FRANCESCO, LA CURIA E IL GOVERNO. EPISODI CHE RENDONO PERPLESSI. MA QUESTO PAPA E’ BUONO?

Marco Tosatti

Ormai i rimproveri del Papa alla Curia non sorprendono più nessuno. Diciamo che hanno assunto un tono quasi rituale. Dalla lettura delle sue parole sembra che si sia scagliato contro eventuali resistenze alla riforma curiale. Ma questo può lasciare perplessi. Fino ad ora la riforma si è centrata sull’accorpamento di alcuni pontifici consigli e dicasteri, e nel varo della nuova Segreteria per le Comunicazioni. Ma non sembra che nessuna di queste iniziative abbia suscitato particolari malumori. E il progressivo spogliamento della Segreteria dell’Economia di alcune ampie prerogative che il Pontefice stesso le aveva assegnato è avvenuto con l’assenso del Pontefice stesso. E anche lì non sembra che i principali interessati si siano incatenati ai cancelli di San Pietro. Chi è riuscito a manovrare per riavere i soldi e il potere che il primo Motu Proprio sembrava sottrarre è ben soddisfatto. E Pell anche se si sente un po’ tradito, e forse un po’ ingenuo, per aver creduto alle esortazioni tipo “vada avanti senza guardare in faccia nessuno” provenienti da Alto Loco ha assorbito la botta da vecchio atleta australiano.

Allora forse lo sdegno del sovrano aveva altri motivi e bersagli.

Quello che si percepisce in Curia è diverso; e si tratta non di resistenza, ma di timore, scontento e di sentimenti che si collocano in un altro contesto.

Ci sono stati raccontati da fonte degna di fede diversi episodi. Ne riportiamo un paio, senza commenti.

Il primo riguarda le nomine vescovili. Si trattava qualche tempo fa di fare un vescovo, non in Italia. Il nunzio ha preparato la terna. Un cardinale, capo di dicastero, forse lo stesso titolare della Congregazione per i Vescovi,  durante l’assemblea ordinaria ha preso la parola, dicendo: il primo candidato indicato è ottimo, il secondo è buono. Ma vorrei mettere in guardia dal terzo, che conosco bene, da quando era seminarista, e che presenta problemi sia sul piano della dottrina che della morale, risponde poco ai criteri necessari. Ma il terzo era amico di qualcuno; e un altro porporato, della cerchia al potere attualmente, si è scagliato contro il collega, accusandolo di scorrettezza. La riunione si è chiusa senza ulteriori decisioni. Ma il giorno dopo il segretario personale del Pontefice si è presentato in Congregazione dicendo che la scelta era caduta sul terzo.

Un altro caso è decisamente più triste. Un capo dicastero ha ricevuto l’ordine di sbarazzarsi di tre dei suoi impiegati (che lavorano in Vaticano da diversi lustri), senza spiegazioni.  Ha ricevuto le lettere ufficiali: “Per venerato incarico Le chiedo di voler dimettere…”. L’ordine era: rimandateli alla diocesi o alla famiglia religiosa di appartenenza. E’ rimasto molto perplesso, perché si trattava di ottimi preti, e di persone professionalmente fra le più capaci. Ha evitato di obbedire, e ha chiesto a più riprese udienza al Papa. Ha dovuto attendere, perché per varie volte l’incontro è stato spostato. Infine è stato ricevuto. Ha detto: Santità, ho ricevuto queste lettere, ma non ho fatto nulla, perché gli interessati sono fra i migliori del mio dicastero…che cosa hanno fatto? La risposta è stata: e io sono il papa, e non devo dare ragioni a nessuno delle mie decisioni. Ho deciso che devono andare via, e devono andare via. Si è alzato, e gli ha porto la mano, a significare che l’udienza era finita. Entro il 31 dicembre due dei tre lasceranno il dicastero in cui hanno lavorato per anni, senza sapere il perché. Per il terzo, a quanto pare, c’è stata una proroga. Ma c’é un risvolto che se vero, come pare, é ancora più sgradevole. Uno dei due si esprimeva liberamente, forse troppo,  su alcune decisioni del Papa. Qualcuno, molto amico di uno strettissimo collaboratore del Pontefice, ha ascoltato, e riferito. Il malcapitato ha ricevuto una telefonata molto dura dal Numero Uno. E poi il congedo.

Ma il gossip non era anatema, nel regno di papa Bergoglio?

Il goffo tentativo di inviare una commissione di inchiesta a un soggetto di diritto internazionale come l’Ordine di Malta, indipendente dalla Santa Sede, con cui si scambia ambasciatori, e che di conseguenza non puo’ essere inquisito dall’esterno, é un altro sintomo della febbre autocratica che sembra pervadere il Vaticano.

Non c’è da stupirsi se il clima, dietro le Mura e nei Palazzi, non sia esattamente sereno. E c’è da chiedersi quale credito dare a tutto questo sfanfarare sulla misericordia.



