla fede”: se abbassiamo la pretesa del cristianesimo, allora più persone potranno essere “filo cristiane” e quindi eviteremo di essere perseguitati. Solo che a quel punto non saremo più cristiani, ma atei. E avremo tradito la Parola di Dio per “il sommo bene di piacere al mondo”.

    Che poi è la china che ha preso Bergoglio e tutti i vari clericaloni che lo sostengono, e vedete come siamo ridotti grazie a tale “pastorale dello sconto”: siamo irrilevanti, pochissimi, e ben presto saremo perseguitati in occidente.

    1. Non sono d’accordo, occorre conformarsi a Cristo e al suo vangelo, non al mondo. Ma la comprensione del messaggio di Cristo e del suo Vangelo non è una cosa che è avveuta una volta per sempre, la chiesa è in cammino e anche la compresnsione della sua Parola, altrimenti non si capisce che ci fa la terza persona della Trinità … Le questioni numeriche e sociologiche sono una sciocchezza, non devono interessare. Ma la contempo una chiesa che si chiude in una torre d’avorio e che vede nel mondo solo qualcosa da contrastare e di cui non sporcarsi per non diventare impura, non credo sia la chiesa fondata sulla roccia di Pietro, che ora è papa Francesco. Lui dice meglio una chiesa in uscita, magari che puo anche sbandare, rispetto ad una chiesa chiusa nelle sagrestie e negli incensi di altari ammuffiti.

      1. Riesci ad essere contraddittorio in un solo commento: prima dici “non contano le statistiche” poi “meglio in uscita che chiusi nelle sagrestie”.

        In pratica, hai confermato ciò che ho detto: a te non frega nulla del Vangelo, se è in contrasto col mondo.

        1. in uscita significa non avere paura di sporcarsi le mani con l’umantà ferita del mondo, lasciar da parte la dottrina se del caso (il papa diceva: a uno che sta per morire gli provi il colesterolo??), non fissarsi sulla dottrina, non è un discorso motivato da questioni sociologiche o di fare adepti o di adattamenti mondani per esser applauditi o aver successo, ma semplicemente e piu profondamente una aderenza piu genuina al messaggio delle beatitudini del Vangelo e del buon samaritano, dove un poveraccio aggredito da briganti è stato salvato non dal levita e dal sacerdote (che se lo toccava diventava impuro secondo la sua dottrina), ma da un samaritano che era “senza religione”.

          1. Se lasci da parte Cristo (ricordati che Cristo è la Sua dottrina), cosa dai all’umanità? Filantropia e soldi, nulla più.

            “Dottrina” non significa “discorso teoretico”, significa “Persona di Cristo definita e determinata”. Se perdi la dottrina, perdi Cristo, non sai più chi è Cristo, e l’umanità resta ferita e nel fango, perdendo anche la luce di Cristo.

          2. Ah Marco, ti ringrazio per i continui insulti che rivolgi a chi non la pensa come te: grazie! Fanno capire che persona sei e quanto sei tollerante e misericordioso, come Bergoglio – che non ha nulla da invidiare a Stalin.

      2. Il Signore certo che cammina col mondo Giorgio, ma non con le ideologie e con il peccato che porta alla morte, all’annuentamento della società. Studiati l’antico testamento riflettilo bene e capirai molte cose. Tutto quello che tu hai elencato sulle donne lesbiche nella Chiesa anglicana, Sui sacerdoti sposati e non so altro ancora va contro la persona di Gesù Cristo che ha dato degli ordini ben precisi agli apostoli e che disse loro che sarebbero stati ricompensati largamente avendo lasciato tutto per seguirlo. Siete eretici questa è la conclusione