Questo blog è il seguito naturale di San Pietro e Dintorni, presente su “La Stampa”. 

Per chi fosse interessato al lavoro già svolto, ecco il link a San Pietro e Dintorni.


 


L’articolo vi ha interessato? Condividetelo, se volete, sui social network, usando gli strumenti qui sotto.

E iscrivetevi alla newsletter per gli aggiornamenti, qui a fianco.

 

 

 

78 pensieri su “FRANCESCO, LA CURIA E IL GOVERNO. EPISODI CHE RENDONO PERPLESSI. MA QUESTO PAPA E’ BUONO?”

  1. Definire un papa buono o cattivo mi sembra un po’ troppo!
    Per un uomo di governo, ci sono azioni che non possono ritenersi oggettivamente buone, ma alle volte sono necessarie!
    Siamo onesti, quante serpi si annidano nelle curie di sempre, nei centri di governo.
    Certamente, anche se molte scelte di Bergoglio non sono state giuste, non possiamo per questo condannare Francesco!
    Le colpe di Francesco sono altre, e ben conosciute!
    Ma per favore non parliamo di Papa buono o meno buono.
    Scusate, ma quanti guasti ha provocato il Papa Buono, alias Giovanni XXIII?

  2. Un Papa non è mai buono o cattivo.
    Ha una responsabilità spirituale ma anche, un po’, temporale.
    Tanto che la Santa sede ospita delle ambasciate a Roma. È un vero e proprio stato.
    E a volte servono anche i licenziamenti.
    Non è detto che siano negativi per chi li subisce.
    Basta darsi da fare e tirar fuori le proprie energie.

    1. Abbastanza, credo. E infatti anche altri ne hanno scritto, dopo la mia notizia, confermando e aggiungendo dettagli e particolari.

  3. Le voci, non l’informazione. Gennaio è scelto 23 nuovo prelato dell’Opus. Giovanni Paolo II: “Opus Dei è potente.” Sono molto nervoso in Opus. Opus sta perdendo potenza e resistere. Ci saranno un sacco di entusiasmo in questi giorni, causati da gruppi di Opus.

    Non so che cosa è vero in quei tre. Ovviamente, la Congregazione per la dottrina della fede ha bisogno di importanti riforme. Ricordate Krzysztof Charamsa. prete gay che cavalcava uno scandalo, protetto da gente della Catalogna. I catalani dominato Opus. Chiunque vuole più Krzysztof Charamsa nella curia?

    Echenique è un agitatore contro Papa Francisco nei blog spagnoli.

  4. Ho letto tutti gli articoli e i commenti e dire che Bergoglio è un Satrapo, è dire poco! Riformare esige prima di tutto moralizzare, cioè riportare la barca di Cristo, di cui Pietro è il timoniere, nel mare della sana dottrina, di quei punti fermi che da sempre hanno caratterizzato l’ortodossia Cattolica. È evidente invece che la sana dottrina viene abbandonata e la tesi del tutto è relativo la sostituisce. Pietro deve confermare i fratelli nella fede e non spadroneggiare ! Anno della Misericordia? Tutto fumo! Quel fumo di Satana che aveva notato il Santo Padre Paolo VI e dal quale ha più volte messo in guardia. Oggi con Bergoglio, i consiglieri di Pietro, sono i bolscevichi e i peggiori membri del Sinedrio, quelli assetati di potere e quelli che usano il potere per vendetta, i carrieristi e gli eretici. Si, gli eretici! Quelli che vogliono sovvertire il deposito della fede sostituendolo con l’esigenza di una Chiesa moderna a passo con i tempi. Non era certo questo l’obiettivo del concilio, bensì rendere la Chiesa più vicina ai credenti e il messaggio evangelico più comprensibile! Il buonismo di Bergoglio non è certo sinonimo di bontà, Lui è buono con chi vuole essere buono! Il Signore Gesù ha messo in guardia dalle folle osannanti, ha detto: ” guai quando tutti diranno bene di voi, perché il mondo ama ciò che è suo”. Ho l’impressione che Bergoglio cerchi più il consenso che la dura via della Croce, Croce che ha caratterizzato i Pontefici del XX secolo. Spesso mi viene da pensare al terzo segreto di Fatima, a quella seconda parte che molti sostengono come Antonio Socci non sia stata ancora resa pubblica. Ho la sensazione che stiamo con questo Papa entrando proprio nel tempo descritti dalla Beata Vergine nel terzo segreto e che la gerarchia della Chiesa ha voluto liquidare in modo superficiale circoscrivendo il tutto e così liquidandolo con l’attentato a Giovanni Paolo II. La Misericordia è Carità! E se non è animata dalla Carità, allora non è Misericordia! E questa Carita’ deve riportare le pecorelle smarrite all’ovile e non buttarle fuori in pasto ai lupi, altrimenti sei un mercenario, non un pastore ( parola di Gesù)! La Chiesa deve essere risanata, ma non sarà certo questo Papa a farlo! Aspettiamo l’antiCristo, ora sono apparsi molti antiCristi nel mondo ( cf. 1 Giovanni 4,1-3). Resistiamogli saldi nella fede!

  5. Todo el programa siniestro, el centro del Bergoglianismo, está resumido en la escandalosa declaración de Francisco en el párrafo 303 de Amoris:

    “Pero esa conciencia puede reconocer no sólo que una situación no responde objetivamente a la propuesta general del Evangelio. También puede reconocer con sinceridad y honestidad aquello que, por ahora, es la respuesta generosa que se puede ofrecer a Dios, y descubrir con cierta seguridad moral que esa es la entrega que Dios mismo está reclamando en medio de la complejidad concreta de los límites, aunque todavía no sea plenamente el ideal objetivo. De todos modos, recordemos que este discernimiento es dinámico y debe permanecer siempre abierto a nuevas etapas de crecimiento y a nuevas decisiones que permitan realizar el ideal de manera más plena”.

    Aquí, Francisco revela nada más y nada menos que un descabellado intento de elucubrar excepciones a preceptos negativos de la ley natural divinamente impuestos y sin excepciones respecto a conductas intrínsecamente inmorales, como el adulterio, reduciendo estos preceptos a meros “ideales” sobre los cuales Dios no espera un cumplimiento estricto “en medio de la complejidad concreta de los límites”. Esto, por supuesto, representaría en la práctica la destrucción total del orden moral.
    Para montar esta rebelión moral, Francisco ha estado, después de Amoris, guiñando el ojo y asintiendo a prelados que admiten en la sagrada comunión a los divorciados vueltos a casar, pretendiendo “absolverlos” de su adulterio continuo “en ciertos casos”. Al mismo tiempo, conserva un silencio estudiado frente a las súplicas urentes de otros prelados y de gran número de fieles para que “clarifique” su posición y se retracte de los errores de Amoris.

  6. E’ vero. Di papi pessimi ce ne sono stati (forse neanche pochi)… forse erano papi che “predicavano bene, ma razzolavano male” (e questo è affare che lasciamo al giudizio di Dio) … ma almeno predicavano bene …

  7. Ci sono uomini ottimi e uomini pessimi. I papi non fanno eccezione. Dopo una lunga serie di papi ottimi, ora ne abbiamo uno pessimo. E non sono gli articoli di Tosatti a dovercelo spiegare. E’ il sensum fidei del popolo di Dio che parla. Dunque attrezziamoci, Bergoglio non è il primo papa pessimo della storia. Preghiamo affinché non distrugga tutto ciò che di buono ha trovato nella chiesa cattolica: credo che ne abbia la tentazione.

  8. IL Papa è un peronista e di questa ideologia è pervaso, purtroppo anche nel Governo della Chiesa gli errori compiuti durante la Sua carica a Provinciale si ripresentano alla faccia della Misericordia e soprattutto della CARITA’ che non si risolve con l’accostamento dei divorziati ai Sacramenti né tantomeno con l’abrogazione della norma canonica sul celibato dei sacerdoti. Il Papa dovrebbe rileggersi la “Satis Cognitum ” e poi assumere Decisioni che non creino scandalo e confusione: non si può rimettere in discussione quello che è stato predicato per duemila anni, neppure Paolo VI osò tanto, anzi condannò in maniera esplicita il Modernismo.

  9. Noto con dispiacere che l’ articolo non riesce a varcare i confini angusti del pettegolezzo e della mormorazione, anche se rende bene l’acredine che pervade buona parte degli oppositori al Papa.

    Un Papa che secondo me è buono ma non fesso e che sta facendo pulizia con l’energia che i papi precedenti non potevano avere per motivi di salute. Più andrà a fondo nella sua opera di pulizia e più i centri di potere curiale metteranno benzina nel motore della macchina del fango.

    Quella in corso è una guerra senza esclusione di colpi contro un Papa che ha osato mettersi contro le distorsioni e gli scandali che hanno prosperato per decenni nella Curia. Ovvio che non lo accolgano a braccia aperte.

    1. Ma La prego, signora! Che Bergoglio stia facendo pulizia allontanando gli elementi puliti e validi dal Vaticano e dall gerarchia e mettendoci invece gli elementi di dubbia moralità, bastonando i cattolici praticanti ed onorando invece quelli di dubbia ortodossia, gli atei, coloro che finora hanno sempre combattuto la Chiesa di Cristo, non é un moralizzatore della Chiesa ma il picconatore che la stà distruggendo. Ma rifletta un poco sui fatti, signora, e ne tragga le conclusioni, invece di dire delle fesserie.

      1. Cara signora,
        non mi preghi, anche perché sarebbe una bizzarra forma di idolatria. (Oltremodo per niente gradita)

        Piuttosto, signora, ragioni sui fatti.

        I fatti mostrano chiaramente che la lotta seria alla pedofilia e ai traffici disonesti dello Ior e non solo (iniziata da Papa Ratzinger e proseguita con energia da Papa Francesco) sta agitando i sonni di tante coscienze sporche della curia romana provocando reazioni anche violente.