        1. Ceh anche il papa è eretico e comunista, o sbaglio? ormai pensate questo, ma io preferisco stare sulla roccia sicura di Pietro, se ora lo Spirtio suggerisci questi cambiament alla chiesa dobbiamo seguirlo, il tempo degli anatemi, delle condanne è trascorso già da 50 anni, quindi temo che il tuo problema a ben vedere sono le aperture della chiesa del Concilio Vaticano II. Se non erro i protestanti nel decreto conciliare sull’ecumeniscmo non soo piu chiamati eretici, ma fratelli separati. E riconosce elementi di salvezza in queste chiese. Quindi il papa non chiede piu a questi fratelli separati di convertersi alla ‘vera religione’, questi sono retaggi passati che leggiamo negli annali della chiesa. Se non accetti questo cambiamento epocale, non accetti il Concilio e quindi anche tu ti metti sul piano di quelli che chiami essere ‘eretici’. Non cerchi il dialogo, ma la contrapposizione, non riconosci che l’ampiezza del Dio di Gesù è piu ampia delle sagrestie e dei tabernacoli delle chiese. Anche la vescova lesbica luterana di Stoccolma proclama con la compagnia del papa il Vangelo di Gesù, sorella nostra nella fede. Quello che ci separa è meno importante di quello che ci unisce. Questo di dice San Giovanni XXIII e ora Francesco in perfetta continuità con il magistero del Concilio. In conclusione, per accettare le tue conclusioni dovremo allora dire, in onestà, che il Concili stesso è stato in acuni suoi pronunciamenti eretico?

          1. MARCO, MARCO, MARCO: questo discorso lo hai già fatto altrove.

            Se riparti col copincolla dei papiri degli altri post però finisci per farti scoprire pubblicamente, MARCO.

            Ah, una cosa: “Unità nella diversità” non significa nulla, se la diversità è tra le varie fedi e le dottrine, perché in quel caso manca proprio l’unità di fondo, MARCO/TEOFANE/RE DEL SILENZIO.

    2. perseguitati in occidente? Ma suvvia, non cadiamo nel ridicolo, nessuno ti dirà di fare alcuna abiura, le persecuzioni si hanno nei paesi islamici non nei paesi democratici. Quello che si deve accettare è la concivena con morali e credi diversi, convivenza che deve almeno essere pacifica e in dialogo rispettoso. Ripeto: nessuno oblliga ad educare i tuoi figli secondo quello che la tua coscienza ritiene essere giusto e santo, se avrai un figlio gay o trans nessuno ti vieta di proporgli la tua morale, ma devi anche accettare visioni e modi di vita diversi in una società sempre piu plurale e comprendere anche le ragioni delle diversità, senza per forza demonizzarle in ogni occasione. Altrimenti si fanno guerre ideologiche, e questo il papa l’ha capito ed evita scontri diretti ma cerca sempre il fialogo e il bene che c’è anche in altre culture e in altre morali. Non ha esitato, per esempio, a Lund ad abbracciare nel segno della pace una vescova luterana… cosa impensabile fino a pochi anni fa.

      1. Ecco, come al solito parti per la tangente con “se non seguite me siete fascisti/guerre ideologiche/crociate/inquisizione” etc.

        Marco, ormai sei noioso e monotono: hai un solo argomento, ossia la reductio ad hitlerum dell’avversario.

        Mi hai stufato, Marco/Teofane/Re del Silenzio/etc. Non sei capace di discutere, sei come Bergoglio: non fai che demonizzare chi non la pensa come te.

        1. NON sono MARCO, ma GIORGIO please

          Ho detto che rispetto il tuo pensiero e non devo convertire nessuno, ho parlato di unità nella diversità e di pluralismo, non di fascismo o allineamento al pensiero unico. Il papa sta facendo di tutto per far entarre San Pio X nella chiesa, non ti sembra un assurdo col fatto di adattarsi al mondo? semplicemente ci vuol dire: si puo essere uniti e essere assieme cristiani in una unità nelle cose essenziali che lascia aperture alle diversità, cercando in queste un dialogo fraterno paziente e sincero senza darsi anatemi o scomuniche vicendevoli. Perchè la San Pio X accetta la prelatura se vedesse in Roma e in papa Francesco un eretico o l’anti.Critso some lo definisce qualcuno? Per mero calcolo (forse)?