        Purtroppo questi interessi indecenti finiscono per trovare un alleato in chi, legittimamente e in buona fede, dissente dal Papa sul piano dottrinale e/o pastorale.
        Ma non tutti ne sembrano consapevoli.

        1. Ma non é vero, venerabile Efisio. Coloro che dissentono dal papa sul piano dottrinale e pastorale non si fanno per questo alleati dei corrotti. Ma che stiamo dicendo?!
          E che bene é sanare lo IOR e distruggere la Chiesa?

          1. Diventano involontariamente alleati dei corrotti quando, come nel caso di questo articolo, prendono posizione contro il Papa in queste opache vicende curiali raccontate attraverso pettegolezzi vaghi e mormorazioni.

            Il dissenso dottrinale e pastorale (che io non condivido) è legittimo e rispettabile se rimane ben distinto dalla macchina del fango di certi tristi poteri.

            (Grazie per il venerabile ma non sono ancora santo)

        2. Caro Sig. Bova,
          il problema è la crisi di Fede senza precedenti che ci attraversa. Da questo discendono tutti gli altri problemi.
          Non è risanando lo Ior e combattendo la pedofilia, che sono solo (gravissimi, in quest’ultimo caso) effetti, che si cura il malato.
          Non è nemmeno riportando il livello della prospettiva sempre piu’ in basso, verso un orizzonte totalmente umano che si guadagna la salvezza delle anime (cosa per cui Qualcuno è venuto sulla terra).
          Il lavoro da fare è ben piu’ profondo e presuppone una inversione sostanziale di direzione. Ma mi rendo conto che questo, per le “orecchie contemporanee”, è un linguaggio sconosciuto.

          1. La crisi non è solo di Fede ma soprattutto di Carità. Quello della Carità è un linguaggio scomodo per le orecchie di ogni epoca.

          2. Certamente, ma chi è la sorgente della Carità ?
            Se non c’è la Fede come puo’ esserci vera Carità?
            Troppo spesso (o quasi sempre) si confonde la Carità (virtu’ teologale) con la bontà zuccherosa, o con umanitarismo à la page, ma senza Dio.

  10. Prima del mio, ci sono altri 26 commenti di lettori. Tra questi, la stragrande maggioranza è fortemente critica nei confronti di papa Francesco. Già questo dato dovrebbe far pensare, perchè su questo blog non scrivono discendenti dei bolscevìchi del’17 o adoratori di Pol Pot, ma persone che, si presume, sono cattolici praticanti o quantomeno persone ben disposte nei confronti della Chiesa Cattolica. Che qualcuno cominci a chiamare il Papa con l’appellativo di satrapo mi impressiona.
    D’altra parte, se non sbaglio, il Papa ha collezionato, tra le tante, anche queste perle:
    1) Mons. Ricca, se non erro è ancora Direttore di Casa S.a Marta
    2) A suo tempo il Papa nominò in posizione importante Vallejo Balda e la grande Francesca Immacolata Chaouchi.
    3) Marcelo Figueroa è redattore riverito dell’Osservatore Romano a Roma; si dà il caso che sia presbiteriano, ma per la voce ufficiale di Santa Romana Chiesa è un fatto da nulla: siamo tutti fratelli in Cristo!
    4) Marcelo Figueroa (che continua ad essere presbiteriano) da settembre è Direttore dell’edizione argentina dell’Osservatore Romano, voluta dal Papa per informare meglio il valoroso popolo argentino.
    5) Il Papa compra le scarpe in Via del Gelsomino (Roma), ma non lo fa sapere a nessuno.
    6) Il Papa compra gli occhiali in Via del Babuino, ma non lo fa sapere a nessuno.
    Caro Marco Tosatti, sì il Papa è buono, ma come scriveva il mite Aldo Maria Valli il 29/7/16 “Credo che Francesco abbia bisogno di aiuto. Non solo attraverso la preghiera, ma dico proprio aiuto culturale: quello che solo amici sinceri e non yes men ossequiosi possono garantirgli”.
    Buon anno a tutti, nel nome del Signore.

    1. O il signor Raffaele é veneto, o intende veramente tutti coloro che sono stati “tosati” dal Satrapo ….

  11. Essere. Contro la Chiesa e’ diverso dall’ essere contro questa Chiesa. Vuol dire fare delle riforme coraggiose che spesso scomodano alcuni.

  12. Sono un’anziana signora credente e praticante. Ricordo la Chiesa preconciliare e i suoi santi sacerdoti.
    Era molto diversa da ora.
    Durante la messa in latino poco si capiva ,
    ma si stava tutti piccoli e grandi a capo chino davanti all’Onnipotente che si degnadi scendere tra gli uomini.
    Ora si rimane ritti come pali nella vigna e distratti anche al momento della Consacrazione.
    A me basta questo per descrivere quanto ci siamo allontanati da Dio.
    Tutti. Pecore e pastori.