          1. https://www.youtube.com/shared?ci=-UYwwB_M-NM
            Questo caro Giorgio e un sacerdote proprio della comunità di Pio X Che il Papa vuole nella Chiesa cattolica. Sono molto contenta che entrino a far parte del cattolicesimo, ma se il papa accetta i discorsi che senti in questo video, come può Francesco essere in linea con la Chiesa cattolica di sempre? Oppure hai da contrastare anche questo?

      2. NON sono MARCO e non so chi sia, sono GIORGIO, ok? e non facio post del tipo copia incolla, esprimo solamente e senza offendere nessuno, mi pare, il mio pensiero

      3. I tuoi discorsi sono già stati condannati nel Syllabo dal beato Pio IX, sotto la voce “liberalismo”, la quale non mi risulta sia a “scadenza” e, pertanto, rimane pienamente valida. Purtroppo, il tuo pensiero non è cattolico, Vaticano II o meno.

      4. I tuoi discorsi sono già stati condannati nel Syllabo dal beato Pio IX, sotto la voce “liberalismo”, la quale non mi risulta sia a “scadenza” e, pertanto, rimane pienamente valida. Purtroppo, il tuo pensiero non è cattolico, Vaticano II o meno, scambi della pace con la “vescova” luterana (in un contorno liturgico e dottrinale veramente squallido, peraltro) o meno. Ti sfido a trovare, nei Vangeli, la parola “dialogo”, diventata ormai paravento per ogni agnosticismo ed ogni pavidità: il Cristo non dialoga, il Cristo ama e vuole la conversione del peccatore al Suo Vangelo. Forse, dopo i tanti danni della pastorale post-conciliare, è ora di tornare a questa scomoda, ma dura e vera, realtà.

  10. Grazie Enza, buona festa anche a te (ma non ci vogliono convincere che il genere non esiste? E allora perché festeggiano la donna?).
    E grazie per i commenti e i link che pubblichi, che leggo sempre con piacere.

    Ago
    Secondo me non è Marco multinick, il quale ha la fissa dei copia e incolla, che non leggerebbe manco sua madre legata a una sedia con gli spilli negli occhi, cuciti ad arte e con @ sparse qua e là.
    Però hai colto un punto interessante: entrambi hanno questa fissa di adattare il cattolicesimo a tutto e tutti, affinché abbia un seguito sterminato. Un’evangelizzazione 2.0 comune a molti cattolici “adulti” che non vogliono portare gli uomini verso Dio, ma adattare a loro uso e consumo Dio all’uomo (considerando fondamentalmente l’uomo un essere negletto incapace di elevarsi: in questo Lutero ha seminato benissimo).
    E in questo atteggiamento c’è tutto il disprezzo verso l’uomo di larghi settori della Chiesa odierna, con la sua confusione (voluta?) e il suo lasciare coscientemente il fedele a dibattersi nel fango invece di invitarlo ad alzare lo sguardo. Una prospettiva tutta orizzontale che nega la visione stessa del cristianesimo, da sempre composto, come la Croce, di una dimensione verticale, verso Dio e da una orizzontale, verso il prossimo. Ma come diceva Fulton Sheen, se togli una delle due, hai eliminato il cristianesimo stesso e hai creato una terza dimensione, quella che porta al panteismo.

    Per chi fosse interessato, qui un’intervista a Gotti Tedeschi con alcuni spunti di attualità non banali.
    http://www.intelligonews.it/le-interviste-della-civetta/articoli/8-marzo-2017/58382/esclusiva-gotti-tedeschi-ex-ior-con-negri-su-complotto-obama-ratzinger-quello-che-so-io/

    1. Isabella, hai pienamente ragione: si lascia il fedele a dibattersi nel fango e nella confusione, invece di spronarlo a puntare in alto, verso la santità. Di questo dovranno rendere conto a Dio tutti i prelati moderni, che inseguono il pastoralismo ad oltranza per questioni economiche.