  13. Quando un pontéfice, invece degli auguri natalizi a la sua curia, prende la frusta proprio nelle vespre del Natale, vuol dire che é proprio nervoso. Tutti sono cattivi e resistenti alle riforme, meno lui, che vuol fare bella figura davanti a i media, specialmente quelli anticattólici, i suoi alleati contro la Chiesa.

  14. Andrea Salvi, ancora non ti sei reso conto che, con Bergoglio, i cattólici vanno perseguitati e i protestanti kaspergogliani promossi, come De Kessel, promposso per finire di distrúggere la chiesa nel Belgio ?

  15. Caro Nikolaus,

    il non far nomi, in questo caso, mira solo a proteggere ulteriormente gli sventurati colpiti dagli strali del Satrapo. Per chi lavora in Curia, quei nomi sono notissimi anche se non finiscono sui blog; per chi non ci lavora, saperli o non saperli non cambia nulla. Ma tra i Prelati e gli officiali quei nomi girano, e ne girano parecchi: l’aver riportato la notizia serve quindi a far sapere che, anche fuori delle Mura Leonine, le notizie arrivano e se le cose continuano così ci sarà qualcuno che inizierà a parlare.

    Sarebbe viceversa il caso di parlare di quanti rimangono tuttora al proprio posto, nonostante gli scandali e scandaletti – quasi sempre de sexto – ed i fatui proclami di moralizzazione della Curia Romana. Ricca è uno di costoro, ma ce ne sono a decine che la stampa finora ha risparmiato.

    Gli epurati dal Satrapo rimangono senza lavoro e non hanno modo di ricorrere ad alcun organo che tuteli la loro professionalità o il loro nome. Ma se qualcuno di essi avesse il coraggio di protestare, scrivendo sulla stampa, probabilmente si troverebbe ulteriormente calunniato, come è avvenuto ad esempio per padre Mannelli. La Magistratura italiana l’ha assolto, ma l’ombra d’infamia sparsa a piene mani dai manigoldi del Sinedrio romano non è stata cancellata. Certo, per quanti conoscono padre Mannelli – e con lui molti altri finiti nel Tritacarne della Misericordia – le accuse sono sempre state palesemente infondate; ma per chi è in malafede – anche se scendesse un angelo dal cielo a difendere la reputazione delle vittime e sbugiardare quanti le diffamano – basta l’aver seminato il dubbio, specialmente quando questo concerne accuse indimostrabili o quando addirittura non viene fornita alcuna spiegazione.

    In condizioni normali si potrebbe osservare che, nel momento in cui la notizia di un’epurazione viene resa pubblica, quasi sempre i responsabili del sopruso si sentono scoperti, e diventa per loro difficile poter continuare impunemente nelle loro malversazioni. Ma oggi è il vertice stesso della neo-chiesa a praticare ogni genere di angherie, quindi le vittime dovrebbero essere pronte ad una lotta coraggiosa in cui difficilmente riuscirebbero ad ottenere giustizia. Guardate le villanie di cui è fatto oggetto il Card. Burke, che pure è un Principe della Chiesa. E poi, quand’anche l’officiale di Curia licenziato venisse reintegrato (ipotesi remotissima, quando comandano i preti), egli diventerebbe vittima di una persecuzione implacabile, dinanzi alla quale il mobbing praticato nelle aziende sembrerebbe uno scherzo da scolaretti.

    Sarei curioso di sapere se l’empio gesuita spagnolo Juan Masiá Clavel, che alla Vigilia di Natale ha bestemmiato la Santissima Madre di Dio ed il di lei castissimo Sposo San Giuseppe – vedi qui – abbia meritato lo sdegno di colui che siede sul Soglio di Pietro. Domanda retorica, ça va sans dire.

    Sappiamo bene che il Satrapo spadroneggia in casa propria: non passa giorno che non ce lo ricordi. Ma farà bene a tener presente che, come tutti i tiranni che l’hanno preceduto, dovrà render conto a Dio.

    Nil inultum remanebit.

  16. In base al codice penale italiano i giornalisti sono esentati dal rivelare il nome delle loro fonti anche se fosse un magistrato inquirente o giudicante a chiederlo. Quanto poi a rivelare i nomi, in questa chiesa bergogliana molto misericordiosa … fermiamoci qui.

    1. In questo caso direi che sia un dovere. Smascherare Bergoglio e svelare la dittatura che aleggia in Vaticano.. senza fonti purtroppo l’articolo non puo’ essere portato come prova, anche se non ho il minimo dubbio sulla sua veridicità.

      1. Ormai, lieber Nikolaus, sia Bergoglio che la dittatura che regna in Vaticano (“aleggia” é un termine vezzeggiativo del tutto inappropriato alla realtà che vorrebbe descrivere) sono stati smascherati da altre fonti con nome, cognome ed indirizzo.
        Il suo tentativo di difendere chi per onestà intellettuale non può, e per onestà morale non deve, piú essere difeso é alquanto penoso.
        Sviluppi la sua kritische Vernunft.