      Io sono convinto che sia Marco multinick, vedi quante volte l’ho chiamato “Marco” senza che abbia ribattuto finora 😉

      1. Pastoralismo, ecumenismo, islamismo, buddismo, bergoglismo e satanismo, ossia tutto ciò che finisce per “ismo” ha bisogno di esorcismo!

        1. anche dogmatismo e integralismo e cristianismo ah ah ah

          GIORGIO (NON sono MARCO e non so chi sia; forse la pensa come ma, MARCO se ci sei batti un colpo non so chi tu sia…)

    1. Sarà, ma fra eretici e modernisti vi somigliate tutti.

      P.S.: la “vescova” tientela tu, nella Chiesa cattolica, quella vera, non c’è posto per certi pagliacci femministi.

        1. Ma ci credo, ma questo non comporta 1) che questo atto del Papa non sia criticabile (e lo è, e parecchio, come molti altri di questo discutibile papato); 2) che la “vescova” sia tale; 3) che i passi di San Paolo non siano più validi. Possono fare tutte le processioni che vogliono ed abbracciarsi, ma a me basta la scomunica del Concilio di Trento (ancora valida) e le “pastore” luterane, specie se lesbiche e scimmiottanti l’episcopato cattolico, per quanto mi riguarda se ne possono andare a quel Paese. Io sono tenuto a seguire i successori degli apostoli (quando questi non insegnano Vangeli diversi da quelli che ho ricevuto, sia chiaro), non degli apostati (e, infatti, non so dove mettere il dialogo, Gesù Cristo non parla mai di dialogo nei Vangeli, specialmente non nel senso inteso dalla neochiesa sessantottina).

          1. no no, l’arcivescovo di Lund e primate della chiesa luterana di Svezia è donna ma non lesbica (è spostata e mi pare ha due figli), quella lesbica è la vesciva luterna di Stoccolma che vidi qualche anno fa quando andai ad un culto nella cattedrale di Stoccolma … Eppure commentano bene la Parola di Dio, molto meglio di certi nostri preti ah ah ah … che invece di parlare del Vangelo appena letto partono per la tangente e divagano su tutto … e poi la musica sacra, che bella musica che hanno loro, da noi ormai quasi sempre solo canzoncini alla Sanremo …

          2. Giorgio, sappi che ogni sacerdote ha un suo carisma e non è detto che sia la predicazione. Può essere un bravissimo confessore invece, oppure un bravo liturgista, o un santo nella carità. Non soffermarti mai su una qualità sola, perchè nessuno di noi è perfetto. Mentre invece ti do ragione sui canti, e vorrei tanto sentire suonare ancora l’organo con canti in gregoriano…..! Come vedi anche tu non ti trattieni nel giudicare questo o quel prete ahahahahah NON GIUDICARE GIORGIO….. 🙂

          3. ma non giudico, semlicemente se un prete annoia nella predica non ci vado piu e cambio … sennò mi addormento …:-)

    1. ciao Enza

      io sono sempre scettico verso queste specie di profezie che si possono sempre interpretare in modo ambiguo (come i segreti di Fatima di cui non si sa bene quale sia il terzo etc etc), la fede non necessita di credere in veggenti o messaggi criptati, l’unica cosa che osservo tuttavia è che il movimento mariano fondato da don Stefano Gobbi ha, tra i suoi scopi, l’unità al papa ed alla Chiesa a lui unita. Come fate allora a denigrare il papa Francesco ora regnante se non addirittura a dire che non è piu ‘cattolico’, cioè in fumo di eresia? Ma scherzate? A meno che pensiate non sia papa legittimo come alcuni (es. Socci) sostengono, ma allora si cade nel sedevacantismo o boh non so in cosa…

      1. Certamente Giorgio io non corro dietro e non vivo di messaggi, l’unico messaggio che arrivo è il Vangelo e i sacramenti, e sono i sacramenti che mi danno la forza di operare e di credere fortemente nella parola di Dio e di viverla, senza il pane di vita eterna che ogni giorno mi nutre non capirei neppure la parola di Gesù.