        1. Mio Caro, una fonte molto attendibile, mi ha svelato che in Vaticano regna incontrastata la dittatura dello Spirito Santo. Chi sviluppa troppa kritische Vernunft, potrebbe trovarsi a non essere troppo in comunione.

          1. “dudu”? Sind Sie schwul? I segreti che Le sono stati svelati dalla sua fonte entrano purtroppo in collisione con fatti conosciuti ed incontestabili.
            Si sá dalla dogmatica che lo Spirito Santo non é vanitoso, bizzoso, iracondo, vendicativo.
            Lo Spirito Santo non dileggia coloro che lo adorano
            e seguono obbedientemente le sue pulsioni.
            Non onora coloro che hanno combattuto la Sua santa Chiesa fino al sangue. Lo Spirito Santo non si accomuna a preti spretati, eretici, conviventi more exorio, o a sedicenti “Priori” di dubbia ortodossia,
            o a giornalisti atei, e non li sceglie come consiglieri ed estensori delle sue encicliche ed “esortazioni apostoliche”, o come portavoci delle sue più intime convinzioni, anch’esse di dubbia ortodossia, espressioni, infarcite di errori teologici e filosofici.
            Lo Spirito Santo non tenta di relativizzare ciò che il Cristo dice nei Vangeli. La Sua funzione é invece quella di ricordarci tutto ciò che Gesù Cristo ci ha comandato e di mantenere la sua Chiesa nella Verità, non nel relativismo, nell’ambiguità e nel dubbio, oggi assurti a supreme virtù teologali.
            Lo Spirito Santo, cioé, fà tutto il contrario di ciò che fa Bergoglio, l’attuale Satrapo di Santa Romana Chiesa.
            Redarguisca, quindi, il suo informatore inaffidabile. Non ne accetti gli argomenti fasulli. Gli dica con tanto amore: “mio caro dubidubidu, ‘contra factum non valet argumentum'”. E gli ricordi che l’attuale dittatore del Vaticano si chiama el Jorge sudamericano, non lo Spirito Santo.

        2. E’ evidente che non ha capito il senso del mio messaggio.
          Lungi da me anche il solo tentare di difendere l’indifendibile Bergoglio.
          Saluti

        1. Cari Fratelli, ma Francesco I sarebbe secondo voi, il primo ed unico Pontefice nella quasi bimillenaria storia della Chiesa ad aver operato spoils system?

          1. Venerato Dudú. Usare il concetto di “spoils system” per descrivere ciò che Bergoglio stà facendo alla Chiesa di Cristo, di cui dovrebbe essere il custode, il pastore fedele ed il maestro affidabile, é indulgere in un imperdonabile eufemismo.
            Sarebbe come dire, mutatis mutandis, che Robespierre fu un politico un pò severo.
            Che ne dice il Suo amico del cuore Dubidubidu?

          1. Ma non dica cazzate mio caro. Lei ha trovato la buccia di banana…e ha battuto la testa. Più di un moderatore c’è bisogno di un medico qui. Secondo me dalle inutili citazioni in latino e tedesco, doveva essere scemo anche prima.

          2. Venerato Dubidubidu,
            i suoi insulti mi lasciano del tutto indifferente.
            Presuppongo nei lettori del dr. Tosatti come minimo la conoscenza del latino, dell’inglese, del francese, dello spagnolo e del tedesco, cioé delle principali lingue europee.
            Per il controllo della pertinenza delle sue diagnosi a distanza si rivolga al suo psichiatra di fiducia.
            Ah già: sind Sie schwul?

          3. ALLORA LE CONSIGLIO DI RILEGGERE LA BIBBIA L,APOCALISSE LE PROFEZIE GLI ULTIMI TEMPI DA FATIMA A MEDJUGORJE VI E MOLTA GENTE CHE DORME E VERAMENTE HA BATTUTO LA TESTA E SONO SCIVOLATI SU UNA BUCCIA DI BANANA E HANNO PERSO IL SENSO PROFETICO DELE COSE E IL MOTUS PROPRIO NON BASTA ANCORA ?? QUANTO STA ACCADENDO E SOLO L,INIZIO ,. IL DOTT TOSATTI SA IL FATTO SUO E PARLA DA PROFETA RAZIONALE PERCHE ANALIZZA GLI EVENTI ALLA LUCE DELLA FEDE NON CREDERE A QUANTO STA ACCADENDO E GRAVISSIMO PER NOI E LE FUTURE GENERAZIONI E NE SIAMO RESPONSABILI NOI ANCHE IO PER I MIEI ( SE LEI NON CI CREDE E UN PROBLEMA SUO !!!!! CHE SE LA VEDRA CON IL PADRE ETERNO E DALLE SUE SCELTE DIPENDE IL FUTURO DEI SUOI EREDI )PERO STRANAMENTE CREDIAMO AGLI UFO A TUTTE LA CAVOLATE DI QUESTO MONDO PURCHE CI FANNO COMODO !!!!! UMANITA AVVISATA NEZZA SALVATA IMPENITENTE INCOSCIENTE !!!! MOLTI RIMPIANGERANNO QULLO CHE ORA VIENE DETTO E SCRITTO E PROFETATO !!!!MA SARA TROPPO TARDI DA UNO CHE E STATO IN COMA 2 VOLTE IO ME STESSO!!!!!!