        Detto questo ti voglio però assicurare che i messaggi di Fatima sono chiari, troppo chiari per darli al mondo, infatti Giovanni XXIII non avendo creduto a suor Lucia vediamo bene i risultati oggi nella chiesa quali sono e tu ne fai parte. Il comunismo si è alleato con i massoni e sappiamo bene che la Madonna come in tante altre apparizioni è venuta in anticipo per metterci davanti ciò che sarebbe accaduto. Infatti la luce notturna che tutti hanno visto ma che tu farai fatica a credere, ha anticipato la seconda guerra mondiale predetta da Maria stessa.
        Tutti conosciamo bene ormai quanta apostasia c’è tra molti cardinali e moltissimi sacerdoti ormai, apostasia che arriva immancabilmente con l’idea modernistica della Chiesa, e Maria l’ha anticipata quasi trent’anni fa, come ha anticipato la crisi della famiglia a Ghiaie di Bonate dove il martirio di quella veggente le è stato predetto da Maria stessa e che lei ha accettato da obbediente. Tu mi dirai certamente: questa apparizione non è stata approvata dalla Chiesa, anzi è stata sempre contrastata, ma sta di fatto che il risultato è quello che ci ha portato nelle sue apparizioni Maria già nel 1944 non sono bastati i miracoli avvenuti in quel campo durante l’apparizione, non sono bastati i segni che ha dato il signore tramite Maria, perché la chiesa presa ormai dal fumo di Satana iniziava già a non credere più nella presenza di Maria e nei segni che lei ha dato. È facile accogliere protestanti, modernisti, pedofili, gay irrisoluti quando Maria è messa da parte, E l’abbiamo visto proprio nel giorno della sua nascita, che invece di mettere Lei in bella vista, in Vaticano sì è messo Lutero. Anche la cerimonia dell’assunta ormai non c’è più con questo Papa, solo un ricordo…….!
        Se Maria non la innalziamo come Madre della Chiesa (vedi Paolo VI nel concilio cosa ha detto di Maria……..), anche il Vangelo verrà così annacquato credendo di essere noi i sostituti di Dio nelle opere e in tutto il resto. Accogliamo l’eresia dei protestanti che rifiutano i sacramenti (non c’è eresia più grande di questa) e tutto sarà più facile per portare la nostra Chiesa cattolica, che è sempre stata il faro per le conversioni, verso l’obbrobrio e la desolazione proprio come vide la beata Emmerick, mi sento però di dire che non è ancora arrivato quel momento ma che lo attendiamo visto dove ci state portando. Ciao Giorgio pace e bene, Dio ti benedica e ti custodisca nella verità, la sua verità! Ciao

        1. ciaooo Enza, grazie anche a te

          P.S. sai che sto a pochi km da ghiaie di Bonate? non ci sono mai stato però di persona, mi dicono c’è una piccola cappella e ci va sempre gente a pregare, conosco un po la storia di quelle apparzioni anche perchè avevo parenti che abitavano proprio lì …

          1. Ciao Giorgio io faccio conto di venire verso giugno e se vorrai possiamo tenerci in contatto tramite questo blog per poter incontrarci e stare mezz’ora insieme a pregare e bere un caffè ☕️ insieme. Sono sicura che a tu per tu gli animi si incontreranno. io sono su Messenger come Enza Pasquali perché per il momento ho chiuso Facebook in questo tempo di Quaresima. se vorrai la cosa si può fare, e un rosario davanti a quella bellissima Madonna penso faccia bene a tutti ciao

          2. Perciò sei bergamasco abiti forse a Ponte San Pietro? Io sono di Brescia città. Ti posso assicurare che la Madonna di Ghiaie è davvero miracolosa e viva ancora oggi in quel luogo. Se avremo modo di incontrarci ti racconterò il grande miracolo avvenuto ad un caro amico ciao

          3. eh no non sono iscritto al canale youtube, non uso facebook ho solo skype e email x mantenerci in contatto e magari scambiarci qualche idea piu in privato e non qui che non so chi poi ci legge… Posso chiederti quanti anni hai? io 49