        2. Ineffabile Salvi,
          il secondo episodio, con l’affermazione da parte di Bergoglio di essere il papa e di non dovere spiegazioni a nessuno, si riferische a quanto é capitato al Cardinale Müller ed a tre suoi collaboratori nella CDF.
          Ormai il tutto é agli atti, confermato da Müller stesso.
          Poi esamini coscienziosamente i fatti riguardanti l’ordine dei Francescani dell’Immacolata come esempio principe dello stile autocratico del caudillo, che se ne infischia di diritto canonico, delle decisioni di corti italiane e della piú elementare decenza umana nel trattare con altri essere umani. “Sic iubeo, sic volo, sic fiat pro ratione voluntas”!
          Un conoscitore del Bergoglio ha osservato che costui “é particolarmente duro con i deboli”, cioé é un vile.

    1. anch’io concordo… la correttezza sconsiglia di basarsi su notizie anonime. Su chiunque, per chiunque.

    2. Un commento piuttosto ingenuo, pensando agli attori ed alle circostanze.
      Il dr. Tosatti, uomo degno di fede, qualifica la sua fonte come degna di fede. Quindi i suoi commenti non lasciano affatto il tempo che trovano, lieber Nikolaus, ma vengono presi anch’essi come degni di fede e confermano, d’altronde, tutto ciò che ormai sappiamo di questo pontefice e del suo pontificato.
      Come diceva St. Vincent de Lérins: c’é poi un terzo genere di papi, che Dio infligge alla sua Chiesa come punizione.

  17. E poi come può essere credibile un Papa che ricorda ad un suo collaboratore che lui è il Papa? Nessuno in curia lo sapeva? Siamo arrivato al ridicolo.

  18. se gli episodi descritti sono veri, e sapendo dell’onestà intellettuale del dr. Tosatti non ho dubbi, se ne deduce che fra il governo dei gesuiti del padre provinciale Bergoglio che presentava molti difetti (come lui stesso ammise tre anni fa) e il pontificato Bergogliano non c’è differenza. Con tutto quel che ne consegue di negativo.

    1. SIAMO A RISCHIO DI GRAVISSIMI CASTIGHI SU ROMA ITALIA E OCCIDENTE E LA GENTE DORME PENSA ALLA PARTITA SCIARE TELEFONINO SHOPPINGE TUTTE LE CAZZATE DI QUESTA UMANITA !!! E NON CI PENSA IMPRECANO E BESTEMMIANO L,ITALIA HA IL RECORD ASSOLUTO O E TUTTO UN CASO COSI PENSANO O DESTINO ,LA SS VERGINE PIANGE ANCHE A TREVIGNANO ,AD AMATRICE E CROLLATA LA BASILICA DI SAN BENEDETTO PATRONO D,EUROPA E DEGLI ESORCISTI !!!!!! .,E RIMASTA IN PIEDI SOLO LA FACCIATA !!!!! ECCO LA NOSTRA EUROPA SENZA LA FEDE SOLO APPARENZA BUONISTA E IPOCRITA CHIESE VUOTE E CONSACRATE DATE IN MANO AGLI ISLAMICI PORTATORI SANI DI TIFO, COLERA. LEBBRA, MALARIA ,EPATITE. AIDS, O USATE COME ALBERGHI PER IMMIGRATI E PROSSIME MOSCHEE O STALLE PER I CAVALLI COME AL TEMPO DI NAPOLEONE !!!!!! AUMENTANO I PROBLEMI DI OCCULTO SETTE NEW AGE SATANISMO DEPRESSIONI E TUTTO DI PIU EUGENETICA CLONAZIONE !!! CON MIGLIAIA DI ABORTI ,AUMENTANO PERO DA IPOCRITI FANNO A GARA PER FURTARE GLI ORGANI PER I TRAPIANTI !!!! CON UN PREMIO PRODUZIONE A FINE ANNO !!!DALLA REGIONE RECORD DI TRAPIANTI RECORD DI OMICIDI!!;: IL CLINICAMENTE MORTO E CELEBRALE !!!!! IL CUORE BATTE ANCORA ,.ASSASSINI POI EUTANASIA, TEORIA GENDER INFANGANO IL NOME E LA PUREZZA DI MARIA E DI SAN GIUSEPPE ,DI GESU ,!!!!!! A MEDJUGORJE LA SS VERGINE E STATA MOLTO CHIARA SU IL FUTURO DELL,UMANITA E LA CONCLUSIONE CON MEDJUGORJE ORA LA SS VERGINE STA APPARENDO IN TUTTO IL PIANETA OGNUNO HA IL SUO COMPITO MEDJUGORJE DA IL VIA A QUESTA REAZIONE A CATENA !!!!!! 3/ 3 DELL,UMANITA SONO A RISCHIO !!!!! COME AL TEMPO DI MOSE NOE SODOMA E GOMORRA ORA E UGUALE SOLO!!!!!! CHI CREDE E SI CONVERTE SARA SALVATO !!!!!!!!POI SI METTE BERGOGLIO CON QUESTA MISERICORDIA FACILE !!!!! TUTTO VA BENE .,SCAPPA DALLE FUNZIONI MARIANE O RICORRENZE RELIGIOSE MA VA IN SVEZIA IL 31 OTT 2016 PER I PREPARATIVI PER LUTERO UN ANNO PRIMA !!!!!!E HA MESSO LA STATUA IN VATICANO !!!!!! VORREI FAR NOTARE CHE ORA DIO HA ANCORA PAZIENZA PERCHE I VARI ULTIMI TERREMOTI NON HANNO FATTO MORTI SONO AVVERTIMANTI PER L,UMANITA ,,.. I PROX NON SARANNO COSI !!!!!NO VI BASTA ANCORA !!??? PERSVEGLIARVI !!!! DA UNA ANIMA CHE E STATA IN COMA 2 VOLTE !!!!! FATE GIRARE QUESTA EMAIL A TUTTA LA NAZIONE ITALIANA E NOI POPOLO CRISTIANO APOSTATIAMO LA NOSTRA FEDE ,.PER CONVENIENZA GRAVISSIMO IL CRISTIANESIMO EL,UNICA REALE RELIGION PERCHE NEGLI ESORCISMI AL DEMONIO DI BUDDA ALLAH O MAOMETTO OCHI VOLETE VOI NON GLIENE PUO FREGARE DI MENO MA QUANDO SI NOMINA GESU E MARIA E SAN MICHELE IL DEMONIO NON LO SOPPORTA PERCHE E REALE E VIVO E ONNIPOTENTE GLI ALTRI DEI SONO TUTTI COMUNI MORTALI MORTI E GIUDICATI !!!!!! ATTENZIONE A COSA SUCCEDE E ALLA RIFORMA PROTESTANTE DI BERGOGLIO !!!!!!SONO TRE ANNI CHE PARLA DI IMMIGRATI E POVERI E BASTA !!!!! E TUTTO IL RESTO !!!!?

      1. CREDO CHE QUANTO HO DETTO E PIU CHE MAI ATTUALE ,.MA PER CREDERE AL MIO ARTICOLO BISOGNA LEGGERE E CONOSCERE LE PROFEZIE DI QUESTO ULTIMO 20 SECOLO DALLA SALETTE FINO AI TEMPI NOSTRI( E DA QUI POI SI APRE UNA PAGINA VASTISSIMA ,. LEGATA ALL.OCCULTO ESOTERISMIO SATANISMO MASSONERIA AL POTERI OCCULTI CHE VI SONO NELLA CHIESA E FUORI,,. LA NEGAZIONE DI SATANA -, VIVERE DA IGNORANTI VIVENDO DI CAVOLATE MASS MEDIATICHE PER NON PENSARE CON LA PROPRIA TESTA !!,. A LIVELLO ISTITUZIONALE !!!!! IL NUOVO ORDINE MONDIALE, IL MICROCHIP, I VACCINI LA MONETA UNICA E IL RESTO !!!! ‘ IL TERZO OCCHIO DELLA PIRAMIDE IL SIMBOLO DEL DOLLARO AMERICANO CON IL TERZO OCCHIO, I MASSONI DI BINDELBERGH ,. PURTROPPO NON SONO CAVOLATE E LA LOTTA ETERNA TRA IL BENE E IL MALE CHE CON MEDJUGORJE SI CONCLUDERA !!! .E LA SINTESI DI UN MALESSERE GENERALE CHE VI E IN EUROPA E IN OCCIDENTE ,.TRA CUI ANCHE LA BIBBIA E L,APOCALISSE NE PARLA E DA STOLTI E INCOSCIENTI IGNORARE QUESTI DOCUMENTI L.INVASIONE SISTEMATICA (DA BUONISTA EUROPA MA IPOCRITA ) CON GLI IMMIGRATI IN OCCIDENTE LA SCRISTIANIZZAZIONE CHIESE ADIBITE A MOSCHEE ,UCCIDIAMO I BAMBINI CON ABORTI MA FACCIAMO I MECCANICI PER I TRAPIANTI COME PEZZI DI RICAMBIO !!!! PIU L.,EUGENETICA LA CLONAZIONE !!!!!! E TUTTE LE LEGGI IN PISTA EUTANASIA TEORIA GENDER !!! LASCIO A VOI CON BUON SENSO LA LETTURA DI QUESTO ARTICOLO

I commenti sono chiusi.