          4. Ciao Giorgio, beh io ho qualche primavera in più. Solo qualche…..:-) ho 66 anni ma portati bene eh! ahahahhaahah Mi vedi sull’avatar del mio canale yt. Puoi vedermi qui nel 2008 a Roma quando ho letto un brano della Bibbia nell’occasione della lettura giorno e notte https://www.youtube.com/watch?v=By7xcoIET1o&index=5&t=75s&list=PLve3tw5Hn_fu5rX0xrx0vBrN4vnHggbDq

            Mentre qui ho letto quast’anno qui a Brescia: https://www.youtube.com/watch?v=qISJtiX3SC4&index=4&list=PLve3tw5Hn_fu5rX0xrx0vBrN4vnHggbDq Ci metteremo d’accordo quando verrò a Ghiaie. ciao

  11. @ Paolo Giuseppe

    mi sembri l’unica persona qui con cui si possa dialogare un po e che, nonostante le divergenze di opinione, sei disponibile ad ascoltare, grazie

  12. Iniziamo questo giovedì di Quaresima augurandoci una buona giornata nel nome di Gesù e di Maria. Che Gesù ci guidi verso la Verità, la carità e ci dia sapienza e intelletto ma tutto condito con la gioia e la pace del cuore ❤️

    Buona giornata a tutti voi che mi fate compagnia, grazie al signor Marco Tosatti e i suoi post. Ringrazio Dio per avervi conosciuti in questo blog, e teniamoci uniti sempre con la preghiera, con i sacramenti, che sono il nutrimento per la nostra anima. Ciao 👋🏽

  13. [8/3 22:14] Elisabetta della Divina Volontà….
    Stamattina Monika è riuscita a parlare con Piotr, il veggente polacco. Le ha detto che dobbiamo trovare sacerdoti che celebreranno la vera messa, non ha capito se si riferisse specificamente alla messa in rito antico….

    «9/3 09:33» Elisabetta DV
    Altra cosa da Piotr… in Polonia rimarrà il 30% dei preti fedeli. Nelle altre nazioni il 3% 🙏🏻🙏🏻🙏🏻😪😪😪

  14. Giorgioooooooooo leggi fratello!
    Canosio, dove il Santissimo Sacramento fermò una catastrofe naturale

    Nel 1630 nella località piemontese una devastante piena del torrente Maira si arrestò solo quando il parroco si recò lì insieme a dei fedeli in processione con l’ostensorio

    Canosio è un piccolo villaggio della Val Maira, nella diocesi di Saluzzo. Nel 1630 la popolazione si era molto raffreddata dalla pratica religiosa a causa del dilagare dell’eresia calvinista. Qualche giorno dopo la festa del Corpus Domini, il torrente Maira straripò a causa delle abbondanti piogge. La furia delle acque fu talmente violenta che trascinò con sé grossi massi rocciosi che si staccarono dalla montagna e cominciarono a dirigersi minacciosamente verso la valle e il villaggio.

    Don Antonio Reinardi, parroco del paese, richiamò tutti i cittadini col suono delle campane per invitarli a pregare il Signore di fare cessare la piena. Propose inoltre di fare un voto: se il villaggio di Canosio fosse stato risparmiato dalla furia devastatrice del torrente, i cittadini avrebbero fatto celebrare in perpetuo ogni anno una festa nell’ottava del Corpus Domini. Don Rainardi, prese il Santissimo Sacramento che pose nell’ostensorio e si diresse in processione verso il torrente, accompagnato da alcuni fedeli, cantando il «Miserere».

    Impartita la benedizione, la pioggia cessò immediatamente e il livello del torrente ritornò subito alla normalità. Questo episodio contribuì a ravvivare la fede dei cittadini di Canosio e ancora oggi gli abitanti tengono fede a questo voto. Purtroppo, molti dei documenti che descrivevano il Miracolo, conservati fino al XVII secolo presso gli archivi parrocchiali, furono bruciati durante la guerra tra Spagna e Francia; possediamo però una copia della relazione lasciata dal parroco che fu diretto testimone degli eventi.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *